Esperienza prima affilatura rasoio ML

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Sostienici

Sponsor
 

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda Freddypasqua » 14/02/2019, 12:03

Grazie mille Hanny per il contributo!!!
Freddypasqua
 
Messaggi: 23
Iscritto il: 14/10/2016, 12:57

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda nicola26x » 16/02/2019, 22:16

Domandona da neofita... Imposto il bevel con la 3000, il rasoio taglia i peli e intacca bene nell'unghia. Proseguo con la 8000, poi belga gialla o cinese. Scaramello bene. In rasatura il rasoio strappa... Questo vuol dire che è stato impostato male il bevel, oppure la finitura sulle naturali non è sufficiente? Sulla 3000 devo fermarmi solo quando il rasoio taglia i peli del braccio a volo come un laser, oppure basta che tagli i peli anche solo alla base? Grazie mille per la pazienza...
nicola26x
 
Messaggi: 120
Images: 12
Iscritto il: 21/05/2013, 18:03
Località: Piacenza

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda paciccio » 16/02/2019, 23:31

la prova dell'unghia serve per sentire se ci sono delle imperfezioni nel filo, non se il rasoio è in grado di togliertela ;) la belga gialla va al posto della 8000, e sulla cinese se non hai la mano leggera, rischi di rovinare tutto ;)
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura «non sono le pietre che affilano e fanno magie, bensì chi le usa con scrupolo ed esperienza» Lemmy
My SOTD on Instagram
Avatar utente
paciccio
 
Messaggi: 5838
Images: 1767
Iscritto il: 31/03/2010, 22:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda nicola26x » 17/02/2019, 11:16

Forse devo insistere un po' di più sulla 3000 finché tagli i peli al solo contatto della lama, e poi rifinire solo sulla belga gialla?
nicola26x
 
Messaggi: 120
Images: 12
Iscritto il: 21/05/2013, 18:03
Località: Piacenza

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda paciccio » 17/02/2019, 11:24

l'importante è che quando passi sulla 3000 proteggi le coste del rasoio con del natro, altrimenti se insisti troppo rischi di rovinarlo ;)
un'altra cosa molto importante, spece sui rasoi full hollow è quella di non premere e di non imprimere forze torsionali, perché sotto pressione la lama si deforma, quindi il bevel che andrai a creare sarà di conseguenza non uniforme ;)
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura «non sono le pietre che affilano e fanno magie, bensì chi le usa con scrupolo ed esperienza» Lemmy
My SOTD on Instagram
Avatar utente
paciccio
 
Messaggi: 5838
Images: 1767
Iscritto il: 31/03/2010, 22:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda Hanny1979 » 17/02/2019, 21:25

Io per me lavoro tanto penerello! Io prima della 1000 e
della 3000 passo con il rasoio su penerello, così posso sempre
controllare se l’appoggio e giusto! Poi dalla 6000 in su uso la
Lente di ingrandimento 40x, sulla pietra da finitura lucido
il filo finché e a specchio!
Ma come detto già da detto si lavora senza alcuna pressione,
su tutte le pietre! Altrimenti si alterano le geometrie.
Hanny1979
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 04/12/2018, 18:21

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda nicola26x » 17/02/2019, 21:36

Mi è capitata una cosa strana... dopo la 3000 sono passato sulla belga gialla, quella di Ardennes Coticules. Ho notato stranamente che mi porta indietro laffilatura... nel senso che il rasoio dopo la 3000 tagliava benissimo i peli, dopo la belga netto calo. Allora gli ho dato una passata sulla 8000 sintetica, e poi giù di cinese fino al risucchio. Prova rasatura ok. E io che la cinese la tenevo buttata nel cassetto! Fa un filo di seta
nicola26x
 
Messaggi: 120
Images: 12
Iscritto il: 21/05/2013, 18:03
Località: Piacenza

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda Picone » 17/02/2019, 21:50

nicola26x ha scritto:Mi è capitata una cosa strana... dopo la 3000 sono passato sulla belga gialla, quella di Ardennes Coticules. Ho notato stranamente che mi porta indietro laffilatura... nel senso che il rasoio dopo la 3000 tagliava benissimo i peli, dopo la belga netto calo. Allora gli ho dato una passata sulla 8000 sintetica, e poi giù di cinese fino al risucchio. Prova rasatura ok. E io che la cinese la tenevo buttata nel cassetto! Fa un filo di seta

Controlla se la Belga è ben lappata! ;)
Avatar utente
Picone
Miglior foto di Febbraio
Miglior foto di Febbraio
 
Messaggi: 988
Images: 553
Iscritto il: 08/04/2017, 15:34
Località: Salerno

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda nicola26x » 17/02/2019, 22:25

Si, tutte le pietre sono state lappate su carta vetro, finché i segni di matita scompaiono.
nicola26x
 
Messaggi: 120
Images: 12
Iscritto il: 21/05/2013, 18:03
Località: Piacenza

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda marmano » 17/02/2019, 22:31

La belga l'hai usata solo ad acqua?
Avatar utente
marmano
 
Messaggi: 50
Images: 32
Iscritto il: 18/04/2018, 19:45
Località: Trento

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda nicola26x » 17/02/2019, 22:46

Si, solo ad acqua.. lo slurry non sono molto bravo a gestirlo
nicola26x
 
Messaggi: 120
Images: 12
Iscritto il: 21/05/2013, 18:03
Località: Piacenza

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda dino » 18/04/2019, 16:47

Buonasera agli amministratori e a tutti gli utenti del forum.
Dopo alcuni anni di ml e di lettura degli argomenti relativi, mi sono deciso a tirare fuori dal cassetto un ml acquistato a poco prezzo, con l’intenzione di utilizzarlo come muletto per fare pratica, prima di procedere con il rinfresco delle lame per i rasoi in rotazione. Si tratta di un rasoio “Marx & Co” nr. 12 che mi ha colpito subito per la forma, le dimensioni ed il peso della lama (credo tra ½ e 1/4 hollow ). Certo, le condizioni all’acquisto non erano ottimali: il filo era parecchio stondato e a tre quarti della lama, verso la punta, presentava una piccola scheggiatura, di ampiezza pari a poco più di un mm e profondità, di poco meno di mezzo millimetro. La lama era coperta di ruggine, diffusa e quasi completamente non attiva; da un lato, si possono ancora osservare piccolissime abrasioni – in senso orizzontale – come, forse, per prova di lucidatura. A prima vista, le coste non evidenziano usura significativa e lo spessore passa da 6,07 mm in punta, a 5,67 mm in prossimità della spalla (rasoio shoulderless); il dorso è leggermente ricurvo e la lama ne segue l’andamento.
Dopo un accurato lavaggio e pulizia, senza smontare le guancette, ho carteggiato con carte abrasive da 800 e 1000, ho segnato il filo con un pennarello indelebile e, con una striscia di nastro sul dorso, ho verificato l’ampiezza delle abrasioni: in effetti, la grandezza dell’area si presentava grossomodo regolare e sottile su un lato, mentre sull’altro, leggermente più ampia e con un’area di ulteriore allargamento a circa tre quarti della lama, verso la spalla.
In un primo momento, ho pensato di impostare il bevel ed eliminare il chip con la Candia, senza alcuna correzione, utilizzando 1 strato di nastro isolante. Dopo circa 5 ore di lavoro pressochè continuo, mi sono accorto di non essere giunto nemmeno alla metà dell’opera…Mi sono ricordato, allora, di aver letto, tra i consigli per eliminare rotture, che è più semplice partire con una pietra sintetica di basso grit. Allora ho tirato fuori le mie sintetiche Shapton “ceramic whetstone” di 800 e 1500 grit ed ho aggiunto, a correzione parziale dell’ampiezza del bevel, un doppio nastro solo nella parte della lama il cui bisello si presentava più ampio: ho cominciato con la 800 e, dopo altre ore di duro lavoro, quando la frattura era quasi del tutto scomparsa, sono passato alla 1500. In ultimo ho utilizzato la Candia, solo ad acqua.
Pur essendo riuscito ad abbassare leggermente il bevel dalla parte in cui era più largo, non sono riuscito ad eliminare la sua maggiore ampiezza in quella specifica parte della lama; ad ogni buon conto, dopo aver verificato che era già capace di tagliare i peli del braccio in tutta la larghezza della lama, in uscita dalla Candia, sono passato ad una belga – piuttosto veloce – senza slurry e, in finitura, ho voluto sperimentare una Llynn Idwal. Passando il rasoio sui peli del braccio, ho notato che non venivano solo tagliati, ma tranciati di netto con un piccolo saltello, come per gli altri mmll già affilati che uso regolarmente (la prova del pelo al volo non mi è mai riuscita!)
Questa mattina, dopo una scoramellata – nemmeno troppo lunga, direi una 50 ina di passate – con un certo timore dovuto sia al peso e grandezza della lama, ma soprattutto all’inesperienza nell’affilatura, ho provato a radermi: sono rimasto veramente sorpreso. Ho proceduto con la stessa tecnica adottata con gli altri rasoi, una prima passata – pelo – e la seconda – contropelo o traverso, a seconda delle zone, con qualche aggiustamento. Ebbene il rasoio mi ha concesso una rasatura di buon livello in tutti i punti del viso, per ciò che riguarda la profondità di taglio, ma un po' meno in confort: nei pressi del mento ho riportato qualche lieve irritazione (ma questo, talvolta, mi capita anche con gli altri rasoi).
Visto il primo risultato incoraggiante, vorrei provare a migliorarlo, ritornando sulla belga ad acqua, e sulla Llynn Idwal per la finitura… mi tocca aspettare fino a dopodomani per prova di confronto.
Nel frattempo, vorrei chiedere agli esperti del forum se hanno suggerimenti per cercare di risolvere il problema al bevel – se risolvibile - tenendo conto che, ad una più attenta osservazione, le coste appaiono in ottime condizioni e poco usurate, il filo e la lama appaiono completamente dritti, l’andamento dell’onda in fase di affilatura è sempre stato regolare e che, in corrispondenza dell’ingrossamento del bevel da un lato, si può notare un lieve assottigliamento dall’altro.
Segue documentazione crono-fotografica del rasoio.
Grazie. Saluti ed auguri di buona Pasqua a tutti

Chi ha paura muore ogni giorno; chi non ha paura muore una volta sola. P. Borsellino
dino
 
Messaggi: 19
Images: 42
Iscritto il: 31/08/2016, 16:18
Località: Salerno

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda dino » 18/04/2019, 16:49

7017770178701797018070181701857018470183701827017270172
Chi ha paura muore ogni giorno; chi non ha paura muore una volta sola. P. Borsellino
dino
 
Messaggi: 19
Images: 42
Iscritto il: 31/08/2016, 16:18
Località: Salerno

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda altus » 18/04/2019, 17:22

Probabilmente il rasoio ha subito una rimolatura (si vedono i graffi della mola) che per quanto accurata ha comunque modificato leggermente le geometrie. (Nelle foto mi sembra che la costa si assottiglia in corrispondenza dell'allargamento del bevel) Oppure ci sono state variazioni di pressione nella zona centrale dovute agli eccessivi tempi di affilatura che hanno portato al leggero aumento del bevel in alcune zone complice magari anche lo slurry passato sotto il tagliente. Capita. Trattandosi di un vintage ti consiglierei di non incaponirti troppo sull'estetica del bevel (che non mi sembra così disastroso, ho visto di peggio su rasoi nuovi) ma accettarne i difetti e portarlo a un livello ottimale di taglio
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3061
Images: 2435
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Esperienza prima affilatura rasoio ML

Messaggioda paciccio » 18/04/2019, 20:08

quando usi il nastro il filo sembra abbastanza uniforme, forse in punta non è ottimale, ma se lo affili con la dovuta perizia... dovresti riuscire ad usarlo con soddisfazione ;) prima però togli il dentino :D
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura «non sono le pietre che affilano e fanno magie, bensì chi le usa con scrupolo ed esperienza» Lemmy
My SOTD on Instagram
Avatar utente
paciccio
 
Messaggi: 5838
Images: 1767
Iscritto il: 31/03/2010, 22:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza
Precedente

Torna a Pietre & Affilatura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti