[CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Sostienici

Sponsor
 

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda ischiapp » 05/12/2015, 1:47

Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 16013
Images: 2446
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda Paolo Malinverno » 06/12/2015, 1:26

Eppure i francesi......
"Rasoir Louis"
come danzano quelle lettere di latta!
e la lama damascata.....
e poi non avrebbero mai messo un bel rasoio in una "tin box"...ah,ah,ah!

3192631925
Paolo Malinverno
 
Messaggi: 450
Images: 490
Iscritto il: 26/05/2013, 21:26
Località: Fino Mornasco ( 22073)

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda Paolo Malinverno » 12/12/2015, 23:43

3222032221

Arrivato fresco fresco......dagli USA: Gem Zinn; databile tra il 1898 e il 1906 almeno, con 9 lame di ricambio. Anche lui era troppo bello per lasciarlo agli yankees......
Non ho ancora ben capito come funziona....... me lo studierò di Domenica.
Paolo Malinverno
 
Messaggi: 450
Images: 490
Iscritto il: 26/05/2013, 21:26
Località: Fino Mornasco ( 22073)

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda ischiapp » 13/12/2015, 10:47

Gran colpo!! ;)
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 16013
Images: 2446
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda Luca142857 » 15/12/2015, 10:43

:D Eh sì, gran bel colpo. Lo Zinn è bellissimo, elegante e monumentale, e di messi così bene non ce ne sono tanti in giro.
“La rasatura è una severa maestra.” Heinlein142857.
Avatar utente
Luca142857
 
Messaggi: 4560
Images: 1254
Iscritto il: 10/05/2013, 15:14
Località: Nordest Emilia.

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda ischiapp » 15/12/2015, 19:08

Paolo Malinverno ha scritto:... me lo studierò di Domenica.
Io ci butterei dentro di corsa una Feather PRO Super Injector. Altro che domenica. :lol: :lol: :lol:
http://theoriginalsafetytoo.com/post/23023/thread
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 16013
Images: 2446
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda Paolo Malinverno » 16/12/2015, 10:26

Mi dispiace contraddirti ma......sono per il solo utilizzo dei "pezzi" progettati all'origine; unica concessione gli accessori in cuoio: uno strop di 100 anni difficilmente potrebbe esser utile.
Ieri utilizzato il Mulcuto Patent con lamotta originale ripassata su Tam 'O Shanter e Water of Ayr; ho dovuto ricredermi sulle lame Solingen: una rasatura dolcissima e profonda (dopo aver armeggiato per un po' con vitine e inclinazione.....)
Paolo Malinverno
 
Messaggi: 450
Images: 490
Iscritto il: 26/05/2013, 21:26
Località: Fino Mornasco ( 22073)

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda Paolo Malinverno » 21/12/2015, 0:12

Oggi ho provato lo Zinn con una lama originale, l'unica con la bustina aperta. Dopo una bella scoramellata sul canguro ( e per fortuna che c'era lo stropper roller con la sua boccaccia, data la larghezza minima della lama.....), sapone Speick e pennello Rod Neep Silvertip, la rasatura della prima metà del viso è compiuta con soddisfazione: anche con il tagliente piuttosto esposto rade in modo dolce e deciso, se si usa la giusta angolazione ( se l'angolazione non è giusta....non taglia). L'altra metà è stata più problematica, con qualche tentennamento e mancanza di taglio........ mi viene da pensare che fosse stata affilata chissà quanti anni fa e che la scoramellata abbia provocato la rottura di un equilibrio già instabile: la fragile struttura del bisello è (parzialmente) crollata dopo pochi momenti di sforzo ( per altro lieve, essendo la mia barba piuttosto morbida). Prima o poi sarà il caso di utilizzare un microscopio per andare a vedere direttamente le cause delle varie problematiche di taglio. Oppure, come sostiene il buon Ura, può essere che una lama molto vecchia perda, nel tempo, in parte la sua tempra e quindi la sua capacità di radere dopo pochi passaggi?
Paolo Malinverno
 
Messaggi: 450
Images: 490
Iscritto il: 26/05/2013, 21:26
Località: Fino Mornasco ( 22073)

Re: [CLUB] Lather Catcher: old SE safety razors

Messaggioda Paolo Malinverno » 30/12/2015, 1:27

Mi sono accorto di aver più sopra menzionato il Mulcuto Patent senza che compaiano le foto relative; rimedio subito:
3272632727
Presumo costruito su licenza, presenta alcune significative differenze col Mulcuto classico: la lama, un bel pezzo d'artigianato teutonico, presenta la caratteristica di due fresature su una faccia, che vanno a incastrarsi nelle due costolature sporgenti che si vedono partire dal lato interno delle vitine; sistema ottimo per garantire una immobilità statuaria alla lama in senso laterale, pur sacrificando la simmetria delle facce; poi una possente molla a lamina ( ben più robusta della mollettina a spirale del Mulcuto classico....) provvede a trattenere la lama in senso longitudinale, dove si è deciso di posizionarla a mezzo delle vitine.

32725
Paolo Malinverno
 
Messaggi: 450
Images: 490
Iscritto il: 26/05/2013, 21:26
Località: Fino Mornasco ( 22073)

Rapide Ernst Scharff 1891-1910

Messaggioda francescox » 19/12/2018, 14:14

Immagine
Immagine

Nel 1891 Ernst Scharff brevetta un nuovo rasoio che verrà chiamato Rapide

https://books.google.it/books?id=gOtQCAAAQBAJ&pg=PT169&lpg=PT169&dq=ernst+scharff+safety+razors&source=bl&ots=nGi7zEPIiQ&sig=CyFkCezUYVtQ_c8IeKUJxPPoNaU&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwj_xYWN3KvfAhWRsqQKHfCPBDQQ6AEwCHoECAUQAQ#v=onepage&q=ernst%20scharff%20safety%20razors&f=false

Il rasoio si presenta diverso dai dominanti Kampfe brothers style dell'epoca e lather catcher derivati...
Lineare, compatto, slanciato, senza fronzoli; un design modernissimo che si potrebbe proporre tale e quale al giorno d'oggi, non dimostrando assolutamente i suoi, quasi,130 anni

nonostante la linea slanciata da un'impressione di robustezza, costruito in solido metallo pieno (ottone?) ha una cromatura spessa e resistente
rispetto ai rasoi coevi si nota la testa del rasoio molto più semplice, senza il barilotto sotto la lama


66838
il rapide ha un piccolo raccogli-schiuma molto elegante e funzionale (anche se piccolo la schiuma la raccoglie) chiuso ai lati ed aperto sul retro, al contrario degli american model safety razor; questo consente una eccezionale agilità anche nei punti più ostici e critici
66841
non c'è una base su cui poggiare la lama, essa viene sostenuta dalle barre laterali e posteriore
la lama viene inserita nelle due guide laterali a forma di ''virgola''
66834
sulle due guide ci sono due viti microscopiche a testa quadrata; servono a bloccare la lama in posizione, non essendoci fermi agli angoli inferiori, regolandone lo spessore, anche in base ai differenti spessori delle lame
(ho altri 2 tipi di lame, le rex e le mondesir, provando a sostituire la, scarsa, lama anonima in dotazione, non sono riuscito ad alloggiare la rex, troppo larga di una frazione di mm, mentre la mondesir viene accettata, regolando le vitine; ciò denota una precisione di costruzione notevole, viste le minime tolleranze)
queste micro-viti sono il punto debole del rasoio, a mio parere, sono piccolissime e svitarle ed avvitarle è molto difficoltoso
lo stropper del rasoio ha un foro che permette di avvitare e svitare le viti, ma nella mia confezione non era previsto, quindi ci si arrangia, o si va da un orologiaio...
in fondo alle barre laterali c'è una linea incisa alla quale bisogna allineare il filo della lama in modo che non sporga oltre i denti
in teoria si può regolare l'esposizione della lama, ma è un'operazione, secondo me, troppo laboriosa
importante è assicurarsi che gli angoli della lama non siano sporgenti, per evitare graffi


6683666839

la lama viene tenuta in posizione da un occhiello in robusto filo metallico che una rondella, avvitando e svitando, mantiene in pressione il dorso della lama fissandola in posizione
sistema, a mio parere, semplice, robusto ed efficace, in una parola: geniale
un grosso passo avanti rispetto alle molle di dubbia resistenza dei Kampfe
6684066837

nel 1911 Henckels Zwillingwerke subentrò nel brevetto a Scharff, cambiando pochissimo, eliminate le viti e messo gli angoli ferma lama e modificando il manico
anche la scatola di latta rimase la stessa, aggiunsero solamente la scritta Henckels davanti a rapide...
le impressioni d'uso: prescindendo la scarsa qualità della lama che sostituirò, il rasoio è notvole
agile e veloce (rapide..) da usarsi mantenendosi molto leggeri, una volta trovato l'angolo ideale, non proprio intuitivo, funziona in maniera ottimale impugnandolo al centro del manico (sottile e con un buon grip dato dalla fitta rigatura) e lasciando il grosso del lavoro alla testa, pesante, senza nessuna pressione

è un rasoio moderno, nonostante l'età, in netto anticipo sui tempi, non facilissimo, ma veramente efficiente
al momento dei 3 l.c. è il mio preferito
su ciò di cui non si può parlare si deve tacere - Ludwig Wittgenstein
A Kampfe ugly??? Isn't it against the law to say that???
If not it should be!

È inutile fare con più ciò che si può fare con meno.
Avatar utente
francescox
 
Messaggi: 364
Images: 201
Iscritto il: 26/04/2018, 0:16
Località: Ligures Genuate

Re: Rapide Ernst Scharff 1891-1910

Messaggioda francescox » 19/12/2018, 14:36

post scriptum

il Rapide di Ernst Scharff aveva sul manico delle scritte identificative, o Ernst Scharff Frankfurt e sotto il numero del brevetto oppure E. S. F. e il numero del brevetto, a volte con la scritta Rapide, in varie combinazioni
il mio ha E. S. F. (Ernst Scharff Frankfurt) e, sotto, la scritta Rapide; niente numero di brevetto...
ancora una volta nei lather catcher dell'epoca , quando pensi di aver sistemato la classificazione, esce fuori l'eccezione, da far impazzire Carl Nilsson Linnaeus... :mrgreen:
su ciò di cui non si può parlare si deve tacere - Ludwig Wittgenstein
A Kampfe ugly??? Isn't it against the law to say that???
If not it should be!

È inutile fare con più ciò che si può fare con meno.
Avatar utente
francescox
 
Messaggi: 364
Images: 201
Iscritto il: 26/04/2018, 0:16
Località: Ligures Genuate

Re: Rapide Ernst Scharff 1891-1910

Messaggioda francescox » 21/12/2018, 11:50

oggi, con lama perfetta, spostamento della lama appena più arretrata rispetto ai denti, operazione laboriosa grazie alle viti microscopiche, ma utilissima, il rapide si è comportato meravigliosamente bene
tecnicamente è stata utilissima la mia recente esperienza con i M.L., rasoio tenuto leggerissimo, angolazione minima, meno di 30°, e mai premere, assolutamente: meglio due passate in più, leggere, che un'irritazione della pelle, o peggio, per avere ''zappato''
secondo me il rapide è quanto di più vicino ad un mano libera ci sia tra i rasoi a T, con manico perpendicolare
su ciò di cui non si può parlare si deve tacere - Ludwig Wittgenstein
A Kampfe ugly??? Isn't it against the law to say that???
If not it should be!

È inutile fare con più ciò che si può fare con meno.
Avatar utente
francescox
 
Messaggi: 364
Images: 201
Iscritto il: 26/04/2018, 0:16
Località: Ligures Genuate
Precedente

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 45 ospiti

cron