Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Sostienici

Sponsor
 

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Caramon77 » 12/06/2018, 11:29

:lol: :lol:

Bè, in verità sarebbe parametrabile, almeno in parte, considerando i mm totali di pettine che si trovano alla massima altezza e quelli che si trovano alla minima, o sono assenti per gli open. Ma la vedo difficile...
RASOI: Muhle 89 RG, Progress, Futur, Yaqi DOC.
LAME: Astra SS, Gillette Platinum.
SAPONI: Stirling "Sharp Dressed Man", RR "Plague Doctor", Viano "L'uomo di Mondo".

I miei racconti: https://ilmiolibro.kataweb.it/utenti/419829/federico-tamanini/
Caramon77
 
Messaggi: 1842
Images: 25
Iscritto il: 05/02/2018, 17:48
Località: Vicino a Bologna, ad un passo dalla Raticosa e dalla Futa!

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda ischiapp » 12/06/2018, 11:31

Anche inutile ... dato che il parametro è oggettivo, ma la percezione è soggettiva. ;)
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 15711
Images: 2402
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda gigetto » 12/06/2018, 15:09

Per la mia pelle/barba nei CC quello che giudico importante a parte il blade gap è l'incidenza della lama, ossia più questa è curvata più dolce è la sensazione del taglio.
gigetto
 
Messaggi: 2223
Images: 13
Iscritto il: 21/07/2017, 8:18
Località: Provincia di Novara

Dolce e profondo ma esiste?

Messaggioda gigetto » 24/07/2018, 14:21

ischiapp ha scritto:
veck ha scritto:Lo strumento ritorna ad essere tale, e la mano che lo guida fa la differenza.


Stamane mi sono rasato con il Merkur 20c rasoio dolce, ottima rasatura con una elios alla seconda barba che poi ho buttato, dato che la lama in questione sulla mia pelle/barba strappa alla terza. Forse il buon pre, forse la lama alla seconda migliora forse l'ottimo sapone, forse dopo anni faticosi comincio a imparare ad usare i DE..
Fatto sta che qualcosa non mi torna ossia la premessa come al solito è che ognuno ha la sua pelle/barba e la sua mano ma seguendo l'argomento Cobbled molti giudicano una testina estremamente efficace, blade gap alto, anche confortevole. Ci sta, anche io giudico l'aggressivo Fatip Piccolo con i dovuti riguardi e cautele un rasoio confortevole, ma non dolce, ossia la sua lama si sente tutta. E se non è dolce come fa a essere alla fine confortevole?
Per me un rasoio confortevole è ad esempio Calypso M1 di ATT ma non è rasoio profondo, per nulla. Talmente confortevole che rispetta la pelle, permette di radersi alla bisogna anche spessissimo, ma dove pecca, ovviamente è nella profondità di taglio.
Discorso a parte gli slant ove il 37c è confortevole, nel senso che la lama non si sente, ma per paradosso con mano leggera non così profondo, viceversa se la mano è meno che lieve estremamente vorace di pelo ma talvolta anche di quello che gli sta sotto, per cui è tutt'altro che dolce. Ikon 102 sc è un mild razor ma la lama si sente tutta, almeno io la sento bene, per cui a sensazione per nulla confortevole ma ripaga poi con la profondità. Dolcezza è altra cosa, ossia la sensazione ch nulla possa andare storto.
Mi fermo qui con gli esempi e pongo una domanda, ossia esiste una testina per rasoio dolce e profondo? Che non si sente e rispetta la pelle, poi lascia un bel BBS in due passate oppure nò, e l'ultimo quesito è se sia la Cobbled la testina dei miracoli.
gigetto
 
Messaggi: 2223
Images: 13
Iscritto il: 21/07/2017, 8:18
Località: Provincia di Novara

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Accutron » 24/07/2018, 14:40

La mia esperienza è limitata agli strumenti che ho,
le cobbled mi danno la stessa profondità di taglio di un regolabile come il qshave( clone Futur )regolato al massimo, però l'efficacia del taglio è mitigata dalla curvatura della lametta per cui non si va a perdere troppo in comfort. Come invece succede su una lametta più esposta ma piana.

Non so se sono riuscito a spiegarmi.

Bisogna sempre ricordare però che compatibilmente con la propria tecnica la definizione di Comfort e risultato finale della rasatura,
varia per ognuno di noi.
Double Edge: EJ DE87; YAQI DOC Mellon; Yaqi Cobbled; Yintal YT-W01P; Fatip Originale Grande; Fatip Piccolo Special Edition; Merkur 37C; Fine A. Marvel
DE Shavette: Razorine
Lamette: Perma Sharp, Bic Chrome Platinum, Personna
Avatar utente
Accutron
 
Messaggi: 722
Images: 68
Iscritto il: 25/02/2018, 10:17
Località: Marche (MC)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda gigetto » 24/07/2018, 14:51

Pensa Accutron che il rasoio in mio possesso che curva di più la lama, non il Merkur37c che la storta anche, è il SC 102 di Ikon, eppure nonostante abbia un blade gap minimo, nonostante sia slant, la lama si fa sentire notevolmente, ma la profondità di rasatura è superiore a tutti gli altri rasoi che possiedo. IL G&F invece la lama la piega meno sia dello slant che del Merkur 20c e il blade gap è maggiore di entrambe eppure il confort è discreto e la profondità media. Paragonabile al 20c che è un pò più confortevole però.

Non ho regolabili per cui non ti so dire, quello che so per certo è che il Fatip Gentile proprio non sono riuscito a farmelo piacere, troppo aggressivo e chi giudica la cobbled più aggressiva di un Gentile mi ha messo sull'avviso...
gigetto
 
Messaggi: 2223
Images: 13
Iscritto il: 21/07/2017, 8:18
Località: Provincia di Novara

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Caramon77 » 24/07/2018, 15:00

A me pare che la forma della testina sia fondamentale. Attualmente con dei closed o dei regolabili closed ottengo una profondità di taglio tale che non resta altro da tagliare per soluzioni più aggressive. E tendenzialmente sono meno aggressivi, il che non vuol dire meno efficaci.

Quello più confortevole di tutti, l'EJ, va dotato di lame affilate, altrimenti non rende, ma se ben armato ha pochi rivali, magari lascia lì una briciola in più ma puoi raderti da ubriaco, al buio, a secco e mentre ascolti i Pantera.

Va però detto che l'unico OC che ho è il Fatip, quindi un po' poco per giudicare. Per questo pensavo di provarne almeno un'altro.
RASOI: Muhle 89 RG, Progress, Futur, Yaqi DOC.
LAME: Astra SS, Gillette Platinum.
SAPONI: Stirling "Sharp Dressed Man", RR "Plague Doctor", Viano "L'uomo di Mondo".

I miei racconti: https://ilmiolibro.kataweb.it/utenti/419829/federico-tamanini/
Caramon77
 
Messaggi: 1842
Images: 25
Iscritto il: 05/02/2018, 17:48
Località: Vicino a Bologna, ad un passo dalla Raticosa e dalla Futa!

Re: Dolce e profondo ma esiste?

Messaggioda ischiapp » 24/07/2018, 16:26

@Gigetto
Quando usi una citazione usala completa, altrimenti non si capisce nulla.
Meglio in generale controllare in anteprima il post prima d'inviarlo.
ischiapp ha scritto:
veck ha scritto:Altrimenti perchè da un WC tutti passano a qualcosa di più efficace, giusto per fare collezione?
NO.
Per fretta.
Con l'esperienza tutto prende la giusta prospettiva.
Lo strumento ritorna ad essere tale, e la mano che lo guida fa la differenza.

gigetto ha scritto:Esiste una testina per rasoio dolce e profondo?
Che non si sente e rispetta la pelle, poi lascia un bel BBS in due passate oppure nò, e l'ultimo quesito è se sia la Cobbled la testina dei miracoli.
Nella discussione delle testine cobbled già affermi di conoscere un'eccezione al binomio dolcezza / profondità solo apparentemente opposto.
Una lama scoperta può essere molto comfortevole e molto efficace contemporaneamente.
Basta che ci sia la giusta tecnica nella mano che la guida, oltre che lo strumento sia correttamente preparato.
La limitazione è nell'uso dello strumento. Non nello strumento stesso.
Per questo consiglio d'imparare ad usare almeno uno shavette, per portare i benefici nell'uso di tutti i rasoi.
Ovviamente uno strumento poco aggressivo potrà essere più dolce ma necessiterà di più passate.
Uno più aggressivo richiede più attenzione e maggiore consapevolezza dei gesti.
Ma entrambi hanno pro e contro, come ogni cosa terrena.

Nessuno strumento fa miracoli.
Ma per me la cobbled è un progetto decisamente valido.
Sicuramente migliore per equilibrio rispetto a tanti altri più conosciuti.
Fenditura ed arcuatura elevate rendono uno strumento aggressivo sufficientemente maneggevole da raggiungere un elevato comfort.
Per mio gusto, questo lo ottengo più facilmente abbinandola con un manico lungo e leggero ed una lama aggressiva.

@Accutron
Questa cosa della lama "piana" già l'ho chiesta, senza risposta, in relazione ai regolabili.
Per definizione, una scarsa arcuatura rende la sensazione della lama più presente.
Questo può piacere o meno, ma con la giusta tecnica non è un problema.
Cambia solo la geometria che in rasoio di sicurezza impone maggiore inclinazione del manico per avere minore angolo incidente.
E si ritorna sempre alla tecnica.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 15711
Images: 2402
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Antonio Bove » 24/07/2018, 16:47

Tecnica.
Inutile girarci intorno.
È sempre e soltanto questione di tecnica.
E ci si rade, con soddisfazione, con QUALUNQUE rasoio.
Ci si rade profondamente.
Ci si rade in maniera confortevole.
Rimarrà chi preferisce usare il SE piuttosto che il DE.
chi preferisce lo shavette.
E chi "se non è mano libera, non è rasatura tradizionale".
Ma serve la tecnica coi SE
coi DE
Con le testine Cobbled
Con gli slant piuttosto che con i CC
Con lo shavette con angoli coperti
Con lo shavette con gli angoli scoperti
Chi con gli shavette kamisori-style
Tecnica tecnica e ancora tecnica.
Non esistono formule magiche o arcane e non esiste la combinazione perfetta.
Antonio Bove
 
Messaggi: 1661
Images: 177
Iscritto il: 22/07/2014, 14:04
Località: siracusa

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda gigetto » 24/07/2018, 17:11

Sarà la tecnica che fa la differenza (e io infatti sono un sostenitore che l'umore della giornata incida profondamente sulla rasatura) ma io ad esempio, il Gentile non l'ho mai trovato come il suo nome vorrebbe, e alcune lamette proprio non sono riuscito a farmele piacere. La tecnica è molto, ma perdonatemi, visto che anni fa portavo il pizzetto e usavo lo shavette (mai in contropelo però...) tanti sono i fattori che influenzano l'efficacia e la bontà di una rasatura di cui solo la tecnica è un componente.

Rasoi con lametta poco inclinata o null'affatto ne ho due: il plasticone, usato per anni, secondo me per nulla o poco efficace e di contro per nulla o poco confortevole, e il Popular che invece è discretamente efficace, discretamente confortevole ma impone un angolo di taglio che non è naturale. Se non si è adusi alla rasatura col rasoio SE si fa un pò fatica almeno all'inizio.

Rasoi con lametta inclinata sono tutti gli altri più o meno la lama è curvata, curiosamente il parametro di curvatura del Gentile non è per nulla ridotto eppure, sul confort di questo mi taccio, mentre con gli altri la curvatura assicura più o meno un discreto confort, più o meno una discreta se non elevata profondità di rasatura.

Blade gap, tralasciato il Piccolo che è un OC non è che a un minore Blade Gap necessariamente segua un alto confort. E non è vero secondo me neppure il contrario.
Da questa mia esperienza che ho verificato sul campo della mia pellaccia quotidianamente un rasoio con alta curvatura bassissimo blade gap è meno confortevole di un altro con più blade gap, ma per paradosso, su barbe corte più profondo. Un rasoio con un Blade gap estremo come Merkur 37c sa essere confortevole e discretamente profondo, alla bisogna profondo chiaramente con meno confort.

Penso a questo punto che una testa Cobbled possa essere nel migliore dei casi un 37c di Merkur cui manca lo slant (che per me è importante) o sbaglio?
gigetto
 
Messaggi: 2223
Images: 13
Iscritto il: 21/07/2017, 8:18
Località: Provincia di Novara

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Antonio Bove » 24/07/2018, 17:49

gigetto ha scritto:Penso a questo punto che una testa Cobbled possa essere nel migliore dei casi un 37c di Merkur cui manca lo slant (che per me è importante) o sbaglio?
sbagli. Il 37c della Merkur è uno slant (per me, LO slant)
Antonio Bove
 
Messaggi: 1661
Images: 177
Iscritto il: 22/07/2014, 14:04
Località: siracusa

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Trepassate » 24/07/2018, 20:06

Antonio Bove ha scritto:
gigetto ha scritto:Penso a questo punto che una testa Cobbled possa essere nel migliore dei casi un 37c di Merkur cui manca lo slant (che per me è importante) o sbaglio?
sbagli. Il 37c della Merkur è uno slant (per me, LO slant)

@Antonio Bove, Lo è uno Slant eccome.
Ma la prosa di @gigetto va letta, riletta e interpretata.
Pasquale

Quando due furbi s’incontrano, uno dei due è costretto a cambiare categoria.
(Michelangelo Cammarata)
Avatar utente
Trepassate
 
Messaggi: 1961
Images: 259
Iscritto il: 11/02/2014, 19:23
Località: Milano

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Antonio Bove » 24/07/2018, 20:20

Trepassate ha scritto:@Antonio Bove, Lo è uno Slant eccome.
Ma la prosa di @gigetto va letta, riletta e interpretata.
minchia... vero :lol:

@gigetto: il 37c non ha solo la lama inclinata.
È un torsionshobel: la lametta subisce una torsione.
E il PAA slant torce la lametta ancora di più.
Antonio Bove
 
Messaggi: 1661
Images: 177
Iscritto il: 22/07/2014, 14:04
Località: siracusa

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda ischiapp » 24/07/2018, 20:30

gigetto ha scritto:... tanti sono i fattori che influenzano l'efficacia e la bontà di una rasatura, di cui la tecnica è solo uno.
Certo.
Ma è come dire che "aromi naturali" è solo uno degli ingredienti di Coca Cola.

Il mio barbiere usa delle repliche monouso del Daune, per rasare la barba.
Un paio me li ha regalati dato che gli costano €0,10 al pezzo in confezioni da cento.
Ci mette dentro delle Elios acquistate in confezione professionale super-risparmio.
E per miracolo ne esce una rasatura dolce e profonda.

Come dice un vecchio detto: "Il gioco ... sta nel manico"


@Pasquale / Antonio ;)
Immagine
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 15711
Images: 2402
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda gigetto » 24/07/2018, 20:30

si intendevo dire se la cobbled sia un 37c come efficacia, pur non essendo la cobbled uno slant.
gigetto
 
Messaggi: 2223
Images: 13
Iscritto il: 21/07/2017, 8:18
Località: Provincia di Novara

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Accutron » 24/07/2018, 20:58

Difficile rispondere a questa domanda, le cobbleb sono dei peperini,
hanno molta efficacia ma bisogna saperle gestire,
il 37C ugualmente.
ma se si è imparato a lavorare bene con lo slant a maggior ragione
si può gestire la cobbled.
Double Edge: EJ DE87; YAQI DOC Mellon; Yaqi Cobbled; Yintal YT-W01P; Fatip Originale Grande; Fatip Piccolo Special Edition; Merkur 37C; Fine A. Marvel
DE Shavette: Razorine
Lamette: Perma Sharp, Bic Chrome Platinum, Personna
Avatar utente
Accutron
 
Messaggi: 722
Images: 68
Iscritto il: 25/02/2018, 10:17
Località: Marche (MC)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda gigetto » 24/07/2018, 21:06

Io il 37c non lo sento neanche, il Gentile sempre troppo.... :lol: per questo quando mi dicono che la Cobbled è più "cattiva" di un Gentile.....
gigetto
 
Messaggi: 2223
Images: 13
Iscritto il: 21/07/2017, 8:18
Località: Provincia di Novara

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda ares56 » 24/07/2018, 23:39

Secondo me si fa troppa confusione usando impropriamente dei termini: aggressivo, cattivo, delicato, confortevole, efficace, efficiente... ognuno ha un significato ben preciso ma a volte si usano male.
E ci si dimentica che quello che per me può essere aggressivo e cattivo, per altri può essere delicato e confortevole...
...detto questo, sulla base della mia esperienza, le testine cobbled sono generalmente più efficienti del Gentile ma assolutamente non "cattive".
"Sono proprio le soluzioni più semplici quelle a cui di solito non si dà importanza e che, in genere, finiscono con l'essere trascurate".
(Sir Arthur Conan Doyle: Il segno dei quattro)
Avatar utente
ares56
Miglior foto di Aprile
Miglior foto di Aprile
 
Messaggi: 14394
Images: 2559
Iscritto il: 10/05/2013, 15:11
Località: Napoli

Aggressività DE: liste di comparazione

Messaggioda ischiapp » 23/10/2018, 18:48

Non che ci creda tanto, infatti alcuni rasoi che conosco li trovo descritti diversamente dalla mia impressione.

Però sono utili come indicazione generale.
https://www.badgerandblade.com/forum/wiki/Modern_Double-Edged_Safety_Razors_Ranked_by_Aggressiveness
https://www.reddit.com/r/ShavingScience/wiki/de-razor-comparison-list
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 15711
Images: 2402
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Sasulini » 26/10/2018, 12:40

ho letto gli ultimi interventi molto incentrati sulla tecnica, ma non capisco perchè non si rimanga su un piano oggettivo. Cerco di spiegarmi, il dato oggettivo è che i rasoi DE ( intesi come geometrie e peso della testina in combinazione con il peso e la lunghezza del manico) hanno tra di loro un livello di aggressività/minor comfort diverso così come diversa è la profondità di rasatura. Inoltre, sempre come dato oggettivo il rasoio "lavora" i maniera differente in base alla lametta che si arma, vuoi per l'affilatura della lama stessa vuoi per il materiale che compone e riveste la lametta. Questi sono dati oggettivi. Come è oggettivo che vi è differenza di aggressività tra un DE ed una shavette.
La tecnica permette di utilizzare al meglio il rasoio ovvero rendere la rasatura il più confortevole e profonda possibile con quel singolo rasoio, ottenere il massimo da quel rasoio, ma questo non significa che non esistano differenze di aggressività tra rasoi. Ci si può radere bene con tutti i rasoi, ma a prescindere dalla tecnica alcuni sono più efficienti di altri.
Un esempio un po' OT, se vi radete con una shavette usando un giorno una lametta derby verde ed un altro una Kai ( non dico Feather per mantenere simile il livello di flessibilità della lametta) avrete in entrambi i casi - a parità di tecnica, visto che il "manico" è lo stesso - un BBS, una rasatura confortevole ( ma non sarà uguale il feeling perchè la pelle interagisce in maniera diversa con ogni singola lametta), ma la profondità di rasatura ovvero la durata nel tempo del BBS sarà differente.
Secondo me unico parametro che conta è l'efficacia, perchè se una combinazione rasoio/lamette irrita la nostra pelle o peggio non permette una rasatura quotidiana non va usata. Credo che bisognerebbe cercare, secondo la propria tecnica, il rasoio/lametta che bilanci al meglio comfort e profondità di rasatura per la propria pelle.
Quindi, pur essendo la tecnica un fattore molto importante non trasforma il piombo in oro, le profonde differenze tra un ATT o un Timeless con un Fatip sono oggettive. la tecnica vi regalerà pure un confortevole BBS col Fatip, ma la stessa tecnica con gli altri due rasoi vi regalerà qualcosa di sublime, perchè oggettivamente i rasoi sono tra loro differenti anche nel prezzo :D
Avatar utente
Sasulini
 
Messaggi: 139
Iscritto il: 09/01/2018, 23:20
Località: Reggio Calabria

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Bob65 » 26/10/2018, 13:03

Io trovo che in questo ambito, come in molti altri, di oggettivo ci sia ben poco.
I fattori sono talmente variabili e personali che inscatolare vari prodotti risulta a mio avviso un compito molto arduo.
Anche il fattore umano e' difficile da standardizzare: non sempre infatti le condizioni personali sono tali da poter rendere oggettivo il "manico" (cit.).
Le variabili che entrano in gioco sono talmente tante che sarebbe riduttivo (e anche abbastanza triste a parer mio) tentare di rendere il tutto oggettivo.
RASOI: EJ DE89BL-Merkur 34C & Progress-Fatip Gentile-Maggard MR6-V3 & MR14-V3A-Yaqi RAB1703 & RAC1712-02
PENNELLI: Omega 10019 & 20102-RazorRock Classic-Yaqi Rainbow-DSC Dsr1108
SAPONI: S.V.-Phoenix-Stirling-Meißner Tremonia-Tabula Rasa-Pereira
Avatar utente
Bob65
 
Messaggi: 331
Images: 9
Iscritto il: 20/09/2018, 12:32
Località: Ancona

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Accutron » 26/10/2018, 13:51

Sasulini
di oggettivo nel wet shaving c'è poco o niente..
I rasoi sono tutti efficaci cioè sono fatti per radersi!
Le lamette tagliano tutte anche quelle che per molti sono poco affilate!
È la combinazione fra tecnica individuale, strumento utilizzato, lama a definire la riuscita della rasatura(mettiamoci pure il tipo di pelle/barba).

ci sono persone che usano giornalmente open comb o shavette senza problemi.
Altre che se si radono tutti i giorni con un closed si scorticano la faccia.

Ti faccio un esempio personale, io i primi tempi col DE avevo meno problemi col Fatip OC che con lo EJ 89 perché la mia carenza di tecnica faceva si che per ottenere il medesimo risultato con lo Ej dovevo ripassare tante volte e allora avevo irritazioni e tagli all'ordine del giorno..per me era più aggressivo un rasoio notoriamente permissivo e dolce. ;)
Double Edge: EJ DE87; YAQI DOC Mellon; Yaqi Cobbled; Yintal YT-W01P; Fatip Originale Grande; Fatip Piccolo Special Edition; Merkur 37C; Fine A. Marvel
DE Shavette: Razorine
Lamette: Perma Sharp, Bic Chrome Platinum, Personna
Avatar utente
Accutron
 
Messaggi: 722
Images: 68
Iscritto il: 25/02/2018, 10:17
Località: Marche (MC)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda ischiapp » 26/10/2018, 15:01

Una cosa di oggettivo c'è: la tecnica.
Padroneggiata quello, ogni strumento è valido.

Quello che cambia è la preferenza personale. ;)
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 15711
Images: 2402
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Sasulini » 26/10/2018, 18:11

Quindi secondo voi un'automobile basta che cammini è efficiente, quindi una fiat 500 ed una Ferrari sono la stessa cosa in termini di resa come guidabilità, stabilità in curva, accelerazione e velocità pura. In realtà se mettete il miglior pilota al mondo (leggasi tecnica) su entrambe le auto le farà rendere al massimo delle loro e sue potenzialità/capacità, ma la Ferrari resterà comunque superiore. Certo il pilota potrà, a ragion veduta, essere orgoglioso di se stesso per le capacità sviluppate, ma sarà anche cosciente delle differenze tra i due mezzi e su quanto lavoro ingegneristico e spesso artigianale ( qui leggasi Ferrari) ci sia dietro. Oltretutto in F1 vale l detto che il miglior pilota finisce sempre per guidare la migliore macchina, perchè vuole il massimo, altrimenti per divertimento ci sono i go kart.
Ho iniziato circa 30 anni fa a radermi con una shavette mondial lama intera che ancora posseggo ed uso, e non ritengo che sia aggressiva o confortevole, che dir si voglia, alla stessa maniera di un DE o SE o ML e non è questione di tecnica, sono oggetti con la stessa funzione ma non hanno la stessa aggressività/confortevolezza.
I materiali, le geometrie, la fisica e la meccanica non hanno nulla di soggettivo anche quando i parametri sono molteplici, semmai soggettiva può essere la percezione della propria capacità.
Insomma oggettivamente non trovate differenze tecniche tra un ML Medusa o Mastro Livi e un Gold Dollar? Tra un Fatip e Wolfman? Tra una shavette daune ed una universal?
In effetti la tecnica è la differenza, ma la tecnica costruttiva non altro, perchè il "manico" è lo stesso, non ci sono 2 piloti ma sempre un unico pilota, siete voi ai comandi attenti a non ridurre una Ferrari ad una 500 :D Ma di certo non riuscirete a trasformare una 500 in una Ferrari.
Ed ovviamente di soggettivo ci sono le opinioni e questa è la mia, nel massimo rispetto di tutti e senza pretendere che debba essere condivisa da alcuno. E' sempre bello leggere pareri discordanti dal proprio perchè ci si arricchisce.
Avatar utente
Sasulini
 
Messaggi: 139
Iscritto il: 09/01/2018, 23:20
Località: Reggio Calabria

Re: Sull’aggressività dei rasoi di sicurezza

Messaggioda Bob65 » 26/10/2018, 18:31

Mettiamola in questo modo: e' un fatto assodato che un rasoio che espone la lama in maniera maggiore rispetto ad un altro puo' essere definito oggettivamente piu' aggressivo.
Pero' al di la' del mero dato tecnico, entrano in gioco svariati fattori, tra cui il primo e' la tecnica di utilizzo dell'attrezzo.
Il mio approccio al Wet Shaving, iniziato da poco e' piu' - passatemi il termine - filosofico: da un puro appuntamento mattiniero dovuto e' diventato un piacevole appuntamento.
E' un po' come andare ad una riunione di lavoro ed uscire con una bella donna: magari i tempi e gli spazi sono gli stessi, ma il gusto e' del tutto diverso ...!
RASOI: EJ DE89BL-Merkur 34C & Progress-Fatip Gentile-Maggard MR6-V3 & MR14-V3A-Yaqi RAB1703 & RAC1712-02
PENNELLI: Omega 10019 & 20102-RazorRock Classic-Yaqi Rainbow-DSC Dsr1108
SAPONI: S.V.-Phoenix-Stirling-Meißner Tremonia-Tabula Rasa-Pereira
Avatar utente
Bob65
 
Messaggi: 331
Images: 9
Iscritto il: 20/09/2018, 12:32
Località: Ancona
PrecedenteProssimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti