[SCHEDA]Profesionel Shav. brushes no:1-il pennello del Turco

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

[SCHEDA]Profesionel Shav. brushes no:1-il pennello del Turco

Sostienici

Sponsor
 

[SCHEDA]Profesionel Shav. brushes no:1-il pennello del Turco

Messaggioda balthazar » 24/05/2013, 23:37

Immagine
(in fotografia il pennello della prova accanto ad un Omega 20102 e sono bagnati entrambi)

Dimensioni:
nodo 30 mm. misurato all'attaccatura del manico - H maniglia 64 mm. - L maniglia 37 mm. - H pelo 65 mm. diametro alla sommità del ciuffo 95 mm
( dimensioni da me rilevate con pennello già rodato )

Immagine
( nodi bagnati a confronto )

Prezzo:
ora proposto scontato a 8,50USD/6,79 Euro, oltre spese di spedizione che ammontano a 3,91 euro (prezzo pieno 7,78 Euro);


Descrizione/qualità:
il pennello arriva a destinazione sprovvisto di qualsiasi custodia. La foto sul sito del rivenditore non rende giustizia al prodotto: è molto meno brutto dal vivo. Il colore delle setole - sicuramente suine, anche se all'epoca mi era parso di capire che fossero equine - sono alquanto chiare; il manico, cilindrico con scanalatura di buona profondità alla base, è in legno tinto di nero in fondo e con flatting trasparente per il resto del corpo. Reca la scritta LiDER in nero con ghirigoro sottostante in tinta. Il buon gusto non è il pezzo forte del produttore. Le dimensioni sono a dir poco imponenti, tanto che a prima vista lo avevo scambiato per una di quelle spazzole che i barbieri usano per liberare dai peli residui il collo e gli indumenti dei clienti! La qualità generale è alquanto buona, soprattutto nella parte del nodo, non certo commisurata al prezzo d'acquisto.

Immagine

Densità del nodo/rigidezza:
il nodo ha profilo a ventaglio molto pronunciato nell'angolo di apertura e discreta curvatura superiore. Di pelo ne è stata profusa una buona quantità. Alla base si rileva una notevole rigidità che conferisce una impostazione stabile delle setole. Il pennello una volta bagnato tende ad affastellare gruppi di setole, ma non perde mai di consistenza. Questi raggruppamenti si perdono non appena si passa a montare la schiuma.

Immagine

Ergonomia/capacità "schiumogena":
Il pennello si tiene in mano come un vero attrezzo da lavoro, non scivola, la scanalatura in fondo al manico è superflua in quanto si regge in qualsiasi posizione, anche a testa in giù (è facile tenerlo in questa posizione a bagno nel lavabo per l'imbibizione in acqua). E' un pennello davvero grande, forse in maniera esagerata e la sua gestione non è nè facile, nè intuitiva. Va usato a volte compattandolo con la mano, a volte inserendo le dita nel nodo, a seconda delle zone del volto da trattare. Si tenga presente comunque che una volta aperto la sua superficie copre ben più ben più di una normale guancia.
La montatura della schiuma ha dello sbalorditivo: il primo paragone che mi viene alla mente, anche per dimensioni, è che funziona come una frusta da cucina. Dire che monta di tutto è riduttivo e penalizzante per quello che il pennello davvero fa. La disposizione a ventaglio delle setole, la quantità d'aria che circola all'interno di queste, evidentemente crea le condizioni ottimali per ottenere una schiuma compatta che riempie completamente il nodo sino alla base, non solo, ma riempie anche tutta la ciotola (più grande è il contenitore, più si esprime il nostro!). Insomma, con ridotte quantità di sapone, il pennello riesce a dare incredibili quantità di schiuma ben montata.
Immagine

Conclusioni:
E' un attrezzo per professionisti, destinato ad essere usato in maniera massiccia e senza tante cure, non ne ha necessità. Il risparmio della materia prima - sapone/crema - è assicurato dalla capacità di creare schiuma quasi con nulla.
Sul volto crea un massaggio energico ma non privo di una sua dolcezza. Ti riempie di schiuma in men che non si dica, ma va gestito come dicevo sopra, imparando a dirigerlo e sagomarlo, senza alcun timore di perdere nessuna delle sue qualità.
Volendo provare questo prodotto, bisogna tener presente che è necessario un lungo rodaggio, non solo perchè è un pennello in setola di suino, che notoriamente non può essere usato immediatamente dopo l'acquisto pena una sgradevole sensazione di rigidità sul volto, difficoltà a schiumare e creazione di buco al centro del nodo, ma va fatto lavorare spesso e per diversi giorni possibilmente a "vuoto" e tanto perchè il pennello letteralmente puzza ed il cattivo odore non va via facilmente.
Quando dico che puzza, intendo dire che emana un lezzo abbastanza disgustoso, quasi di carogna, ma questa è una "qualità" che non va sottovalutata, in quanto è difficile trovare un pennello che puzzi altrettanto bene e a lungo quanto questo ed il tutto viene offerto senza alcun sovrapprezzo!
In conclusione, è un pennello adatto ai fan della setola suina e dei pennelli grandi. Funziona egregiamente e, una volta completato il doveroso e necessario rodaggio, darà notevoli soddisfazioni al suo proprietario. Inoltre, per gli utenti del rasoio di sicurezza, il sito
http://shop.bestshave.net/profesionel-s ... -p-59.html
offre diverse marche e modelli di lamette, nonchè il famoso sapone ARKO a prezzi davvero competitivi e pertanto si possono fare ottimi acquisti, contando inoltre su spese di spedizione davvero basse.
Ultima modifica di ares56 il 19/11/2015, 12:57, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Immagini ripristinate mediante la Gallery del Forum
Avatar utente
balthazar
 
Messaggi: 189
Images: 16
Iscritto il: 22/05/2012, 19:39
Località: Foggia

Torna a Schede

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti