Eventi Consolato Giapponese Milano

Eventi Consolato Giapponese Milano

Sostienici

Sponsor
 

Eventi Consolato Giapponese Milano

Messaggioda Aldebaran » 31/01/2018, 23:37

Buonasera a Tutti,

sono felice di informare gli appartenenti alla Nostra Comunità del fatto che stiamo lavorando ad un nuovo progetto.
Nel Nostro Forum è contemplata una sezione giapponese per quanto concerne gli acciai e gli strumenti per la rasatura.
Raggiungere questo risultato sarebbe stato impossibile per me senza l'aiuto gentile e sapiente di Sergio Cavallo ( Alias Arsenico ) e sua moglie di alcuni moderatori del forum.
Loro infatti hanno scritto una e-mail in giapponese alla Ditta Hitachi e alcuni dipendenti mi hanno poi consigliato di scrivere al consolato giapponese.
Periodicamente quindi pubblicherò in questo thread gli eventi pubblicizzati presso il Consolato Nipponico. Grazie della cortese attenzione, auguro buon proseguimento,

Andrea& Lo Staff


Sabato 13 Ottobre 15.00-18.00
Kamishibai sulla favola giapponese
di Tsuru no Ongaeshi
La gratitudine della Grù
+
Workshop di Chiyogami e Origami

con YOCCI e ASAKO


legenda:

KAMISHIBAI 纸 芝 居 traducibile come "spettacolo teatrale di carta", è una forma di narrazione che ha avuto origine nei templi buddisti nel Giappone del XII secolo, dove veniva utilizzato dai monaci per raccontare ai presenti storie dotate di insegnamenti morali

CHIYOGAMI 千代紙 si riferisce alla carta giapponese washi o kozo dipinta a mano con decori a motivi ripetuti. In Giappone chiyo significa 1.000 generazioni e gami significa carta. Originariamente il design era applicato alla carta kozo fatta a mano con blocchi di legno, ma oggi la maggior parte della chiyogami è prodotta con tecniche serigrafiche.

ORIGAMI 折り紙 Con il termine origami si intende l'arte di piegare la carta


YOSHIKO NODA in arte YOCCI

Nasce nel 1980 a Osaka in Giappone . E' laureata in pittura presso l’Università di Belle Arti di Osaka e all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Lavora con numerose aziende in Italia e all’estero come illustratrice e pittrice. Vive e lavora a Pianoro. (http://yoccilog.blogspot.com)


ASAKO HISHIKI

Nasce nel 1980 ad Hamamatsu in Giappone. Si laurea in pittura presso l’Università Joshibi di Belle arti e design a Tokyo e completa con successo il Biennio specialistico all’ Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 2018 vive e lavora a Milano. Ha partecipato e partecipa a numero mostre personali e collettive. Tiene workshops e corsi sulla tecnica di stampa giapponese, legatoria e decorazione della carta.

Iscrizione
Massimo 12 alunni
Costo 65,00 Euro
Sono inclusi i materiali
Il workshop è aperto a tutti a partire dai 10 anni

Per adesioni scrivere a: info@paraventigiapponesi.it

Annullamento iscrizione e mancata partecipazione
Rimborsi:

85% dell'iscrizione se la disdetta avviene entro 10 o più giorni prima del corso
50% dell'iscrizione se la disdetta avviene entro 7 giorni prima del corso
Nessun rimorso se la disdetta avviene a meno di 7 giorni prima del corso e/o in caso di mancata partecipazione


7/8/9 novembre, uscita evento:
ecco la zombie-comedy che ha
disintegrato il box office giapponese!
Dopo l’anteprima internazionale al Far East Film Festival di Udine,
Zombie contro Zombie (One Cut of the Dead) di Ueda Shinichiro
arriva nei cinema italiani con la Tucker Film.

E se c’eri quella notte, pubblica la tua foto-zombie sulla pagina
Facebook del Festival!
Cosa succede se il set di un b-movie sugli zombie viene improvvisamente assalito da un’orda di zombie veri? Succede che state guardando Zombie contro Zombie (One Cut of the Dead) di Ueda Shinichiro! I morti viventi, al cinema e in tivù, li abbiamo ammirati in tutte le declinazioni, dall’horror d’essai di Romero allo splatter artigianale di Fulci, dalla love story (Warm Bodies) alla parodia (Shaun of the Dead), dall’action claustrofobico (Train to Busan) al noir antropologico (Il serpente e l'arcobaleno), ma la variante metacinematografica giapponese ancora mancava all’appello. Ed ecco, appunto, una comedy autoironica e demenziale, esilarante e chiassosa, premiata nei festival di mezzo mondo e “caso dell’anno” in patria! Una spettacolare zom-com su cui il Far East Film Festival di Udine ha scommesso per primo a livello internazionale (pubblico in delirio, lo scorso aprile, e Gelso d’Argento 2018 assegnato a furor di popolo) e che, il 7/8/9 novembre, arriverà in Italia sotto il segno della Tucker Film.
Ci sono film che diventano cult e ci sono film che nascono cult. Il folgorante Zombie contro Zombie appartiene, senza ombra di dubbio, a questa seconda categoria. Anzi, no, non le appartiene: la rappresenta in tutto e per tutto! Sotto il profilo cinematografico, grazie a una struttura che moltiplica i piani narrativi e grazie alla capacità di fondere commedia e horror, risate e splatter, come non succedeva da anni. Sotto il profilo dell’orgoglio indie, perché trasforma i limiti evidentissimi del low budget (del low low low budget) nella più sfacciata libertà creativa. E, ovviamente, sotto il profilo della produzione e del marketing, visto che Zombie contro Zombie è passato in un battere di ciglia dall’essere un bizzarro outsider al diventare un clamoroso fenomeno commerciale!
Era già capitato a The Blair Witch Project e a quel capolavoro che è La casa di Sam Raimi, se vogliamo restare nell’ambito del cinema horror, e adesso, appunto, è la volta di questa geniale variazione nipponica sul tema dei morti viventi. Nato come saggio di un workshop cinematografico e costato circa 20 mila dollari, Zombie contro Zombie ha letteralmente disintegrato il box office giapponese nell’arco dell’estate (l’incasso complessivo, al momento in cui scriviamo, ha raggiunto i 20 milioni di dollari, per un totale di quasi 2 milioni di spettatori, superando Solo: A Star Wars Story!) e ora si appresta ad assaltare il mercato asiatico ed europeo. Italia in testa.
Sembra una favola, e forse lo è davvero (ricordate molti altri casi in cui gli attori hanno pagato per partecipare a un film?!), quindi risulta sinceramente impossibile non tifare per la crew più scombinata mai apparsa sul grande schermo!


Care Amiche, cari Amici!
Domenica 14 ottobre 2018, in occasione della Giornata nazionale delle famiglie al Museo, al Museo d'Arte Orientale si scopriranno i pezzi più preziosi della collezione!
Vi racconteremo quali erano gli oggetti che non potevano mancare in una ricca casa giapponese del periodo Edo e con quali accessori si arricchiva il proprio abbigliamento
o l'armatura nelle grandi occasioni. Al termine della visita ciascun bambino dai 7 ai 12 anni realizzerà uno spillone per capelli giapponese, la sua scatola e il pacchetto per donarlo!
Si useranno materiali diversi e tanto colore per portare a casa un bellissimo regalo.
Prenotazione obbligatoria.
Visita guidata e laboratorio inclusi nel biglietto d’ingresso al Museo.
Orario: 11-12.30
Per informazioni e prenotazioni: 041 5241173


Museo d'Arte Orientale di Venezia
sestiere Santa Croce, 2076 - 30135 Venezia
(Fondamenta de Ca' Pesaro)
tel. e fax: +39 041 5241173
e-mail: pm-ven.orientale@beniculturali.it
polomusealeveneto.beniculturali.it/musei/museo-d'arte-orientale
www.orientalevenezia.it
Facebook MAOVenezia
Instagram @museorientalevenezia
Pinterest Museo Orientale-Venezia
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5462
Images: 5030
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Eventi Consolato Giapponese Milano

Messaggioda Aldebaran » 11/03/2018, 14:13

Buongiorno a Tutti!

siamo stati inseriti, in qualità di Forum in cui si trattano in maniera seria e dettagliata argomenti concernenti la rasatura, rasoi, pietre, strumenti e acciai giapponesi, nella mailing list del Consolato Giapponese di Milano. In questo modo, gli Enti e gli Eventi che potete vedere pubblicizzati nel thread principale ( sempre in aggiornamento ) sanno della nostra esistenza.
Ringrazio i Responsabili del Consolato Giapponese anche per averci fornito dei contatti di cui vi aggiornerò nei prossimi giorni. In questo modo avremo la possibilità di collaborare con professionisti nell'ambito delle associazione culturali e quindi crescere come Forum approfondendo anche la conoscenza della Cultura Giapponese.

Ringrazio pubblicamente Sergio Cavallo ( Alias Arsenico ) e la moglie, profondi conoscitori della lingua giapponese, per aver scritto alla Ditta Hitachi, con cui sono in contatto, in modo da essere indirizzato verso il Consolato, per quanto concerne alcune tematiche, e aver potuto cosi iniziare un percorso che ci porterà ad approfondire la Cultura Giapponese.

Grazie, auguro buon proseguimento e buona domenica,
Andrea
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5462
Images: 5030
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Torna a Eventi & Iniziative

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti