Nuovo Progetto Medusa&Co.

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Nuovo Progetto Medusa&Co.

Sostienici

Sponsor
 

Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 22/11/2017, 22:16

Buonasera a Tutti,

vi presento con piacere un nuovo progetto Medusa&Co. Già esposto dalla Pregiata Ditta Cumbo S.R.L (che produceva i rasoi a mano libera Focus) ad una fiera in Sud-America.
Trattasi dei nuovi rasoi Focus della Cumbo su progetto Medusa e brevetto Medusa Europeo n.102016000037226 "Dispositivo Rasatura"-"Invenzione Industriale".
Manico in Ziricote by Stefano Raffa, molature by Giovanni Zampini.

55463554625546155460

Trattamento termico by Daniele Mauro su specifiche Medusa.
Acciaio simil MA5M con una piccola percentuale di Erbio presente nella chimica che migliora la lavorabilità e l'affilatura diminuendo la resistenza all'abrasione data dal Vanadio.
Manico smontabile dalla lama.
In futuro verranno montate lame con geometrie a metà strada tra un rasoio occidentale e giapponese in modo da avere, utilizzando questo meccanismo brevettato, due tipologie di rasoi in uno .
Si potranno cambiare anche i manici a piacimento.
Questa applicazione rende più agevole anche la sterilizzazione del rasoio ad uso dei barbieri professionisti.
Grazie, buona serata,
Andrea
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda macosavuoi » 22/11/2017, 22:39

Mi piace l'idea del manico facilmente smontabile. Un piacevole modo di personalizzare il rasoio a mio avviso, oltre alla questione della sterilizzazione.
in girum imus nocte ecce et consumimur igni
Avatar utente
macosavuoi
 
Messaggi: 801
Images: 110
Iscritto il: 14/06/2017, 9:58
Località: Salerno

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda paciccio » 22/11/2017, 22:59

ne posso già ordinare uno?
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«senza luce la foto non esiste!!!» csd949
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura
My SOTD on Instagram
Avatar utente
paciccio
 
Messaggi: 5481
Images: 1689
Iscritto il: 31/03/2010, 22:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda nemovoyager » 22/11/2017, 23:11

Mi metto in coda... ah no non siamo nel mercatino (maledetto quadrumane!).
Bello, ma soprattutto innovativo come nella tradizione Medusa!
Live to fly, fly to live, do or die (Iron Maiden - Aces High)
Avatar utente
nemovoyager
 
Messaggi: 129
Images: 41
Iscritto il: 12/04/2017, 11:31
Località: Udine

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Pagno » 23/11/2017, 9:32

Andrea mettimi in lista di attesa per favore,grazie
"L'unico modo per liberarsi da una tentazione è cedervi." (O.Wilde)
Avatar utente
Pagno
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 675
Images: 449
Iscritto il: 21/06/2015, 12:00
Località: Vicenza

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Rinolux » 23/11/2017, 10:45

Molto molto bello; il manico smontabile poi è geniale! Complimenti
Rinolux
 
Messaggi: 39
Images: 13
Iscritto il: 18/07/2016, 19:58
Località: Lussemburgo

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda miscio » 23/11/2017, 11:47

Bravo Aldabaran, bellissima idea e perfetta realizzazione.
Ovviamente vista l'altissima qualità del lavoro ne valuterò volentieri l'acquisto quando sarà disponibile alla vendita.
miscio
 
Messaggi: 1149
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 23/11/2017, 19:04

Buonasera a Tutti!

Grazie per i complimenti. Questo rasoio costruito in collaborazione con Cumbo potrà essere visionato, insieme ai lavori di Stefano Raffa e altri rasoi Medusa, compreso quello in Damasco Wootz "Titanic Tribute" presso il suo laboratorio in via Walter Tobagi ( Fornace Curti) il 2-3 Dicembre. Link all'evento https://www.facebook.com/events/1737222203253917/ grazie e buona serata
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda daniele_t » 24/11/2017, 0:34

A mio modesto modo di vedere questa è una di quelle innovazioni che permettono salti generazionali nello sviluppo di un prodotto quale il nostro amato mano libera.
EPOCALE!
Bravi ragazzi.
If I have to explain, you wouldn't understand
Solo perchè qualcuno ti lancia una palla non significa che tu la debba prendere
No, try not. Do. Or do not. There is no try.
Avatar utente
daniele_t
 
Messaggi: 348
Images: 148
Iscritto il: 28/06/2016, 20:13
Località: Lecco / Monza

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda tulkproj » 24/11/2017, 18:36

molto bello!
si sa già il prezzo?
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Se ti fai la barba con un rasoio affilato vuol dire che funziona, ma non significa che non potrà tagliarti la gola.
(Il Trono di Spade)
Avatar utente
tulkproj
 
Messaggi: 51
Images: 19
Iscritto il: 30/10/2017, 16:12
Località: Cassinetta di Lugagnano (MI)

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 24/11/2017, 21:15

Buonasera,

più o meno staremo sui 250 euro ivati al pubblico. Mi son dimenticato di scrivere che i rasoi saranno dei 7/8 e 1/2 Hollow. Ovviamente verranno curate meglio le finiture del meccanismo brevettato; questo è un prototipo. Sono dei prodotti artigianali.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda radonauta » 24/11/2017, 22:06

Al di la' dell'estetica, sicuramente l'idea della lama intercambiabile e' interessante; una sorta di "due in uno" ottenuto con una modalita' diversa dai frameback. Avrei una curiosita', se e' possibile parlarne pubblicamente (brevetti&co.), che nasce dai materiali che il duo Medusa ha utilizzato nel tempo: quali sono le caratteristiche peculiari dell'acciaio scelto per questa realizzazione?
Grazie, ciao
L’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi. (Oscar Wilde)

Follow the wave of slow shave (Luca aka Radonauta )
Avatar utente
radonauta
 
Messaggi: 2080
Images: 232
Iscritto il: 20/07/2014, 23:05
Località: Milano

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 24/11/2017, 23:15

Buonasera,

grazie per la domanda e per l'opportunità che mi è data di scrivere di questo nostro prodotto artigianale.
Come al solito, è un piacere per me scrivere tutto ciò che concerne le nostre creazioni. E' una delle maniere che abbiamo di esportare il Sapere Italiano nel mondo.
Per quanto concerne brevetti, ecc. Questi in quanto tali sono pubblici perché altrimenti nessuno potrebbe fare una ricerca di anteriorità, indispensabile per fare un brevetto che non sia uguale un altro ( e quindi impossibile da brevettare, nel suddetto caso ).
L'acciaio lo abbiamo scelto perché sussiste un buon rapporto in esso tra carbonio e cromo-vanadio. In questo modo si elimina praticamente il rischio di ruggine e si sancisce cosi la sicurezza del prodotto in materia di salute e bellezza, secondo le leggi europee e certificazioni varie ( iso9001, ecc.)
Tra un po' dall'Europa gli acciai bassolegati saranno banditi proprio a causa del rischio di ruggine molto elevato e anche per i coltellinai artigiani l'unica scelta rimarrà l'inox. Questa tipologia di MA5M da noi utilizzata è solo l'ultima di svariate altre qualità di acciai inox che Noi del Medusa abbiamo utilizzato e creato nel corso degli anni, quindi sappiamo già lavorarla bene, con ottime finiture. Gli altri artigiani spero si adeguino.
Molte acciaierie hanno chiuso, per contenere i costi abbiamo rivolto la nostra scelta, questa volta, ad un acciaio da colata, che comunque presenta ugualmente una microstruttura. Si prega di leggere qui tutte le note tecniche se interessati, grazie. L'erbio contenuto nell'acciaio, mischiato in parti uguali nel vanadio, migliora la lavorabilità, dandoci, anche in questo caso, la possibilità di contenere i costi e migliorare le finiture.
Se le spese di brevetto e giacenza di brevetto non fossero cosi alte, avremmo potuto abbassare ulteriormente i costi.
Note sulle ricerche concernenti l'erbio: è stato usato da me per la separazione, in passato, del vanadio dall'uranio nelle Patchblende canadesi. Conoscevo questa terra rara perché ho attinto agli studi al laser erbio/ itterbio conseguiti dall'equipe del professor Svelto e dal Professor Laporta.
Grazie e auguro buon week end a voi e ai vostri cari,
Andrea

p.s. come avrete potuto notare qualsiasi nostro prodotto rappresenta sempre una novità a livello mondiale perché è frutto ed è sintesi di studi portati avanti nel corso degli anni con costanza e caparbietà. Il futuro si costruisce giorno per giorno ( Cit. Professor Cova ).
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda miscio » 21/03/2018, 15:34

mi ero perso questo post.
Caro duo Medusa, complimenti per l'inventiva e per la capacità di portare a termine i vostri progetti.
miscio
 
Messaggi: 1149
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Mostho » 17/04/2018, 16:29

Bel rasoio e idea. Davvero encomiabile.
Non mi entusiasma il Ma5M che ho usato in passato per altri utensili taglienti ma parliamo di rasoi. Quindi qui puo avere un perche!
Avatar utente
Mostho
 
Messaggi: 1746
Images: 188
Iscritto il: 07/01/2015, 11:29
Località: Attualmente Nord Salento

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 17/04/2018, 20:29

Buonasera a Tutti!

eccomi qui, sono tornato a casa adesso. Grazie Mostho per la tua riflessione. Fa sempre piacere argomentare la costruzione di rasoi con un altro costruttore. Come ho sempre sostenuto, inoltre, per me i complimenti migliori sono le domande e le riflessioni che si pongono sulle Nostre Opere.
Per quanto concerne l'MA5M in realtà ne esistono svariate tipologie. Ultimamente inoltre vengono costruiti acciai con processi che portano ad ottenere una granulometria più fine. Una piccola percentuale di vanadio aiuta in questo, cosi come una struttura simile al 19C27 e 13C26.
Inoltre, come per tutti i nostri rasoi, la politica è quella di costruire qualcosa di tecnologicamente nuovo in modo che le ricerche effettuate possano servire anche per usi in parte estranei al mondo dei taglienti e della metallurgia e in più vasta scala. Vero è che molte nostre tecniche poi applicate al mondo dei rasoi sono state desunte da ricerche portate avanti in altri ambiti.
Esempi se ne possono leggere in merito al rasoio in MC66 Medusa, oppure in Damasco Wootz.
Nel caso specifico il nostro MA5M ha una piccola percentuale di erbio che aiuta nella lavorazione e quindi l'utente finale potrà affilarlo più velocemente al meglio. Questo nonostante la presenza di vanadio, che cosi possiamo tenerlo nella chimica in modo che aiuti il cromo a proteggere dalla ruggine la lama, il tutto affinando il grano.
Il trattamento termico dedicato basandosi sullo studio del comportamento dei fononi e il trattamento criogenico farà anch'esso la sua parte, in modo da ottenere un equilibrio tra resistenza all'ossidazione e durezza che, di solito, non vanno di pari passo. Infatti per massimizzare la durezza bisogna alzare al massimo la temperatura di austenizzazione e spegnere drasticamente, pertanto in tale coalescenza i carburi del cromo una volta stabilizzata la struttura col rinvenimento potrebbero non svolgere efficacemente il loro compito.
L'erbio e altre "Terre Rare" sono state studiate con la spettroscopia Mossbauer e sono stati scelti meticolosamente in base agli isotopi ( ad esempio il tipo di Gadolinio che ha gli isotopi 155 Gd and 157 Gd è "giusto " per la migliorare le proprietà dell' acciaio ) gli elementi di cui sopra. Su questo argomento sto per pubblicare dei testi sul forum frutto di una ricerca.
Nota storica: Si attribuisce la frase " Dio non gioca a Dadi " ad Einstein, per indicare che Egli non credeva nella meccanica quantistica. In realtà proprio il Genio della Fisica fu colui che gettò le basi della meccanica quantistica sperimentale. Infatti lo Scienziato diede la prima spiegazione delle deviazioni della legge di Dulong - Petit sul calore specifico nel 1905 perché aveva notato delle anomalie proprio nel caso del carbonio :!: e boro. Per calcolare quindi l'energia termica del corpo o da fornire ad un corpo Einstein attribui' a ciascuna delle frequenze caratteristiche una determinata energia eguale cioè all'energia media che avrebbe, secondo la statistica quantistica un oscillatore della stessa frequenza. Noi del Medusa sposiamo tradizione e innovazione per creare i nostri rasoi e le mie lezioni di metallurgia pratiche e teoriche prescindono dallo studio della struttura della materia.

Ulteriori letture: Enrico Fermi- Molecole e Cristalli.
Caglioti- Struttura della Materia.

Grazie della cortese attenzione, auguro buon proseguimento,
Andrea
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Mostho » 18/04/2018, 8:30

Aldebaran ha scritto:Buonasera a Tutti!

eccomi qui, sono tornato a casa adesso. Grazie Mostho per la tua riflessione. Fa sempre piacere argomentare la costruzione di rasoi con un altro costruttore. Come ho sempre sostenuto, inoltre, per me i complimenti migliori sono le domande e le riflessioni che si pongono sulle Nostre Opere.
Per quanto concerne l'MA5M in realtà ne esistono svariate tipologie. Ultimamente inoltre vengono costruiti acciai con processi che portano ad ottenere una granulometria più fine. Una piccola percentuale di vanadio aiuta in questo, cosi come una struttura simile al 19C27 e 13C26.
Inoltre, come per tutti i nostri rasoi, la politica è quella di costruire qualcosa di tecnologicamente nuovo in modo che le ricerche effettuate possano servire anche per usi in parte estranei al mondo dei taglienti e della metallurgia e in più vasta scala.

[SNIP]
Andrea


Non mi elevo alla tua conoscenza infinitesimale Andrea,
pero quando leggo, come sopra evidenziato, una struttura simile al 19C27 e 13C26. allora mi sento meglio perche gli adoro a partire dal 13C26 in su.
Perche dalla mia microbica esperienza il MA5m o 1.4116 seppure largamente usato per taglienti in diverso ambito, per me non brillava a tenuta del filo e finezza di grana.
Ora la tenuta del filo era rivolta ad un uso enormemente piu gravoso che il pelo bagnato della barba, e pero rimaneva il discorso finezza.
Grazie della tua disamina sul questo acciaio e sull'Erbio. :D
Avatar utente
Mostho
 
Messaggi: 1746
Images: 188
Iscritto il: 07/01/2015, 11:29
Località: Attualmente Nord Salento

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 18/04/2018, 15:52

Buongiorno,

rieccomi. Grazie mille per i complimenti Mostho!

I vari 13C26, ecc. sono anche una nostra vecchia conoscenza dato che li lavorava anche Fantoni con cui poi abbiamo creato rasoi in CPMS30V, CPMS125V, CPMS35VN ecc. perché volevamo fare qualcosa di unico per davvero.
Devo dire che comunque anche il trattamento termico fa la sua parte. Non so come tempravi i tuoi coltelli, ma col tempo ho capito che a volte il " fatto a mano " oltre ad essere un termine abusato non è il meglio dal punto di vista delle prestazioni finali.
Il Saper Fare secondo me è anche aver consapevolezza di alcuni limiti. Con certi acciai è meglio utilizzare un trattamento termico industriale. Si deve avere abbastanza budget e voglia di scommettere su se stessi per farlo dedicato, quindi avere intorno ai 300-500 pezzi da temprare tutti insieme. Il trattamento termico quindi sarà " solo " l'applicazione finale delle proprie conoscenze e se una ditta fa ciò che dici prendendoti in considerazione e prendendo in considerazione le tue idee hai vinto!
Con certi acciai puoi essere bravo quando vuoi ma vi sono delle problematiche che ti fanno allontanare dal risultato sperato. Già nei forni elettrici " casalinghi, ad esempio, " vi è una " distanza dell'elettronica " ( cosi si definisce tecnicamente ) per cui la temperatura reale non è proprio in analogia con ciò che vedi sul display.
Sono contento di questo confronto con te che hai fatto la storia della coltelleria italiana insieme a Denis Mura, Trentini, ecc. che ho conosciuto e da cui ho imparato anche delle tecniche.
Auguro buon proseguimento a tutti,
Andrea
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Mostho » 18/04/2018, 22:05

Assolutamente ragione. Non di puo che essere davvordo con te.
Li tempravo in un forno, facendo svariati e lunghi step prima di arrivare alla temp voluta. Mi ha sempre appassionato, e ho sempre curato scrupolosamente, nei miei limiti, il trattamento termico delle lame e dei metalli usato.

Grazie delle parole gentili sei dempre fonte di interesse.
Avatar utente
Mostho
 
Messaggi: 1746
Images: 188
Iscritto il: 07/01/2015, 11:29
Località: Attualmente Nord Salento

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Mostho » 18/04/2018, 22:11

Personalmente vedrei bene un rasoio fatto in S3V.
La sua resustenza al chipping ed a che al microchipping potrebbe fare la differenza anche nei rasoi. Pur sapendo che non ha la wear resistance dei suoi cugini più moderni.
Il mio carbonioso preferito.
Peccato che non ho pezzi spessi abbastanza per fare rasoi altrimenti te li avrei volentieri regalati. Ma se li vuoi sottili fai uno squillo!

Con stima
Avatar utente
Mostho
 
Messaggi: 1746
Images: 188
Iscritto il: 07/01/2015, 11:29
Località: Attualmente Nord Salento

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 19/04/2018, 7:02

Buongiorno,

ai tempi non so se esistessero i 6 millimetri dell' S3V della Crucible per fare un rasoio. Il CPMS30V, CPMS35VN ecc. non soffrono di microchipping perché anche loro hanno "forti" concentrazioni di vanadio nella chimica. A parità di sbattimento di trattamento termico abbiamo deciso di utilizzare inossidabili.
Ho corretto il messaggio precedente. Per una svista avevo scritto:

-[...]"per cui la temperatura che vedi non è proprio in analogia con ciò che vedi sul display.[...]"

Avrei voluto scrivere, ed infatti ho corretto:

-"[...]per cui la temperatura reale non è proprio in analogia con ciò che vedi sul display.[...]"

Ovviamente però i cpms30 v, ecc, non puoi temprarli nella tua "fucina", mentre molto probabilmente l'S3V un artigiano/tecnico capace come te pure con mezzi non industriali ( forni industriali ) ci riesce.
In privato mi hanno chiesto da dove deriva la nomenclatura dell'acciaio N690. 690 è la durezza Brinell di questo acciaio quindi pre-trattamenti termici. Gli acciai al cobalto hanno più o meno questo tipo di durezza Brinell e sono stati studiati anche per leghe per i magneti.
Grazie, buona giornata,
Andrea
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Mostho » 19/04/2018, 21:49

Il mio forno raggiunge i 1200C e ci ho fatto grazie alla caramella anche Elmax e K390.
Dove sperimentavo con gusto le temperature per gli inox a seconda volessi la maggiore resistenza agli elementi o maggior durezza. Ovviamente non come studioso molecolare cone te ma usando nei limiti del forno i datasheet che interpretavo svripolosamente. Ho amcira le mie ricette di cottura e metri di inconel... :)

Per la cronaca gia nel 2011 ho usato S30V con successo per lame destinate a dei specialisti, quando molti ne parlavano senza averlo usato ne creato nulla.
Lunica cosa che mon sono mai riuscito a fare è stato il crio trattamento. Ma per la oerfezione c’e tempo :) :D

Finisco qui di rubarti il tuo thread:D
Avatar utente
Mostho
 
Messaggi: 1746
Images: 188
Iscritto il: 07/01/2015, 11:29
Località: Attualmente Nord Salento

Re: Nuovo Progetto Medusa&Co.

Messaggioda Aldebaran » 19/04/2018, 22:11

Tranquillo Mostho scrivi scrivi :!: :!:
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5366
Images: 4810
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti