Manico in corno - Ripristinabile?

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Manico in corno - Ripristinabile?

Sostienici

Sponsor
 

Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda outlaw » 15/03/2017, 12:29

Buongiorno a tutti,

ho da poco acquistato questo rasoio ben consapevole dell'evidente problema al manico.
Prima di buttare il manico o rovinarlo definitivamente con interventi sbagliati mi chiedevo se si poteva sistemare/fissare la parte soggetta a sfogliatura come da foto seguente

48145

credo che un intervento precedente abbia contribuito al danno, infatti manca la rondella ed il pin sembra sia stato limato proprio sopra, i restanti tre pin integri si presentano così:

48146

Una volta smanicato posso fissare la parte sfogliata della prima foto? Come si potrebbe fare? L'idratazione con olio di piede di bue o di mandorla deve essere effettuata dopo l'eventuale fissaggio della parte giusto?
Se non si può intervenire per saldare la parte sfogliata mi procurerò delle rondelle nuove adeguatamente ampie in modo che possano contenere il danno.

Se qualcuno ha suggerimenti sono ben accetti

Grazie in anticipo
La caratteristica degli ignoranti ė quella di pretendere di avere ragione. Francis Bacon
outlaw
 
Messaggi: 206
Images: 290
Iscritto il: 08/09/2015, 1:15
Località: Firenze

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda altus » 15/03/2017, 13:23

Smontaggio - placcatura con cianoacrilato - levigatura - idratazione con olio (piede di bue preferibile oppure mandorla) per immersione del manico - seconda levigatura - rimontaggio. Questa sarebbe la sequenza corretta di lavoro.
Quella lama è stato probabilmente rimanicata con un manico inglese molto più vecchio a giudicare dalle rondelle superstiti. In origine probailmente era montata su un manico in bakelite.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3059
Images: 2423
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda outlaw » 15/03/2017, 13:35

Grazie Altus, ogni tua indicazione va presa alla lettera!

La placcatura come la devo fare, semplicemente mettendo cianoacrilato sopra alla parte esterna del manico? Non credo ci possano essere alternative.

Grazie ancora
La caratteristica degli ignoranti ė quella di pretendere di avere ragione. Francis Bacon
outlaw
 
Messaggi: 206
Images: 290
Iscritto il: 08/09/2015, 1:15
Località: Firenze

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda altus » 15/03/2017, 14:44

outlaw ha scritto:Grazie Altus, ogni tua indicazione va presa alla lettera!

La placcatura come la devo fare, semplicemente mettendo cianoacrilato sopra alla parte esterna del manico? Non credo ci possano essere alternative.

Grazie ancora


Metti un po' di cianoacrilato e lo copri schiacciandolo con un pezzo di foglio d'alluminio da cucina. Quando è asciutto si stacca senza problemi e risulta liscia la placcatura
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3059
Images: 2423
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda outlaw » 15/03/2017, 15:07

ma quante ne sai?
inesauribile, oltre che una gran manualità hai anche una preparazione invidiabile.
Grazie per i consigli che dispensi, oltre alle risposte dirette ho imparato un sacco di cose anche dalle tue risposte date a post di altri utenti.
La caratteristica degli ignoranti ė quella di pretendere di avere ragione. Francis Bacon
outlaw
 
Messaggi: 206
Images: 290
Iscritto il: 08/09/2015, 1:15
Località: Firenze

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda marmano » 27/11/2018, 13:41

Buongiorno, sono alle prese anch'io con la riparazione di un manico in corno di fine 800.
66080
Avevo deciso di smontarlo per cercare di stabilizzare una crepa presente vicino al perno che lasciava la lama troppo lenta per i miei gusti, ma come vedete nello smontaggio la crepa alla fine si è allargata ed ha provocato la rottura di un pezzo di manico. L'altra guancetta è invece un po' sfogliata nella zona del pin. I due pezzi combaciano perfettamente per cui credo che incollandoli non si vedano tracce evidenti, se non guardando proprio a distanza ravvicinata, il manico nero aiuta in questo. Per l'incollaggio mi pare di capire che l'attak o similare siano indicati su questo materiale, me lo confermate? Inoltre pensavo di fare una manutenzione completa del manico, visto che è smontato. Non ho però molto chiaro il senso e le modalità della "placcatura con cianoacrilato". A cosa serve?
Avatar utente
marmano
 
Messaggi: 50
Images: 32
Iscritto il: 18/04/2018, 19:45
Località: Trento

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda altus » 27/11/2018, 15:28

La cosa migliore è incollare con cianacrilato o bicomponente una lastrina di corno nero (previa pulitura accurata) da ridurre poi per abrasione a 0,1mm di spessore per evitare le tensioni laterali (durante la chiusura del manico) che potrebbero riallargare la crepa in caso di semplice incollaggio. Una volta fatto questo si rende necessaria una reidratazione del corno da farsi con olio di piede di bue (in alternativa l'olio di mandorla di più facile reperibilità va bene) per prevenire lo sfogliamento.
La placcatura con cianacrilato va bene su incrinature e crepe ma non sempre è sufficiente in caso di distacco completo delle parti. Molti esempi di questo tipo di interventi li trovi in viewtopic.php?f=25&t=1995 e viewtopic.php?f=25&t=5430&p=90420#p90420
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3059
Images: 2423
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda marmano » 27/11/2018, 17:21

Ciao Altus grazie mille per i consigli! Ci provo, vediamo cosa riesco a fare. L'olio di piede di bue penso di trovarlo in un negozio di articoli per equitazione, lo usano per selle e finimenti di cuoio.
Avatar utente
marmano
 
Messaggi: 50
Images: 32
Iscritto il: 18/04/2018, 19:45
Località: Trento

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda altus » 27/11/2018, 18:20

marmano ha scritto:L'olio di piede di bue penso di trovarlo in un negozio di articoli per equitazione, lo usano per selle e finimenti di cuoio.

Controlla che sia quello al 100%, in selleria ormai usano dei mix.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3059
Images: 2423
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Manico in corno - Ripristinabile?

Messaggioda marmano » 18/12/2018, 17:26

Buongiorno a tutti, vi aggiorno sui risultati della riparazione del manico dopo il trattamento suggerito da Altus
6678366784
come potete vedere non si nota alcuna traccia della passata rottura. Effettivamente il prodotto che mi proponeva la selleria, come previsto da Altus, era "a base di" olio di piede di bue, quindi alla fine ho ripiegato sull'olio di mandorle.
66785
Questo è invece il risultato dopo il montaggio della lama. Ho optato per le rondelle ad occhio di bue anche se quelle originali erano a forma di piccola cupola, perchè hanno un maggiore diametro e questo consente di allontanarsi maggiormente dal foro che è attraversato dalla linea di rottura. E poi queste rondelle secondo me sono magnifiche sui manici in corno nero ;)
Ora non resta che affilarlo e sperare che la riparazione tenga :D
Avatar utente
marmano
 
Messaggi: 50
Images: 32
Iscritto il: 18/04/2018, 19:45
Località: Trento

Torna a Manutenzione & Restauro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti