Pietre al cloruro di magnesio e ossido di magnesio

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Pietre al cloruro di magnesio e ossido di magnesio

Sostienici

Sponsor
 

Pietre al cloruro di magnesio e ossido di magnesio

Messaggioda Aldebaran » 03/04/2010, 20:16

"Binding materials based upon magnesium compounds. Dry magnesium hydroxide
and magnesium chloride are mixed in powder form, the weight ratio of the
magnesium oxide contained in the magnesium hydroxide to magnesium chloride
lying between about 0.8 and 2.0. Magnesium chloride may be used in the form of
its hexahydrate, and, additionally, in the form of dihydrates. The dry product
may be stored for months, in plastic sacks or bags, without coking. Thereafter,
mixing the dry product with water yields magnesium oxide mortar. "



Il cloruro di magnesio
e' presente abbondantemente nell'acqua di mare ovvero nel sale (non lavato)oppure nella dolomite,roccia molto diffusa costituita da carbonato doppio di calcio e magnesio.
E' presente anche nelle dolomite, magnesite, brucite, carnallite, e olivina (su wikipedia vi sono esaustive trattazioni).
I presenti minerali vanno bene anche per affilare,tra l'altro in generale possiedono durezza Mohs del quarzo e derivati e/o dell'Ortoclasio (6-7) oltre ad avere lo stesso indice di rifrazione (n=1,54).Il cloruro di magnesio nella sua forma di esaidrato,quindi in condizioni normali (che serve per affilare,cioe' il suo abito cristallino presenta sfaccettaure con cui si possono rimuovere sufficienti quantita' di metallo)ha indice di rifrazione,guarda caso,1,56.
Passiamo ora all'idrossido di magnesio.
Questi va bene come legante , i leganti si pongono prima nell'impasto rispetto agli altri elementi quindi anche rispetto agli abrasivi,esso si puo' ottenere mescolando l'ossido di magnesio con l'acqua e mescolare il tutto.La soluzione sara' basica,come quella dei leganti nelle pietre al quarzo tipo Arkansas.
Il legante solido migliora la sua efficacia se si mischia con della cera finissima. Lo stesso effetto si ottiene se si mischiano polveri magnetiche ovvero di metallo magnetizzato nel legante solido.
IL legante e l'abrasivo in eventuali pietre per affilare dovrebbe essere cosi' ripartito:
Innanzitutto abrasivi adatti possono essere selezionati da, zeoliti, calciti (carbonato di calcio), Dolomiti, feldspati, silici, silicati, carbonati , allumina, bicarbonati, borati, solfati e materiali polimerici come il polietilene , miscele di carbonati di calcio e di magnesio (come dolomite), carbonato di sodio, solfato di potassio, allumina, allumina idrata, ossido di alluminio,semi-ossido di alluminio,nitruro di boro cubico . Calcite, feldspato e dolomite e loro miscele sono particolarmente preferite a causa del loro basso costo, la durezza e il colore adatto.

Abrasivi preferiti per l'uso in composizioni di uso generale hanno una durezza Moh 2-6, anche se abrasivi di maggior durezza possono essere impiegati per applicazioni specializzate.
Le dimensioni migliori delle particelle di tali abrasivi cadono nel campo di 0,5-400 micron, ma sarebbe meglio 10-200 micron.
La percentuale di abrasivo deve essere compresa tra il 15-45 %,0,1-0,5%di cera o polvere magnetica,il resto legante.

L'ossido di alluminio come abrasivo e' migliore per i metalli rispetto ad abrasivi diamantati o al carburo di silicio,peggiore di questi due nell'abrasione dei non metalli.
La matrice di legame in cui i grani abrasivi sono fissati può includere una varietà di materiali organici come la gomma, gomma lacca o resina, materiali inorganici come l'argilla. Leganti inorganici a base di vetro possono essere usati per affilare strumenti da taglio di uso comune se mischiati con smeriglio, mentre i leganti in resina sono utilizzati per operazioni di rimozione grossolane in fonderia.
Una varietà di prodotti sono utilizzati come additivi per creare un'adeguata porosità e spaziatura. In passato venivano usati, segatura, gusci di noci tritati, e il coke , ma oggi si preferisce usare cera in palline. Lo zolfo e composti del cloro inibiscono la saldatura di pezzi di metallo sulla pietra durante lo sfregamento;inoltre tali composti migliorano in generale la dispersione del calore durante l'affilatura creando ,appunto,un'adeguata porosita'.
La pressione a cui deve essere sottoposta la pietra cosi' ottenuta e'100-5000 libbre per pollice quadrato per circa 10-30 secondi.
Il tempo di cottura varia in base al legante:149-200 gradi per quanto concerne pietre con vincolo in resina e 927-1260 gradi per i vincoli in vetro.
Le resine fenoliche disponibili in commercio atte allo scopo sono:
le resine fenoliche Resol,fenolo polivalente con formaldeide.In questo caso il rapporto molare tra la formaldeide e il fenolo deve essere o 0,6:1 oppure 1,5:1.
Altri elementi organici e non da usare come leganti sono:varie resine con fenolo e formaldeide,aminoplasti,fenoloplasti,resine di poliestere insaturo,resine viniliche,resine alchidiche,
resine allile,resine furano,epossidiche-epossidici,poliuretani,polimmidi.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5498
Images: 5116
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Torna a Autocostruzione Pietre

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti