Colonial Razors

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Colonial Razors

Sostienici

Sponsor
 

Re: Colonial Razors

Messaggioda antower71 » 17/10/2019, 19:51

gpc ha scritto:e quel perno scavato asimmetrico? ti convince? grazie ancora per le tue valutazioni!!!



Qualche dubbio lo avevo ....nessuna asimmetria nella produzione finale... il perchè abbiamo pubblicato l’altro lo ignoro

7375073749
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 608
Images: 198
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: Colonial Razors

Messaggioda ischiapp » 17/10/2019, 20:03

antower71 ha scritto:... nessuna asimmetria nella produzione finale
73749
La parte divertente è che quella foto con madrevite asimmetrica è nel loro sito di vendita.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
 
Messaggi: 18405
Images: 2742
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Colonial Razors

Messaggioda gpc » 17/10/2019, 21:00

Antower Grazie! quindi se è così, dovrebbero aver ampliato di un tanto la larghezza della testa in modo da far posizionare la lametta passando a filo della vite, mentre nella foto loro si vede che l'intaglio asimmetrico era "necessità obbligata" altrimenti alla lama non era consentito l'alloggiamento.........strano il non aver aggiornato la differenza sostanziale nel book di presentazione che nel mio caso aveva sollevato qualche perplessità, probabile che il gioco non valeva la candela di un minimo di risparmio di ampiezza e peso testa, magari a discapito di una presunta fragilità o timore in tal senso........qui ci andrebbe la proverbiale "intraprendenza indagatoria" di IschiaPP e i suoi contatti diretti con i produttori, Pier pensaci tu :roll:
accogli e lascia andare....più che puoi
Avatar utente
gpc
 
Messaggi: 886
Images: 118
Iscritto il: 14/03/2016, 16:41
Località: Torino

Re: Colonial Razors

Messaggioda antower71 » 19/10/2019, 7:50

Ho provato il general V2 con la feather super professional (nuova), una lametta che non mi ha mai dato soddisfazioni con il feather dx e il king cobra, appena sufficiente con il vector.

Sapone Kent, pennello shavemac D01 two band e as YSL la nuit de l’homme.

La profondità della rasatura è stata notevole, in direzione di pelo ha lasciato molto poco alle successive passate. Il confort è migliore in riferimento agli altri strumenti a conferma che oggi è il docile di quelli in mio possesso.

Non posso dire che sia il matrimonio perfetto tra lama e rasoio, in quanto avrei sacrificato meno profondità a vantaggio del post, riproverò cambiando sapone e utilizzando un’altra lama (rigorosamente) senza guardia


Ps se non l’ha già fatto PP chiederò a Kyle Evans di cambiare le foto sul sito.
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 608
Images: 198
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: Colonial Razors

Messaggioda Lino » 19/10/2019, 10:54

antower71 ha scritto: e utilizzando un’altra lama (rigorosamente) senza guardia


Questa tua affermazione, Antower, mi trova assolutamente concorde, ma vorrei sapere da quali considerazioni l'hai ricavata.

Sono d'accordo, peraltro, anche sull'apprezzamento per la Feather Professional Super.
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Lino
 
Messaggi: 3252
Images: 4
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggioda antower71 » 19/10/2019, 12:26

Ogni rasoio e ogni lama hanno diverse caratteristiche, sto solo arrivando alla, per molti ovvia convinzione, che un rasoio “molto delicato” come il general V2 funzioni meglio con una lama più esposta ed aggressiva come la super professional, viceversa sul king cobra questa lama è eccessiva considerato le caratteristiche dello stesso. Poi ci sono fattori anche soggettivi, la mia esperienza è fatta soprattutto da utente mano libera, dove ho imparato che bisogna raggiungere il proprio compromesso, nel senso più ampio del termine anche estetico
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 608
Images: 198
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: Colonial Razors

Messaggioda Lino » 19/10/2019, 14:37

Di nuovo grazie, Antower :)
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Lino
 
Messaggi: 3252
Images: 4
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggioda marchigiano » 07/11/2019, 18:17

Arrivato oggi, dopo un mese e mezzo di stop alla dogana. L'assenza di recensioni strutturate nei forum stranieri e la mancanza (totale) di video da parte dei noti v.blogger statunitensi mi avevano impensierito: fino a stamane avevo paura di aver "cannato" l'acquisto. Possibile che nessuno ne parli?
Il prezzo è decisamente importante pur se in linea con i competitors e nonostante il made in USA credo il prezzo sia legato all'interesse sempre maggiore per questa tipologia di rasoi (SE) tra i wet-shaver

Confermo che l'imballo è spartano, aperto il pacchetto, nessuna scatola, solo "pluriball" a salvaguardare il rasoio.

Le finiture si presentano perfette, la testina dà l'idea di estrema compattezza. Il rasoio è un 3 pezzi e il serraggio comunica solidità. Il peso è essenzialmente nel manico che con la sua lavorazione è proprio un'opera d'arte.

Facile da armare. Il costruttore suggerisce lamette AC aggressive, tra cui le Schick Proline P-30 che prontamente monto. Il rasoio è molto equilibrato, assolutamente non aggressivo e regala una rasatura molto profonda e confortevole. E' stato facile per me trovare da subito l'angolo per il suo utilizzo ottimale. Mi sento di condividere in pieno la recensione di antower71.

Queste le sensazioni con la prima rasatura. Vediamo i prossimi giorni. Poi aggiorno

L'unico aspetto negativo è indubbiamente il prezzo che con le spese doganali arriva a 240 euro. Veramente tanti picci! Mi ritengo fortunato, perché se non fossi rimasto soddisfatto dell'acquisto avrei digerito male questo bellissimo General V2.
Avatar utente
marchigiano
 
Messaggi: 398
Images: 7
Iscritto il: 10/11/2015, 17:48
Località: Marca Fermana

Re: Colonial Razors

Messaggioda Lino » 08/11/2019, 14:09

Le Proline P-30 non sono per nulla aggressive, sono lamette equilibrate, forse le migliori di tutte ( secondo me ), mentre le più aggressive, sempre secondo me, sono le Feather Professional e, soprattutto, le sorelline Professional Super, vere e proprie katana, ma comunque sempre dolci se usate come devono essere.

Non so se il Colonial sia il tuo primo SE, Marchigiano, ma comunque benvenuto nel fantastico mondo delle lamette ad un solo filo :D

P.S.: il General è un grande rasoio, questa versione aggiornata sarà ancora migliore, hai fatto un'ottima scelta.
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Lino
 
Messaggi: 3252
Images: 4
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggioda marchigiano » 08/11/2019, 18:42

Esatto Lino, è il mio primo Single Edge (!!!), anche se le lamette AC le apprezzo da febbraio 2019, da quando ho acquistato un Kai Captain folding che utilizzo nell'80% delle mie sbarbate giornaliere.

Il Kai Captain aveva scalzato il Merkur Progress, ora il nuovo arrivato avrà un suo bello spazio. Oggi seconda rasatura, estremamente confortevole ma più profonda di quella di ieri; segno evidente di una maggiore confidenza con il nuovo rasoio.

Siamo su altri livelli rispetto al Progress che è il mio DE di riferimento. Nelle zone per me più critiche (fondo del collo dex) il General regala un post rasatura e comunque una profondità di taglio nettamente superiore. Le geometrie sono sicuramente indovinate, anche se la lametta AC mette del suo ;) .

A maneggiare il DE sembra un po' pesantuccio. L'ho messo sulla bilancetta da cucina e pesa armato esattamente quanto il Progress: la bilancia si è fermata in entrambi i casi a 91 gr, un po' più del valore indicato da produttore in 89,5, ma perfettamente in linea considerato che il mio De è stato pesato armato di lametta.

Nel radersi però non si è mostrato impacciato, tutt'altro e complice una testina molto compatta in zona baffi è risultato fenomenale.
Avatar utente
marchigiano
 
Messaggi: 398
Images: 7
Iscritto il: 10/11/2015, 17:48
Località: Marca Fermana

Re: Colonial Razors

Messaggioda Lino » 08/11/2019, 22:54

Si, il Generale è un ottimo rasoio, Marchigiano

Certamente noterai miglioramenti nelle prossime rasature appunto per la maggiore confidenza e conoscenza dello strumento che acquisirai.

Per me, conoscere la rasatura SE e innamorarmene senza appello è stato tutt'uno.

Ma più indietro: un solo filo per tutta la vita :D
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Lino
 
Messaggi: 3252
Images: 4
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggioda klopp » ieri, 20:24

Materiale ed estetica a parte che cambia rispetto ad un ben più economico razorock hawk 2? Come rasatura vera e propria dico

Non ho bene la percezione di quanto cambi la solfa nel mondo SE tra un modello e l'altro, se è come nel mondo DE o meno insomma

Grazie
Gillette Aristocrat, Gillette Rocket flare tip, EJDE89, Fatip OC, Yaqi Mellon, ATT Calypso S1
klopp
 
Messaggi: 1077
Iscritto il: 24/11/2018, 18:19
Località: Roma
Precedente

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti