Colonial Razors

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Rispondi
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
Messaggi: 673
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da antower71 »

gpc ha scritto:e quel perno scavato asimmetrico? ti convince? grazie ancora per le tue valutazioni!!!

Qualche dubbio lo avevo ....nessuna asimmetria nella produzione finale... il perchè abbiamo pubblicato l’altro lo ignoro

7375073749
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 18829
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Re: Colonial Razors

Messaggio da ischiapp »

antower71 ha scritto:... nessuna asimmetria nella produzione finale
73749
La parte divertente è che quella foto con madrevite asimmetrica è nel loro sito di vendita.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
gpc
Messaggi: 1268
Iscritto il: 14/03/2016, 16:41
Località: Torino

Re: Colonial Razors

Messaggio da gpc »

Antower Grazie! quindi se è così, dovrebbero aver ampliato di un tanto la larghezza della testa in modo da far posizionare la lametta passando a filo della vite, mentre nella foto loro si vede che l'intaglio asimmetrico era "necessità obbligata" altrimenti alla lama non era consentito l'alloggiamento.........strano il non aver aggiornato la differenza sostanziale nel book di presentazione che nel mio caso aveva sollevato qualche perplessità, probabile che il gioco non valeva la candela di un minimo di risparmio di ampiezza e peso testa, magari a discapito di una presunta fragilità o timore in tal senso........qui ci andrebbe la proverbiale "intraprendenza indagatoria" di IschiaPP e i suoi contatti diretti con i produttori, Pier pensaci tu :roll:
accogli e lascia andare....più che puoi
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
Messaggi: 673
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da antower71 »

Ho provato il general V2 con la feather super professional (nuova), una lametta che non mi ha mai dato soddisfazioni con il feather dx e il king cobra, appena sufficiente con il vector.

Sapone Kent, pennello shavemac D01 two band e as YSL la nuit de l’homme.

La profondità della rasatura è stata notevole, in direzione di pelo ha lasciato molto poco alle successive passate. Il confort è migliore in riferimento agli altri strumenti a conferma che oggi è il docile di quelli in mio possesso.

Non posso dire che sia il matrimonio perfetto tra lama e rasoio, in quanto avrei sacrificato meno profondità a vantaggio del post, riproverò cambiando sapone e utilizzando un’altra lama (rigorosamente) senza guardia


Ps se non l’ha già fatto PP chiederò a Kyle Evans di cambiare le foto sul sito.
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
Lino
Messaggi: 3971
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da Lino »

antower71 ha scritto: e utilizzando un’altra lama (rigorosamente) senza guardia
Questa tua affermazione, Antower, mi trova assolutamente concorde, ma vorrei sapere da quali considerazioni l'hai ricavata.

Sono d'accordo, peraltro, anche sull'apprezzamento per la Feather Professional Super.
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
Messaggi: 673
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da antower71 »

Ogni rasoio e ogni lama hanno diverse caratteristiche, sto solo arrivando alla, per molti ovvia convinzione, che un rasoio “molto delicato” come il general V2 funzioni meglio con una lama più esposta ed aggressiva come la super professional, viceversa sul king cobra questa lama è eccessiva considerato le caratteristiche dello stesso. Poi ci sono fattori anche soggettivi, la mia esperienza è fatta soprattutto da utente mano libera, dove ho imparato che bisogna raggiungere il proprio compromesso, nel senso più ampio del termine anche estetico
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
Lino
Messaggi: 3971
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da Lino »

Di nuovo grazie, Antower :)
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
marchigiano
Messaggi: 413
Iscritto il: 10/11/2015, 17:48
Località: Marca Fermana

Re: Colonial Razors

Messaggio da marchigiano »

Arrivato oggi, dopo un mese e mezzo di stop alla dogana. L'assenza di recensioni strutturate nei forum stranieri e la mancanza (totale) di video da parte dei noti v.blogger statunitensi mi avevano impensierito: fino a stamane avevo paura di aver "cannato" l'acquisto. Possibile che nessuno ne parli?
Il prezzo è decisamente importante pur se in linea con i competitors e nonostante il made in USA credo il prezzo sia legato all'interesse sempre maggiore per questa tipologia di rasoi (SE) tra i wet-shaver

Confermo che l'imballo è spartano, aperto il pacchetto, nessuna scatola, solo "pluriball" a salvaguardare il rasoio.

Le finiture si presentano perfette, la testina dà l'idea di estrema compattezza. Il rasoio è un 3 pezzi e il serraggio comunica solidità. Il peso è essenzialmente nel manico che con la sua lavorazione è proprio un'opera d'arte.

Facile da armare. Il costruttore suggerisce lamette AC aggressive, tra cui le Schick Proline P-30 che prontamente monto. Il rasoio è molto equilibrato, assolutamente non aggressivo e regala una rasatura molto profonda e confortevole. E' stato facile per me trovare da subito l'angolo per il suo utilizzo ottimale. Mi sento di condividere in pieno la recensione di antower71.

Queste le sensazioni con la prima rasatura. Vediamo i prossimi giorni. Poi aggiorno

L'unico aspetto negativo è indubbiamente il prezzo che con le spese doganali arriva a 240 euro. Veramente tanti picci! Mi ritengo fortunato, perché se non fossi rimasto soddisfatto dell'acquisto avrei digerito male questo bellissimo General V2.
Avatar utente
Lino
Messaggi: 3971
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da Lino »

Le Proline P-30 non sono per nulla aggressive, sono lamette equilibrate, forse le migliori di tutte ( secondo me ), mentre le più aggressive, sempre secondo me, sono le Feather Professional e, soprattutto, le sorelline Professional Super, vere e proprie katana, ma comunque sempre dolci se usate come devono essere.

Non so se il Colonial sia il tuo primo SE, Marchigiano, ma comunque benvenuto nel fantastico mondo delle lamette ad un solo filo :D

P.S.: il General è un grande rasoio, questa versione aggiornata sarà ancora migliore, hai fatto un'ottima scelta.
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
marchigiano
Messaggi: 413
Iscritto il: 10/11/2015, 17:48
Località: Marca Fermana

Re: Colonial Razors

Messaggio da marchigiano »

Esatto Lino, è il mio primo Single Edge (!!!), anche se le lamette AC le apprezzo da febbraio 2019, da quando ho acquistato un Kai Captain folding che utilizzo nell'80% delle mie sbarbate giornaliere.

Il Kai Captain aveva scalzato il Merkur Progress, ora il nuovo arrivato avrà un suo bello spazio. Oggi seconda rasatura, estremamente confortevole ma più profonda di quella di ieri; segno evidente di una maggiore confidenza con il nuovo rasoio.

Siamo su altri livelli rispetto al Progress che è il mio DE di riferimento. Nelle zone per me più critiche (fondo del collo dex) il General regala un post rasatura e comunque una profondità di taglio nettamente superiore. Le geometrie sono sicuramente indovinate, anche se la lametta AC mette del suo ;) .

A maneggiare il DE sembra un po' pesantuccio. L'ho messo sulla bilancetta da cucina e pesa armato esattamente quanto il Progress: la bilancia si è fermata in entrambi i casi a 91 gr, un po' più del valore indicato da produttore in 89,5, ma perfettamente in linea considerato che il mio De è stato pesato armato di lametta.

Nel radersi però non si è mostrato impacciato, tutt'altro e complice una testina molto compatta in zona baffi è risultato fenomenale.
Avatar utente
Lino
Messaggi: 3971
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da Lino »

Si, il Generale è un ottimo rasoio, Marchigiano

Certamente noterai miglioramenti nelle prossime rasature appunto per la maggiore confidenza e conoscenza dello strumento che acquisirai.

Per me, conoscere la rasatura SE e innamorarmene senza appello è stato tutt'uno.

Ma più indietro: un solo filo per tutta la vita :D
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
klopp
Messaggi: 1567
Iscritto il: 24/11/2018, 18:19
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da klopp »

Materiale ed estetica a parte che cambia rispetto ad un ben più economico razorock hawk 2? Come rasatura vera e propria dico

Non ho bene la percezione di quanto cambi la solfa nel mondo SE tra un modello e l'altro, se è come nel mondo DE o meno insomma

Grazie
Sempre tutto rigorosamente IMHO
Avatar utente
Lino
Messaggi: 3971
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da Lino »

Ho cominciato 6 o 7 mesi fa con un RR Hawk e, dopo un paio di settimane, ho avuto la possibilità di prendere un CR The General in acciaio: da allora l'ho utilizzato sempre ( tranne una volta in cui ho voluto riprendere in mano un DE ) e per me, tra i due, non c'è paragone quanto a performance, qualità costruttiva e piacere nell'usarlo su di sè, tenendo anche conto che ho sempre preferito rasoi in acciaio ad altri materiali più leggeri, anche in ambito DE.

Ora ne attendo un altro sempre in acciaio.

Ma questo vale solo, e soltanto, per il sottoscritto, per qualcun altro varrà l'esatto contrario.

Credo che nel mondo SE, anche per via della minore disponibilità di strumenti ( almeno se consideriamo quelli contemporanei ), le differenze siano meno avvertibili che con i DE, di cui invece esistono moltissime opzioni di scelta per ogni tipologia e sotto-tipologia, e questo anche perchè solitamente radersi con un SE è sempre un'ottima esperienza ( e anche questo vale soltanto per il sottoscritto ).
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
klopp
Messaggi: 1567
Iscritto il: 24/11/2018, 18:19
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da klopp »

Grazie del parere :)
Sempre tutto rigorosamente IMHO
Avatar utente
Lino
Messaggi: 3971
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da Lino »

Di nulla, figurati, siamo qui per questo ;)
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 18829
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Colonial Razors 2019: The General V2 SS

Messaggio da ischiapp »

Grazie a Marchigiano@ilRasoio, ho in prova il nuovo Colonial Razor "The General V2".
http://ilrasoio.com/viewtopic.php?p=339728#p339728

Già al primo contatto il rasoio mostra tutto quello che nel 2016 mi ha fatto innamorare di questo progetto.
Anche senza le mie lame preferite, il risultato è stato un ottimo BBS in pieno comfort.
Quindi sono più che speranzoso per il prosieguo di questo test a confronto.

La nuova versione mostra il magnifico lavoro di sviluppo tecnico.
Anche se la geometria della testa è inalterata nella pratica.
Quindi il passaggio dalla V1 dei giorni scorsi è stato inavvertito.
Il miglioramento gioca su piccoli ma fondamentali dettagli:
• ingombro della testa
• asse del manico
• copertura del topcap
• posizione della lama

A beneficio dell'esposizione, specifiche ed immagini. (V2 AISI 316L vs V1 Alluminio 6061)
Testa prodondità ............... 6mm / 8mm
Testa larghezza ................. 17mm / 22mm
Testa lunghezza ................ 50mm / 50mm
Testa Peso ....................... 32g / 19g
Manico sezione .................. 8 - 13mm / 9 - 14mm (Min. - Max.)
Manico lunghezza ............... 87mm / 90mm
Manico peso ..................... 63g / 25g
Distanza asse manico .......... 3mm / 4mm
Distanza topcap ................ 2mm / 4mm
Distanza lama .................. 1mm / 2mm
Rasoio Peso ..................... 85g / 44g
Rasoio Bilanciamento ......... 37,65 - 62,35% / 43,20 - 56,80% (Testa - Manico su Totale)
74738747397474074741
74748747497475074751

Il cambiamento più palese è la netta diminuzione dell'ingombro della testa.
Sembrano pochi millimetri, ma già ad occhio si nota un volume di oltre il 42% più piccolo.
Il tutto a vantaggio della semplicità d'utilizzo nei punti più scomodi.

L'arretramento del 25% dell'asse del manico aumenta nettamente il vettore di forza che si scarica sulla testa.
Quindi senza cambiare la geometria, c'è una maggiore efficienza.
Anche se non così esagerata visto il tipo di leva.
Il tutto a parità di comfort rispetto agli stessi angoli operativi.

Per di più un'aumento del 50% della copertura della lama migliora assolutamente la già ottima tenuta.
Se nella V1 non ho mai avvertito problemi di stabilità (chattering), in questa V2 la sensazione è monolitica.
Se non l'avessi provato giurerei che è impossibile avere lo stesso feeling di una mannaia wedge su una lama così sottile.
Invece la sensazione mi ricorda molto quei rasoi pubblicizzati per barbe dure con lame formose sia in dimensioni che molatura.

A migliorare il tutto c'è anche un diminuzione del 50% della distanza del filo dalla barra di sicurezza.
Questo senza produrre un uguale aumento dello scoprimento, controbilanciato dal topcap.
Controintuitivamente anche questo è un vantaggio, producendo un feedback istantaneo ma dolce della lama.

Un cambiamento minimo è quello dei pin sui quale s'innesta la lama.
Ora meno pronunciati e soprattutto meno arrotondati.
Non me ne sarei mai accorto se non avessi avuto incertezze nell'accoppiamento a vuoto.
Sensazione mai provata in precedenza con la V1.
Non un problema, ma a certi livelli sono dettagli inaspettati.

Insomma in teoria siamo di fronte ad una meraviglia dell'ingegneria.
In pratica è sì un gioiello, ma soprattutto io credo un'occasione mancata.
Perché l'utilizzo di un materiale meno efficiente pregiudica alcuni dettagli importanti.

In primis il peso, che aumenta quasi del 216% diminuendo il controllo.
Ma soprattutto il bilanciamento che passa da un ancora buono quasi 1:1 ad un esagerato quasi 1:2.
Infatti i pesi relativi cambiano in modo incredibile:
• Testa da 19g ora 32g (circa +70%)
• Manico da 25g a 63g (oltre +250%)

Motivo per cui parlo di occasione mancata.
Infatti la scelta di andare incontro al mercato nella scelta del materiale ha prodotto un risultato inferiore.
Una lega più efficiente come l'originale Alluminio 6061 avrebbe permesso di beneficiare appieno degli avanzamenti tecnici.
Che invece perdono di efficacia risucchiati in una dinamica la cui Fisica è obbligata.
Il tutto anche con netti aggravi dei costi di produzione.
Quindi in ultima analisi del rapporto qualità / prezzo.

Su questo ultimo punto voglio essere chiaro.
Il nuovo The General V2 SS sono convinto sia un gioiello.
Nel panorama odierno è uno dei migliori contendenti.
Nei prossimi giorni vedrò meglio, ma dalla prima impressione lo metterei anche sopra il Blackland Vector.
Che per ricerca sia estetica sia tecnica è sicuramente una pietra di paragone.
Ma non è quello che sarebbe potuto essere scegliendo più oculatamente l'efficienza del materiale.
Sono moderatamente sicuro che sarebbe potuto essere un vero miracolo.
Uno strumento dal rapporto q/p assolutamente inarrivabile per questa generazione di rasoi.
Ed in un'analisi più ampia una vera rivoluzione del sistema di riferimento.
Ma purtroppo così non è ... per ora.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 18829
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Colonial Razors 2019: The General Decorative Handle

Messaggio da ischiapp »

Tra le altre cose sembra che questa conformazione del Colonial Razors 2019 "The General V2" sarà l'unica prodotta.
Quindi i fortunati possessori avranno a breve un pezzo da collezione.
Infatti il manico sarà sostituito.

A breve, dal Decorative Handle da 93mm ... quindi ci sarà la V2.1 :lol: :lol: :lol:
Immagine

In compenso sembra che il mio scritto abbia riscosso l'interesse di Kyle Evans. (uno dei titolari)
https://www.facebook.com/colonialrazors ... 5863632951
Tanto da condividerlo sulla pagina principale di Colonial Razors.
E considerare dei test in Alluminio 7075!!!
https://www.facebook.com/colonialrazors ... 3450288859
Se volete un rasoio più efficiente, con migliore rapporto q/p, è ora di farsi sentire ...
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
gpc
Messaggi: 1268
Iscritto il: 14/03/2016, 16:41
Località: Torino

Re: Colonial Razors

Messaggio da gpc »

Immagine ImmagineGrazie @PP di questo bel compendio! chiedo, visto che se ne era accennato precedentemente, dalla foto mi pare che sia presente il "perno filettato intagliato" che permette alla lametta di essere ospitata nel top cap, mi pare avevamo discusso nell'esemplare di @Antower e pareva non averla (la foto sua è dal lato opposto e non si vede con chiarezza) quindi in definitiva "la realtà è come nel sito ufficiale, scavata?"
accogli e lascia andare....più che puoi
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
Messaggi: 673
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da antower71 »

Ottimo confronto, ma ritengo che l’alluminio possa solo modificare la tecnica di rasatura, nel senso che come sempre accade, dovrai compensare con la mano il minor peso, ciò che accade con gli hollow tedeschi rispetto ai wedge inglesi nel mano libera dove mi pare tu abbia idee opposte.
Spero che Kyle possa accontentarti e produrne altro più leggero visto che ti piace tanto
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
klopp
Messaggi: 1567
Iscritto il: 24/11/2018, 18:19
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da klopp »

Bellissimo confronto
Una versione alluminio, se meno costosa, farebbe tanto gola pure a me
Sempre tutto rigorosamente IMHO
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 18829
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Colonial Razors 2019: The General V2 SS

Messaggio da ischiapp »

gpc ha scritto:... mi pare che sia presente il "perno filettato intagliato"
Esatto.
7479074791

Come si vede nella visuale dall'alto, la nuova geometria del topcap permette alla lama di alloggiare in uno spazio altrimenti insufficiente.
Questo è il principale motivo (secondo quando riferito da Colonial Razors) della scelta dell'acciaio AISI 316L.
Ed è il primo deterrente dell'utilizzo di leghe in Alluminio, che hanno nella rigidità il loro tallone d'Achille.
Ma sono fiducioso nei futuri test.
La foto di Antower71 non prende il dettaglio, quindi non è confrontabile.
Ma tutti gli altri sono coerenti, quindi mi sembra strano che il suo sia diverso.
antower71 ha scritto:... ritengo che l’alluminio possa solo modificare la tecnica di rasatura
In passato, più per estetica ed incosapevolezza delle mie necessità, mi piacevano le mannaie muscolose.
Ora anche con ML prediligo strumenti più leggeri, precisi e maneggevoli.
Infatti ho modificato la mia tecnica.
Da una maggiore aggressività con meno passate, ad un maggior comfort con più passate.
Il tutto con uguale profondità (a volte anche superiore), ma sicuramente maggiore efficienza.
Alla fine il risultato generale è migliore, ho meno problemi, e mi godo di più quello che è diventato un hobby.
antower71 ha scritto:Spero che Kyle possa accontentarti e produrne altro più leggero visto che ti piace tanto.
Ti ringrazio.
In realtà del Colonial Razors "The General V2" non amo molto l'estetica del manico.
Soprattutto il nuovo Decorative Handle.
Riprende l'idea del Silversmith, a me poco gradito.
Per di più "arricchendolo" di fregi in stile Star War.
Preferisco la geometrica semplicità della V1 in Alluminio.
Dei vari modelli proposti, sicuramente lo trovo il più equilibrato.
klopp ha scritto:... se meno costosa
Non credo che si arrivi ai prodotti di serie in alluminio stile RazoRock.
Purtroppo c'è un circolo vizioso legato alla valutazione del marchio.
Il lato oscuro del marketing ...
:roll: :roll: :roll:
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
marchigiano
Messaggi: 413
Iscritto il: 10/11/2015, 17:48
Località: Marca Fermana

Re: Colonial Razors

Messaggio da marchigiano »

Complimenti Ischiapp. Disamina rigorosa, credo una delle poche che girano in rete.
Personalmente col V2 mi trovo molto bene, però mi riservo un giudizio definitivo dopo aver testato il V1.
Quanto al peso del V2, prendendolo in mano si percepisce il suo peso. Nell'utilizzo non l'ho trovato difficile, anzi molto intuitivo,...lo impugnò quasi come il progress, con la punta dell'indice appena sotto la testina quando vado nel senso del pelo, a rastrello col traverso.
Avatar utente
Lino
Messaggi: 3971
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Colonial Razors

Messaggio da Lino »

Ottimo lavoro di Pierpaolo, non mi stupisce che CR abbia sottolineato, d'altronde successe qualcosa di simile con il Vector, se ricordo bene.

Personalmente preferisco l'acciaio ma non mi dispiacerebbe una versione 2 in alluminio, da affiancare alla prima.

L'eccellente report di Pierpaolo evidenzia la riduzione delle dimensioni della testa: con la V1 in acciaio mi sono trovato ottimissimamente in certe zone un pò difficili come la zona baffi: questa nuova versione deve essere un vero portento.
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 18829
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Colonial Razors 2019: The General V2 SS

Messaggio da ischiapp »

Ulteriore miglioramento con le mie lame preferite.
Nel Colonial Razors The General V2 le Kai ProTouch danno il meglio.
https://www.facebook.com/groups/ilrasoi ... 570922478/
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
gpc
Messaggi: 1268
Iscritto il: 14/03/2016, 16:41
Località: Torino

Re: Colonial Razors 2019: The General V2 SS

Messaggio da gpc »

In realtà del Colonial Razors "The General V2" non amo molto l'estetica del manico.
Soprattutto il nuovo Decorative Handle.
Riprende l'idea del Silversmith, a me poco gradito.
Per di più "arricchendolo" di fregi in stile Star War.
Preferisco la geometrica semplicità della V1 in Alluminio.
Dei vari modelli proposti, sicuramente lo trovo il più equilibrato

74809
il Manico V2 trae chiara ispirazione dal Gillette Tech bakelite, quello che sarà il nuovo Decorative lo trovo decisamente poco attraente, in definitiva l'essenzialità e pulizia del V1 per me è il più riuscito............purtroppo non offrono in vendita la sola "Testa" come invece propongono alcuni affermati produttori americani, peccato sarebbe una ottima opportunità per gli eventuali acquirenti e penso ne aumenterebbe decisamente le richieste
accogli e lascia andare....più che puoi
Rispondi

Torna a “Generale”