[Scheda] Titan 6/8 japan steel

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

[Scheda] Titan 6/8 japan steel

Sostienici

Sponsor
 

[Scheda] Titan 6/8 japan steel

Messaggioda Bruconiglio » 21/07/2014, 16:32

Questa scheda è dedicata ad un rasoio economico di produzione cinese, marca Titan.
Sul sito alibaba.com ci sono i dati del distributore e le foto di diversi modelli
http://titan1918.en.alibaba.com/featureproductlist.html
ed è acquistabile singolarmente sul sito aliexpress.com.
Recentemente il rasoio è disponibile anche presso alcuni venditori ebay internazionali che lo propongono con l'opzione "shave ready". Il costo è di circa 45-50 euro per la versione non affilata e qualcosa di più per la versione "shave ready.

Io ho preso la versione "shave ready" da un venditore polacco anche per provare la qualità dell'affilatura offerta.

Il rasoio è arrivato nella confezione di fabbrica decisamente "lussuosa" ed affilato in modo adeguato.
15148

Lama:
6/8 con concavità pronunciata e punta "quasi" tonda.
La lama è larga 20mm, circa 6/8, la forma richiama la punta tonda ma con l'estremità estremamente pungente.
1620216204

Gradevole e curato il decoro con la scritta "hand sharpen" cioè "affilato a mano".
Il decoro e la lucidatura a specchio, così come il decoro sul manico danno da subito una buona impressione e mostrano una certa "pretenziosità" dell'oggetto, anche se qualcosa non convince completamente nell'equilibrio delle forme.
La lavorazione non è proprio impeccabile, la pretenziosa lucidatura a specchio non nasconde le irregolarità della lavorazione ad un'osservazione attenta. In particolare osservando "a raso" si notano le ondulazioni sia sulla lama che sul dorso.

L'acciaio è genericamente indicato come "japan steel" e la durezza dichiarata di 64 HRC.

Concavità:
Full hollow.
16206

Dorso:
Il dorso liscio e lucidato a specchio non sembra perfettamente dritto a causa della larghezza che varia fra 6,5 e 6,8 millimetri.
16203

Codolo:
Il codolo presenta delle scritte al laser che richiamano l'incisione sulla lama. Liscio e lucidato a specchio ha la zigrinatura solo nella parte inferiore. Il particolare della zigrinatura mostra una fattura piuttosto grossolana.
1620716201

Stabilizzatore:
Stabilizzatore doppio, più arrotondato del solito.

Manico:
Il manico è in ebano massiccio con lo spaziatore in acciaio. Lo scudetto dorato così come la forma e doratura (ottone?) dei pin aggiungono al tentativo di fare un manico raffinato.
Il proposito è reso vano dalle forme e dal peso.
Manca il pin centrale e la luce per il codolo è creata con una fresatura del manico, un po' come quella dei rasoi Ralf Aust, ma ben più evidente e grossolana.
16205
Di fatto il manico è la parte meno riuscita di questo rasoio: troppo spesso e pesante squilibra notevolmente il rasoio sia durante l'uso sia soprattutto sulla coramella. Talmente pesante che dopo sole 2 settimane di utilizzo il pin ha ceduto rendendo lasco l'accoppiamento con la lama.

Affilatura:
L'affilatura del venditore era decisamente dignitosa.
Il rasoio l'ha mantenuta ad un buon livello per oltre 3 settimane di uso quasi quotidiano, decisamente un buon risultato. Per provare di persona ad affilarlo ho dovuto interrompere il test di durata che rischiava di prolungarsi troppo.
Ho distrutto il filo e ho provato ad affilarlo io:
DUREZZA, l'acciaio è durissimo e non facilita il lavoro ma non presenta le difficoltà di un TI.
RIGIDITA', la lama è piuttosto rigida nonostante la molatura estrema e richiede una mano leggera e paziente.
GEOMETRIA, Su questo punto ero un po' preoccupato a causa delle irregolarità di spessore del dorso ma mi sbagliavo. La lama poggia bene sulla pietra e i biselli vengono ben sottili e regolari.
In sostanza non è un rasoio veloce da affilare, ma neanche troppo difficile.

Utilizzo:
Come ho già detto il rasoio è un po' sbilanciato dal peso del manico. Dopo un po' ci si abitua, ma l'azione sulla coramella resta la parte più difficile da gestire.
La punta "quasi tonda" non perdona le distrazioni e consiglio di "censurarla leggermente".
La rasatura è profonda e dolce, senza irritazioni, solo qualche imprecazione a causa della punta, molto silenziosa per una molatura così spinta. Da usare con leggerezza e attenzione perché la lama rigida è spietata con le distrazioni.

Giudizio complessivo:
Una buona lama in un pessimo manico ad un costo interessante. Io consiglio vivamente di sostituire il manico con uno più leggero anche se in questo caso viene un po' meno il vantaggo economico.
Quando l'ho comprato pensavo che potesse costituire un'alternativa all'economico Dovo 101 ma così non è. E' un rasoio per esperti che col manico adatto potrebbe dare buone soddisfazioni.

Un ultimo cenno alla geometria: 20mm di lama (19mm per il calcolo) con un dorso di 6,8mm danno un angolo di affilatura di quasi 21°, decisamente superiore alla media.

per la discussione:
viewtopic.php?f=9&t=5789
Avatar utente
Bruconiglio
 
Messaggi: 1505
Images: 255
Iscritto il: 01/08/2012, 15:02
Località: Chieti

Torna a Schede ML

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite