Quale rasoio DE scegliere?

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

esatch
Messaggi: 880
Iscritto il: 25/10/2014, 21:05
Località: Rovigo

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da esatch »

Handre84 ha scritto:
17/05/2021, 21:59
E poi spero che il manico sia un po' meno scivoloso di quello liscio cromato dell'EJ :D

il grip è buono.
E' un buon rasoio, ripeto e, se fossi in te, lo proverei...cosa che ho fatto, come dicevo :lol:
ValTrebbia
Messaggi: 25
Iscritto il: 21/01/2021, 22:43
Località:

Re: Approcciarsi al DE

Messaggio da ValTrebbia »

Schnauzer ha scritto:
18/05/2021, 7:48

Io valuterei il Merkur 42C che mi pare perfetto in base a ciò che chiedi.
E' simile (da quello che vedo nella mia ignoranza, ripeto che vengo da un uso decennale della shavette quindi spero mi sarà perdonata!) al R89 che consigliavano più sopra. Closed comb e tre pezzi in montaggio. Ci sono delle differenze sostanziali per preferire l'uno o l'altro o sono circa equivalenti?
Avatar utente
Schnauzer
Messaggi: 27
Iscritto il: 15/12/2020, 10:37
Località:

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Schnauzer »

L'R89 non l'ho mai avuto, avevo il suo parente stretto EJ 89 e ho pure il King Gillette, una volta acquistato il Merkur ho regalato l'EJ 89 a mio genero e ho "semipensionato" il King, che dire... come performance li ho trovati simili ma la mia preferenza a tuttotondo va, come avrai intuito, al 42C che è quello che mi ha regalato le sbarbate migliori, si distingue inoltre dagli altri per il suo manico esagonale. Nel tuo post dicevi che apprezzi il vintage, ebbene il Merkur in questione è considerato il : "rasoio del bisnonno" quindi...
Avatar utente
Bohrok
Messaggi: 9
Iscritto il: 13/09/2020, 23:47
Località:

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Bohrok »

Salve a tutti.
Scrivo qua, su consiglio di Supermomo, per affacciarmi per la prima volta su questi tipi di rasatura, partendo letteralmente da 0.
Sarà un post lungo, mi scuso e ringrazio già da ora chi vorrà leggerlo, e magari aiutarmi.

Da quando mi è spuntata la barba ad ora che ho più che raddoppiato quell'età, ho utilizzato sempre e soltanto un vecchio rasoio elettrico (philshave hp1335) per radermi, lasciato da mio padre prima che se ne andasse di casa.
Complessivamente mi ci sono trovato bene, sono riuscito a farci delle rasature molto precise, però col tempo però ho iniziato a rendermi conto che probabilmente mi stava rovinando la barba. Premetto che non conosco come la barba cresca, quindi potrebbe semplicemente essere in realtà una cosa che riguarda la genetica o qualcosa del genere, però adesso in dei punti non mi cresce, ed in qualche zona è un po' asimmetrica, tipo tra labbro inferiore e mento. Sicuramente le testine con gli anni avranno perso l'affilatura, aumentando l'effetto strappo sul pelo invece del taglio, questo si.
Inoltre tutte le volte, radendomi a volto asciutto, ho sempre molta irritazione nelle ore successive alla rasatura.
Attualmente insomma tengo la barba a circa 0,5-1 cm di lunghezza sul volto, e utilizzo il rasoio per radermi del tutto il collo (tanto se si rovina quella di barba amen). Aggiusto la lunghezza della barba con la parte sul retro tipo barra falciante, frapponendo tra volto e rasoio un pettine. Mi rado comunque di rado (gioco di parole voluto), ogni volta è una scocciatura.

Insomma, è arrivato il momento di fare il passo in avanti.
Premetto che non sono necessariamente orientato su un Double Edge, ma effettivamente potrebbe essere il miglior compromesso come primo rasoio. Al momento vorrei qualcosa di abbastanza pratico per una rasatura frequente, senza dover ogni volta impiegare molto tempo ad affilare un mano libera. Per essere il primo rasoio non so se una shavette possa essere l'ideale, vista la pericolosità di una lama senza protezione, unita alla mia assoluta mancanza di esperienza. Un Single Edge lo avevo adocchiato qualche mese fa, ma non so paragonarne vantaggi e svantaggi rispetto ad un DE, quindi piuttosto che comprare solo sulla scia del marketing dell'azienda, ho preferito aspettare.

Quanto ai DE, mi sono letto un po' tutte le discussioni in evidenza, anche se purtroppo sono di diversi anni fa e le immagini sono state rimosse dai siti di hosting con cui furono caricate. Ho letto anche qualche pagina di questa stessa discussione.
Questo è un elenco dei DE che ho visto che vengono fuori più spesso come consiglio per chi inizia:
  • Muhle R89
  • Muhle companion
  • Muhle R107
  • Muhle R106
  • Merkur 37C
  • Muhle 89L
  • Edwin Jagger DE89L
  • Edwin Jagger DE87
  • Muhle R41 (scherzo ^^ )
  • King Camp Gillette
Al momento, per me tutti questi rasoi sono poco più che sigle asettiche. Su internet posso vederne l'estetica, ma li finisce la mia capacità di valutare le differenze. In tal senso vorrei evitare i manici color crema/bianco, o comunque plasticosi, e anche quelli un po' troppo vintage: per dire, mi piace molto il manico del Muhle companion, e suppongo che offra un buon grip (anche se non ho capito molto il cordino sotto).
Tendenzialmente preferirei evitare il King di Gillette, visto che le pubblicità che sta facendo l'azienda sono di una cafonaggine immonda e non sono propenso a dargli i miei soldi; poi chiaramente se fosse valido lo valuterei al pari gli altri eh, ci mancherebbe, era una battuta.

Per caso ci sono tabelle o documenti excel per confrontare le caratteristiche dei vari rasoi? (o anche delle lamette casomai)

In ogni caso, quello che sto cercando è un qualcosa con cui muovere i primi passi, ma che comunque anche in seguito possa rimanere valido anche in un futuro in cui prendessi la manualità e decidessi di comprarne un altro. Al momento comunque mi basta un rasoio valido per archiviare la questione rasatura descritta sopra.
A proposito di manualità, leggevo in una guida che uno dei probblemi per chi inizia coi DE può essere tutta la serie di "vizi" acquisiti radendosi coi multilama, tipo il premere molto ed il fare più passate...ma appunto almeno su questo non dovrei avere problemi.

Quanto al prezzo, quelli sopra vedo che in media sono sui 30-35 €, e come cifra mi va bene.
L'ideale sarebbe prendere rasoio, lamette e tutti i saponi necessari (altre cose su cui non so niente) stando sui 50-60 €, ma se una cifra un poco più alta potesse fare molta differenza in termini di qualità, la valuterei.
Per dire, tra i vari rasoi che avevo letto c'erano l'iKon B1 Slant (che, almeno esteticamente, è fighissimo), o il Feather All Stainless, ma non so se dei prezzi simili possano effettivamente apportare almeno altrettanti benefici, almeno nella mia situazione.
Tendenzialmente preferirei evitare l'usato, sia per igiene che per le condizioni incerte fino all'arrivo.

Grazie ancora a chi è arrivato a leggere fino a questo punto :D
Avatar utente
wakaouji
Messaggi: 271
Iscritto il: 12/01/2020, 7:52
Località: Cernusco sul Naviglio, 20063 MI

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da wakaouji »

io dico: Merkur 34c se vuoi un rasoio ragionevolmente conveniente ma davvero capace di servirti a lungo e con duttilità (King C Gillette come opzione più economica ma anche certamente più limitata nel potenziale); un pennello sintetico di yaqi o razorock, un semplice set di Proraso (blu?) o di Cella per dotarti di un kit (pre-)sapone-after economico ma indiscutibile.
JinRob
Messaggi: 8
Iscritto il: 17/06/2021, 9:26
Località: Lucca

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da JinRob »

Avendo cominciato da pochi mesi a radermi con DE non mi sento nella posizione di darti un parere valido (tra i rasoi che hai elencato ho usato solo il King C Gillette). Dalla lista però non escluderei il Wilkinson Classic (mi riferisco a quello a farfalla in metallo), che per discorso costo/reperibilità può non essere male
Avatar utente
darionew
Messaggi: 135
Iscritto il: 06/08/2020, 7:29
Località: Como

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da darionew »

@Bohrok
Nell'elenco che hai presentato, ci sono molti validi rasoi.
Personalmente, mi sento di evidenziarne due:
* Edwin Jagger
* Merkur 37 C
Li possiedo entrambi e quindi mi sento di consigliarteli dal momento che sono rasoi efficaci, pur senza essere aggressivi, permettono quindi di effettuare una rasatura completa ma con una dolcezza sostanziale, quindi perdonando anche qualche piccola e più che comprensibile incertezza che contraddistingue sempre l'approccio alla "rasatura tradizionale".
Il Merkur 37 C è uno slant bar, quindi presenta una torsione della lametta che si traduce però, con questo specifico rasoio, in una rasatura molto intuitiva e dolce, che sa andare a fondo ma senza generare ansie o problemi particolari di gestione. Come costo, con Edwin Jagger dovresti rimanere attorno ai € 30, mentre il Merkur 37 C si aggira sui 37 €.
Entrambi sono molto duttili, permettono quindi di effettuare rasature quotidiane o anche con barba di più giorni. Con entrambi puoi farti un'ottima esperienza di rasatura, tenuto conto che sono rasoi piuttosto resistenti (ma di certo non "eterni" come potrebbero esserlo quelli costruiti in acciaio). In ogni caso, se tenuti bene, sono compagni di moltissime rasature e possono essere considerati tranquillamente rasoi "definitivi" (anche se, come puoi facilmente intuire dalla lettura dei vari interventi su questo forum, ben pochi sono i tonsori che si limitano ad avere un solo rasoio o ad indicare quello "finale"...). Anche il Merkur 34 C che ti è stato sopra consigliato è un ottimo rasoio, ma se non erro costa qualcosa di più (anche se la differenza è minima).
Ad ogni modo, qualsiasi rasoio tu intenda adottare, è importante che ti dia dei tempi di crescita e che non pretenda di avere una rasatura perfetta fin dalla prima volta. Occorre avere pazienza e, piuttosto che incolpare gli strumenti per eventuali piccoli inconvenienti (saranno piccoli, non avere paura), è meglio mettere in discussione la propria manualità. Infatti, ciò che è più difficile da acquisire è proprio la corretta inclinazione di taglio, ma soprattutto la leggerezza nel far scorrere il rasoio. E i miglioramenti vengono, non dubitarne, ma poco per volta e con la dovuta pazienza nell'osservare le proprie esperienze e nel cercare, gradualmente, di migliorarsi ogni volta, senza scoraggiarsi. Dopo di che, vedrai che subentrerà presto un entusiasmo crescente e una soddisfazione che ti farà rimpiangere solo di non aver iniziato prima!
SolomonTrain
Messaggi: 318
Iscritto il: 25/04/2020, 22:00
Località:

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da SolomonTrain »

Bohrok ha scritto:
23/08/2021, 19:53
col tempo però ho iniziato a rendermi conto che probabilmente mi stava rovinando la barba
[...]
adesso in dei punti non mi cresce, ed in qualche zona è un po' asimmetrica
Leggendo questa parte mi viene da chiederti se per caso non si tratti di alopecia areata. Se ti riconosci in una di queste immagini (soprattutto dove le chiazze sono di dimensioni ridotte ma comunque totalmente glabre rispetto al resto del viso) ti consiglio caldamente una visita dal dermatologo per poterne approfondire le cause e iniziare una terapia adeguata. Ad esempio, se hai la pelle del viso che si secca facilmente e a volte noti nella barba una sorta di forfora, è molto probabile che ci sia di mezzo la dermatite atopica.

Hai parlato dell'effetto strappo ma quando succede dovresti sentire che le lame si impuntano e tirano in modo anche fastidioso, o in generale tagliano con evidente difficoltà nel senso che devi passare molte volte sullo stesso punto; in ogni caso, se esiste a priori un problema di debolezza del pelo, la caduta precoce si può verificare anche semplicemente passandoci sopra la mano o un pettine, senza avvertire alcuna resistenza o dolore.
Bohrok ha scritto:
23/08/2021, 19:53
tutte le volte, radendomi a volto asciutto, ho sempre molta irritazione nelle ore successive alla rasatura
Cambia qualcosa se tieni il viso umido? Personalmente ci vedo tre possibili motivi, che possono anche sovrapporsi: le lame sono davvero esauste e avresti dovuto cambiarle o cambiare tutto il rasoio da tempo; hai un tipo di barba o pelle che reagisce male al passaggio dell'elettrico, soprattutto se hai la pelle che tende sempre a seccarsi come dicevo sopra; forse non te ne accorgi ma premi troppo lo stesso e di questo ne avrai o no la prova quando inizierai con la lametta.
Bohrok ha scritto:
23/08/2021, 19:53
Per essere il primo rasoio non so se una shavette possa essere l'ideale, vista la pericolosità di una lama senza protezione, unita alla mia assoluta mancanza di esperienza.
Ti sei già risposto da solo. Io ho iniziato con lo shavette quasi 5 anni fa e nonostante i progressivi miglioramenti penso di aver raggiunto uno standard di rasatura veramente alto solo negli ultimi 15 mesi, dopo l'acquisto dei DE. All'inizio c'è da aspettarsi che tu non sappia montare bene il sapone, né gestire correttamente l'angolo e la pressione del rasoio, né seguire i versi di crescita del pelo secondo il face mapping, che sono tutti elementi fondamentali per avere un elevato comfort sia durante che dopo il rituale. Io stesso riconosco che uno shavette aggiunge soltanto ulteriori complicazioni perché non ti aiuta a tenere l'angolo corretto, ti espone maggiormente al rischio di tagliarti in modo anche grave, è molto più difficile da impugnare e utilizzare bene in tutte le possibili zone del viso e direzioni di taglio e infine a seconda del modello potrebbe anche essere più difficile/pericoloso inserire e rimuovere le lamette.
Bohrok ha scritto:
23/08/2021, 19:53
Per caso ci sono tabelle o documenti excel per confrontare le caratteristiche dei vari rasoi?
C'è questa tabella molto famosa che dovrebbe misurare la differenza del gap, ma non posso garantirne la totale attendibilità e ricordo che alcuni utenti di questo forum nutrivano qualche dubbio a riguardo.

Sui rasoi in realtà è abbastanza semplice decidere perché tutti i Mühle e gli Edwin Jagger closed comb intorno ai 30-40€ usano la stessa testina comunemente chiamata 89 per via dei modelli DE89 e R89, che è proprio identica in quanto frutto di una collaborazione tra le due aziende. Questo significa che gli EJ DE89, 86, 87, ecc (e idem i Mühle R89, 106, 107, 108, ecc) sono tutti lo stesso rasoio inteso come geometria della testa e si differenziano unicamente nel manico in termini di estetica e peso totale, il quale influenza il bilanciamento del rasoio e in certi casi anche la percezione dell'aggressività/dolcezza di taglio.

Il Mühle Companion ha una testa diversa ed è un prodotto molto recente, quindi potrebbero ancora saltare fuori eventuali problemi di progettazione come già accaduto per il Rocca. Merkur invece ha una propria testina closed comb abbastanza simile a quella di EJ/Mühle, che dovrebbe avere delle piccole differenze di aggressività e gap tra i modelli a 3 pezzi (23C, 33C, 42C, ecc) e a 2 pezzi (34C, 38C, ecc). Il 37C e l'equivalente 39C col manico più lungo e pesante sono invece rasoi slant bar con la lama inclinata e ritorta che esegue un taglio a ghigliottina molto efficiente ma delicato, proprio come dovrebbero fare i barbieri con il rasoio a mano libera.

In generale con la testa 89 sei in una botte di ferro, tanto che oggi è considerata lo standard che tutti prima o poi dovrebbero provare; la closed di Merkur per alcuni è leggermente più delicata oppure aggressiva e idem quella del King C Gillette, quindi sentiti pure libero di dare il giusto peso anche alle preferenze estetiche. Il 37C mi piace parecchio e dà una sensazione di taglio unica, però non so se potrebbe andare bene come primo rasoio per un principiante.

A causa del COVID (e probabilmente anche della Brexit per gli EJ) mi sembra di aver notato che certi rasoi menzionati sopra si trovano un po' meno facilmente o costano leggermente di più, sia su Amazon che su Goodfellas. Se ti interessa, il King C è Made in China, gli EJ in Inghilterra e i Mühle/Merkur in Germania, con Merkur che l'anno scorso si trovava anche in difficoltà economiche.
Avatar utente
Cometa Rossa
Messaggi: 40
Iscritto il: 25/05/2019, 12:23
Località: Pescara

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Cometa Rossa »

Se ti piace l'estetica dell'Ikon B1 Slant potresti prendere in considerazione il Razorock MJ-90. La testa è simile all'R89/EJ89, forse poco più aggressiva ma i materiali sono superiori.

https://www.rasoigoodfellas.com/prodott ... sicurezza/
Avatar utente
Bohrok
Messaggi: 9
Iscritto il: 13/09/2020, 23:47
Località:

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Bohrok »

Anzitutto grazie a tutti per le risposte.

@ wakaouji
Pian piano mi sto leggendo la scheda tecnica del Merkur 34c e la relativa discussione, e così per gli altri rasoi venuti fuori. Mi sembra che sia effettivamente molto consigliato per iniziare, anche se poi non so bene cosa si intenda con termini come "duttilità". Ti ringrazio anche per le dritte su pennelli e kit di sapone: insieme alle lamette, saranno l'argomento delle discussioni successive in cui scriverò :D

@JinRob
Come costi e reperibilità, sia il King C Gillette che il Wilkinson Sword Classic (già che ci sono metto i link per riguardarmi le schede in modo più pratico ^^) non sarebbero male. Non ho capito però la differenza rispetto ad esempio a quelli che costano sulla trentina. Materiali differenti? Nel caso, in cosa si traducono all'atto pratico? Se anche tu hai iniziato da poco, casomai giro la domanda a chi è più esperto. La mia paura è di spendere pochi soldi, ma per un qualcosa che dopo poco dovrei sostituire.

@darionew
L'idea di uno slant bar come il Merkur 37 C mi ispira, mi piace molto esteticamente la testa, e infatti anche per quello avevo menzionato l'iKon B Slant(?).
Il Merkur 34C non lo trovo su Amazon, mentre su rasoigoodfellas costa 45; un po' alto, ma non so cosa comporti questa differenza di prezzo. Quando parli di "resistenza", a cosa ti riferisci? Proprio a possibile rottura e usura dei pezzi col tempo?

@SolomonTrain
Ti ringrazio per i consigli clinici. Probabilmente mi sono spiegato male, non ho delle chiazze come quelle in foto, però effettivamente qualche piccola zona glabra la ho. Appena avrò modo mi rivolgerò a un dermatologo per indagare.
Quanto alla rasatura col rasoio elettrico, se la barba mi rimane bagnata, le testine del rasoio banalmente si impigliano, e in generale il rasoio scorre peggio sulla pelle in quanto più morbida credo. Comunque si, le lame sono effettivamente esauste, su questo non ho dubbi.
I problemi iniziali di montaggio del sapone etc sicuramente li avrò, ma immagino che anche se subottimale, una rasatura ce la riuscirò comunque a tirare fuori. Casomai l'eventuale tolleranza agli errori che potrebbe avere un rasoio da scegliere per iniziare, alla lunga possa riadattarsi in una maggior praticità qualora ad esempio una mattina dovessi ritrovarmi a radermi in fretta.
Ti ringrazio per la spiegazione sulle teste, e per il link sui manici: Avevo visto anch'io che il Merkur 37 C ed il Merkur 39 C hanno la stessa testa, solo che all'atto pratico della rasatura non so la differenza, e quindi su quale dei 2 orientarmi eventualmente.
La reperibilità non l'avevo considerata come problema in effetti...
Per quanato riguarda i 2 o 3 pezzi, quale sarebbe migliore? Anche solo per cose come la pulizia dopo la rasatura magari.

Cometa Rossa
Anche qua, vorrei capire la differenza dei materiali quali ripercussioni ha. Tra l'altro in merito al materiale, in quel link c'è un commento da 1 sola stella che un po' mi perplime... :?
Il Razorock ha un bel manico in effetti, anche se la testa pur essendo nera non è slant, cosa che mi piaceva dell'iKon.
Avatar utente
ares56
Giuria Fotografica
Giuria Fotografica
Messaggi: 17088
Iscritto il: 10/05/2013, 14:11
Località: Napoli

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da ares56 »

Bohrok ha scritto:
24/08/2021, 19:19
Cometa Rossa
Anche qua, vorrei capire la differenza dei materiali quali ripercussioni ha. Tra l'altro in merito al materiale, in quel link c'è un commento da 1 sola stella che un po' mi perplime... :?
Mi permetto di intervenire...ho letto quel commento, l'alluminio è un metallo "dolce" se cade si può deformare così come i rasoi in zama si possono spezzare (specialmente il perno filettato) ma tutto questo è ben noto e l'utente dovrebbe prendersela con se stesso e non con il rasoio. La cura e la manutenzione dei nostri rasoi è fondamentale per garantire la loro funzionalità nel tempo, se nonostante le nostre attenzioni ci scappano da mano (cosa che può succedere), cadono e si rovinano beh...pazienza, se ne compra un altro o si passa a quelli in acciaio...facendo attenzione che se cadono a rischiare sono i lavandini e le mattonelle del pavimento... ;)
"Sono proprio le soluzioni più semplici quelle a cui di solito non si dà importanza e che, in genere, finiscono con l'essere trascurate".
(Sir Arthur Conan Doyle: Il segno dei quattro)
SolomonTrain
Messaggi: 318
Iscritto il: 25/04/2020, 22:00
Località:

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da SolomonTrain »

Bohrok ha scritto:
24/08/2021, 19:19
Come costi e reperibilità, sia il King C Gillette che il Wilkinson Sword Classic non sarebbero male. Non ho capito però la differenza rispetto ad esempio a quelli che costano sulla trentina. Materiali differenti?
Il Wilkinson e il King C costano poco perché il primo se non ricordo male è il rebrand di un modello Rimei cinese (che ora non riesco a trovare) e il secondo pur essendo forse un progetto originale è comunque Made in China, mentre tutti gli altri sono inglesi o tedeschi sia di progetto che di manifattura. I materiali in genere sono zamak pressofuso per le teste e ottone più eventuale plastica o "resina" colorata per i manici, ma una delle eccezioni più famose è il Fatip italiano realizzato totalmente in ottone; il punto debole di questi modelli, come ha appena detto ares, è il coprilama con i 3 perni che sono saldati e potrebbero rompersi in seguito ad una caduta o se stringi la vite nel manico con troppa forza. I rasoi considerati di fascia alta con un prezzo intorno ai 100€ o anche molto superiore hanno invece ciascun componente tagliato da una macchina CNC a partire da un blocco unico di metallo (che può essere acciaio inox, alluminio o altri ancora più costosi), quindi dovrebbero essere molto più resistenti e durevoli nel tempo. Poi come dicevo certi prezzi sono anche lievitati, ricordo che fino a dicembre scorso su Amazon si trovavano molte più varianti di EJ anche intorno a 20€.

Comunque il Wilkinson e il King C si trovano abbastanza facilmente nei nostri supermercati e forse anche in catene come Tigotà e Acqua e Sapone (dove tra l'altro è possibile trovare anche alcune linee Proraso oltre alla solita verde e svariati prodotti Cella). Attento solo che da due anni circa è uscita una nuova versione chiamata New Wilkinson Classic (che è appunto il rebrand del Rimei di cui parlavo sopra) e la scheda del forum fa riferimento ancora a quella vecchia in plastica nera, che consiste in un rasoio totalmente differente; credo però che nelle pagine più recenti della discussione si parli anche della versione nuova.
Bohrok ha scritto:
24/08/2021, 19:19
La mia paura è di spendere pochi soldi, ma per un qualcosa che dopo poco dovrei sostituire.
Spesso si vede gente iniziare col Classic in plastica per poi comprare dopo relativamente poco tempo un EJ o qualcos'altro a causa di una qualche inefficienza di taglio percepita nel Wilkinson, quando invece bisogna aspettarsi che delle mani inesperte non riescano ad usare uno strumento seppur economico in tutto il suo potenziale. Però anche l'occhio vuole la sua parte, oltre alle differenti sensazioni date da un rasoio ben fatto quando lo si tiene in mano.
Bohrok ha scritto:
24/08/2021, 19:19
Il Merkur 34C non lo trovo su Amazon, mentre su rasoigoodfellas costa 45
Eccolo, purtroppo molti Merkur su Amazon non hanno il codice specificato nel nome e bisogna cercarlo nella descrizione del prodotto dopo averne caricato la pagina. Su Goodfellas e in altri negozi costa un po' di più perché probabilmente si tratta di stock più recenti acquistati dopo il rincaro causato dal COVID e in questo caso forse anche dalle difficoltà economiche di Merkur. Comprandolo direttamente dal sito di Dovo/Merkur costa quasi 44€ + 23€ di spedizione per l'Italia, quindi direi che 45€ è ancora un prezzo onestissimo se su Amazon dovesse finire o subire un rincaro a sua volta.
Bohrok ha scritto:
24/08/2021, 19:19
il Merkur 37 C ed il Merkur 39 C hanno la stessa testa, solo che all'atto pratico della rasatura non so la differenza
La differenza è che il 39C ha il manico più lungo e pesante, di conseguenza ti porta a premere meno con la mano perché quando ti radi dall'alto verso il basso devi lasciare che il rasoio scenda da solo con la forza di gravità, controllando solo la velocità dei movimenti. Al contrario, quando ti radi dal basso verso l'alto forse è meglio un rasoio più leggero e si dice che i manici corti permettano un'impugnatura più agile e ravvicinata per avere un controllo maggiore della testa (e quindi della lama). Quale dei due sia meglio in termini assoluti è difficile da dire perché si finisce prestissimo nella soggettività.
Bohrok ha scritto:
24/08/2021, 19:19
Per quanato riguarda i 2 o 3 pezzi, quale sarebbe migliore? Anche solo per cose come la pulizia dopo la rasatura magari.
Con il 2 pezzi hai una parte in meno a cui pensare mentre inserisci la lama, ma come puoi vedere nella seconda metà di questo video è un po' più laborioso smontarlo tutto per effettuare una pulizia completa. Intendiamoci, non è niente di eccessivamente difficile ma ci perdi qualche minuto in più rispetto al 3 pezzi; per essere sicuro che sia completamente asciutto soffio dentro ai fori e lascio le due parti del manico in verticale per un po' di tempo così che un'eventuale umidità residua possa colare verso il basso o evaporare, ma forse sono io ad essere eccessivamente meticoloso.
Avatar utente
darionew
Messaggi: 135
Iscritto il: 06/08/2020, 7:29
Località: Como

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da darionew »

@Bohrok. La questione della "resistenza" (o robustezza) di un rasoio è chiaramente connessa ai materiali con cui questo è costruito. Avevo accennato a quel dato perché alcuni utenti (non solo su questo forum) spesso si lanciano in vere e proprie crociate contro questo o quel materiale (in particolare, lo zamak, di cui molti rasoi che hai menzionato sono fatti). Come però ha già ben evidenziato ares56, se una persona si attiene a minimi criteri di cura e di attenzione nei confronti del rasoio (e di sua pulizia periodica, molto semplicemente, senza fare cose complicate), un rasoio anche costruito in zamak può durare tantissimo e darti grandi soddisfazioni. Quindi non farti troppi problemi al riguardo.
Sul Merkur 37 C non posso che incoraggiarti: proprio ieri ho fatto la barba con quel rasoio e, ancora una volta, sono rimasto pienamente soddisfatto dalla sua delicatezza, ma anche dalla capacità di donare una profondità di taglio davvero notevole e quasi senza accorgersene. E' un "due pezzi" (e questo dato costruttivo dovrebbe ulteriormente garantire una sua buona robustezza) e ha un prezzo ragionevole (su Amazon, almeno). L'unico dubbio riguarda l'opportunità di uno "slant bar" proprio come primo rasoio. Onestamente, non posso collocarmi in quella prospettiva, dal momento che la mia "gavetta" l'ho fatta con un ottimo Edwin Jagger, che mi ha fatto davvero appassionare alla rasatura, dopo i primi momenti di incertezza e di necessario assestamento; invece, il Merkur 37 C ho aspettato tre mesi dal suo acquisto prima di adoperarlo, proprio perché la sua configurazione con il taglio definito da alcuni "a ghigliottina" mi incuteva un po' di timore. In realtà, grazie anche ad una mano ormai piuttosto allenata, la prima volta che l'ho preso in mano sono rimasto stupito dalla sua semplicità e intuitività d'uso. Se hai una minima disponibilità economica, io ti consiglierei un duplice acquisto (Edwin Jagger e Merkur 37C), anche per apprezzarne la diversità e complementarietà; altrimenti, vedi tu. Fra Merkur 37C e 39C io ti consiglierei senz'altro il primo, ma questo perché io prediligo sempre rasoi con manici corti (quindi, si tratta di una componente molto soggettiva), perché li trovo più belli esteticamente, ma soprattutto più maneggevoli. Ad ogni modo, buona scelta e, soprattutto, buona barba! 😁
Avatar utente
Bohrok
Messaggi: 9
Iscritto il: 13/09/2020, 23:47
Località:

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Bohrok »

Grazie per le delucidazioni.
A questo punto per quanto riguarda i materiali, basta starci attenti insomma, anche perché per la fascia di prezzo che ho inquadrato quelli ci sono.

Quanto alle ultime osservazioni, i Merkur 37c e 39c, con lo slant, dite che non sono consigliabili per iniziare? Il taglio a ghigliottina mi farebbe sviluppare una manualità sbagliata?

Secondo voi conviene iniziare con un rasoio cinese come il Wilkinson Sword o il King C, per prendere la manualità a relativamente poco prezzo, rimandando l'acquisto di uno più serio in base alle impressioni avute da questo tipo di rasatura? Oppure questi modelli hanno troppi difetti, per via della bassa qualità (e prezzo), e farei meglio ad iniziare subito con un prodotto più valido?

Ho letto poi che ci sono anche dei rasoi cinesi tipo i Wishi che costano poco ma sono relativamente dignitosi, però non riesco a trovare siti affidabili che li abbiano e li spediscano in Italia: su amazon ci sono ma non sono disponibili, su ebay ci sono ma o costano più di spedizioni che di prezzo oppure non vengono proprio spediti in italia. Quindi credo che nel caso mi dovrei appunto orientarmi sugli altri 2 già menzionati, anche solo per il fatto che si trova pure nei supermercati.

La questione del manico non sono riuscito a sviscerarla, anche in quella discussione linkata ci sono opinioni discordanti. In generale ho letto che un manico lungo facilita il pelo e l'utilizzo di una testa slant, mentre uno corto è più maneggevole e aiuta il contropelo, ma in base a questo non saprei decidere, e sicuramente non con la mia inesperienza in materia.
Maxabbate
Messaggi: 1751
Iscritto il: 06/05/2014, 13:20
Località: Bologna

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Maxabbate »

Prendi il King C Gillette, funziona molto bene, costa poco, è reperibile ed esteticamente è accettabile. Parti subito e poi vedi: se ti appassioni ci sarà tempo e modo di comperare altro.
Avatar utente
darionew
Messaggi: 135
Iscritto il: 06/08/2020, 7:29
Località: Como

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da darionew »

@Bohrok
Iniziare con lo "slant bar" è un'esperienza che non ho fatto e quindi non saprei dirti in modo preciso che effetto possa fare o che differenze ci siano (come primissimo approccio alla rasatura tradizionale) rispetto ad un rasoio DE impostato in modo più consueto. Ma non intendo certo dire che sia pericoloso o sconsigliabile cominciare con uno slant bar, anzi...
Piuttosto, posso dirti che il Merkur 37 C è un rasoio eccezionale, docile e facile da utilizzare. Di più, se ho lamette con cui ho qualche difficoltà, montate su quel rasoio vanno alla grande. Proprio stamattina l'ho adoperato con le Feather (lamette con cui non ho mai avuto molta confidenza - anche se di fatto le avrò testate al massimo quattro volte) e invece con il Merkur 37 C ho avuto una rasatura eccellente, senza alcuna tensione o incertezza. Pertanto, per le mie condizioni attuali, non posso che consigliartelo e penso che sia oggettivamente un rasoio ottimo. La differente impostazione di taglio, francamente, penso si avverta più a livello di "studio a tavolino" che non durante la concreta azione di rasatura. Pertanto, non mi farei condizionare troppo da questa considerazione del cosiddetto "taglio a ghigliottina". Non farai la fine di Luigi XVI...
Per quanto riguarda i rasoi cinesi, ce ne sono davvero di ottimi, ben costruiti e con materiali più che dignitosi. Io ho acquistato un anno fa su Aliexpress un BAILI BD 177 (se vuoi, puoi andare a vedere la discussione apposita su questo forum) e devo dire che si tratta di un prodotto eccellente, sia come capacità di rasatura, sia come finiture ecc.; inoltre ha un costo molto basso (poco più di € 11). L'unico inconveniente sta nella spedizione dalla Cina, che richiede tempi di attesa non insignificanti (e, ultimamente, anche il pagamento di tasse doganali, cosa che fino a poco più di un mese fa, non avveniva, e che finisce per rendere il prezzo un po' meno vantaggioso di una volta). Se vuoi fartene un'idea, su Amazon trovi lo stesso identico rasoio, ma con marchio KENZY. Ci sono due tipi: uno cromato e l'altro in versione "Rose gold". Io ho di fatto acquistato il secondo tipo, che è anche un rasoio "a farfalla" (peraltro, molto comodo per il caricamento della lametta). Oltre ad essere bello, è facile da utilizzare ed è dolce nella rasatura. Non farti fuorviare dalle foto che lo mostrano usato per radere gambe femminili: è un rasoio serio e più che adatto per la barba maschile.
Inoltre, te lo mandano dentro una scatoletta di plastica: nulla di trascendentale, ma è comodo anche per tenerlo come rasoio da viaggio. E sei sotto i € 16,00. Personalmente, questo a me piace di più del Gillette King Camp (e lo trovo anche più valido come impugnatura e grip del manico).
Comunque, il mio consiglio è di fare una scelta, senza eccessivi timori. Tanto sono convinto che, dopo un iniziale e più che comprensibile momento di spaesamento/adattamento, poi ti entusiasmerai. Qualunque rasoio dovessi scegliere fra quelli menzionati in questa discussione, sono convinto che "cadrai sempre in piedi... :lol:
Maxabbate
Messaggi: 1751
Iscritto il: 06/05/2014, 13:20
Località: Bologna

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Maxabbate »

Personalmente non partirei con uno slant, è una "nicchia nella nicchia". Io come primo rasoio mi limiterei ad un normale DE, due o tre pezzi, come praticamente tutti hanno fatto: 89 vari, Merkur 34, adesso che c'è il King C.
E poi buttati, troppo ragionamento non aiuta.
Mr. Davidof
Messaggi: 61
Iscritto il: 21/11/2020, 17:10
Località: Rovigo

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Mr. Davidof »

King tutta la vita. Avevo un r89 e un r41 (muhle) venduti. R89 troppo delicato (il king ha la testa con un gap leggermente maggiore ho controllato) R41 troppo aggressivo al mattino mi tagliavo sempre e rasature poco confortevoli.
Mi sono sentito preso per i fondelli quando ho visto che 10 - 15 euro hai un rasoio uguale. Peso alto ottime finiture. Ho tenuto solo il king per mia esperienza il prezzo alto deriva dal marchio e non dalla qualità. Se si rompe il king con 10 euro ne compri un altro senza problemi.
Mr. Davidof
Messaggi: 61
Iscritto il: 21/11/2020, 17:10
Località: Rovigo

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Mr. Davidof »

Le finiture del king non hanno niente da invidiare a un rasoio che costa 30 40 eruo. In più è uno dei pochi casi che pesa 103 grammi.
Un altro consiglio lascia stare i regolabili, anche perché una volta trovato il giusto setting non lo cambi. Se proprio vuoi sperimentare e hai la scimmia che ti balla sulla spalla compra solo la testa di r41 sono compatibili con la filettatura. Il mio sospetto e che muhle ,EJ, ecc producano tutto in Cina e poi sulla confezione mettono un bel made in germany.
whiteblack
Messaggi: 45
Iscritto il: 23/02/2021, 19:57
Località: italia

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da whiteblack »

Il king buon rasoio ben fatto ma avevi praticamente il meglio dal mio punto di vista r89 r41 anche con un solo manico e si ha tutto! poi c'è la passione che fa provare un po di tutto come è successo a me!
gigadeath
Messaggi: 163
Iscritto il: 07/07/2020, 22:59
Località: Milano

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da gigadeath »

Per iniziare, l'unica risposta è il King C., venduto sotto prezzo di mercato (ma non sottocosto ovviamente!) perché per Gillette è solo un completamento di gamma nell'attuale strategia. Gli equivalenti di Merkur e Muhle sono appunto... equivalenti e costano dal 60 al 100% in più.

L'unica ragione per non prendere questa strada sarebbe il non voler dare i soldi a una multinazionale... cosa assolutamente legittima e degna di stima.
Avatar utente
Bohrok
Messaggi: 9
Iscritto il: 13/09/2020, 23:47
Località:

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Bohrok »

Grazie davvero a tutti per i consigli.
Dai vostri commenti, a quanto pare la soluzione al mio problema è il King C Gillette. Ha 5 lamette dentro, e se ho capito bene ciascuna dura circa 5 rasature, quindi potrebbero anche durarmi un bel po', non radendomi quotidianamente. E nel mentre casomai potrei cercarne di nuove più economiche.
A proposito, come si smaltiscono una volta utilizzate?

@gigadeath, quello è un problema che effettivamente avevo sollevato in primis. Nemmeno tanto per il fatto che sia una multinazionale in sé, quanto per lo schifo che passano in TV spacciandolo per pubblicità. Calciatori falliti, riciclati a recitare le solite 4 parole in spot cafoni quanto loro, che nella narrativa dovrebbero evocare virilità (concetto già di per sé abbastanza tossico). Il tipo di comunicazione che detesto. Per dire, da quando estathé e kinder hanno messo i loro fastidiosissimi suoni riconoscibili nelle pubblicità, ho definitivamente smesso di comprare i loro prodotti...
Non di meno, quella roba è effettivamente nociva a livello nutrizionale, mentre se questo rasoietto il suo mestiere lo fa, ed è il miglior compromesso nella ia situazione, ben venga.

Ora non mi resta che leggermi da capo tutte le sezioni su saponi, pennelli, etc... :|
Maxabbate
Messaggi: 1751
Iscritto il: 06/05/2014, 13:20
Località: Bologna

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da Maxabbate »

Non importa: nella stessa corsia trovi Proraso Verde e Pennello Omega 48, AS a tua scelta (il balsamo verde Proraso a me piace molto). Rompi gli indugi e sbarbati!
Avatar utente
darionew
Messaggi: 135
Iscritto il: 06/08/2020, 7:29
Località: Como

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da darionew »

@Bohrok
Per le lamette, io ti consiglio, dopo aver esaurito quelle in dotazione con il tuo probabile rasoio, di non acquistare più le Gillette King Camp: non so quale sia la loro qualità, ma di certo il loro costo è spropositato (praticamente, un euro a lametta!) e sono certo che puoi trovarne di ottime a cifre molto più contenute.
Invece, la scelta migliore a mio avviso sta nel comprare dei pacchetti di lamette misti (su Amazon, per esempio, ne trovi parecchi), in modo tale da permetterti di provarne alcuni tipi per farti una panoramica più ampia e per cercare di capire, gradualmente, quali possano essere quelle più adatte per la tua pelle. Quei set hanno comunque dei costi contenuti.
Per lo smaltimento delle lamette, occorre anzitutto raccoglierle in modo da non farsi del male. Ci sono anche appositi contenitori, ma puoi anche impiegare una semplice lattina vuota, allargandone magari l'apertura (ce ne staranno molte centinaia). Avendone accumulate un po', bisogna vedere come si comporta il tuo comune, ma solitamente nelle "piattaforme ecologiche" dovresti trovare un'area dedicata a quel genere di rifiuti, oppure chiedi agli addetti presenti. Tieni però conto che si tratta di solo acciaio inossidabile e non di residui di multilama (che non possono separare plastica e metallo e quindi finiscono nell'indifferenziata), quindi fai ben presente la cosa, dal momento che il pensiero più diffuso finisce per confondere le due situazioni.
Avatar utente
ares56
Giuria Fotografica
Giuria Fotografica
Messaggi: 17088
Iscritto il: 10/05/2013, 14:11
Località: Napoli

Re: Quale rasoio DE scegliere?

Messaggio da ares56 »

Bohrok ha scritto:
26/08/2021, 18:16
...
A proposito, come si smaltiscono una volta utilizzate?
...
Dipende dalla normativa del tuo comune...qui trovi maggiori informazioni: viewtopic.php?f=90&t=3102
"Sono proprio le soluzioni più semplici quelle a cui di solito non si dà importanza e che, in genere, finiscono con l'essere trascurate".
(Sir Arthur Conan Doyle: Il segno dei quattro)
Rispondi

Torna a “Pronto Soccorso - DE”