*TUTORIAL* - PULIZIA, RESTAURO E MANUTENZIONE

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

*TUTORIAL* - PULIZIA, RESTAURO E MANUTENZIONE

Sostienici

Sponsor
 

*TUTORIAL* - PULIZIA, RESTAURO E MANUTENZIONE

Messaggioda Mino » 18/05/2013, 9:32

TAKE CARE OF YOUR RAZOR!(Cit.)

Immagine


INTRODUZIONE


Gli indistruttibili Rasoi di Sicurezza hanno bisogno di periodica, ma accurata pulizia.
I consigli che troverete di seguito sono frutto di esperienza personale.
Il tutorial è suddiviso in tre parti:Restauro (da applicarsi su rasoi con evidenti segni del tempo), Pulizia Giornaliera, Pulizia Periodica.
Ringrazio Carducci per i consigli che mi diede a suo tempo.

RESTAURO

L'operazione che segue l'ho effettuata in più momenti,usando strumenti e tecniche diverse.
Qui di seguito sono racchiuse in un operazione unica, che se ben effettuata, richiede un pò del vostro tempo.
Qui parliamo di pulizia oculata, e in un certo qual modo di un vero e proprio restauro.
I segni del tempo su un vintage possono essere accettati, apprezzati o mal tollerati. Nel terzo caso,
armatevi di pazienza e buona volontà.
1) Riempite una bacinella di acqua molto calda e detergente per stoviglie, e immergete il rasoio per qualche minuto.
2)Bagnate bene una spugna per stoviglie con detersivo per piatti.
3)Strofinte accuratamente sulla superficie del rasoio, utilizzando l'interfaccia morbida della spugna.
Nei punti e nei casi più critici,utilizzate anche l'interfaccia abrasiva ma con estrema leggerezza.
La strofinatura non deve mai essere energica su rasoio in finitura matt (opache) o placcature in oro.
Oltre la spugna,armatevi di spazzolino da denti.
4)Dopo l'asciugatura, il vostro rasoio sarà come nuovo se utilizzate il miracoloso Duraglit, un'ovatta lucidante che si trova su ebay sotto nomi diversi,come Brasso. E' un ovatta multiuso, la si trova specifica per argento, oro e altre finiture.
Strofinate questa ovatta su tutto il rasoio in modo energico:macchie e ossido superficiale andranno via e il vostro rasoio sarà come nuovo. Non utilizzate questo prodotto su rasoi con finitura nera (es: Goodfella, Contract Tech..).
Per l'utilizzo di Duraglit/Brasso su finiture in oro leggete sempre l'etichetta. Io non ho riscontrato problemi.
Al posto di Duraglit ,potete usare il comune ed economico Sidol.
Altro prodotto perfetto e sicuro per i nostri rasoi di sicurezza è Smac Ottone, un prodotto simile al sidol che elimina ogni traccia di ossidazione e lucida perfettamente. Nel forum si è anche parlato di paste abrasive per carrozzeria, che riescono a svolgere funzione di pulizia e lucidatura senza aggredire il metallo. Vedi Pagina apposita.
E' importante che dopo aver usato questi prodotti si torni a sciaquare il rasoio col la solita spugna imbevuta del caro vecchio detergente per stoviglie.
Prestate molta cura alla pulizia della filettature dei manici dei rasoi in tre pezzi: spesso sono facile sede di tracce di sapone e calcare, che in alcuni casi possono compromettere l'uso stesso del rasoio.
Un buon olio lubrificante è utile nelle filettature (ne basta una goccia per i TTO) e sulla parte a vite dei rasoi tre pezzi (Gillette Tech e simili).
Tutte le sopracitate operazioni devono, in alcuni casi, essere effettuate piu volte.
Per i rasoi Regolabili, visto il loro complesso meccanismo nel quale il calcare attacca facilmente, consiglio di immergerli in una bacinella con un pò di sgrassatore e acqua calda per circa 1 ora. In caso di blocchi al meccanismo di regolazione o di apertura in genere, potete utilizzare uno spray sbloccante o il celebre WD40.

NB: Molti rasoi vintage hanno perduto (in tutto o in parte) la loro originaria finitura; in casi gravi potete ricorrere a un vero e proprio 'revamp', che consiste nel rinichelare o ricromare il rasoio. Esistono shop online che si occupano dell'operazione, ma potete rivolgervi a ditte di galvanica presenti nelle vostre città. Il costo va dai 20 ai 50 euro.

Per un restauro totale della placcatura originaria potete rivolgervi a Dave di Restored Razor:
restoredrazors.com
Il servizio è offerto anche da Razor Emporium (USA):
razoremporium
In Italia il servizio è disponibile a Padova, presso Petranzan, che offre anche servizi di spedizione:
http://www.cromaturapetranzan.it


PULIZIA GIORNALIERA. E' DAVVERO NECESSARIA?

Il vostro DE dopo la rasatura avrà certamente tracce di sapone e calcare, nonostante il più delle volte si è provveduto ad accurato risciaquo.
In queste condizioni, soprattutto se usate un solo rasoio da riprendere il giorno successivo, basterebbe solamente scuoterlo dopo l'uso e riporlo, magari in un luogo ventilato.
Ricordate che aprire e chiudere continuamente un DE (che sia TTO o tre pezzi) per la mania di renderlo sempre lucente, potrebbe portare a dei danni alla filettatura e all'apertura delle alette, quindi cercate di non smontare ogni giorno il rasoio.
Di tanto in tanto, ad esempio ogni volta che cambiarete la lametta dopo svariati utilizzi, sciacquate bene il rasoio sotto acqua calda ed eliminate le tracce di calcare con uno spazzolino e detergente. Questo consiglio appare anche in moltissimi libretti di istruzioni di vecchi rasoi Gillette, dove si invitava il cosumatore a prendersi cura del proprio rasoio pulendo occasionalmente lo strumento con spazzolino e sapone (va bene un comune shampoo in alternativa al detergente per stoviglie).
Immagine
Ovviamente se non usate il rasoio per molti giorni (mi rivolgo a chi si rade una volta a settimana o più), evitate di riporlo per molti giorni con la lametta montata. Molte lame a distanza di giorni iniziano ad ossidarsi, trasmettendo sulla superficie del rasoio macchie di ossido, che in genere si presenta di colore rossastro.


PULIZIA PERIODICA

Per pulizia periodica intendiamo un'operazione piuttosto approfondita (una sorta di tagliando!) da eseguire 2-3 volte l'anno, ma ovviamente la tempistica varia a seconda delle necessità.
Per la pulizia periodica, basta immergere il vostro rasoio in acqua calda, pulendolo ancora con spugnetta morbida, spazzolino e detergente per stoviglie.
Ricordate l'importanza di pulire accuratamente le filettature e in seguito lubrificare i meccanismi a vite e TTO con una/due gocce di olio lubrificante.


N.B.Su Consiglio di Carducci, al posto della soluzione acqua/aceto potete usare le pastiglie per pulizia delle dentiere.
Pare abbiano un effetto pulente, antibatterico e disinfettante.
Avatar utente
Mino
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: 17/05/2013, 14:45
Località: Latina

Smontaggio di un DE Gillette TTO

Messaggioda bel_riose » 02/06/2013, 22:57

Buonasera a tutti,

voglio, con questo piccolo tutorial, mettere a disposizione la mia esperienza di smontaggio e rimontaggio di DE Gillette Twist-to-open.

Due cose, prima di inziare:

1. Vi racconto la mia esperienza. Quello che ho fatto ha funzionato per me e sui miei rasoi: quando vi apprestate a smontare il vostro, prendete in considerazione il fatto che possa essere diverso. Nessun tutorial può sostituire il buon senso e l'attenta osservazione.

2. Questo breve tutorial parla esclusivamente di DE Gillette TTO non regolabili; gli "Adjustable" (Fat Boy, Slim e compagnia) si smontano in modo diverso.

Detto questo, vi racconto.

Immagine

Anatomia:

I DE TTO della Gillette sono costituiti da 3 parti principali:
1. il manico con base portalama
2. le "porte a farfalla" con il perno
3. la vite di serraggio

Il manico con la base si divide poi in 4:
1a. tubetto del manico
1b. ghiera di apertura
1c. collo di collegamento tra manico e base
1d. base

Il perno si divide in 3 o 5 pezzi:
2a. porta destra
2b. porta sinistra
2c. perno centrale
e in alcuni casi, in ulteriori due pezzi:
2d. e 2e. copri cerniera destra e sinistra

A sinistra, uno Sheraton senza copri cerniera, a destra un Aristocrat con il copri cerniera:
Immagine

Ecco i pezzi principali (Aristocrat jr. - made in England):
Immagine

Bisogna averci l'attrezzo

Per smontare un DE TTO non si può usare un comune cacciavite, purtroppo.
Il perno centrale (2c) è serrato dalla vite (3.) che ha una testa particolare, in cui nessun cacciavite comune riesce a far forza.
Immagine

Però la costruzione dell'attrezzo è molto semplice, e non servono utensili particolari: un paio di lime andranno bene.

Si prende un normale cacciavite a taglio (meglio se di scarsa qualità).
Bisogna fare due modifiche:

A. intagliare un intaglio circa triangolare nel taglio, in modo che prenda nella testa della vite. La profondità dell'intaglio deve essere intorno ai 2mm.
e
B. ridurre la larghezza della lama, in modo che questa riesca a raggiungere la vite. La larghezza finale deve essere intorno ai 6mm, anche un pelo meno.

Immagine

Immagine

Immagine

Smontaggio

Ora bisogna svitare la vite.
Semplice? Sì, quando ti hanno detto una cosa importante:

E' UNA VITE CON FILETTATURA SINISTRA

Quando attaccherete il vostro vecchio Gillette tutto incrostato, non c'è niente di peggio che ammazzarsi di fatica per poi scoprire che si stava svitando dalla parte sbagliata. Inoltre si rischia di rovinare per sempre la testa della vite, visto che già il nostro attrezzo è artigianale.

La famosa vite sinistra svitata:
Immagine

Il più è fatto: ora basta aprire le porte, e sfilare delicatamente il pezzo 2 dal pezzo 1:
Immagine

Ecco fatto, il nostro rasoio è smontato:
Immagine

Si può smontare di più?


Sì, ma io non lo farei.
Le due porte (2a e 2b) sono collegate al perno centrale (2c) dalle cerniere. Le cerniere sono della laminette piegate attorno a piccoli perni. A meno che le cerniere non siano danneggiate, aprire (e richiuderle!) non è semplice.

La ghiera di apertura è collegata al tubetto del manico tramite un anello che si forma imbutendo il manico. Su questo anello si appoggia tutto lo sforzo necessario all'apertura delle porte a farfalla.
Sebbene la ghiera possa essere tolta, io lo sconsiglio grandemente: si rischia di danneggiare il rasoio. Una volta che l'anello in rilievo formato nel manico è usurato, girando la ghiera le forze in gioco faranno sì che invece di aprirsi le porte, sarà la ghiera ad essere spinta verso il basso. Riparare tale danno è un incubo che comporta l'uso del tornio e la fabbricazione di altri attrezzi (ne parleremo un'altra volta).

Il tubetto è collegato al collo, ed il collo alla base, per interferenza: la parte che fa da femmina viene scaldata, quella che fa da maschio raffreddata, vengono piantate una dentro l'altra e a temperatura ambiente si serrano.
Non sono fatte per essere smontate. Inoltre, lussare il tubetto per liberarlo dal collo lo può crepare longitudinalmente (se ne vedono un sacco su ebay con questo danno). Anche qui, a meno che non sia assolutamente necessario, meglio lasciar perdere.

Lo smontaggio (parziale) che vi ho presentato è assolutamente sufficiente per ogni manutenzione e, cosa più importante, per la ricromatura (o nichelatura, o doratura).
In questo caso bisognerà fare attenzione che la deposizione del piccolo strato di cromo (o altro metallo) può aumentare leggermente gli spessori, quindi in fase di rimontaggio bisogna fare un minimo di attenzione per vedere se qualcosa sforza e al massimo carteggiare le parti non visibili, se queste non scorrono bene.

Spero che le mie esperienze siano utili a tutti quelli che vogliono provare a far manutenzione o riparare il loro DE!
E' il mano libera di tuo bisnonno. Questo è il rasoio dei Very Uominy, non è goffo o erratico come un multilama. E' elegante invece, per tempi più civilizzati. (il barbiere di Obi-Wan Kenobi)
Avatar utente
bel_riose
 
Messaggi: 503
Images: 230
Iscritto il: 26/09/2011, 13:51
Località: Torino, Italia

Re: [Tutorial] Smontaggio di un DE Gillette TTO

Messaggioda nomooken » 12/06/2013, 23:00

Leggo solo ora... Nessuno ti ha fatto i complimenti per il tutorial?? A brutti zozzoni....
Bel tutorial, molto informativo grazie :)
KNOW THE WORLD OVER
JESUS ShAVES
Avatar utente
nomooken
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 17/05/2013, 15:24
Località: Lund, Sweden

Re: [Tutorial] Smontaggio di un DE Gillette TTO

Messaggioda AlfredoT » 19/06/2013, 17:09

Ci vorrà senz'altro del buon senso, Bel_riose, ma la tua manualità ed esperienza non la vendono in buste! :D
Ho letto e sono sconcertato dalla tua precisione e pazienza!
Istruzioni chiarissime ed esaustive! :)
God shave the Queen!
Avatar utente
AlfredoT
 
Messaggi: 5802
Images: 549
Iscritto il: 11/05/2013, 11:05
Località: Tra Pv, Pc, Lo e Mi

Re: [Tutorial] Smontaggio di un DE Gillette TTO

Messaggioda Super Mario » 20/06/2013, 19:02

Eccellente tutorial, grazie!

PS: grazie falsissimo! Effettivamente per me sarebbe stato meglio se non lo avessi mai letto...ora mi prenderà quest'ulteriore voglia di smontare pulire oleare e rimontare.
Non scoraggiarti se qualcosa non funziona come vorresti: o non fa per te, o tu ancora non fai per lei.
Avatar utente
Super Mario
 
Messaggi: 1500
Images: 45
Iscritto il: 23/05/2013, 20:01
Località: Pisa

Re: [Tutorial] Smontaggio di un DE Gillette TTO

Messaggioda walter56 » 20/06/2013, 22:59

Utilissimo tutorial, complimenti bel_riose, lo terro' in evidenza alla prossima occasione di revamping di un DE similare.
Una domanda, i copri cerniere destro e sinistro, sono semplicemente bloccati a pressione?
Ti chiedo questo perchè ho un SS blu tip senza questi copri cerniera, non capisco se sono stati tolti dal precedente proprietario o se è nato senza.
Grazie
Walter
Live Simply, Love Strongly and Go Fishing As often As You Can.
Avatar utente
walter56
 
Messaggi: 391
Images: 315
Iscritto il: 19/05/2013, 21:39
Località: Udine

Patina di sapone su rasoio e ciotola...

Messaggioda Roipnol » 03/07/2013, 17:23

Ho letto qualche indicazione su come effettuare la pulizia, tuttavia non riesco ancora a togliere del tutto, dopo il normale utilizzo, quella fastidiosa opacizzazione biancastra che lascia la crema proraso verde su rasoio (Merkur 34C) e ciotola inox...

Qualche idea ??
" La vita è questo, una scheggia di luce che finisce nella notte. " (Louis-Ferdinand Céline)
Avatar utente
Roipnol
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 03/04/2013, 23:03
Località: Taranto

Re: Patina di sapone su rasoio e ciotola...

Messaggioda barbadura » 03/07/2013, 17:27

Ciao,

Devi sciacquare il tutto sotto l'acqua calda e poi passi il rasoio e ciotola sull'asciugamano stando attenti alla lametta, se persiste levi la lametta e strofini con uno spazzolino vecchio ed il problema è risolto.... ;)
Il barbacassetto - Hall Of Fame

L'intelligenza è una virtù... l'ignoranza non è una colpa... la stupidità è una scelta !!!
Avatar utente
barbadura
 
Messaggi: 2760
Images: 249
Iscritto il: 18/05/2013, 16:57
Località: Palermo

Restauro: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda giancarlo_49 » 04/07/2013, 22:09

Quando ho preso questo rasoio sapevo il suo difetto dovuto al tempo ed all' uso, l' ho preso ugualmente perchè mi ha subito affascinato sia per il suo massiccio peso e sia per l' ottima tenuta dell' intera confezione.

Immagine

Il difetto : la filettatura interna ( maschio ) si è consumata all' apice ed il ......come si chiama....diciamo manicotto non aggancia, forse l' immagine rende meglio l' idea, la freccia indica il punto di usura , la filettatura è quasi conica

Immagine

ho sentito un paio di artigiani che mi hanno prospettato diverse soluzioni ma da me tutte scartate, poi mi è venuto in mente che mio genero lavora in una società di ingrosso di metalli e ne ho parlato con lui , bene, un suo cliente ha trovato la soluzione ideale : ha semplicemente rifatto il manicotto con una filettatura più piccola ed il risultato è la perfetta serrata della lametta nel rasoio

Immagine

Immagine

Purtroppo il mio Sig. Genero ( notare la G maiuscola ) e l' Artigiano che ha lavorato il pezzo non sono utenti di questo forum, avrebbero avuto il mio pubblico ringraziamento.
Io so di non sapere ( Socrate )
Avatar utente
giancarlo_49
 
Messaggi: 617
Images: 241
Iscritto il: 16/04/2010, 20:48
Località: Marina di San Nicola (RM)

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda AntonioM » 04/07/2013, 22:24

Per fortuna l'hai ripristinato alla grande...ma molto spesso la soluzione + semplice x questi problemi e' quella di inserire una molla elicoidale nel filetto in modo da ripristinare la filettatura ormai andata...
"Triste è lo Discepolo che non avanza il suo Maestro" (Leonardo Da Vinci 1452-1519).
Avatar utente
AntonioM
 
Messaggi: 54
Iscritto il: 19/05/2013, 13:20
Località: Toscana

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda giancarlo_49 » 04/07/2013, 22:53

AntonioM ha scritto:.ma molto spesso la soluzione + semplice x questi problemi e' quella di inserire una molla elicoidale nel filetto in modo da ripristinare la filettatura ormai andata...


In effetti è la stessa cosa che mi disse nomooken , ma non ho trovato chi lo faceva

http://www.mtb-forum.it/filetto-spanato-no-problem
Io so di non sapere ( Socrate )
Avatar utente
giancarlo_49
 
Messaggi: 617
Images: 241
Iscritto il: 16/04/2010, 20:48
Località: Marina di San Nicola (RM)

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda AntonioM » 04/07/2013, 23:15

Nel tuo caso visto che devi avvitarlo e riavvitarlo ad ogni cambio lametta secondo me quella da te realizzata e' la migliore soluzione....e' come nuovo....ma nei casi di "emergenza" e soprattutto dove non e' previsto di continuo svita/riavvita...e dove il filetto non e' completamente "attondato" ma ne e' rimasto un accenno...credimi non serve nessuna attrezzatura...basta semplicemente avvolgere la molla sulla vite..imboccarla delicatamente e poi prendera' la "sede" da sola....ma ripeto questa soluzione vale x casi in cui non e' previsto svita/riavvita di continuo....l'importante alla fine e' che hai recuperato un bel pezzo di storia.... ;)
"Triste è lo Discepolo che non avanza il suo Maestro" (Leonardo Da Vinci 1452-1519).
Avatar utente
AntonioM
 
Messaggi: 54
Iscritto il: 19/05/2013, 13:20
Località: Toscana

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda ischiapp » 05/07/2013, 10:07

Giancarlo ti faccio i miei complimenti per la tenacia, al Sig. Genero per l'empatia, all'Artigiano per la realizzazione impeccabile.
Più che un restauro, una rinascita degna della Fenice. ;)
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 12879
Images: 1877
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda giancarlo_49 » 05/07/2013, 17:56

ischiapp ha scritto:Più che un restauro, una rinascita degna della Fenice. ;)


:D :D :D
Io so di non sapere ( Socrate )
Avatar utente
giancarlo_49
 
Messaggi: 617
Images: 241
Iscritto il: 16/04/2010, 20:48
Località: Marina di San Nicola (RM)

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda nomooken » 09/07/2013, 15:54

Gianca', a volte la testardaggine paga! :D
Ti ri-faccio i complimenti. Ma hai buttato il pezzo originale? Tienilo, non si sa mai...
KNOW THE WORLD OVER
JESUS ShAVES
Avatar utente
nomooken
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 17/05/2013, 15:24
Località: Lund, Sweden

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda damisa » 09/07/2013, 17:32

Un bellissimo rasoio, lo cerco da tempo, bravo proprio un bel lavoro
Vivere senza tentare, vuol dire rimanere nel dubbio che ce l'avresti fatta.
Avatar utente
damisa
 
Messaggi: 318
Images: 51
Iscritto il: 18/05/2013, 12:34
Località: Tirreno orientale

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda Luca142857 » 09/07/2013, 22:06

gran bel lavoro, come nuovo :o
“La rasatura è una severa maestra.” Heinlein142857.
Avatar utente
Luca142857
 
Messaggi: 4378
Images: 1179
Iscritto il: 10/05/2013, 15:14
Località: Nordest Emilia.

Re: Gillette Big Fellow 1920

Messaggioda giancarlo_49 » 09/07/2013, 22:26

Grazie a tutti :D

nomooken ha scritto: Ma hai buttato il pezzo originale? Tienilo, non si sa mai...


No non l'ho buttato, centra anche lui nella scatolina.
Io so di non sapere ( Socrate )
Avatar utente
giancarlo_49
 
Messaggi: 617
Images: 241
Iscritto il: 16/04/2010, 20:48
Località: Marina di San Nicola (RM)

Pulire vecchi rasoi

Messaggioda AlfredoT » 14/07/2013, 19:10

Stamattina sono arrivati 2 rasoi.
Un Gillette (USA) che non so che cosa sia (sospetto un Super Speed da quanto ho visto in rete) ed un Valet.
A rigor di termini questo non è un DE, ma non volevo aprire troppi post!
Il Gillette, chiuso, non fa rumori, non scrolla e credo che potrei usarlo (se non è un affettatore!).
Il Valet... be', mi scoccia che sia in brutte condizioni.

Quindi, vorrei pulirli!

Entrambe hanno problemi al manico che, non essendo liscio, non è facile! :?
Le macchioline di ruggine sotto la parte superiore del Valet non credo che presenteranno grossi problemi.
Il problema è che non mi è capitato, di recente almeno, di dover riportare una cromatura a... cromatura! :mrgreen:
Di solito, il ferro lo lascio arrugginito, ma qui è un'altra cosa!
Le mie foto sono orripilanti, ma... meglio di niente... :oops: 5418
Ho cercato di evidenziare gli spot di ruggine, ma credo di avere perso del tempo! :lol:
God shave the Queen!
Avatar utente
AlfredoT
 
Messaggi: 5802
Images: 549
Iscritto il: 11/05/2013, 11:05
Località: Tra Pv, Pc, Lo e Mi

Re: Pulire vecchi rasoi

Messaggioda Luca142857 » 14/07/2013, 19:25

Avendo fatto la naja nella contraerei, sono, diciamo ero avezzo a distinguere delle sagome indistinte e confuse. :mrgreen:
Quidi ti posso dire che si... trattasi di SS e Valet !!!
Non preoccuparti per la ruggine, i DE non la fanno, sarà quella lasciata dalle lamette.
Dopo il trattamento che leggerai negli appositi tutorial vedrai che torneranno al loro max splendore possibile! ;)
“La rasatura è una severa maestra.” Heinlein142857.
Avatar utente
Luca142857
 
Messaggi: 4378
Images: 1179
Iscritto il: 10/05/2013, 15:14
Località: Nordest Emilia.

Re: Pulire vecchi rasoi

Messaggioda Mino » 14/07/2013, 20:48

Luca142857 ha scritto:Non preoccuparti per la ruggine, i DE non la fanno, sarà quella lasciata dalle lamette.
Dopo il trattamento che leggerai negli appositi tutorial vedrai che torneranno al loro max splendore possibile!


A me sembra un distacco delle finitura originaria che lascia intravedere l'ottone sottostante.
Se il problema è quello non c'è soluzione. O li tieni così come sono, oppure ricorri al revamp totale.
Avatar utente
Mino
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: 17/05/2013, 14:45
Località: Latina

Re: Tutorial - Pulizia, Restauro e Manutenzione

Messaggioda AlfredoT » 15/07/2013, 1:32

Re.: Luca

Dopo il trattamento che leggerai negli appositi tutorial vedrai che torneranno al loro max splendore possibile!
Ecco... La parola chiave è "possibile"! :D
Non è ruggine, Luca! E' la cromatura che se ne è andata e compare la ramatura sottostante!

Re.: Mino
A me sembra un distacco delle finitura originaria che lascia intravedere l'ottone sottostante.
E c'hai raggione!
Quello sul manico dell'SS, sì, il resto era sozzura.

ricorri al revamp totale.
Non so in che cosa consista, ma appare minaccioso! :shock:
Dubito che il valore del rasoio giustifichi un'azione radicale ed impegnativa.

Dopo acqua, lavapiatti, OralB, Dremel, carta 3M ad acqua e pasta abrasiva e Sidol.
Adesso lo lascio lì con l'ammoniaca del Sidol a fare il suo lavoro.
Poi vedremo! :|

Il Valet, invece è tornato non certo brillante come era da nuovo, ma direi che si difende bene.

Il mio Duraglit è agli sgoccioli ed in Italia non si trova più. Dall'UK (Silvo, Brasso...) costa più il trasporto del barattolino.
Lo cercherò in Germania da dove on pago trasporto.
Intanto ho messo una gocciolina di lubrificante in tutti i punti in cui si può verificare attrito e l'SS gira molto più morbido, ovviamente

Grazie mille Luca e Mino! :D
God shave the Queen!
Avatar utente
AlfredoT
 
Messaggi: 5802
Images: 549
Iscritto il: 11/05/2013, 11:05
Località: Tra Pv, Pc, Lo e Mi

revamp

Messaggioda claudio1959 » 26/08/2013, 1:45

Vorrei restaurare completamente il "Rocket" di mio padre (e magari anche il mio "storico" e arrugginito ML Solingen)
Ho trovato siti americani e inglesi, mi sembrano davvero competenti... Ma insomma, tempi e trasporto...
C'è qualcuno di AFFIDABILE in Italia, che voi sappiate?
Avatar utente
claudio1959
 
Messaggi: 2100
Images: 64
Iscritto il: 13/06/2013, 10:19
Località: Casalecchio di Reno (BO)-Torino (TO)

Re: rewamp

Messaggioda Bernardo Gui » 26/08/2013, 22:07

Ciao Claudio,
credo che qualche foto e magari l'indicazione della tua residenza potrebbero aiutare ;)
Credere il meno possibile, senza essere eretico; per obbedire il meno possibile, senza essere ribelle.
(Joseph-Marie De Maistre)
Avatar utente
Bernardo Gui
 
Messaggi: 555
Images: 60
Iscritto il: 15/08/2012, 2:32
Località: Estremi confini del Ducato di Savoia

Re: rewamp

Messaggioda claudio1959 » 27/08/2013, 0:03

Le foto fatico a caricarle, ho problemi allo scanner
Comunque: Roket opacizzato (parecchio) non ossidato ma ci manca poco (usura e imprudente uso aceto anni fa)
Solingen parecchio arrugginito (specie dopo incompetente intervento artigiano locale)
Sto a Bologna (e a Torino)
Ti ringrazio
...(Bel Nick!)
Avatar utente
claudio1959
 
Messaggi: 2100
Images: 64
Iscritto il: 13/06/2013, 10:19
Località: Casalecchio di Reno (BO)-Torino (TO)
Prossimo

Torna a Pronto Soccorso

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite