*TUTORIAL* - GUIDA ALLA SCELTA DEL RASOIO DI SICUREZZA

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

*TUTORIAL* - GUIDA ALLA SCELTA DEL RASOIO DI SICUREZZA

Sostienici

Sponsor
 

*TUTORIAL* - GUIDA ALLA SCELTA DEL RASOIO DI SICUREZZA

Messaggioda Mino » 18/05/2013, 9:31

Questo è un breve prontuario per coloro che si avvicinano per la prima volta al rasoio di sicurezza.
E' uno scritto volutamente breve e diretto. Buona lettura :P


VECCHIE PRODUZIONI: GILLETTE

Il rasoio di sicurezza Gillette, sin dall'epoca della sua apparizione (primi del '900) si presenta nelle varianti TTO (ossia twist to open, apertura "a farfalla"), due pezzi, tre pezzi, quattro pezzi (in questo caso si tratta sempre di rasoi da viaggio).
I primi Gillette, come Old Type, The New, Goodwill (prodotti tra 1905-1935 ca) furono rasoi con dentatura aperta (open comb).
Se decidete di buttarvi su modelli come questi sappiate che sono oggetti indicati espressamente per mani esperte e pelli robuste.
Se state iniziando adesso la strada verso il mondo dei DE, fareste bene a starne decisamente alla larga; questi modelli erano tendenzialmente più aggressivi e non sono certo l'ideale per avventurarsi in questo mondo affascinante.
A cosa serve la dentatura aperta? Come detto, i primi Gillette furono dotati di una base portalama con "dentatura", un meccanismo che aiuta a tendere la pelle e aiutare il taglio della lama; ciò significa (e lo dimostrano diverse esperienze di utenti) che su una pelle sensibile si rischia di compiere veri e propri disastri. In linea di massima, gli open comb sono molto più aggressivi dei rasoi standard, poco indicati per una rasatura quotidiana ma possono essere l'ideale per chi ha una pelle robusta e una barba molto difficile.

Immagine
(Gillette Old Type ; Gillette The New)

Sul finire degli anni '30 la Gillette iniziò una produzione decisamente meno laboriosa delle precedenti ma anche più amichevoli in termini di comfort di rasatura: stiamo parlando dei rasoi della serie Tech, rasoi prodotti in diversi materiali: dalla bachelite all'alluminio, fino ai più solidi in ottone.
In quasi tutti i casi sono rasoi molto amichevoli, ideali quindi per pelli delicate e barbe non molto dure.
Se la vostra avventura nel mondo del rasoio di sicurezza sta iniziando adesso, e volete uno strumento delicato e amichevole, buttatevi tranquillamente su questi modelli.

Immagine
(Gillette Tech)

Immagine
(Gillette Tech "Fat Handle")

Il rasoio Gillette che ebbe maggiori fortune e trascinò nelle sue pubblicità personaggi famosi dello spettacolo e dello sport fu il Gillette Super Speed, di cui furono commercializzate, dagli anni '50, tre varianti: Regular (versione standard), Red Tip (versione piu pesante e aggressiva per barbe dure), Blue Tip (versione più amichevole per pelli sensibili).
La versione made in England del super speed razor prese il nome di Gillette Rocket: come già affermato più volte e da più parti, la produzione inglese sembra essere decisamente più efficente della variante americana in termini di profondità di taglio.
I modelli Super Speed sono rasoi molto confortevoli e dal taglio dolce ma deciso, hanno un costo tutto sommato accettabile e sono praticamente indistruttibili.

Immagine
(Gillette Super Speed nelle tre versioni: leggero, standard e pesante)
Super Speed 'Trio' in una vecchia pubblicità
Gillette Super Speed in una pubblicità degli anni '50

Immagine
(Un Gillette Black Handle Super Speed)

Immagine
(Gillette Rocket)

Tra i rasoi appartenenti al mercato del vintage non possono mancare i tanto amati regolabili: tra i modelli più ricercati il leggendario Fat Boy e il fratello snello Slim Adjustable.
Affinità e differenze tra i due ci sono: sebbene il Fat Boy sembra stravincere in estetica, il fratello Slim sembra essere migliore in termini di maneggevolezza.

Gillette Razors, pubblicità d'epoca
Pubblicità d'epoca Slim Adjustable

Immagine
(Gillette Fat Boy)
Gillette Fat Boy in una pubblicità del 1961

Immagine
(Gillette Slim Adjustable)

Alla prima esperienza con il DE, la pelle deve abituarsi al nuovo strumento e alla nuova tecnica; personalmente tendo a sconsigliare i regolabili come primo rasoio perchè, almeno inizialmente, la pelle deve abituarsi a un rasoio dal taglio standard; la voglia di sbizzarrirsi a cambiare settaggio non è una cosa molto sensata per chi è alle prime armi. Inoltre, il peso di questi rasoi è molto elevato rispetto alla concorrenza; forse sarebbe meglio iniziare con qualcosa di più leggero e amichevole.
Buttatevi su un rasoio Tech o su una delle varianti Super Speed.

PRODUZIONE TEDESCHE VINTAGE

Hoffritz (poi Merkur) Mulcuto, Apollo, Rotbart produssero rasoi con una qualità costruttiva davvero invidiabile. Modelli molto ricercati nel mercato del vintage e molto costosi. Generalizzando, uniscono dolcezza sulla pelle a un'ottima profondità di taglio.
Per questi modelli, ebay resta quasi sempre l'unica strada.

Immagine
(Hoffritz)

Immagine
(Apollo)

Immagine
(Rotbart Mond Extra N°15)

Immagine
(Mulcuto, Solingen)

PRODUZIONI MODERNE

Ad oggi l'azienda più importante nella costruzione e commercializzazione del rasoio di sicurezza è la ditta Merkur. Unica pecca, la mancanza in catalogo di un rasoio TTO (apertura a farfalla), ma in compenso non mancano gli open comb, che risultano un pelo meno aggressivi dei loro antenati; il Merkur 15C, in mio possesso, rade a fondo senza essere eccessivamente aggressivo, ma resta in ogni caso sconsigliato ai meno esperti e alle pelli delicate.
Il rasoio più consigliato per i novizi è il modello HD (34c), ma assolvono agregiamente al loro compito anche i rasoi Edwin Jagger e Muhle.

Immagine
(Merkur 34C)

Immagine
(Edwin Jagger DE 87)

Immagine
(Muhle, modello Jet DLC Limited Edition)

Esempi di perfetta costruzione e qualità dei materiali sono i moderni rasoi proposti rispettivamente dalla tedesca Pils (Modello 101NE) e dalla giapponese Feather(Modelli AS D1 - AS D2); rasoi completamente in acciaio inossidabile, fatti per lavorare bene e per durare in eterno. Il loro costo è molto elevato.

Immagine
(Rasoio Pils)

La neozelandese Goodfella, invece, ha proposto un rasoio open comb, ma molto amichevole e adatto a tutte le pelli e le barbe.
Tecnologia moderna in un design accattivamente; ottimo connubio tra tradizione e innovazione. Il costo? attorno ai 45 euro.

Immagine
(Goodfella)

RASOI OBLIQUI E SLANT BAR

Presentano la caratteristica di effettuare un taglio obliquo, avendo la lametta una posizione appunto 'trasversa', e simulano per certi versi il movimento di una ghigliottina. Il taglio di sbiego effettuato dalla lama consente un risultato molto profondo ma sono rasoi molto scomodi per definire basette e pizzetto.
Attualmente in commercio Merkur propone il modello 37C, mentre nel mercato del vintage non mancano modelli appartenenti a marchi diversi (Mulcuto, Bartali, Sonnal).

Immagine
(Un vecchio Sonnal)

Immagine
(Merkur 37C)

Immagine
(Rasoio Tedesco degli anni '70)

Immagine
(Un Fasan tedesco dal taglio obliquo degli anni '40)

PRODUZIONE MODERNE ED ECONOMICHE

E' proprio vero il detto "chi più spende meno spende"? Nel caso dei rasoi di sicurezza la risposta è ni.. Purtroppo in rete sono numerosi i rasoi venduti a prezzi concorrenziali ma la qualità è assai dubbia specie per le produzioni cinesi, pakistane e indiane, con qualche sana eccezione come i rasoi Weishi, venduti ad un prezzo che oscilla tra i 10 e i 15 euro (esteticamente interessante la versione gunmetal) e la cui qualità sembra essere molto buona.
Per chi inizia l'avventura col rasoio di sicurezza, ma anche per l'esperto che vuol guardare al lato economico senza rinunciare alla qualità, consiglio tre modelli facilmente reperibili online e il cui basso costo si unisce ad una notevole qualità costruttiva. Mi riferisco ai modelli Lord, al rasoio Popular di Feather, al rasoio Wilkinson Classic, e a due modelli Gillette ancora in produzione: Rubie e Sterling.
I primi sono rasoi prodotti in Egitto dalla Lord Razors, e la cui qualità ed efficenza è ampiamente discussa in moltissimi forum di appassionati; il loro costo varia dai 7 ai 12 euro. Molto diffuso il modello L122 con manico in alluminio, che riprende il sistema a tre pezzi caro ai vecchi Gillette Tech.

Immagine
(Lord L122)

La giapponese Feather ha in catalogo, oltre al già mensionato rasoio All Stainless, un modello decisamente più economico e reperibile in molti negozi anche in Italia. Il suo costo si aggira intorno ai 20 euro. Il Popular è un modello TTO, con manico e base portalama in plastica e testa in metallo. La sua qualità è buona e sul campo risulta essere un rasoio molto delicato, ideale per tutti i giorni e per le pelli più sensibili.

Immagine

Wilkinson ha proposto da qualche anno il modello Classic. Si tratta di un rasoio a due pezzi costruito in materiale plastico ma molto resistente. Il suo costo si aggira nei negozi intorno ai 3-5 euro. Anche in questo caso siamo di fronte a un rasoi estremamente delicato, che perdona praticamente qualunque errore.

Immagine

Tra i modelli Gillette ancora in produzione, ma praticamente introvabili nel mercato italiano (esattamente come i rasoi Lord), sono il modello 7 O'Clock (Sterling e Super Platinum) e il modello Rubie, prodotto in Russia.
La meccanica di questi rasoi si basa sul classico sistema a tre pezzi. Qualità molto alta, buon rendimento e costo veramente basso (siamo intorno ai 7-12 euro). E' possibile ordinarli entrambi su ebay.

Immagine
(Gillette Rubie)

IL MANICO

I manici dei rasoi di sicurezza raramente superano gli 11 cm e difficilmente scendono sotto gli 8 cm (fanno eccezione alcuni rasoi da viaggio di dimensioni minute).
La questione manico corto o manico lungo dipende dalle vostre esigenze.
In linea di massima, un manico lungo rende meno stabile il rasoio nelle zone dove si vanno a ritoccare i punti più difficili del viso (per ovviare a ciò basta impugnarlo vicino alla testa), cosa che con i manici corti non accade.
Se avete le mani molto grandi, la scelta di un manico lungo è tuttavia una cosa molto sensata.
L'importante è sapere che ciò che più conta in un manico è soprattutto il grip; un buon grip permette una presa salda e sicura e una mano più ferma.

Immagine
(Gillette Super Slim Twist)

Immagine
(Gillette G1000/Automatica)

IL PESO DEL RASOIO

La maggiorparte dei rasoi DE ha un peso che oscilla tra i 25 gr circa e gli 80 gr circa (con punte minime di 15 gr e picchi massimi che superano i 100 gr).
Ora, la scelta iniziale deve ricadere in una via di mezzo tra questi valori.
Scegliete un rasoio dal peso non eccessivo; evitate i rasoi molto leggeri (quelli in Bachelite ad esempio) perchè poco insegnano a come usare un DE; se come primo rasoio scegliete una tipologia molto leggera, i problemi li avrete quando sceglierete un secondo rasoio dal peso più accentuato.

Immagine
(Un Merkur Barber Pole, dal peso di 115 gr)

Immagine
(Un Merkur 45 Bakelite, dal peso di soli 15 gr)

LA LAMETTA

Con quali lamette iniziare?
La quesione non è semplice, visto che nel forum più volte si è detto come "ogni pelle e barba vuole la sua lama" e la lama che risulta la migliore per il soggetto X, non è detto che lo sia altrettanto per il soggetto Y.
Ciò è vero in linea di massima, ma generalizzando si può stabilire che:

1)Se avete una barba molto morbida,lame Elios e Bic Chrome Platinum probabilmente faranno al caso vostro;
2)Se avete una barba dura e pelle delicata potete iniziare con Gillette Platinum,Gillette 7 O'Clock,Wilkinson Classic,Personna Red Pack,Shark Stainless.
3)Se la vostra è una barba molto dura potrebbero andar bene Derby Extra,Rapira,Astra Platinum,Feather.

In Italia le lamette sono disponibili nei grandi supermercati ed è impossibile non trovarle nei negozi con forniture per parrucchieri.
Sperimentare tipi diversi di lame non è cosa molto saggia all'inizio, dove vale sempre la solita regola, ossia che la pelle deve abituarsi a un solo sapone, un solo rasoio, una sola lametta.
Superato il periodo di adattamento a questi fattori potete solo in seguito sbizzarrirvi nello shopping compulsivo.

DOVE COMPRARE

Diversi sono i venditori online, ma se il vostro obiettivo è portare a casa un vintage, i mercatini d'antiquariato e ebay sono l'unica strada.
Oltre che su internet, trovate rasoi di sicurezza in negozi per forniture per parrucchieri e in molte coltellerie della vostra città.
La diffusione di questa passione negli anni ha spostato il mercato da prezzi decisamente bassi a quotazioni più alte; su ebay i prezzi dei rasoi vintage tendono quasi sempre a salire e spesso non rispecchiano il reale valore dell'oggetto che vogliamo acquistare.
I mercatini d'antiquarito della domenica offrono buone occasioni a prezzi più ragionevoli, ma la crescente richiesta si è fatta sentire anche nel campo.
Ricordate sempre, all'atto d'acquisto di un vintage, di controllare la meccanica del rasoio, facendo attenzione al corretto funzionamento di ogni sua componente.

http://www.bottegadelcoltello.it
http://www.lorenzimilano.it
http://www.italianshavingshop.com
http://www.o-lorenzi.it
http://www.soloestetica.it
http://www.preattoni.it/negozio
http://www.shaving.ie
http://www.connaughtshaving.com
http://www.lalamadicollini.it
http://www.safetyrazors.co.uk
http://www.thesuperiorshave.com

NOTE
Tutte le foto sono state reperite online.
Per una panoramica completa e dettagliata sul mondo Gillette consultate il sito web http://www.mr-razor.com
Avatar utente
Mino
 
Messaggi: 1234
Iscritto il: 17/05/2013, 14:45
Località: Latina

Torna a Pronto Soccorso

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti