Duo Medusa CPMS35VN

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Duo Medusa CPMS35VN

Sostienici

Sponsor
 

Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda ischiapp » 31/07/2014, 15:36

Aspettando d'avere il mio ... invito gli altri proprietari dell'ultima fatica del Duo Medusa in collaborazione con la Fantoni ad inserire qui le loro impressioni.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13354
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda miscio » 31/07/2014, 15:41

Buongiorno a tutti, vorrei presentarvi il mio rasoio in CPMS35VN.

Immagine
Seguiranno altre foto.


Di seguito alcune impressioni.

Esteticamente è molto bello, imponente ma leggero, maneggevole e molto ben bilanciato nonostante la sua mole. Il dorso presenta ben visibili i segni della lavorazione meccanica e l'aspetto ruvido e "satinato" potrebbe fra storcere il naso agli amanti delle lame tirate a specchio e ma gli conferisce un aspetto moderno e "futuristico".
Al primo utilizzo l'ho trovato poco aggressivo, molto delicato, fin troppo, quasi non risultasse affilato a sufficienza.

Sentito Aldebaran ho ricevuto alcune informazioni che ritengo utile e necessario condividere.
I rasoi hanno subito in questi giorni la loro primissima affilatura, è quindi possibile che quest'ultima non sia sufficiente. Inoltre tutti i rasoio devono essere abbondantemente scoramellati prima della prima rasatura.

Per ravvivare il filo è necessario apporre uno strato di nastro isolante sul dorso del rasoio. Io ho fatto un centinaio di passaggi su una belga fine e compatta e una decine di passate su pasta rossa.
Dopo questo breve trattamento il filo ha iniziato a radere a dovere.

Dopo questo intervento la seconda rasatura è risultata perfetta. La lama scorre dolce sulla pelle recidendo la barba senza alcun indugio. Nonostante si tratti di una lama rigida segue bene il profilo del volto fornendo una rasatura confortevole e molto ma molto profonda.
Il post shave è stato ottimo, bruciore quasi nullo nè con allume nè con dopobarba alcolico e anche a distanza di quasi una giornata la ricrescita è appena avvertibile e senza "pizzicori".

In definitiva considerato che aspettavo una lama meno confortevole e più aggressiva, sono più che soddisfatto del rasoio, e di sicuro alla prossima raffilatura migliorerà ulteriormente!
miscio
 
Messaggi: 1140
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda miscio » 01/08/2014, 8:44

Questa mattina ho effettuato la terza rasatura con il Medusa CPM-S35VN, la seconda dopo la lucidata al filo.
SOTHD
La rasatura è stata perfetta dolce, precisa e profonda, senza arrossamenti o taglietti.

Trovo la dolcezza di questa lama, nonostante la sua mole e il suo peso, molto piacevole; la sensazione che ti da è differente rispetto a quella riscontrata dai full hollow tedeschi vintage ma non per questo meno confortevole, anzi!

A conti fatti mi sembra che il confort sia durante la rasatura che successivamente ad essa sia molto elevato e che non abbia nulla da invidiare ai carboniosi.
Per questo mese conto di mettere da parte gli altri rasoi e testare a fondo il Medusa, voglio vedere quante rasature consente di fare.

Non vedo l'ora che il rasoio arrivi anche agli altri fortunati acquirenti per poter condividere le sensazioni.
miscio
 
Messaggi: 1140
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda ischiapp » 01/08/2014, 9:16

Non sei il solo, siamo tutti in trepida attesa!! ;)
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13354
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda miscio » 01/08/2014, 9:19

Penso sia questione di poco, abbi fede.
miscio
 
Messaggi: 1140
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda brandon » 01/08/2014, 20:06

(please remove)
Ultima modifica di brandon il 20/10/2015, 18:54, modificato 2 volte in totale.
brandon
 
Messaggi: 33
Images: 8
Iscritto il: 01/09/2013, 19:31
Località: mediopadana

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda altus » 04/08/2014, 14:15

Da un paio di giorni sto provando il nuovo Medusa "High Tech" e mi sembra giusto lasciare qui qualche prima impressione:

L'aspetto è molto massiccio e imponente a cui fa da contrappeso una insospettata leggerezza (a confronto con un W&B For barber use di dimensioni leggermente inferiori); le due caratteristiche me lo hanno reso subito gradevole nell'impugnatura grazie anche a delle zigrinature "effetto lima" (come nei rasoi antichi) di assoluto grip anche con dita umide. Inoltre la satinatura dell'impugnatura lo rende di presa sicura anche quando dalla canonica impugnatura sopra-sotto, passo a quella laterale. La finitura "grezza" di codolo e dorso (ma sarebbe meglio definirla come "metallo spazzolato") che in un primo momento mi aveva un po' sfavorevolmente sorpreso ora me lo rende invece interessante dandogli quell'aspetto high tech che giustamente gli appartiene e non lo fa assomigliare a una semplice copia moderna.

Come consigliato lo ho abbondantemente scoramellato prima dell'uso, ma i risultati sono stati inferiori alle aspettative sulla profondità di rasatura nel contropelo, mentre assolutamente ineccepibile il post-rasatura senza la minima irritazione. Decidevo quindi di dargli un surplus di affilatura passandolo solo ad acqua su una belga vintage da finitura. Dopo un centinaio e più di passate l'acqua era ancora trasparente anche se il filo era più luminoso e brillante, segno di un acciaio di "difficile doma" o meglio molto resistente all'usura.
Consueta lunga scoramellata post-pietra (solo su cuoio, ho una idiosincrasia per le paste) e seconda rasatura: risultati nettamente migliori e anche la sensazione che parte del problema non fosse tanto di affilatura ma anche di tecnica personale, data la mia lunga abitudine con lame di dimensioni meno generose e in acciai più morbidi.
Avendo come unico paragone negli inox un Dovo Reinassance degli anni '90, questo Medusa gli è molto superiore come confort durante e dopo. Solo in alcuni punti della gola e sullo spigolo della mandibola non lo riesco ancora a sfruttare a pieno e quindi non offre il risultato che dovrebbe. Insomma un leggero problema di affilatura iniziale di facilissima soluzione e l'obbligo (per me) di un rodaggio della tecnica con questa lama che esce dai miei canoni abituali.
L'impressione che ne ho è che come tutte le "relazioni pericolose" mi sia necessario un periodo di cauto fidanzamento per scoprirne tutte le suggestioni. :lol:

Insomma sto coscientemente compiendo un tradimento ai miei amati Sheffield, giustificato dalle indubbie qualità di una lama che non si limita a riprodurre quanto è già stato fatto nei tempi passati ma rappresenta un passo avanti nella rasatura "all'antica".
Quindi complimenti vivissimi al duo Medusa e a Emidio per questa realizzazione: un Made in Italy di cui andare orgogliosi.
I miei complimenti anche a Stefano Raffa per la linea del manico che ben si sposa con la lama, per aver fatto lo spaziatore tronco-piramidale che alleggerisce il punto più spesso del manico e per lo spessore ridotto al minimo delle guancette: troppo spesso vedo manici in legno di dimensioni più adatte alla mannaia del macellaio che a un rasoio. Forse avrei tenuto lo spaziatore uno o due mm più sottile in modo da fermare prima la lama lasciando leggermente a vista la scritta CPM-S35VN, ma questo "pelo nell'uovo" non mette in dubbio la perfetta realizzazione del manico, è solo un commento per un "vestito da sartoria a misura" ;)

L'unico vero appunto che sento di fare è sulle rondelle interne, troppo spesse e che lasciano la lama più lasca di quanto sia mia abitudine. Ma se continuassi a sentirlo come un problema.. mi ci vuole poco a sostituirle. ;)
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2807
Images: 2003
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda miscio » 04/08/2014, 14:25

Ciao Altus, hai esattamente avuto le mie sensazioni, dall'affilatura (con la belga che sembra quasi non lavorare) alle descrizioni della qualità della rasatura.
Il pelo nell'uovo che riscontri tu, ovvero la lama un po' lasca, l'ho notato anche io, si vedrà in futuro se e come risolverlo.

Anche io posseggo un renaissance ma del 2013 e devo confermare che il Medusa è molto più dolce nel taglio e nel post, tanto da far concorrenza ai blasonati vintage.
Per quanto attiene alle dimensioni, ora sono alla quinta rasatura consecutiva, ci si fa presto la mano visto il perfetto bilanciamento del rasoio.

Insomma sto coscientemente compiendo un tradimento ai miei amati Sheffield, giustificato dalle indubbie qualità di una lama che non si limita a riprodurre quanto è già stato fatto nei tempi passati ma rappresenta un passo avanti nella rasatura "all'antica".


Sinceramente, vista la tua passione per gli antichi Sheffield, non avrei mai pensato che saresti diventato possessore di questo rasoio nè tantomeno di leggere una simile affermazione.
Il Duo dovrebbe essere orgogliosissimo di questo tuo elogio.
miscio
 
Messaggi: 1140
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda Aalessandro » 05/08/2014, 13:25

Buongiorno,
la settimana scorsa mi è arrivato il rasoio, di seguito le riflessioni:
lo aspettavo, quindi.........................barba incolta !
apro il pacchetto.......................è imponente, forse per me un po' troppo, non me ne vogliano gli amanti degli "over size"
l'aspetto molto aggressivo così, satinato con la riga lucida dove la costa incontra la coramella,
va bèh l'ho comprato, cosa faccio non lo provo ?
Allora via di Paciccella a strappo in cordovan cinquanta passate per lato, intanto pennello in ammollo, ok si parte, schiuma ricca ben massaggiata,
lo prendo in mano e con mia sorpresa nell'uso è molto "leggero" sicuramente merito della bilanciatura e del grip eccellente grazie alle zigrinature,
ma.....[imprecazioni varie].....cosa.....[ulteriori imprecazioni] mi aveva detto Aldebaran che era delicato, ok ma non taglia !
Preso da sconforto lo contatto e lui mi richiama subito (servizio post vendita non buono OTTIMO) dicendomi di passarlo su pasta rossa,
ah ok grazie, allora scendo nel box, prendo la Paciccella a telaio già impastata avvolta nella carta oleata e vado, trenta passate per lato,
torno in casa e ricomincia il rito schiuma ricca ben massaggiata,
intanto via via che lo guardo l'aggressività svanisce e comincia a diventare un amico "da trattare con riguardo"
bene "amico" ripartiamo.....[le imprecazioni dimenticate prima].....niente non ne vuol sapere non è profondo e basta !
sempre più sconfortato vado sul forum e vedo che un altro utente lamenta più o meno le mie impressioni,
leggo avidamente quanto descritto ed intanto è sabato sera, mia moglie che infierisce, non rimane altro da fare che fare finta di niente,
faccio sparire l'oggetto delle prese in giro, cena, film ecc.....
Buongiorno !!!
è domenica, moglie alla spiaggia, e io ? tiro fuori il famoso "amico"
lo guardo e penso: puoi capire se con tutti gli studi fatti sei solo un pezzo di "INOX" !!!
Scendo nel box prendo la carta abrasiva da 1200 la posiziono sul marmo preso apposta e via lappatura delle pietre,
metto il nastro sulla costa come ha detto di aver fatto Aldebaran e parto, AHH.....la 13000 ci scivola sopra !
ok, Coticule con slurry e comincio, aggiungo acqua, proseguo, aggiungo ecc...
dopodiché prendo la 13000 Gallese, slurry e come sopra...
bene, taglia i peli al "volo" che sollievo, però......c'è sempre un però !
dopo tanto lavoro cerchiamo di fare anche quello detto da Aldebaran, quindi,
senza levare il nastro prendo la Paciccella a telaio e faccio trenta passate con la pasta rossa,
vado in casa, levo il nastro, lo pulisco bene con alcool, prendo Paciccella a strappo in cordovan e cento passate per lato.
Ok "amico" adesso se non ti dimostri per come ti hanno descritto nuova disciplina olimpica: LANCIO DEL RASOIO !
Stanco ed accaldato metto ancora una volta il pennello in ammollo e mi faccio la doccia, mi asciugo e.....rito, schiuma ricca ben massaggiata ecc...
prendo il rasoio e, come per incanto, canta quasi, rade bene ed è anche delicato !
Conclusioni personali:
sono felice e fiero di possedere un oggetto artigianale tutto "FATTO IN ITALIA" da persone appassionate,
mi hanno sempre detto che l'inox non va bene per i rasoi a mano libera, SBAGLIANO !
Se è così ostico a prendere il filo suppongo lo sia anche a perderlo, perfetto !
Credo che i problemi di affilatura che poi problemi non sono siano rimediabilissimi nella misura in cui lo si richieda shave ready.
senza voler offendere nessuno e pensando che siano ancora prototipi e sapendo altresì che sono volutamente fatti cercando di abbattere i costi il più possibile mi permetto di fare qualche critica che vuole essere costruttiva così che quando l'oggetto andrà in giro per il mondo (e ci andrà)
possa essere maggiormente apprezzato da persone rompi c@gli@ni come me !
Mi piacerebbe che il mio fosse solo mio, perché non numerarlo ?
il manico vorrei sceglierlo io, li preferisco di altri materiali !
come detto da Altus, le rondelle interne...........Teflon ?
sarebbe bello avesse un astuccio suo !
“Si vis pacem, para bellum”
Avatar utente
Aalessandro
 
Messaggi: 70
Images: 14
Iscritto il: 28/01/2014, 20:12
Località: Rapallo

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda miscio » 08/08/2014, 10:54

Ciao a tutti, in questi giorni ho testato per bene questo rasoio.
Questa mattina è stata la 6 rasatura quotidiana consecutiva e devo dire che il rasoio sembra migliorare di giorno in giorno.
L'acciaio è molto dolce sulla pelle e scorre delicatamente senza tentennamenti. Il perfetto bilanciamento e la presa sicura rendono la rasatura semplice nonostante la sua dimensione.

Al termine delle rasature la pelle si presenta sempre ben rasata senza alcune irritazione tanto da rendere appena avvertibile il pizzicore dell'allume o dell' AS alcolico.

In definitiva non posso che confermare ulteriormente il giudizio positivo su questa lama che non fa di certo rimpiangere i più blasonati rasoi vintage.

Vista la sua inossidabilità, mi accompagnerà anche in vacanza, dato che in camera d'albergo mi sarà difficile garantire le condizioni ideali per prevenire la formazione di ruggine. ;)
miscio
 
Messaggi: 1140
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda ura » 08/08/2014, 20:59

Oggi ho provato per la terza volta il rasoio del Duo Medusa in CPMS35VN ottenendo una
buona rasatura come era già successo nelle due precedenti prove.
Il rasoio a dispetto del suo aspetto fisico piuttosto grosso risulta essere leggero e con le
zigrinature la presa è buona ed il rasoio non sfugge dalla mano.
Appena arrivato l'affilatura c'era e ho solo passato il rasoio sul cuoio per vedere come
rispondeva il filo. Questo filo ha del carattere.
Unico neo la lama lasca rispetto al manico in parte risolto questo problema con dei
piccoli colpi di martello sul chiodino.
Avatar utente
ura
 
Messaggi: 930
Images: 18
Iscritto il: 29/05/2011, 22:01
Località: Pavia

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda brandon » 20/08/2014, 8:38

(please remove)
Ultima modifica di brandon il 20/10/2015, 18:53, modificato 2 volte in totale.
brandon
 
Messaggi: 33
Images: 8
Iscritto il: 01/09/2013, 19:31
Località: mediopadana

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda Aldebaran » 20/08/2014, 8:50

Brandon:
i rasoi Medusa in CPMS35VN sono nuovi,non puoi prenderti l'epatite C perché non li ha adoperati nessuno (prima del legittimo proprietario,in questo caso,tu,del tuo rasoio) e, comunque,suddetta malattia, non scompare con l'olio Ballistol,nel caso un qualsiasi rasoio sia stato utilizzato su una persona con l'epatite.Il ballistol non serve perché quei rasoi sono molto inossidabili (l'innossidabilità totale non esiste).
Scusate l'intromissione e le puntualizzazioni,ma penso siano state doverose,a questo punto.Grazie mille comunque per le recensioni.Buon proseguimento a tutti.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4956
Images: 4261
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda Jekyll » 21/08/2014, 9:06

Piccola digressione medica a proposito dell'epatite C (e di altri virus decisamente peggiori che si possono contrarre con il contatto di sangue altrui)...i virus responsabili delle epatiti (in particolare l'HCV, responsabile dell'epatite C) muoiono in poche ore se lasciati all'aria aperta e si inattivano! Il retrovirus HIV muore addirittura in pochi minuti di esposizione all'aria aperta. A differenza di molti batteri che possono trasformarsi in spore per resistere all'ambiente esterno e rimanere vitali anche per migliaia di anni (sono state trovate spore vitali nelle piramidi, tanto per dare un'idea), generalmente i virus a trasmissione ematica sopravvivono poco fuori dall'organismo ospite. Scusate l'OT.
Jekyll
 
Messaggi: 256
Images: 27
Iscritto il: 11/07/2013, 12:46
Località: Milano

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda Aalessandro » 21/08/2014, 21:12

Buona sera,
Aggiornamento :
arrivato alla quindicesima rasatura consecutiva ho riscontrato un minimo di strappo nella zona dei baffi (zona per me molto critica)
passandolo alcune volte sulla pasta sono ritornato al contro pelo in detta zona con disinvoltura.


Un rigraziamento speciale ad Andrea (Aldebaran) che mi ha raccontato un po' di storia di questo fantastico rasoio
ed anche ai suoi soci/collaboratori che hanno messo in pratica i suoi studi.

GRAZIE !!!
“Si vis pacem, para bellum”
Avatar utente
Aalessandro
 
Messaggi: 70
Images: 14
Iscritto il: 28/01/2014, 20:12
Località: Rapallo

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda altus » 23/08/2014, 18:40

In accordo con Andrea (Aldebaran) e nell'ottica di gettare le basi -meno individuali per quello che mi riguarda- di una sinergia culturale e proficui scambi di esperienze e conoscenze tra il nostro forum italiano e quello francese "Le 3C ou Coupe-Chou Club" http://coupechouclub.cultureforum.net/
ho inviato uno dei nuovi rasoi Medusa a un gruppo di 6 moderatori e utenti selezionati del loro forum per una "prova sul campo" di questo prodotto "made in Italy" di cui possiamo andare giustamente orgogliosi.

Il primo dei "tester" ha scritto ieri un lungo resoconto di cui estrapolo e traduco alcuni punti principali riguardanti affilatura e rasatura, saltando i -positivi- commenti della parte estetica.
Potete comunque leggere l'originale qui:
http://coupechouclub.cultureforum.net/t20253p15-rasoirs-italiens-en-acier-special#359444

Piccolo test sull'avambraccio, al volo: taglia, ma in silenzio. Nessun "kling", "schlaak", skriiiich",: veramente rigida questa lama...
Alcuni passaggi sulla pasta Puma verde, giusto per "leggere le tracce" lasciate nella pasta,: perfetto, la traccia è molto regolare, senza graffi.
Sul cuoio, scivola da solo, senza difficoltà, ma anche senza rumore. Non canta, non tintinna, cosa che sorprende un poco, per una lama tanto imponente.
..........
Primo passaggio a contropelo, come mia abitudine, cominciando dal collo, a destra.
La presa in mano è un poco sconcertante, a causa di questa inpugnatura squadrata, enorme, dagli angoli vivi, ma ci si abitua rapidamente.
I peli non resistono: il taglio è immediato, ma "secco": questo non è -ancora- un rasoio dolce: mi ricorda il mio Kamisori Iwasaki quando l'ho ricevuto, nuovo.
Si sente il potenziale della lama, ma va addolcito, quanto tempo occorrerà per farlo non si sa!
Le guance non pongono problemi, scivola da solo.
Per il baffo provando a restare molto leggero, utilizzando piuttosto la punta,: rade perfettamente, essendo, malgrado la sua taglia, assolutamente precisa.
.....................
sotto il labbro inferiore, dove la pelle è molto fine, e fragile, la lama scivola senza strappi.
L'altro lato non pone problemi, con un passaggio più facile del solito su certe parti come lo spigolo della mascella fin sotto l'orecchio.
......................
Finalmente, dopo questo primo passaggio, non resta più granché da tagliare.
Non un taglio, non un punto di sangue, ed il passaggio del guanto da bagno umido non mi fa bruciare la pelle.
.........................
Secondo passaggio, nel senso del pelo. Sulle guance, non resta più niente, si limita a scivolare da solo.
Sul collo, in una traiettoria piuttosto obliqua, addirittura girando, un poco falciando.
Bene, finalmente, restavano dei peli, poiché li vedo, adesso, sulla lama: falciati di netto!
Mi avvicino al pomo d'Adamo.... ed i peli che abitualmente resistono sono rasati, senza tagli né graffi.
Per l'altro lato, il sinistro, risalgo lungo lo spigolo della mascella, verso l'orecchio, la lama perpendicolare a questo spigolo, poi giro a perpendicolo, per passare sotto l'orecchio, e "falciare" nel collo.
Questo passaggio è spesso delicato per me: la presa in mano non è sempre evidente, e lo scivolamento della lama sullo spigolo è talvolta esitante.
Là, succede questo, la lama non si ferma, non si "pianta", e scivola facilmente.
Sul collo, in obliquo, la lama finisce di radermi senza problemi.
....................
La conclusione, dopo questa prima rasatura, è veramente positiva: rade bene, profondamente!
E malgrado l'impressione di "secchezza" della lama, la pelle non è irritata.
Dopo aver passato il dopobarba sulla pelle, non tira, e resta super dolce.
Ho ritrovato veramente le stesse impressioni che col mio Iwasaki.
Vedi, sempre un acciaio moderno... sicuramente non è una coincidenza.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2807
Images: 2003
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda Aldebaran » 30/08/2014, 6:38

Ringrazio il membro del Forum Francese
http://coupechouclub.cultureforum.net/
Rem.44 (per privacy non scriverò il vero nome) per l'apprezzamento e il video da lui girato con uno dei nostri rasoi Medusa/Fantoni in CPMS35VN
(ultimo suo commento: ce rasoir, c'est un plaisir !).
Sono grato a tutta la comunità francese per la disponibilità dimostrata e al gentile moderatore Altus per essere l'artefice di questo scambio culturale che permetterà,spero,al nostro forum, di diventare sempre più internazionale.

Video di Rem.44



Altri commenti li potete continuare a leggere qui

http://coupechouclub.cultureforum.net/t ... ial#359444

buon proseguimento e auguro a voi e alle vostre famiglie un buon fine settimana,
Andrea
Ultima modifica di Aldebaran il 27/04/2015, 10:19, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4956
Images: 4261
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda ischiapp » 30/08/2014, 13:32

Mi ritrovo perfettamente nelle sensazioni espresse ... soprattutto l'iniziale
Rem.44 ha scritto:Vache, c'est gros!

Non concocordo solo su un dettaglio:
Rem.44 ha scritto:Les afficionados du vintage ne vont pas accrocher, c'est sûr.
Nonostante dettagli squadrati ed "industriali", la forma ed il concetto sono Classici ... nella migliore delle accezioni ... quindi anche un amante dei prodotti vintage (come me) può rimanere affascinato da questa "evoluzione" della specie.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13354
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda ducati82 » 01/09/2014, 20:49

Ieri sera ho avuto l'onore di radermi con questo splendido rasoio!
Per primo devo ringraziare ALDEBARAN che gentilmente lo ha affilato a dovere senza pretendere nulla in cambio!
Il rasoio si presenta maestoso,magari non adatto a chi ama lame più piccole,di dimensioni modeste e sicuramente per chi è alle prime esperienze.
Appena cominciato a scorammelare ho trovato un unico neo,che poi si è ripresentato anche nella rasatura,il manico troppo flessibile,si muove con troppa facilità ma fatta la mano e prestando un po' di attenzione il problema si può sorvolare!
Dopo 50 passaggi su coramella ho effettuato il Primo test sui peli del braccio,saltavano alla perfezzione,notando da subito che questo sicuramente non è un rasoio "canterino" anzi diciamo pure che è muto (io ero abituato al classico suono metallico)
Rasatura..........non ci sono molte parole....Fantastica,mai provato qualcosa di più dolce,sembrava di passare una mano sul velluto!....sublime!!ha tagliato molto falcimente anche i punti più ostici che con altri rasoi devo fare più passate!
La rasatura si presenta profonda e senza irritazioni,anzi al passaggio con il Floyd non c'era alcun bruciore!
Per farla breve voglio dare un voto (se mi permettono)
da 1 a 10 .......questi ragazzi si meritano un 12
ducati82
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 11/01/2012, 19:42
Località: san dona di piave

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda miscio » 02/09/2014, 8:51

dopo oltre 20 rasature non posso che confermare il giudizio positivo espresso precedentemente. Il rasoio sta tenendo il filo alla perfezione e anche questa mattina la rasatura è stata perfetta, dolce, profonda e senza irritazioni.

Effettivamente ha ben pochi rivali e non teme confronti con migliori i vintage.
miscio
 
Messaggi: 1140
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda lucylu » 03/09/2014, 15:46

@AAlessandro ha scritto:

[...] il manico vorrei sceglierlo io, li preferisco di altri materiali ![...]


Ciao Alessandro, come scritto qui è possibile per quanto riguarda la parte della costruzione dei manici personalizzarli nella scelta dei materiali e nel disegno, Per qualsiasi chiarimento non esitate a contattare Stefano via PM o mail.
Grazie per l'attenzione

Lucylu
Avatar utente
lucylu
 
Messaggi: 4
Images: 0
Iscritto il: 28/07/2014, 17:45

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda altus » 10/09/2014, 21:01

GIungono i risultati di un secondo test "francese" dall'amico nca000 :
Sintetizzo e traduco, saltando gli apprezzamenti estetici sulla forma della lama che potete comunque leggere in originale qui: http://coupechouclub.cultureforum.net/t ... ial#363401

Alla rasatura :
È là che questo acciaio accoppiato ad una scarsa concavità mostra tutte le sue specificità: è rigido, o addirittura molto rigido!
Il Dovo Bergischer Löwe era fino allora il mio riferimento in materia di lama rigida, questo lo batte in pieno!
Per la mia prima rasatura di test, i miei riferimenti furono subito persi, talmente questo aspetto colpisce fin dai primi peli tagliati.
L'efficacia è tuttavia molto presente, le proporzioni dell'arnese non mi creano assolutamente problemi ed il suo equilibrio è buono.
Per la mia seconda rasatura di test ho provato a "rompere" un poco questa impressione tentando di accelerare il rodaggio di questa lama praticamente nuova.
Per ciò ho applicato un protocollo di affilatura che mi è sembrata appropriato :
inizialmente pasta diamantata 0.25 micron per avere un minimo di efficacia su questo acciaio che immagino molto duro, poi ossido di ferro per addolcire il risultato, ed infine rifinitura su parecchi cuoi utilizzati in "cascata" dal più efficace al più dolce, questo ultimo è un Kanayama 60.000.
Il risultato si è trovato più vicino ai miei standard abituali, la rigidità è sempre molto evidente, ma le sensazioni sono state più "vellutate" direi.
Forse l'impressione iniziale che "nulla può fermare questa lama" si trova un poco attenuata, ma è solamente al livello d'impressione, l'efficacia è rimasta uguale!

Bilancio alla fine di due rasature :
Un rasoio proprio atipico nel suo comportamento e che sotto un abito apparentemente classico al primo sguardo nasconde in effetti alcuni dettagli molto interessanti.
Mi chiedevo quando l'ho scoperto dove era finita l'anima italiana che ci aveva dato talmente belle cose in molti campi (automobile, moto, eccetera...), e bene adesso posso dirlo: è ben là!
Tutti questi dettagli gli danno un vero carattere che si smarca radicalmente da tutto il resto della produzione.
Non posso anche adesso non impedirmi di fare il confronto per la rigidità di questa lama con il "pezzo di legno su due ruote" che ho nella rimessa e che viene anche lui dall'altro lato delle Alpi...
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2807
Images: 2003
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda Aldebaran » 10/09/2014, 21:36

Ti ringrazio Altus per la traduzione.Lo stesso membro del forum francese,mi è stato fatto notare,che ha anche un blog personale e ha postato lo stesso resoconto nel suo "spazio"
Ecco il link
http://rasage-a-l-ancienne.over-blog.com/
la frase
"[...]Mi chiedevo quando l'ho scoperto dove era finita l'anima italiana che ci aveva dato talmente belle cose in molti campi (automobile, moto, eccetera...), e bene adesso posso dirlo: è ben là!"[...]

è incredibile,ci riempie di orgoglio,la popolazione del forum francese si sta dimostrando fantastica nei nostri confronti,e siamo contenti che,con un nostro prodotto e il tuo aiuto, stiamo riuscendo ad unire due culture riguardanti la stessa passione.

grazie mille di tutto,da parte mia,di Franco e dal resto dei collaboratori del Duo Medusa.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4956
Images: 4261
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda MoPaDa » 11/09/2014, 6:39

Beh ... che dire ...
Sinceri complimenti ...

Sicuramente é un buon segnale della globalizzazione "positiva" e mi auguro che i prodotti "made in Italy" di una certa fattura/qualità abbiano sempre più un posto di rilievo in tutto il mondo.

Good luck.
Have a nice day.
MoPaDa
È più facile scindere un atomo che abolire un pregiudizio.
-- Albert Einstein
Avatar utente
MoPaDa
 
Messaggi: 1080
Images: 80
Iscritto il: 28/06/2014, 9:22
Località: Milano provincia N.E.

Re: Duo Medusa CPMS35VN

Messaggioda miscio » 11/09/2014, 8:23

Bellissimo resoconto dell' utente del forum francese, mi trovo perfettamente d'accordo con tutto quanto scritto e mi riempie indirettamente d'orgoglio la frase sopra riportata.

Mi fa tra l'altro molto piacere leggere frasi così belle dai cugini francesi noti, a torto, più per il loro nazionalismo che per la loro correttezza.

Oggi ennesima sbarbata, ormai è un mese e mezzo che uso questo rasoio con continuità, è un'ottima lama perfetta sotto tutti i punti di vista ma che non annoia e non fa venire voglia di metterla nel cassetto per continuare la consueta rotazione dei rasoi.
miscio
 
Messaggi: 1140
Images: 227
Iscritto il: 01/08/2012, 17:15
Località: Milano
Prossimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Kumo e 3 ospiti