[Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Disinfezione rasoio

Sostienici

Sponsor
 

Re: Disinfezione rasoio

Messaggioda Rooster » 24/02/2015, 16:05

Alexandros ha scritto:Con questo trattamento sicuramente il rasoio sarà stato sterilizzato ma...
purtroppo penso che l 'acciaio portato a 250 gradi abbia subito dei danni irreparabili per quanto riguarda la tempra, la tenuta del filo e l 'affilabilità stessa.



Sara' stata una botta di fortuna, ma io mi ci continuo a radere senza notare nulla di particolare.
Per il futuro cosa faccio?
Magari non porto la temperatura a 250° e procedo invece a 200 ° o come consigliato da Te procedo solo con normalissimi disinfettanti e accurata affilatura su pietra ?
Grazie per la Tua disponibilita'
Rooster
 
Messaggi: 14
Images: 31
Iscritto il: 05/10/2014, 9:18
Località: South Italy

Re: Disinfezione rasoio

Messaggioda Aldebaran » 24/02/2015, 16:23

Mi sono consultato con Franz Kleber:non so il tempo di permanenza in temperatura a 250 gradi,ma per acciai bassolegati si perde,in genere,almeno un punto rockwell ogni 5 minuti con ripercussioni su tenuta del filo e resistenza all'ossidazione.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4927
Images: 4075
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Disinfezione rasoio

Messaggioda Alexandros » 24/02/2015, 17:06

Rooster ha scritto:in uno Sterilizzatore a sfere di quarzo per una ventina di minuti a 250°.


In questi sterilizzatori per estetisti è sufficiente lasciare gli strumenti per 20/30 secondi ...

se così fosse (20 secondi e non 20 minuti) probabilmente è per questo poco tempo che l 'acciaio de tuoi rasoi non ne ha risentito.

Per il futuro si sconsiglio qualsisi tipo di sterilizzazione fredda o calda che potrebbe compromettere l' acciaio, ma solo comune disinfezione e riaffilatura.
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1631
Images: 932
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: Disinfezione rasoio

Messaggioda Rooster » 25/02/2015, 10:18

K Roger ricevuto....per il futuro solo alcool denaturato o bialcool per almeno 3 ore e poi riaffilatura su pietra !!
Grazie ragazzi, preziosissimi come sempre !!!
Rooster
 
Messaggi: 14
Images: 31
Iscritto il: 05/10/2014, 9:18
Località: South Italy

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda pannoverde » 07/03/2015, 14:50

Non ho capito: per disinfettare 2 SE che ho comprato al mercatino basterebbe immergerli per un tot in una soluzione di 70% acqua e 30% alcool o viceversa?
Il sapere umano appartiene al mondo
pannoverde
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 27/04/2014, 21:20
Località: Barberino di Mugello (Firenze)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda MoPaDa » 07/03/2015, 15:14

Meglio un prodotto commerciale a base di sali quaternari di ammonio (p.es. Citrosil azzurro).
In ogni modo, una sana ed energica pulizia con un detergente ed uno spazzolino è normalmente sufficiente per una pulizia accurata di un rasoio.

Composti d’ammonio quaternario (Quaternari o QAC)

Sono composti incolori e inodori con alcune proprietà detergenti che si prestano per la disinfezione di superfici ed ambienti.
La loro azione si esplica interferendo con le reazioni metaboliche delle proteine e con la permeabilità delle membrane cellulari.
Sono efficienti contro i batteri Gram positivi e i funghi, parzialmente efficienti contro i batteri Gram negativi e alcuni virus, per niente efficienti contro i Micobatteri (Gram positivi) e le spore.

Compatibilità
I quaternari sono incompatibili con i tensioattivi anionici; quando vengono miscelati con questi ultimi essi diventano inefficaci.
Non miscelare mai i composti d’ammonio quaternario con i normali detergenti.
Per aumentare l’efficienza dei quaternari, si possono aggiungere dei sequestranti quali l’EDTA, fosfati o fosfonati e tensioattivi compatibili (non ionici).
Un prodotto commerciale potrebbe essere il Lysoform.
MoPaDa
È più facile scindere un atomo che abolire un pregiudizio.
-- Albert Einstein
Avatar utente
MoPaDa
 
Messaggi: 1082
Images: 80
Iscritto il: 28/06/2014, 9:22
Località: Milano provincia N.E.

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Kongensnytorv » 16/06/2015, 8:18

Fermo restando la validitá scientifica e l'utilità dei vostri consigli, quali tra tutti i prodotti nominati é sicuro su un acciaio al carbonio, eccetto l'alcool? Volendo evitare di scatenare l'inferno dell'ossidazione, che esperienza avete con questi altri agenti disinfettanti/sterilizzanti?
Kongensnytorv
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 20/01/2015, 14:32
Località: Napoli

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Bruconiglio » 16/06/2015, 11:26

Normalmente per una breve immersione tutti i prodotti specifici vanno bene.
Ma come dice giustamente ischiapp:
ischiapp ha scritto:...Non ho mai contratto alcuna malattia o altro. Anche perché sul metallo non prolifera la vita. ;)

Lavaggio con acqua, spazzolino e dentifricio, affilatura e via.
A quale rasoio sarebbe destinato il trattamento?
Avatar utente
Bruconiglio
 
Messaggi: 1553
Images: 255
Iscritto il: 01/08/2012, 15:02
Località: Chieti

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Kongensnytorv » 16/06/2015, 11:43

Bruconiglio ha scritto:Normalmente per una breve immersione tutti i prodotti specifici vanno bene.
Ma come dice giustamente ischiapp:
ischiapp ha scritto:...Non ho mai contratto alcuna malattia o altro. Anche perché sul metallo non prolifera la vita. ;)

Lavaggio con acqua, spazzolino e dentifricio, affilatura e via.
A quale rasoio sarebbe destinato il trattamento?


Io capisco il voler bandire il terrorismo infettivo, che certamente non voglio portare in auge tuttavia faccio una serie di considerazioni:

- Il rasoio a cui è destinato il trattamento, pur essendo un Helje, è pur sempre un "usato", non so da chi o quanto tempo fa;
- Un elevato numero di infezioni virali (HCV, HBV, HIV principalmente) è legato ad una via di trasmissione nota come "parenterale inapparente" (ne arrivano purtroppo molti di pazienti con epatite virale contratta dall'estetista);
- L'efficacia di disinfezione/sterilizzazione è strettamente legata alla durata di esposizione all'agente, spesso richiedendo tempi nell'ordine delle decine di minuti;
- Come ho sentito dire efficacemente: "Il fungo velenoso si mangia una volta sola".

Detto ciò, la riprova che quanto citato sopra mi preoccupa, ma fino a un certo punto, è l'aver comunque proceduto all'acquisto di un rasoio usato. Tuttavia se riuscissi a trovare qualcosa con un potere di disinfezione maggiore rispetto all'alcool etilico e che non mi lasci tremende macchie (o peggio) su un acciaio al carbonio ne sarei ben felice.

Edit: E' vero che bestie varie difficilmente sopravvivono su superfici perfettamente lisce ed omogenee, come la lama di un rasoio, tuttavia la superficie che a occhio ci sembra perfetta, talvolta cela microcavità che sono l'ideale per nascondere, proteggere e far crescere animali di ogni tipo. A scopo puramente informativo alcune belve sono capaci di sopravvivere e crescere perfino in acqua distillata (nutrendosi di nutrienti in tracce, e.g. Pseudomonas aeruginosa); quanto più ostica può essere una lama sulla quale tali patogeni trovano anche epidermide desquamata, possibile fonte di "sostentamento"?
Kongensnytorv
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 20/01/2015, 14:32
Località: Napoli

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Trepassate » 16/06/2015, 12:05

Scusami, ma la risposta non è già in questa stessa pagina, pochi post più in su :?: :?
Mi sembra che sia Citrosil Alcolico Azzurro.
Pasquale

"Chi non ama le donne il vino e il canto è solo un matto non un santo" (cit. A. Schopenhauer)
Avatar utente
Trepassate
 
Messaggi: 1558
Images: 243
Iscritto il: 11/02/2014, 19:23
Località: Milano

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda ischiapp » 16/06/2015, 12:18

Buona domanda!! :roll:
Credo sia importante leggere una discussione, e dopo averla metabolizzata fare le domande.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13358
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Kongensnytorv » 16/06/2015, 12:25

Se scrivo non è perchè non mi piacciano le risposte su riportate, che ho letto più volte con estrema attenzione.

Ti riporto il punto cruciale della mia domanda:

quali tra tutti i prodotti nominati é sicuro su un acciaio al carbonio, eccetto l'alcool?


Vi invito a condividere le vostre esperienze con i vari prodotti, siano essi Barbecide (tempi di esposizione?), Citrosil, Clorexidina, Sanisteril (Neo Ferri e Ferri Alcolico), Glutasteril e via dicendo; come li avete usati, su quale acciaio e con quali risultati?
Kongensnytorv
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 20/01/2015, 14:32
Località: Napoli

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda ischiapp » 16/06/2015, 16:53

Come puoi leggere, io personalmente non ho mai riscontrato la necessità di andare oltre un'approfondita pulizia ed una leggera disinfezione con Alcol Etilico denaturato che ho più una funzione di solvente. Tanto il tempo di posa è così corto da non essere un problema per acciai ovvero altri materiali non porosi.
La parte più importante, personalmente, è la pulizia con detergenti prima ed abrasivi in paste poi (ove necessario piccolo restauro, direttamente) su coramella deputata.
La coramella è sempre il miglior alleato per pulire, addolcire ed in generale manutenere il filo del rasoio.

Nel dettaglio venendo alla tua domanda, acciai di tutti i tipi ... sempre con lo stesso risultato: nessun problema!! ;)
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13358
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Bushdoctor » 16/06/2015, 17:31

Per rispondere parzialmente alla tua domanda, il tempo d'immersione per il Barbicide è di 10 minuti.
Ovviamente immergo solo la lama lasciando fuori il manico e non ho riscontrato alcun problema.
Ho questo prodotto principalmente perchè alcuni mi richiedono di disinfettargli i rasoi comprati chissà dove, per i miei rasoi non lo ritengo necessario inquanto le pietre asportano tutto e vado sull'acciaio nuovo.
2254
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2772
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Kongensnytorv » 16/06/2015, 21:41

Vorrei chiedere ad un esperto (come mi sembra essere ischiapp) se codesti prodotti, ad eccezione del Barbicide non disponibile in Italia, sono liberamente vendibili in farmacia. Il motivo della mia domanda sta nella passata difficoltà a reperire in farmacia la clorexidina in quanto, a detta della farmacista, disponibile unicamente in prodotti di fascia H (se si eccettuano poche preparazioni altamente diluite). Ciò è vero? E per quanto concerne gli altri prodotti?
Kongensnytorv
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 20/01/2015, 14:32
Località: Napoli

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda ischiapp » 16/06/2015, 22:42

I prodotti sono disponibili nei canali specializzati in disinfezione e sterilizzazione.
Sicuramente in farmacia puoi ordinare i più semplici.

I prodotti finiti sono di libero smercio ... tipo il colluttorio alla Clorexidina 0,20%. Più che sufficiente per i nostri intenti, se utilizzabile.
Le sostanze pure è un altro discorso, in relazione alla tossicità. Ovviamente.
Puoi comprare i fuochi d'artificio ... non la polvere pirica. ;)
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13358
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Kongensnytorv » 16/06/2015, 23:13

ischiapp ha scritto:I prodotti sono disponibili nei canali specializzati in disinfezione e sterilizzazione.
Sicuramente in farmacia puoi ordinare i più semplici.

I prodotti finiti sono di libero smercio ... tipo il colluttorio alla Clorexidina 0,20%. Più che sufficiente per i nostri intenti, se utilizzabile.
Le sostanze pure è un altro discorso, in relazione alla tossicità. Ovviamente.
Puoi comprare i fuochi d'artificio ... non la polvere pirica. ;)


Grazie per le informazioni!
Per capirci, questo bel flacone (http://www.medistock.it/image/cache/dat ... 00x500.jpg) o me lo porto a casa dalla sala operatoria o ci devo rinunciare?
Kongensnytorv
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 20/01/2015, 14:32
Località: Napoli

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda ischiapp » 17/06/2015, 0:05

Puoi fare click nello shoponline.
Hai problemi al mouse??
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13358
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Alexandros » 17/06/2015, 0:20

L' equivalente del Barbicide in Italia è il Citrosil Azzurro:
http://www.worldpharma.it/dettaglio_pro ... dprod=278&

si trova facilmente in farmacia ed è apposito per la disinfezione di strumenti metallici ed è sicuro su lame di rasoio in acciao al carbonio...successivamente risciacqua per bene la lama .
E' un prodotto a base benzalconio cloruro (comune disinfettante) ma è addittivato per evitare l 'ossidazione dei metalli.
5/10 minuti di immersione come scritto nelle indicazioni basteranno.

Il più comune Citrosil verde invece solo dopo qualche minuto crea macchie evidenti sulle lame dei rasoi in acciaio al carbonio, parlo per esperienza diretta...
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1631
Images: 932
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Kongensnytorv » 17/06/2015, 9:52

Ti ringrazio, gentilissimo. Sembra essere la soluzione migliore al momento.
Kongensnytorv
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 20/01/2015, 14:32
Località: Napoli

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda ischiapp » 17/06/2015, 14:32

Se usassi qualcosa del genere preferirei il Neoferri, più concentrato e meno tossico e volatile. Oltre che più economico.
A meno di non scegliere tutta quella componente solvente del Citrosil Alcolico Incolore (Azzurro ... in contrapposizione al Bruno, identica composizione ma colorato).
http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Citrosil_Alcolico_Incolore.asp
http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Citrosil_Alcolico_Bruno.asp
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13358
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Natale » 17/06/2015, 14:43

Uso all'occorrenza LH Benzalcol Ferri
Mai prendersi troppo sul serio.....
Soprattutto se è un gioco....o una passione...
Avatar utente
Natale
 
Messaggi: 2206
Images: 384
Iscritto il: 10/03/2014, 19:02
Località: Ercolano (NA)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda ischiapp » 17/06/2015, 15:12

Per la serie "Copia&Incolla" 8-) ... quasi anche il nome del NeoFerri.
http://www.pharmaday.eu/file/lhbenzalcolferri.pdf
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 13358
Images: 1988
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda bilos2511 » 15/03/2016, 11:20

Domanda ! Se uno usasse per se stesso un bicchiere di Citrosil per i suoi ferri, una volta passati e classici 10 minuti, il contenuto si potrebbe versare nella stessa botte? Visto che , per coprire la lama di un ML, occorre , nel mio caso usare circa 150-200 ml di prodotto e che per un litro , ti chiedono 10 euro? O meglio mettere a bagno tutto quello che si ha a disposizione in quel momento e una volta fatto, buttare via tutto?
Grazie.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

SV Addicted.
Avatar utente
bilos2511
 
Messaggi: 2918
Images: 515
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: [Tutorial] Rischio infettivo e disinfezione

Messaggioda Zeiger » 15/03/2016, 11:53

Prendi una bottiglia stretta così ti basta molto meno prodotto. Io ho usato un boccetta di plastica delle bolle di sapone per bimbi. È perfetto!
Alessandro.
Avatar utente
Zeiger
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 1478
Images: 479
Iscritto il: 24/04/2015, 16:40
Località: Parma
PrecedenteProssimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti