Consigli per lunga conservazione.

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Consigli per lunga conservazione.

Sostienici

Sponsor
 

Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda Manuelecapo » 28/02/2019, 22:55

Ho intenzione di fare una piccola collezione di rasoi vintage tipo un filarmonica, un puma e altri due, da lasciare a mio figlio appena nato.
Visto che passeranno parecchi anni prima di usarli vorrei sapere quali accortezze devo avere per conservarli al meglio.
Manuelecapo
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2018, 17:36

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda Lino » 28/02/2019, 22:58

Non mi intendo per nulla di ML, quindi non saprei cosa dirti circa il tuo quesito, ma con piacere mi felicito con te e la mamma per il nuovo nato che certamente sarà un barbitonsore !

1000 auguri ! :D
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Lino
 
Messaggi: 2866
Images: 4
Iscritto il: 01/05/2015, 16:40
Località: Roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda TheDruid » 02/03/2019, 9:37

La procedura di conservazione di un rasoio è simile a quella della conservazione di una lama di pregio.
1) Utilizza dei guanti di lattice, per evitare di lasciare ditate (corrosive) sulla parte metallica del rasoio.
2) Con carta tipo scottex pulisci bene il rasoio in tutte le sue parti.
3) Utilizza un olio spay per armi (tipo il Ballistol che oltre a proteggere la lama non è aggressivo per le altre parti del rasoio che potrebbero essere legno, osso, plastiche, ecc.) evitando altre tipologie di olio, in particolare gli "sbloccanti", per la loro azione corrosiva.
4) Avvolgi il rasoio nella carta velina o in carta da imballaggio leggera, ma non nastrarlo con scotch o simili (che contegono sostanze chimiche aggressive), limitandoti a fasciarlo, ad esempio, con una striscia di garza.
5) Riponilo in un luogo asciutto, lontano dal sole e da altre fonti di calore.
6) Controlla il rasoio periodicamente (3-4 mesi) e controlla che non abbia macchie di ossido o di ruggine. Se tutto va bene, lubrifica nuovamente il rasoio con olio spray per armi e rinnova la carta velina o di imballaggio.
TheDruid
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 14/02/2019, 22:05
Località: Ischia

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda altus » 02/03/2019, 10:58

Il Ballistol e gli oli per armi non sono adatti per la lunga conservazione: sono stati pensati per rimuovere i residui della combustione degli spari e quindi hanno componenti aggressive, così come tutti gli sbloccanti tipo WD40. L'olio di camelia come tutti gli oli naturali tende a ndurire nel tempo e quindi è adatto solo per brevi periodi con successiva rimozione e sostituzione.
Il prodotto più adatto, usato nel restauro e nella tecnica museale è il polish Renaissance Wax, cera microcristallina senza acido, dal ph neutro ed è il prodotto più usato al mondo per la protezione delle opere nei musei.
Fu ricreata negli anni 50 nei laboratori del British Museum, che da tempo erano alla ricerca di una cera priva di acidi in grado di conservare al meglio le opere esposte al museo.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3061
Images: 2435
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda ischiapp » 02/03/2019, 11:08

Ottimo il dettaglio della cera.
https://picreator.co.uk/renaissance-wax/

@Altus
Il resto del procedimento rimane invariato?
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
 
Messaggi: 17359
Images: 2525
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda Manuelecapo » 11/03/2019, 23:46

Grazie per i preziosi consigli.
Parlando un po’ con gente più esperta di me, molti mi avevano consigliato il ballistol da usare anche su i rasoi che si usano di frequente. Prima di ogni uso, rimuovere il ballistol con alcol isopropilico/isopropanolo. Il polish renaissance come si stende sulla lama con un batuffolo di cotone e come si rimuove prima di usare il rasoio?
Manuelecapo
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 28/04/2018, 17:36

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda altus » 27/04/2019, 13:14

Forse bisogna chiarire di nuovo: i rasoi ben asciugati e riposti in contenitori di legno o cartone che equilibrano l'eventuale umidità ambientale non hanno bisogno di essere protetti come dimostrano alcuni miei rasoi negli ultimi trent'anni. Mi sfugge poi il senso della "lunga conservazione" dato che i rasoi anche pregiati vanno usati ( il che obbliga alla manutenzione ordinaria) mentre trovo insensato considerarli degli oggetti da vetrina o peggio ancora oliati, incartati, fasciati.... come reliquie da venerare.
I pezzi piu antichi della mia collezione databili verso il 1750 sono arrivati fino a me proprio perché i vari proprietari ne hanno fatto buon uso e li hanno curati usandoli. Nulla danneggia più dell'insensato inutilizzo.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3061
Images: 2435
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda Anitram » 08/06/2019, 11:56

altus ha scritto:Forse bisogna chiarire di nuovo: i rasoi ben asciugati e riposti in contenitori di legno o cartone che equilibrano l'eventuale umidità ambientale non hanno bisogno di essere protetti come dimostrano alcuni miei rasoi negli ultimi trent'anni.
Sognare è necessario, anche se nel sogno va intravista la realtà. (il grande campione di F1 Ayrton Senna)
Avatar utente
Anitram
 
Messaggi: 149
Images: 183
Iscritto il: 31/01/2013, 16:54
Località: Martignano LE

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda Anitram » 08/06/2019, 12:33

Non sono d'accordo.
I rasoi seppur conservati nei loro astucci non sono protetti dell'umidità causa di ossido è ruggine.Salvo nei casi in cui l'ambiente è secco oppure ci possiamo avvalere dell'umidor per eliminare l'umidità,in tutti gli altri casi i rasoi devono essere lubrificati.Io ho comprato un Focus nos ancora con sigillo mai aperto eppure era gravemente pieno di puntini di ossido a causa anche dell'inutilizzo.
Sognare è necessario, anche se nel sogno va intravista la realtà. (il grande campione di F1 Ayrton Senna)
Avatar utente
Anitram
 
Messaggi: 149
Images: 183
Iscritto il: 31/01/2013, 16:54
Località: Martignano LE

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda altus » 08/06/2019, 13:18

Eppure mi sembrava di essere stato chiaro:
altus ha scritto:Forse bisogna chiarire di nuovo: i rasoi ben asciugati e riposti in contenitori di legno o cartone che equilibrano l'eventuale umidità ambientale non hanno bisogno di essere protetti come dimostrano alcuni miei rasoi negli ultimi trent'anni.

Se invece vengono asciugati sommariamente o usati con le dita bagnate non c'è protezione che tenga....
altus ha scritto:I pezzi piu antichi della mia collezione databili verso il 1750 sono arrivati fino a me proprio perché i vari proprietari ne hanno fatto buon uso e li hanno curati usandoli. Nulla danneggia più dell'insensato inutilizzo.

Il portare a esempio un rasoio nos nella confezione originale (che non si sa come e dove sia stato conservato per decenni) non è una contestazione valida rispetto a rasoi che utilizzo da più di trent'anni senza protezioni e che non mostrano tracce di ossido essendo stati mantenuti come si deve.
Ho sempre ripetuto fino alla nausea che i rasoi vanno usati e soprattutto ben mantenuti. Se proprio si vogliono conservare inutilizzati andrebbero trattati con i prodotti studiati per la conservazione museologica come ho detto più sopra e non con prodotti nati per altri scopi.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3061
Images: 2435
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda claudio54 » 17/06/2019, 13:20

ischiapp ha scritto:Ottimo il dettaglio della cera.
https://picreator.co.uk/renaissance-wax/

mi sembra di capire che l'acquisto minimo sia di 25 pezzi (confezione da 65 ml)
potrebbe interessare un acquisto collettivo?
claudio54
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 16/04/2010, 10:14
Località: roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda ugo911 » 17/06/2019, 13:42

Claudio, vai su Amazon e la comperi a 13 euro!
Siate realisti, chiedete l'impossibile! (Albert Camus)
Avatar utente
ugo911
 
Messaggi: 147
Images: 153
Iscritto il: 27/01/2015, 15:35
Località: Roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda claudio54 » 17/06/2019, 16:13

ok, grazie
(non ce penso mai all'amazzone :oops: )
claudio54
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 16/04/2010, 10:14
Località: roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda claudio54 » 17/06/2019, 16:21

Renaissance™ wax polish

una curiosità: perché è dichiarata "polish" ha una qualche azione abrasiva?
claudio54
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 16/04/2010, 10:14
Località: roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda ugo911 » 19/06/2019, 15:30

Bella domanda! chissà se qualcuno sa la risposta! io la ho presa e ne ho messo un leggerissimo velo sul Pizzi "Camuno", su suo consiglio..... se vuoi Sabato la porto all'Aperitivo Romano
Siate realisti, chiedete l'impossibile! (Albert Camus)
Avatar utente
ugo911
 
Messaggi: 147
Images: 153
Iscritto il: 27/01/2015, 15:35
Località: Roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda altus » 19/06/2019, 15:49

Essendo nata per uso conservativo museale è escluso che abbia proprietà abrasive
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 3061
Images: 2435
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Consigli per lunga conservazione.

Messaggioda antower71 » 19/06/2019, 15:51

Avvolgo i mano libera in carta VCI (inibitori volatili di corrosione) da tempo, credo di averne portata e distribuita un po’ ad un aperitivo, dovreste averla entrambi, ad oggi nessun problema ed hanno il vantaggio di non ungere quindi non interagiscono con i materiali organici di alcuni manici, oltre ad avere la lama pronta quando occorre, se serve sabato ve ne porto altra...
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 546
Images: 188
Iscritto il: 01/01/2016, 0:17
Località: Napoli e Roma

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite