Traduzione documento Bushdoctor

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Traduzione documento Bushdoctor

Sostienici

Sponsor
 

Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 24/09/2012, 9:38

Come già accennato,in questo thread fornirò di volta in volta la traduzione ai documenti inviatimi dal Mod Bushdoctor,ringrazio per la cortese attenzione.
Aldebaran

Opportune integrazioni al testo

Video Affilatura

Lappatura

Tabelle comparative

Decalogo di affilatura

Slurry

John Juranitch

Tecnica del double bevel

Trattazione approfondita abrasivi per utensili

Le Mole

Belga gialla-Pietre Naturali

In inglese:

Initiative: Henk Bos
Cover Photos: Simon J. de Waard
Design: Henk Bos
Correctors: Ge Bos-Thoma, Henk Bos and Janneke Bos
In this issue: Henk Bos (JB) and Janneke Bos (HB)
English translation: Ge Bos-Thoma. Corrector: Hein Coolen
Production and Publishing: Henk en Janneke Bos (Expertisebureau Bos) (c) 2006-2012
Website: http://www.xs4all.nl/~bosq
Hasebroekstraat 7, 1962 SV Heemskerk, Tel: 0251-230 050, e-mail: bosq@xs4all.nl
Distribution:
20M info is distributed by email free of charge by the following organizations:
- The National Association for the Preservation of the Historic Vessel (LVBHB)
- Foundation for the preservation of Authentic Steam and Motor Vessels and Tugs (BASM)
- Royal Dutch Motorboat Club (KNMC)
- The Association Motor Tug (VDMS) and the Association of the Tugboat (VDS)
- The Flemish Association for Water Sports (VVW)
- Zeekadetkorps Netherlands (ZKK)
- Scouting Netherlands (SN)
Other organizations may contact the publisher. Info 20M can also be downloaded through the website.
20M is a continuation of the series of information leaflets called M3-magazine, written in the period 1987 to 1995
for Scouting groups with a guard ship (a former barge used as a Scout clubhouse).
M3 magazine No. 1 to 20 can be downloaded via the index on the website
(http://www.xs4all.nl/ ~ bds/m3-index.htm).
The copyrights remain the property of the authors, artists and photographers.
All rights reserved. The copyrights remain the property of the authors, artists and photographers.
No part of this publication may be reproduced and / or published by print, photocopy,
and microfilm or by any other means without prior permission of the publisher.


In Italiano:

Iniziativa: Henk Bos
Foto di copertina: Simon J. de Waard
Design: Bos Henk
Correttori: Ge Bos-Thoma, Bos Henk e Bos Janneke
In questo numero: Henk Bos (JB) e Bos Janneke (HB)
Traduzione in Inglese: Ge Bos-Thoma. Correttore: Hein Coolen
Produzione e pubblicazione: Henk en Bos Janneke (Bos Expertisebureau) (c) 2006-2012
Sito web: http://www.xs4all.nl/ ~ Bosq
Hasebroekstraat 7, 1962 SV Heemskerk, Tel: 0251-230 050 e-mail: bosq@xs4all.nl
Distribuzione:
Info 20M è distribuito via e-mail gratuitamente dalle seguenti organizzazioni:
- L'Associazione Nazionale per la Conservazione della Nave storico (LVBHB)
- Fondazione per la conservazione di Authentic navi a vapore e del motore e rimorchiatori (BASM)
- Royal Dutch Motoscafo Club (KNMC)
- L'Associazione Tug Motor (VDMs) e l'Associazione del rimorchiatore (VDS)
- L'Associazione fiamminga per sport acquatici (VVW)
- Zeekadetkorps Paesi Bassi (ZKK)
- Scouting Paesi Bassi (SN)
Altre organizzazioni possono contattare l'autore. Info 20M può anche essere scaricato attraverso il sito web.
I diritti d'autore rimangono di proprietà degli autori, artisti e fotografi.
Tutti i diritti riservati. I diritti d'autore rimangono di proprietà degli autori, artisti e fotografi.
Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta e / o pubblicati da stampa, fotocopia,
e microfilm o con qualsiasi altro mezzo, senza previa autorizzazione dell'editore.


Introduzione

I trucchi del mestiere

Contenuto della parte 1

Contenuto della parte 2

Contenuto della parte 3
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Bushdoctor » 24/09/2012, 10:37

Grande Aldebaran,

mole di lavoro non indifferente, e se può farti piacere, ti annuncio che è in lavorazione il terzo volume,ma non so ancora quando verrà pubblicato. Buon lavoro
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2612
Images: 446
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 24/09/2012, 11:17

Introduzione

Questo è un manoscritto,tecnico e storico,riguardante le pietre e gli utensili per affilare lame.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 24/09/2012, 11:26

I trucchi del mestiere

Viviamo in un tempo in cui questo mestiere (arrotino,affilatore in senso generale) sta diventando sempre meno importante.
Molta conoscenza si è persa e anche se oggi possiamo trovare in merito molto materiale su internet (riguardante strumenti e tecniche di affilatura) è spiacevole notare che i lavoratori,professionisti del settore, raramente scrivono qualcosa su internet e non sono degnamente rappresentati.
Questo speciale descrive le tecniche e la strumentazione relativa al periodo di transizione che precede l'era industriale.
Una delle abilità più importanti che un falegname deve possedere è la
capacità di saper affilare i suoi strumenti correttamente e facilmente.
Lavorare con utensili a mano può essere un'esperienza frustrante,se questi non sono correttamente levigati.
Piu' affilato sarà l'utensile, minore sarà la forza necessaria per gestirlo.

Henk Bos
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 24/09/2012, 13:32

Contenuto della parte 3 (maggio 2013).

Coti naturali in Europa. (Tra gli altri):
Belgio: Coticule, blu belga.
Germania: Ammergau, Escher, Faso, Franke, Thuringer ecc
Inghilterra: Charnley Forest - Novaculite, Dalmore Gialla
e blu, Inigo Jones - Dragon's tongue, Moughton pietra,
Pietre scozzesi: Tam O Shanter, Acqua di Ayer.
Finlandia: Wästikivi Oy.
Grecia: Naxos, pietra turca (petra Incognita) -
Novaculite.
Francia: Pietre naturali de Saurat dei Pirenei.
Italia: Pradalunga .
Norvegia: Eidsborg.
Austria: pietra di Bregens e Grossau.
Slovenia: Rozsutek.
Repubblica Ceca: Piscovec - Bridlice - Marmor.
Svezia: Gotland; Lemunda, Brugsvik, Gränsfors
Specials - pietre non europee.
Prova di abrasione, tavola di identificazione, indice.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 24/09/2012, 14:03

Introduzione.

Viviamo in un'epoca nella quale imparare un mestiere sta diventando sempre meno importante.Molto di un sapere di un tempo si è perso. Lo scopo di questo scritto è quello di divulgare certe conoscenze e fornire una panoramica delle pietre naturali,dei loro abrasivi, delle pietre per affilare in generale.

Il protagonista di questo racconto didattico sulle pietre per affilatura afferma di aver conosciuto un uomo, un certo Bert Meijer.Questo signore faceva il falegname, e durante delle pause di lavoro affilava i suoi scalpelli su una belga gialla immersa in una scatola di legno colma di acqua.
L'autore aveva anche uno zio falegname di nome Hendrik Raatjes che possedeva strumenti per intagliare il legno e pietre per affilatura custoditi in ordine e gelosamente nel fienile del nonno dello scrittore.

Il narratore torna nei luoghi della sua infanzia, intorno a Vielsalm,per raccogliere queste informazioni che poi in parte ha trasmesso a noi tramite quest'opera.

Durante la luna di miele con la moglie,l'autore conosce il signor Groenendijk Sr.che afferma di aver comprato lo stock residuo di pietre belghe dalla società Burton Lierneux dopo la morte del proprietario.ora vi è un museo rappresentativo della società,dove è possibile comprare anche pietre.


Questo interessante museo si trova a Salmchateau ed èvchiamato Musée du Coticule. Il museo si trova in un vecchio
(restaurato) laboratorio Coticule nei pressi di un torrente chiamato Glain ed è stato aperto dal giugno 1982.
La prima sezione fornisce una panoramica delle rocce eminerali che possono essere trovati nella regione di Salm. la seconda sezione contiene una mostra di documenti e workshop che illustra il contesto storico, sociale e commerciale
in cui questa industria era inattività.
La parte finale è costituito dal laboratorio originale. Tutte le macchine sono ancora presenti e possono essere utilizzati per
dimostrazioni.

L'indirizzo è 50,26123 N º, E 005,90526 º:
Musée du Coticule, Salmchateau - 6690 Vielsalm.
Tel. 32 (080) 21.57.68
Aperto dal 1 ° aprile al l'ultima Domenica di autunno
vacanze scolastiche, dalle 10-12 e 13-17 ore.
Domenica dalle 14 alle 17.30 ore
Dal 1 Novembre - 31 Marzo appuntamento.
Chiuso il lunedì.
La corrispondenza può essere indirizzata a: Robert Nizet,
Administrator, 4 Rue du Vieux Marché, 6690 Vielsalm.
museeducoticule@skynet.be


La storia delle miniere Coticule belghe nelle Ardenne risale al 1625. Il verificarsi di Coticule è una rarità geologica secondo gli esperti.. Oltre al Belgio,le Coticule si trovano solo in Namibia, nella regione Kaokoland.

la Coticule è una roccia metamorfica gialla, compatta, composta da molti minerali.La sua densità è di 3.22 g/cm^3. Si trova in strati che vanno dai 2 mm a 25 cm.
Nelle parti profonde del bacino di limo e argilla vi era Vielsalm,nata dai depositi nei primi anni dell'Ordoviciano (~ 480 milioni di anni fa).E' una zona ricca di ferro e manganese.L' argilla è costituita
da frammenti di roccia di meno di 0,002 mm di dimensione. All'interno,secondo la classificazione di granulometria e struttura di un sedimento della fazione 0,002-,0063 mm vi è del limo.
Argilla e limo hanno granulometria sostanzialmente minore dei granelli di sabbia. Il ferro e manganese probabilmente derivano da attività vulcanica.
La roccia si trova in una zona limitata e separata dal resto dell'ambiente da due linee di faglia. La formazioni rocciose
divise da queste linee di frattura hanno una differenza di età di 150000000 anni!
I nomi dei minerali presenti nelle rocce sono: spessartite [Mn3Al2(SiO4) 3], cerizite e quarzo, per i migliori tipi di roccia
ciascuno per 1/3. Il colore è arancione a bruno rossastro, durezza 7-7,5 e con un peso specifico di 4,12-4,20 kg/dm^3.

Spessartite prende il nome la località Spessart ex (DDR).La Cerizite è un composto di muscovite e paragonite in un rapporto di 2:1,con l'aggiunta di 0-1% e 0-2% clorito caolinite.
Per l'uso che se ne deve fare di una pietra, le minuscole particelle di granato (5-20 micron) sono importanti. Le particelle sono granati circondate da mica e quarzo. In termini di durezza,il granato arriva dopo il diamante, corindone, e topazio.
Come in un pallone da calcio,la sua sueprficie , la superficie è divisa in sfaccettature. A causa della elevata durezza delle particelle di granato, anche gli acciai piu' duri possono essere affilati.


La Coticule non si trova sempre in natura con un lato composto da uno spesso strato blu.Delle volte allora viene incollato un pezzo di pietra blu-viola "Rouge de Salm"(Araldite).L'araldite,incollata con della colla epossidica bicomponente.Nei tempi antichi era utilizzata la pietra Lorena.
La Rouge de la Salm ha anche un effetto molto buono sull' affilatura. I grani contenuti in essa sono di 20- 40 micron di diametro.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 24/09/2012, 14:44

La fine della estrazione mineraria tradizionale nel 1980

La Coticule è stata estratta nei seguenti settori:
Salmchateau, Ottré, Regne Hébronval, nel nord del provincia di Lussemburgo e Sart-Lierneux, nel sud della la provincia di Liegi.Già Plinio il Vecchio scriveva nella sua grande opera "Storia Naturale" che pietre di affilatura molto speciali si trovavano nella zona ad ovest di Trier. L'attività mineraria
risale agli inizi del 16 esimo secolo e ha raggiunto il picco nel 19 ° secolo.
Come risultato dello sviluppo tecnico e l'emergere di coti artificiali sul mercato i consumi di coticule si sono ridotti
e negli anni 1950-1970 una ad una son state chiuse le miniere e le cave.
L'ultima miniera è stata abbandonata nel 1980 e chiusa dopo la morte dell'imprenditore Burton, nel 1982.

Un nuovo inizio nel 1986.

Nel 1986, due giovani geologi, Joseph Grogna e Andre Lesuisse in collaborazione con il comune di Lierneux e la famiglia Burton iniziò a studiare la fattibilità di nuove estrazioni e vendite di coticule . In seguito a tale commercializzazione
la produzione di coti è stata rianimata con strumenti e tecniche moderni.
Le nuove vendite interessarono anche il Brasile e Israele.

Un (altro) nuovo inizio nel 1998.

Nel 1998, la società non è stata fu rilevata da Maurice Celis (ingegnere minerario) e cambiò nome in "Coticule Ardenne".
La società è ora formata da Celis Maurice, suo figlio Rob Celis (ingegnere), un geologo e da alcuni impiegati.

Video:
http://www.streamingkit.de/player/st...erBrocken1.asx
The video was made by a German importer.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 25/09/2012, 9:37

Capitolo 2:Rettifica e levigatura

Levigatura, rettifica e lappatura

Introduzione

Vi sono differenze sostanziali tra queste tre operazioni.E' importante capirne i meccanismi alla base.

Levigatura

La levigatura è una tecnica di lavorazione in cui l'abrasivo viene strofinato su di una superficie.Il materiale da cui è composto l'abrasivo deve essere piu' duro di quello da cui è costituita la superficie.L'operazione serve a rendere la superficie piu' liscia e ad eliminare e/o ridurre impurità e avvallamenti.Nella maggior parte delle occasioni,i grani duri dell'abrasivo sono incastonati in una superficie con un substrato flessibile.Questo substrato puo' essere in lino,carta o fibre.
Un buon strumento abrasivo, una volta poggiato sulla superficie da levigare,durante il movimento,è uniformemente poggiato in tutte le sue parti sulla superficie dove è in atto la lavorazione.La pressione esercitata deve essere omogenea e un buon abrasivo deve rispettare questa peculiarità.Quindi l'abrasivo,innanzitutto deve essere uniforme,sia per quanto concerne l'incastonamento dei grani nella matrice,sia per quanto riguarda gli spazi "vuoti" tra grani e matrice.

Molatura

All'interno della struttura di una mola, i grani sono tenuti insieme per mezzo di un legante rigido. Nelle mole di arenaria i grani e/o le particelle di roccia cementate sono tenute insieme da un cemento composto di calcite,argilla e silice.Nelle mole e pietre artificiali al corindone o carburo di silicio i grani sono uniti da un legante ceramico.Questa ceramica viene ottenuta miscelando caolino (argilla) con particelle compresse.Il composto viene fatto essiccare e quindi cotto.Vi soon molti tipi di leganti.Nelle mole artificiali vi sono anche vari tipi di abrasivi di varie forme e natura.Lavorando con le mole,variando la pressione,si possono ottenere risultati diversi sul "pezzo" che si sta molando.

Lappatura

La lappatura è un tipo di lavorazione che può esser cosi' riassunta: la lappatura è una lavorazione in cui le particelle abrasive contenute in un composto sono poste su di un supporto per levigare una superficie.Durante la lappatura si forma della fanghiglia (slurry).Il movimento deve essere il piu' ampio possibile in modo da ricoprire tutta la superficie su cui si sta lavorando e le particelle di abrasivo devono potersi muovere in tutte le dimensioni.Alcune particelle dell'abrasivo,durante il movimento,si potrebbero staccare.Se per un uso scorretto o per scarsa qualità dell'abrasivo ciò dovesse accadere in misura eccessiva,la superficie da lappare si potrebbe rovinare.
La lappatura di solito viene effettuata sulle pietre belghe gialle e sulla turingia.La belga gialla contiene oltre il legante il 35%-40% di granati (abrasivi) con granulometria compresa trai 5 e i 20 micron.Cio' fa si che questo genere di pietra sia assimilabile ad una 6000-8000 sintetica.La durezza dei grani è tra i 7-8 su scala Mohs. La forma dei grani rappresenta un dodecagono.Tramite l'acqua come fluidificante viene messa a contatto la superficie della belga gialla con lo strumento abrasivo.La fanghiglia formatasi con la lappatura puo' anche essere utilizzata per affilare un coltello.La forma e la durezza delle particelle determina l'affilatura di un tagliente.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 25/09/2012, 9:59

Capitolo 3:Rettifica e levigatura

Sabbia, sapone, soda

Introduzione

La sabbia,la soda e il sapone sono elementi utili per l'affilatura.

La Soda-Carbonato di Sodio

Il carbonato di sodio è, come l'idrogenocarbonato di sodio, un sale di sodio dell'acido carbonico. A differenza di quest'ultimo, nel carbonato entrambi gli ioni idrogeno dell'acido sono stati sostituiti da ioni sodio. Il carbonato di sodio è stato chiamato a lungo soda, ma non è da confondere con la soda caustica. Questa precisazione è resa necessaria in quanto oggi con il termine soda si intende l'idrossido di sodio (la soda caustica).

A temperatura ambiente si presenta come una polvere cristallina bianca. Per riscaldamento tende a decomporsi liberando biossido di carbonio (calcinazione) gassoso. Sciolto in acqua, produce una soluzione basica; una soluzione di 50 g in un litro di acqua a 25 °C ha pH 11,5.

Trova impiego nella fabbricazione del vetro, di prodotti quali silicato e fosfati di sodio, nell'industria della carta e nella produzione di detergenti. In chimica, è un moderato reagente alcalinizzante.

Bicarbonato di Sodio

Borace

Sapone

In origine vi era il sapone verde costituito da olio di canapa.Questo olio è verdastro,quindi il sapone scaturito dalla lavorazione è verdastro.Questo genere di saponi,come quelli costituiti da olio di soia e colza sono morbidi perchè l'olio viene saponificato con idrossido di potassio invece che con l'idrossido di sodio.Questo tipo di sapone viene assorbito totalmente dalle peitre se lo si utilizza per lubrificare.Se si tenta di pulire quindi le pietre utilizzate ad olio con questo genere di saponi,si otterrà l'effetto contrario.

La Sabbia

La sabbia veniva utilizzata,grazie alsuo potere abrasivo, per affilare e rimuovere macchie di ruggine dalle lame.La finitura del bordo si otteneva poi con dell'ossido di cromo spalamto su di una balsa,su cui si faceva scorrere la lama del coltello.

Tipi di Sabbia (lo stesso autore,piu' volte,consiglia di consultare internet per arricchire la nostra conoscenza riguardo i materiali descritti nel testo).

Sabbia Silicea

In Olanda la sabbia è ricca di quarzo.E' bianca.

Sabbia Garnet

Ci sono tre zone lungo la costa olandese dove si possono riscontrare le maggiori quantità di granati abrasivi: nel sud dell'isola di Goeree, tra Schoorl e Camperduin, sulla costa olandandese e sull'isola di Vlieland. A causa dell'erosione delle dune e delle spiagge, si creano vari tipi di granato.La maggior parte di queste sabbie è costituita da quarzo (90%circa),peso specifico 2,65,mentre quella dei granati è di 3,5-4,2. Durante l'erosione della costa l'acqua tende a trasportar via i grani di quarzo (piu' leggeri) e a lasciare i granati (piu' pesanti).
Quando si cammina sulla spiaggia a nord di Bergen nel Nord dell'Olanda ai piedi delle dune, si può trovare uno spazio
dove la sabbia è sorprendentemente rosso scuro, risultato dei depositi di granato minerale.L'elevata concentrazione di granato a Bergen può essere spiegata basandosi sullo studio del trasporto tramite acqua e vento delle particelle di abrasivo suddetto. A Bergen i grani di granato sono concentrati nella zona dove la spiaggia lascia il posto alle dune.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 25/09/2012, 17:35

Cosa dicono le fonti riguardo l'affilatura dei coltelli

I coltelli da cucina venivano affilati su un legno di quercia di 70 cm di lunghezza e 15 cm di larghezza.La sabbia bianca veniva posta su questo legno con una spruzzata di acqua.Si romava cosi' un'argilla utile per affilare.Per mantenere il filo si usava anche della cenere e dal carbone setacciati dal camino.I legni utilizzati erano anche in olmo e frassino.La sabbia utilizzata per affilare veniva raccolta perchè era riutilizzabile e resa ancora piu' fine durante i movimenti con la lama.
http://www.achterhoekeengedicht.nl/Logoud/log1a.htm
http://www.hei-heghoogeind.dse.nl / historie_gebied / oud_brabants_dorpsleven / brabantse_boerderij / Brabantse-boerderij.htm
http://www.lundehund.nl/klompenmaken/ch6.html
http://www.cubra.nl/leedzuinigheid/woordenboek.htm
http://www.molendatabase.nl/nederland/molen.php?nummer
= 1213
http://www.plaatsengids.nl/natuur-enrecreatie/
ossendrecht/de-pottenbergen

Questi inoltre sono gli altri materiali utilizzati per l'affilatura sul legno

* La sabbia bianca.
* Biksteen (arenaria di terra).
* Sabbia rossa delle mattonelle.
* Argilla per la terracotta.
* Cenere setacciata dalla stufa.
* Corindone, smeriglio.
* Pigmenti: Ossido di ferro, ossido di cromo
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 25/09/2012, 17:53

Test di affilatura dei coltelli con i materiali suddetti

Saranno ora descritte le varie prove di affilatura con i materiali suddetti.

Innanzitutto bisogna setacciare le polveri.La sabbia da usare per l'affilatura sarà di 300μ o più fine.

La particolarità dell sabbia d'argento (bianca) dopo esser stata setacciata dalle impurità è che hauna grana molto fine.i chicchi hanno froma quadrata e sono piu' piccoli di 1,5 mm per quanto concerne le dimensioni.La sabbia binaca,quella quarzosa,hanno pochissime intrusioni di ferro.In Belgio,la sabbia d'argento si trova a Lommel e Mol;nei Paesi Bassi nei pressi di Heerlen.

La Biksteen

La Biksteen è una pietra arenaria. Veniva frantumata e venduta porta a porta per essere usata come la sabbia sul legno di quercia.Nella regione di Zaan vi erano numerose mole costituite da Biksteen.L'abrasivo contenuto in essa è l'arenaria di Bentheim.Questa pietra era usata per affilare coltelli.
http://www.torenuurwerk.nl/
Nella cava di Gildehausen,si trovano ancora residui di questa pietra arenaria.
http://www.monser.de/firma.htm
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 26/09/2012, 9:03

Mattoni, mattonelle e argilla

Nel corso dei secoli l'uso di mattoni nei processi di costruzione è diventato preponderante.
La principale materia prima per la produzione di mattoni è l'argilla.
Tradizionalmente dove vi erano depositi di argilla venivano designati i luoghi per la produzione di mattoni.
Originariamente i mattoni venivano cotti nei forni.
Il principio alla base della costruzione di mattoni è rimasto invariato fin dai tempi antichi.
Brick ha una storia secolare riguardo la costruzione di mattoni. I primi ritrovamenti di ceramiche argillose risalgono al 7000 - 6000 aC. Inizialmente era utilizzato il calcare.I primi mattoni cotti sono stati trovati in Mesopotamia e possono esser datati circa tra il 5000 - 4500 aC.
Lo scavo dell'argilla era in gran parte attuato negli alvei di grandi fiumi (il Reno, IJssel, Waal e Meuse) e, in misura minore, nei Paesi Bassi,ad esempio Groningen e Loess o (Southern Limburg) .

L'argilla bianca per la cottura dei mattoni viene estratta da Westerwald vicino Coblenza e Eifel in Germania. L'argilla scavata mostra molte variazioni sia nella composizione minerale che nella granulometria. L' argilla consiste principalmente in particelle di dimensioni inferiori ai 2 micron, che,se superano un tasso del 15% fanno si che il composto si possa definire argilla.L' argilla che contiene una percentuale elevata di piccole particelle è chiamata laterizio; l'argilla con una bassa percentuale di particelle viene definita argilla chiara.
L'argilla per antonomasia consiste in un agglomerato di minerali come illite e smectite.
I minerali argillosi si sviluppano come conseguenza di un'alterazione chimica delle rocce.I minerali argillosi sono più o meno piatti, e si uniscono quando vengono bagnati: l'acqua funziona come una colla. Questa è l'argilla, flessibile e al contempo robusta .L'argilla è scarsamente permeabile perchè tra legante e grani c'è ben poco spazio per l'acqua.
L'argilla secca è già piuttosto solida, ma diventa realmente dura dopo la cottura. Il processo di cottura determinerà
le proprietà del materiale finale (mattone). Prima di esser posti nel forno,i mattoni sono di colore giallastro e/o grigio opaco.Ci sono diversi modi per influenzare il colore del mattone:
1) Scegliendo l'argilla. L' argilla ferrosa è rossa se il contenuto di ferro (Fe2O3) supera l'8% e quando questo
importo supera anche il contenuto di calce (CaO). L'argilla gialla si ha quando nel composto è piu' presente il calcio rispetto al ferro.
2) Variando la temperatura di cottura. Più il colore della mattonella sarà viola,maggiore è stata la temperatura con cui è stato cotto.
3) Con l'aggiunta di calcare (marna) l' argilla che contiene ferro sarà gialla.Ma l'alto contenuto di Fe2O3 rende difficile la fabbricazione di mattoni.
L'industria del mattone olandese lavora prevalentemente l' argilla che è depositata lungo i fiumi principali (Waal, Mosa, del Reno e IJssel).
In aggiunta, ci sono i mattoni di Groningen realizzati con odierna argilla marina alluvionale. Questa è in gran parte decalcificata.L'argilla fluviale ha una struttura un po 'più grossolana.Nel 20esimo secolo la provincia di Groningen aveva
circa 80 fornaci. Nel al 1990 erano già quasi tutte scomparse.
Nel 2002 rimasero due fabbriche:Fimonsteen Hijlkema in Delfzijl e Strare in Oude Pekela. Nel 2010, l'unica fornace rimasta è a nord di Arnhem.. Usano argilla Winsum e di Klein Ulsda, che viene impastata in una massa appiccicosa con l'aggiunta di sabbia dalla Heeresmeer in Pekela.Ora l'autore propone alcuni test di affilatura.Macina in un contenitore un mattone Groningen fatto a Strating.Le particelle risultanti misurano 300 micron.Poi è stata ridotta in frantumi una mattonella olandese Uitgeest .Infine,è stata ridotta in frantumi una mattonella trovata presso il mulino "De Kat".In questo mulino venivano macinate mattonelle per ricavarne pigmenti per vernici.Dei grani da 135 micron saranno utilizzati ora per gli esperimenti.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 26/09/2012, 14:59

La polvere di mattonelle (Red Tile) di cui abbiamo appena discusso conferisce un taglio piu' nitido della sabbia d'argento,e della sabbia bikzand.L'argilla secca infatti si macina molto piu' velocemente e dà un risultato migliore.

Altri metodi di levigatura e lucidatura.

Pietra Pomice

Chiamato anche Bimsstone. E 'senza dubbio una delle più antiche pietre abrasive. Consiste in una schiuma di lava solidificata e quindi proviene da regioni vulcaniche.
Ha approssimativamente la stessa composizione vulcanica del vetro (obsidaan). Quando viene espulsa durante le eruzioni il liquido contiene granelli generati dalla rottura di rocce di grossi dimensioni a causa della forza dell'eruzione.
Località in cui si possono trovare queste pietre: Isole Lipari (Italia), le Isole della Sonda(Indonesia), il Giappone e l'Islanda. Si trova anche nel sottosuolo di Eifel in Germania.
I pezzi piu'grossolani di solito sono ridotti in polvere fine. Gli argentieri usano la pietra pomice per lucidare l'argenteria.
Per carteggiare via la vernice si ha bisogno di qualità media di grani (meno fini di quelli usati dagli argentieri).
Esiste anche la pietra pomice artificiale, a base di farina fossile, polvere pomice e argilla per legante.

Tripoli

Questo materiale si trova in prossimità di Tripoli. E' composto da silice e conchiglie fossili di animali,radiolari e diatomee (alghe silicee).Una volta pulite vengono utilizzate per operazioni di rettifica.Sono anche create artificialmente da una miscela di grana fine,silice anidra, cristallo di quarzo e sabbia di quarzo. Questi sono tutte formazioni silicee.
Sono utilizzate anche in paste abrasive.
La composizione di tale pasta lucidante è il seguente:
1,5 kg di silice, 1,0 kg di gesso (suolo infusoric??) , 2,0 kg di destrina,
2,0 kg di olio di ricino,5kg di olio , 7 kg di olio di canfora.
Questo composto viene riscaldato e poi sciolto in 30 kg di acido solforico del 4-5%.
Suolo Infusoric è un sedimento organico interamente o in larga parte composto da scheletri di diatomee e diatomee unicellulari. Altri nomi per questo tipo di elemento sono silice, diatomite.

Calce e gesso

La parola gesso deriva dal latino Calx ,calcis genitivo (calcare), che a sua volta deriva dal greco Khalix (calcare, ghiaia o pietrisco).
Calce è il nome collettivo per diversi minerali (sali) di calcio, come calce (grassello di calce, gesso naturale), grassello
calce (calce, grasso calce, calce aerea, calce idrata, calcio idrossido di Ca (OH) 2), gesso (carbonato di calcio, CaCO3),
marne e gesso (solfato di calcio, CaSO4).
I greci utilizzavanola calce come base per le loro vernici.la pittura a base di calce è un prodotto molto semplice con un
acidità del pH 12,5. A causa della carbonatazione,il pH scende a circa 8. A causa di questi valori di pH elevato il
prodotto possiede proprietà anti-fungine, anti-batteriche e proprietà antisettiche. E 'stato applicato alle pareti e allo stucco dei soffitti in casa nostra sin dopo il 1956. Il gesso è davvero molto morbido è può essere usato per scrivere sulle lavagne.
il gesso da lavagna ha oggi una composizione diversa,cioè solfato di calcio (gesso) con alcuni additivi.
Il Putty è una miscela di olio di lino e polvere di gesso. Un buon stucco per pavimenti è ottenuto con l'aggiunta di un po 'di cenere di legno e/o cenere di torba, in quanto questa pasta manifesta una durezza straordinaria in un pochi minuti.

Calce di Vienna

La calce di Vienna è un tipo speciale di calce pura,del tutto priva di alluminio,ferro e ossido di magnesio.Serve per lucidare vari materiali.
Prendeorigine dalla combustione della dolomite, e è composta da 50 al 100% di ossido di calcio e di magnesio.

Vim

Il Vim era il nome di un abrasivo in polvere prodotto nel Regno Unito nel 1904 da Lever Brothers (William e James). Il nome
deriva dalla parola vim, che significa energia. La polvere,contenuta in un cartone cilindrico forato superiormente fu u ngran successo. Nel 1921 Vim fu venduto nei Paesi Bassi.Poi fu chiamato Cif.Conteneva un po' di silicio,quindi poteva graffiare le superfici.Fu allora introdotta come abrasivo la calcite (più morbida).La sua durezza è per definizione 3.

Rame Brush Cleaner

E' uno smalto chiaro. L'ossigeno presente nell'aria legandosi alle molecole di rame o agli oggetti in ottone produce ossidi di rame sulla superficie degli oggetti.Questo rame diventa cosi' marrone,nero,e , dopo un po', verde.Con un panno di flanella si strofina il prodotto sugli oggetti e questi tornano lucidi. Brush Cleaner per il rame contiene acido ossalico che è
neutralizzato con ammoniaca. L'agente di lucidatura è la farina fossile di calce.
Lo svantaggio di lucidare il rame è che ogni volta un piccolo strato viene rimosso dall'oggetto.
Lo strato verde di ossidi di rame, come quelli che vedete sui tetti in rame delle chiese e torri ad esempio è abbastanza omogeneoe fornisce protezione contro ulteriore ossidazione (a differenza dell'ossidazione che crea ruggine sul ferro).

Tinder o Punk

E' un fungo dalla struttura legnosa adatto a rimuovere la bava metallica finale del un rasoio in un modo simile alla cinghia di cuoio.
Il punk secco può diventare così duro da poterci affilare anche gli attrezzi messi particolarmente male dal punto di vista dell'affilatura.

Granito per davanzali e controsoffitti

E' usato per costruire anche mole per molare coltelli.
I coltelli sulle pietre vengono affilati secondo un angolo di 15 gradi.La pressione non deve essere esagerata e la velocità di affilatura non è importante.

Corindone - Smeriglio - Smirgel

Corindone

I cristalli sono esagonali e solitamente delimitati da molte superfici inclinate. La durezza è 9 (1650-1850 Knoop)
con un peso specifico di 3,9-4,1 kg/dm^3. La durezza del corindone è vicino a quella del carburo di silicio.
La struttura cristallina è tale che durante l'utilizzo appaiono in superficie angoli sempre nuovi e taglienti.
Il colore è di solito grigio o rossastro. I siti sono in India, Canada e Sud Africa.
Il corindone naturale è usato come abrasivo nel settore ottico.
Una varietà di corindone è il rubino. Grazie alla sua durezza il corindone non è adatto per la gioielleria e viene utilizzato per l'affilatura e la lucidatura.

Smeriglio

Tali aggregati sono costituiti da un corindone granulare denso miscelato con magnetite e quindi di colore scuro.
La durezza varia 7,0-9,0 della scala Mohs.
Sui monti Urali si trovano cristalli di corindone blu al 35-40%. In Birmania e Sri Lanka (ex Ceylon) si formano i rari zaffiri e rubini.
Nota: La magnetite, Fe3O4, è ricca di minerali di ferro e, come tale,si trova nel distretto di Kiruna in Svezia. I cristalli ottaedrici o rombici sono di colore nero con lucentezza metallica, la loro durezza è 6.
La magnetite può contenere una piccola quantità di titanio, cromo o manganese.

Smirgel

(Smirgel in Tedesco, Emery in inglese.) Si tratta di un materiale grigio a nero,costituito dal circa il 65% di allumina e mescolato con magnetite, quarzo lucido e ferro. A seconda della purezza la durezza varia tra 6 e 8.Lo Smirgel è chiamato anche gloss che è una traduzione letterale di Eisenglanz.Si tratta di un antico nome obsoleto dal mineraria di
ematite (Fe2O3).

Naxos

L'isola di Naxos (ex Cipro) offre abrasivi a grana fine di marrone scuro, quasi nero.
Il componente principale è l'ossido di alluminio (45%).Il peso specifico varia da 3,64 a 4,07 g/dm^3.La roccia costituita da Emery non era usata intera veniva triturata.L'azienda Zinndorf di Ransbach-Baumbach usò le Naxos e le Smirgel come materia prima per le pietre per affilare gli strumenti da calzolaio.

Leventinesi (Pietra Turca)

Trovata a Creta. Questa è una pietea naturale di tipo Emery meno morbida e meno pura della Naxos.Viene utilizzata perp ulire i rulli che servono per stampare le pagine dei quotidiani.Le Società Wilz a Idar Oberstein (Germania) le forniscono ancora.

Smeriglio

In America è stata scoperta una pietra ancora più morbida della Emery . A causa delle lievi proprietà abrasive è utilizzata su carta vetrata per levigare il legno.

Pietra sostitutiva della Whetstone

Fonte:In the book "Wood Working a book of Tools, Materials, and Processes for the Handyman", by Paul Nooncree Hasluckwe found the following description on page 128.

Un ottimo sostituto di una pietra per affilare deve essere un composto costituito da zinco e smeriglio. Si prende un pezzo di zinco e lo si fissa su un pezzo di legno.Quindi si strofina un po 'di farina di smeriglio e olio sopra l'attrezzo autocostruito.Poi sopra ci si strofina lo strumento da affilare.

Cenere

La cenere setacciata è stata utilizzata per affilare i coltelli sulle knifeboards.
Vedi: http://www.cubra.nl/leedzuinigheid/woordenboek.htm
Il frassino potrebbe essere usato come un abrasivo particolarmente puro e preferibilmente non bisognerebbe usare un legno che cresce sul lungomare perché non c'è molto potassio utilizzabile in esso.
Le ceneri si mettono in una vecchia federa e si versa l'acqua su di essa. Il risultato che si ottiene è chiamato soda caustica e contiene cloruro di potassio. Questo è anche chiamato carbonato di calcio e ha un significativo aumento del valore pH rispetto al composto iniziale. Non mettere la mano sulla liscivia perché brucia la pelle. Questo liquido può essere utilizzato per il lavaggio della biancheria.
Interessante è l'uso del cloruro di potassio nel settore del vetro. Il vetro è fatto di sabbia chiara pura e cloruro di potassio come flussante.
Se il cloruro di potassio proviene da zone boschive il vetro è verdastro.Nelle zone costiere(es. Venezia) utilizzando la soda per fareil il vetro quest'ultimo risulterà incolore.
Natron è idrogeno carbonato di sodio (bicarbonato di sodio) il e carbonato di natron (soda), si trova concentrato sulle rive
dei laghi salati in Egitto.
La smaltatura di potassio è usata come flussante.La ceramica smaltata è nera internamente perchè viene bollita con acqua e sapone e lucidata strofinandoci sopra un po' di frassino bagnato. Macinare il legno di frassino per utilizzarne le ceneri non è conveniente perchè sono volatili.Bisogna inumidirle un po'.Questo tipo di ceneri hanno poco effetto sull'acciaio,l'argilla rende molto di piu'.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 27/09/2012, 20:30

Polveri e Pigmenti per affilare

Ci sono molti pigmenti che possono essere utilizzati per affilare.Questi pigmenti in polvere sono disponibili in dimensioni e durezza diverse (delle particelle) . Mescolando il tutto con olio si può fare la ognuno di noi si può fare la propria pasta lucidante. Sono necessari circa 15 volumi di olio a 85 volumi di pigmento.
Faremo un test in cui metteremo alla prova su un legno di balsa polvere di ossa,Colcothar,carborundum ,ossido di cromo,ossido di boro ,farina di coticule.

Polvere di Ossa

Sono ossa di pecore bruciate e corno di cervo bruciato.In natura questo composto è chiamato apatite.Può essere bianco al grigio, verde, blu, viola o rosa.

Apatite

È una pietra traslucida, pietra talvolta fluorescente con una copertura vetrosa e semi-lucentezza resinosa. Apatite viene dal greco apatan = barare, perché la pietra si presenta con molte variazioni di colore che possono essere facilmente confusi con pietre come Beryl, Topaz e Tormalina.La durezza dell'apatite e 5 su scala Mohs.

Colcothar

Colcothar è un colorante rosso e viola, quasi interamente costituito da
di ossido di ferro (Fe2O3) all'87% e terreno argilloso. È un pigmento minerale artificiale.E' di colore rosso tendente al viola. Si mischia col sego per affilare,spalmandolo sul legno di balsa.

Carborundum

Carborundum o Crystolon.Fabbricato nel 1891 dall'americano Achenson.E' piu' duro e piu' tagliente degli altri abrasivi,
ma e' relativamente fragile. Esso e' un carburo di silicio (SIC).Si ottiene trattando nei forni a 2000 gradi, una miscela di coke, di sabbia siliciosa, di sale marino e di segatura di legno.
Quasi tutte le impurita'rimangono eliminate,e,praticamennte,non rimane nel forno che una massa cristallina di SIC,col 30% di carbonio e il 70% di silicio.

Ossido di Cromo

Pasta verde (la piu' comune):

Abrasivo :Ossido di Cromo

Legante:Cera,oppure inesistente (abrasivo in polvere)

Grit:0,5 micron e 1 micron (versioni ottimali per la rifinitura).
Grit Pasta Verde Puma ,Dovo o In vendita da Woodcrafters:
5-8 micron ( impuro).
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 28/09/2012, 9:57

Rettifica e Affilatura (parte 2)

Introduzone

Lo scopo di questo secondo volume è:
· Descrivere le pietre naturali , il metodo di levigatura delle pietre e come si usano per affilare.
· Fornire informazioni ai lettori tramite professionisti in modo da istruirli al meglio su cosa e come comprare in materia di abrasivi.Fornire nozioni che aiutino a riconoscere le peitre naturali ed evitare cosi' di prender cantonate.
Henk Bos

Cfr. per il capitolo 1 a 3:
http / / 2020m/info_20m-60.pdf% bosq.home.xs4all.nl/info

Capitolo 4

Tipi di pietre abrasive naturali


Capitolo 5

5.Differenze tra le varie levigature,affilature,lucidature.


5.1Reperti storici

5.2Designazione Pietre

6.Pulire le Pietre Sporche

7.Metodi di classificazione di una pietra
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 28/09/2012, 13:22

Capitolo 4

Tipi di pietre abrasive naturali

In linea di principio ci sono solo tre tipi di pietra adatte per affilare
* La pietra di sabbia
* Ardesia
* Novaculite
*Coticule
*Selce


Tutte le coti sono costituite in gran parte da quarzo.Il quarzo è una forma di diossido di silicio,l' SiO2 è tra i minerali più comuni nella crosta terrestre.
La qualità di una pietra è determinata dalle dimensioni dei grani,la loro forma e il legante.

Definizione di roccia

la roccia si può definire come "Una miscela di minerali, sviluppatasi in maniera naturale, che
viene diffusa e costituisce una parte della crosta dura della terra ".
Nella roccia può coesistere insieme al minerale principale ,uno secondario (ad esempio calcare e marmo
che esistono nel minerale chiamato calcite), o per lo più una miscela di 2 o 3 minerali, raramente di più.
Sappiamo che esistono tre tipi di roccia fondamentalmente:
* Rocce ignee
* Le rocce sedimentarie
* Rocce metamorfiche
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 28/09/2012, 13:39

La Pietra di Sabbia

E' una pietra fatta di sabbia i cui granelli sono cementati insieme.Con questa pietra ci si affilavano le frecce,veniva usata in Inghilterra.
I granelli di sabbia possono essere legati e avere come elementi di base in comune silice, calcite,ferro e anche argilla.

Quarzo

Glauconite

Psammite

Arkose

L'Arcose è generalmente formata da feldspati di cui son ricche le rocce ignee o metamorfiche , più comunemente rocce granitiche , che sono principalmente costituiti da quarzo e feldspati (chiamato ' grus 'come sabbia). Questi sedimenti si son depositatI rapidamente e / o in un ambiente freddo o arido tale che i feldspati non hanno subito una significativa alterazione chimica e decomposizione; pertanto arcose è designata come se fosse una roccia sedimentaria. L'Arcose è spesso associata ad un conglomerato di depositi provenienti dal terreno granitico e si trova spesso al di sopra discordanze oltre tale terreno granitico.

l' Ayers Rock AUSTRALIANO è composta da fine Neoproterozoic / Cambriano arcose, depositataSI nel bacino Amadeus .
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 28/09/2012, 14:54

5.Differenze tra le varie levigature,affilature,lucidature.

Classificazione

Per unaprima classificazione delle pietre e mole possiamo distinguere tre principali gruppi di roccia, vale a dire: arenaria, scisto e novaculite (Arkansas). Per i nostri scopi,quindi l'affilatura di coltelli e rasoi, le pietre devono possedere dei grani piccoli (meno di 0,065 millimetri all'incirca) e distribuiti uniformemente nella matrice.Le pietre e mole con grani superiori alle dimensioni sopra citate sono di solito in pietra arenaria.le pietre con grani piu' piccoli di 0,065 millimetri in genere sono ardesie.Comunque,questa è una scaletta delle dimensioni usata in geologia

* Sabbia 64 mu - 2 mm;
* Limo 2-64 mu;
* Argilla meno di 2 mu.
NB. 1 mu = 1 micron = 1/1000 mm.

La Coticule (belga gialla) ha una granulometria media di circa 1,2 micron.

Come capire quale sia la pietra piu' adatta per un determinato lavoro e quale no?

In primo luogo, bisogna prendere in considerazione quale è lo strumento da affilare (scalpello,piuttosto che rasoio,piuttosto che un coltello).In base a ciò,innanzitutto bisogna capire l'angolo di taglio,diverso per ogni strumento.Sarebbe meglio iniziare ad affilare con una pietra sintetica,tipo la norton 4k/8k (14 e 3μ) per prendere poi padronanza delle naturali.A parte la belga gialla tra le altre pietre naturali possiamo annoverare la Dragon's Tongue,la Charnley Forest e la Tam O' Shanter.Le pietre naturali giapponesi andrebbero utilizzate dagli esperti. Una pietra da 120 (122μ), è una buona scelta per rimediare ai piccoli danni.Per impostare il bevel viene usata una pietra intorno ai (50μ) 320.
Per lucidare il filo si può usare la norton da ambedue i lati.

Classificazione per granulometria e uso di pietre

P 8, 10, 12 Molto grande, adatta per la macinazione.
P 14, 16, 20, 24 Coarse, adatta per la macinazione.
P 30, 36, 46, 50, 60 Coarse, adatte per uso generale.
P 70, 80, 90, 100, 120 (200-125μ)
Grossa, per la riaffilatura e bevelsetting
P 150, 180, 200, 220, 240 (100-45μ)
Molto fine, adatta per la lucidatura e bevelsetting.
F 280, 320, 400, 500, 600, 800, 1000, 1200 (36-3μ)
Extra fine, adatto per la lucidatura fine e di finitura.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 01/10/2012, 14:41

Reperti Storici

Introduzione

Le pietre per costruire le asce erano costituite da selce e si trovano molti di questi importanti reperti a Friesland e Groningen.
Il neolitico fu il periodo d'oro per questo genere di produzioni.Nel 1983 uno studio effettuato da (Madsen e Olauson) dimostrò che nel processo di produzione erano ben distinte quattro fasi :
1. Approviggionamento della materia prima,
2. Spatolatura per dare la giusta forma all'utensile,
3. Rettifica,
4. Lucidatura.
Uno dei macigni da dove veniva prelevata la selce per fare asce è il massiccio di Slenaken,si trova in Olanda vicino al fiume Gulp e fu scoperto nel 1953 da un archeologo dilettante.

Le pietre usate sin dal Neolitico per affilare sono in pietra arenaria e assomigliano ad un pezzo di sapone scavato e pesano tra i 5 kg. e i 10 kg.Si trovano in Scandinavia,Paesi Bassi,Inghilterra.I Vikinghi usavano coti Norvegesi caratterizzate da scisti a grana fine,estratte dalla cava di Eidsborg.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 04/10/2012, 15:43

Designazione Pietre

Saper analizzare da cosa è costituita una pietra naturale significa saper determinare per quale lavoro può andar bene o meno.Ad esempio,per quanto concerne lo scisto,che è duro e ha grana fine ,possiamo dire che va bene per lavorare l'acciaio.Le Whetstone son senza tempo,esistono sia reperti preistorici che medievali.Non si può dire quali tipi di rocce siano piu' utili per fare una pietra da affilatura piuttosto che una mola.In genere van sempre bene le pietre arenarie,il quarzo e/o il granito.Molto meno frequente è l'uso del Gabbro (roccia ignea con il 48%-52% di silice).Rocce metamorfiche tipo gneiss sono piu' utili per far lavorazioni di sgrossatura,le pietre arenarie venivano utilizzate invece per i lavori piu' fini.
L'affilatura coltelli e il mantenimento del filo è sempre stato attuato su coti.La grana fine di queste pietre era costituita da sabbia,gneiss fine di tipo leptiet,amfibolite e orneblenda,scisti,selci.
Vi soon pietre al quarzo e lydite*.Alcune vengono fabbricate riscaldando la sabbia affinchè si tramuti in vetro.Questo tipo di vetro viene chiamato grittel (dal dialetto della provincia di Overijsel).Alcune pietre son fatte in terracotta.Posseggono un manico in ferro a forma di salsiccia. Nel 1903, la Gillette sponsorizzò un suo prodotto per affilare le lamette.Era una pietra concava di vetro.
* Lydite: quarzo con impurità.Sono agglomerati che formano insieme una pietra nera,si trova nei Paesi Bassi.Ha avuto origine dall'insieme di organismi di piccole dimensioni come i radiolari depositatisi sui fondali marini e ardesia silicea.Si trovano esemplari anche sulle Ardenne e nella Germania Centrale.
Vi sono pietre che si usano sfregandoci gli oggetti daaffilare sopra,tipo aghi di legno e ossa.Si triturano sulla pietra degli elementi presi dalla terra.Usando l'olio di lino si forma una specie di inchiostro.Con questo inchiostro si bagnano le punte di aghi fatte di legno e ossa e al contempo si affilano.Si dinge poi una superficie.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 04/10/2012, 16:50

Come pulire le pietre sporche.

Quando si compra una pietra,in un negozio fisico o su internet,sovente non è possibile determinare la sua natura a causa della sporcizia che la ricopre.
Per pulirle vi sono vari metodi.

1.Immergerle in un recipiente di metallo colmo d'acqua insieme a del sapone per lavastoviglie e lasciarle bollire in acqua per circa 3 ore.Fatto ciò,togliere la pietra dall'acqua,spazzolarla con un pettine di ferro,sciacquarla e ripetere l'operazione.Mettere poi la pietra nella segatura per farla asciugare e per togliere i residui di olio.

2.Mettere la pietra in un recipiente colmo di sale per due giorni.

3.Lavare la pietra in lavastoviglie.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Traduzione documento Bushdoctor

Messaggioda Aldebaran » 06/10/2012, 8:19

Il metodo piu' sicuro per imparare come sono fatte le pietre per affilare naturali è quello di vedere molte fotografie e visitare musei di storia naturale.Vi sono molte notizie che possono essere acquisite tramite libri scientifici,oppure ci si può rivolgere a studiosi di scienze naturali e professionisti.Vi sono delle tabelle per la caratterizzazione di pietre,compilate secondo questi criteri:

1. Aspetto;

2. Struttura;

3.Det.dimensione della granulometria;

4. Suono ;

5. Stratificazione;

6. Colori e sfumature;

7. Colore dello slurry;

8. Inclusioni;

9.Densità (peso specifico);

10.Tenacità del legante tra i grani abrasivi/durezza.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti
Prossimo

Torna a Traduzione documento Bushdoctor

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti