TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche rasoi ML

Il luogo ideale per postare i propri rasoi, e conoscerne la storia

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Sostienici

Sponsor
 

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 01/01/2016, 21:04

Grazie ALTUS! Ora sò la storia del mio alcoso!
iosonoildandy
 
Messaggi: 70
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Barba64 » 02/01/2016, 17:52

@Alexandros: ti ringrazio molto dell'intervento, quanto dici sulla lama mi conforta :D .
Per il momento solo riuscito solo a ripulirlo. Per l'affilatura, considerate le coste un po' consumate, confido comunque di riuscire a ravvivare il filo con uno o più strati di nastro sul dorso.
Sull'origine di questo tipo di rasoi, voglio esprimere un'ipotesi. Considerata la fattura, in particolare le guancette sul codolo che donano un'immagine più raffinata del prodotto, mi da l'idea che siano rasoi commissionati da qualche azienda o privato per farne doni per i propri clienti. Le scritte sulla lama potrebbero riferirsi quindi al committente. Peccato che non si trovino in rete informazioni al riguardo.
Il mio cassetto ML
Il mio cassetto DE
"Non sempre ciò che vien dopo è progresso." (Alessandro Manzoni)
Avatar utente
Barba64
Miglior foto di Febbraio
Miglior foto di Febbraio
 
Messaggi: 732
Images: 456
Iscritto il: 13/11/2014, 14:56
Località: Cesate (MI)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda altus » 02/01/2016, 19:16

Barba64 ha scritto:Sull'origine di questo tipo di rasoi, voglio esprimere un'ipotesi. Considerata la fattura, in particolare le guancette sul codolo che donano un'immagine più raffinata del prodotto, mi da l'idea che siano rasoi commissionati da qualche azienda o privato per farne doni per i propri clienti. Le scritte sulla lama potrebbero riferirsi quindi al committente. Peccato che non si trovino in rete informazioni al riguardo.

L'uso di ricoprire il codolo con guancette (di celluloide in questo caso) non rappresenta una produzione particolare su commissione. A parte gli esemplari inglesi dell'800 in avorio (alcuni esemplari nel mio cassetto ;) ) destinati alla fascia alta del mercato, nei Solingen di inizio '900 era una pratica abbastanza diffusa, probabilmente per ridurre l'ossidazione sul pivot e per aggiungere un tocco di pregio. Nel mercato americano erano molto diffusi,come si vede su alcuni cataloghi dell'epoca.
Il simbolo della sterlina probabilmente rappresenta il prezzo a cui veniva venduto il rasoio (messaggio pubblicitario).
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Barba64 » 03/01/2016, 15:22

Grazie Altus :D
Il mio cassetto ML
Il mio cassetto DE
"Non sempre ciò che vien dopo è progresso." (Alessandro Manzoni)
Avatar utente
Barba64
Miglior foto di Febbraio
Miglior foto di Febbraio
 
Messaggi: 732
Images: 456
Iscritto il: 13/11/2014, 14:56
Località: Cesate (MI)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 04/01/2016, 12:40

un ringraziamento speciale ad ALTUS.

Oggi voglio postare questo rasoio solingen comprato su internet. OTHELLO.
Assomiglia molto a un rasoio che è stato venduto qui sul forum, dove c'era raffigurato garibaldi sul manico. Ho fatto una ricerca sul forum e dal nome othello sono venuti fuori diversi risultati, ma tutti appartententi ad un rasoio: Anton Wingen Jr chiamato othello, quindi non può aiutarmi questa cosa...
Vorrei qualche informazione su questo mio rasoio, perchè non lo ho pagato molto, però a me piace.

sulla parte dietro c'è scritto ''M.G'' solingen, che vorrà dire? Avevate mai visto questo rasoio? Inoltre c'è anche scritto made in germany, o almeno lo presumo dato la parte del germany è sotto il manico e quindi illeggibile.

Accanto alla scritta othello c'è anche un 4, scritto più piccolo e in orizzontale rispetto alla scritta othello..

32871 32872

inoltre potete dirmi i miei 3 rasoio postai in questa pagina a quale età possono appartenere?
iosonoildandy
 
Messaggi: 70
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda altus » 04/01/2016, 13:10

Anton Wingen Junior. Solingen. marchio 'Othello' registrato nel 1925 e poi nel 1939.
Le registrazioni avevano una validità di 10 anni.
Presumo che questo rasoio sia stato prodotto negli anni successivi alla seconda guerra mondiale.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 05/01/2016, 0:41

quindi non è un anton wingen? M.G che starà a significare?
iosonoildandy
 
Messaggi: 70
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 11/01/2016, 23:29

non ne sapete niente di questo pezzo, ne avevo trovato un'altro identico in vendita su internet.
iosonoildandy
 
Messaggi: 70
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

identificazione rasoio datato 1700

Messaggioda berserk84 » 19/01/2016, 17:52

ciao ragazzi, mi serve aiuto non per valutare il costo dell'oggetto, ma per identificare che tipo di rasoio è e se effettivamente è "indicativamente" datato nel 1700, manico in corno e ripulita il tutto dal proprietario:

Immagine

Immagine

Immagine

Da quello che mi riesce di capire è un John Shaw ma, se fosse lui, mi sembra più verso il 1850 come periodo, non 1700.

Che mi dite?
Avatar utente
berserk84
 
Messaggi: 282
Images: 114
Iscritto il: 15/12/2015, 17:07
Località: Gallarate

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda dolmen91 » 07/02/2016, 0:47

salve a tutti io sono nuovo in questo forum...mi presento
mi chiamo Denis, ho 24 anni e abito nell'alta provincia di Belluno
possiedo tre rasoi ML: uno shavette Magic, un Dovo 5/8 nuovo con manico in plastica nero e un terzo che ho recentemente acquistato. Si tratta di un Globusmen E. Bergfeld & Sohn (nuovo e ancora nella scatola di plastica molto probabilmente originale) 6/8 con manico in plastica bianca.
siccome in rete non ci sono molte notizie al riguardo volevo chedere a qualcuno di voi ulteriori info su questo marchio e sul mio rasoio in particolare.
allego foto del rasoio e specifico che il rasoio è davvero perfetto e va da dio...secondo voi averlo comprato per 59 € è stato un affare oppure una fregatura...? grazie mille in anticipo e complimenti per la serietà, la qualità e l'utilità di questo forum!

33997

33996

33998
E' sempre stata la mia regola non fumare quando si dorme, e mai astenersi da svegli.
(Mark Twain) ;-)
Avatar utente
dolmen91
 
Messaggi: 11
Images: 12
Iscritto il: 06/02/2016, 23:49
Località: Vigo di Cadore (BL)

Re: identificazione rasoio datato 1700

Messaggioda altus » 07/02/2016, 1:00

berserk84 ha scritto:ciao ragazzi, mi serve aiuto non per valutare il costo dell'oggetto, ma per identificare che tipo di rasoio è e se effettivamente è "indicativamente" datato nel 1700, manico in corno e ripulita il tutto dal proprietario:
Immagine
Da quello che mi riesce di capire è un John Shaw ma, se fosse lui, mi sembra più verso il 1850 come periodo, non 1700.
Che mi dite?


Sicuramente non XVIII secolo, direi piuttosto un tipico stubtail inglese databile verso il 1820-30
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Alexandros » 07/02/2016, 22:38

Benvenuto sul forum Dolmen innanzitutto!
per quello che riguarda il tuo rasoio ML ho trovato:

.... è conveniente usare la funzione "cerca" del forum per trovare le marche di rasoi enumerate negli enormi database, che, altrimenti, sono impossibili da consultare data la vastità di questi ultimi.
Ora inseriro' il nome del rasoio da te menzionato, il GLOBUSMEN Solingen e infatti mi appare:
GLOBUSMEN(-GOLD) (<1932):
Edmuhd Bergfeld & Sohn Brand names: 'Daddy Blade', 'Extra Bladet', 'Globusmann', 'Globusmen', 'Globusmen Gold', 'Sahara', 'Sahara Gold', 'Servant'. Razor-blade maker

Spero di esserti stato utile e che troverai giovamento, per quanto concerne le tue curiosità sui rasoi,nel soddisfarle in tal modo, utilizzando questa funzione per accedere a tutte le informazioni da te giustamente richieste.
Se non dovessi trovare qualcosa o per qualsiasi problema contattaci nel forum o in privato.


Il tuo rasoio è quindi un ottimo vintage tedesco di un produttore piuttosto famoso e sicuramente dopo una corretta affilatura tornerà perfettamente servizio come un tempo.
Sul forum non facciamo valutazioni economiche di rasoi vintage poichè per questi oggetti non esiste un valore certo di mercato e le oscillazioni possono essere molto ampie....direi comunque che sei all interno dellla media.. ;)

altre notizie che ho trovato in rete:
"Sono il pronipote di Edmund Bergfeld e il nipote di Rudolf Bergfeld, che ha fondato la ditta Globusmann di Solingen. Ha 52 marchi registrati, AO Sahara, Cammello, Globi e Globusmann incl. Variazioni ortografiche. La Società è stata fondata nel 1912 a Solingen e situato nel Baustraße a Solingen-Ohligs fino alla morte di mio nonno (1984). Essa ha esportato merci in tutto il mondo! la quota di mercato Glubusmann nel 1930 deve essere stato enorme. Secondo la mia famiglia ancora più grande di Wilkinson e Gilette oggi (penso che questo tipo di confronto è abbastanza difettosa). [...]
Citazione Messaggio inviato da FotografDo, tradotto dal tedesco
[...] Sahara è stato il marchio di proprietà di KARL Bergfeld. Karl poi è fallita con la sua fabbrica Sahara lametta e suo fratello RUDOLF successivamente acquistato sia in fabbrica e marchio. Deve essere stato da qualche parte nel 1950.

Edmund, Karl e il padre di Rudolf, è stato il vero fondatore e imprenditore. E 'stato il motore dietro la società e lo ha portato in primo piano. La società è stata in primo luogo situato a Solingen in, credo, Dahler Feld.

Non è stato fino agli inizi degli anni '30 che la Baustraße 6 è stato costruito, e nr 8 è stato acquistato un po 'più tardi. Edmund abitava al primo piano dopo il suo ritiro dal business. La sua pulizia è stato concesso un diritto per tutta la vita da vivere anche lì, che fece arrabbiare il figlio Rodolfo. C'è un floodload di atti giudiziali degli anni 60 che cercano di risolvere le cose come esigenze di riscaldamento della cameriera.

Torna alla società.
Il terzo periodo Reich era periodo di massimo splendore della società. Rudolf Bergfeld dice la società di sicurezza (app. 1,8x1,2x1,2m) non poteva nemmeno essere chiuso a causa delle somme di denaro nero. 'Ol' Edmund sarebbe stare in cima uno sgabello rivolgendosi suoi operai quanto gli piacerebbe davvero pagarli di più, ma non è stato permesso di (ai tempi di Hitler c'erano dei salari e dei prezzi atti fissi). Lui ed i suoi figli deve aver avuto un momento difficile addormentarsi durante la notte per una risata.

Durante i tempi del Terzo Reich, Globusmann Specialfabrik Feiner Rasierklingen Edmund Bergfeld & Sohn (come era il nome completo dell'azienda) [G speciale fabbrica di lame di rasoio bene EB & Son] è stato il quarto più grande produttore di lamette da barba.

Questi sono stati realizzati in acciaio al carbonio. Non è affatto come quelle attuali giorno. rade giorno presente con loro si tradurrebbe in sentieri sanguinose sul tuo viso. Il prezzo per lama era 10 pfennig [10x 1/100 di Reichsmark]. Negli anni '60 ho calcolato il costo di produzione di queste lame ed è stato pari a 8 DM [marco tedesco] mille. Questo è 0.8 pfennig un pezzo. Tenete a mente che questo è stato app. 30 anni più tardi, e si ottiene l'idea.

Torna alla produzione di lama di rasoio. Dopo la seconda guerra mondiale, Wilkinson e Gillette sono venuti in Germania. Gillette ha minacciato ogni Solingen lama di rasoio per il caffè con somme di riparazione pesante per violazione di brevetto. Rudolf Bergfeld successivamente ritirato da questo mercato senza resistenza, e ha cercato di fare business altrove.

Il passo successivo è stato costruendo forbice e la produzione di rasoio. Ciò è stato fatto con i lavoratori a domicilio, perché questo era il metodo intensivo di almeno capitale. Ogni lavoratore a casa appena fatto un numero minimo di sotto-operazioni.

Di conseguenza, gli spazi rasoio sono stati martellati a Herkenrath di, poi è andato al negozio di indurimento e poi a terra / levigata. I grounders / levigatori si trovavano quasi exlusively in Haan nei pressi di Solingen. Questo è stato il motivo per cui Haan è stato incorporato nella zona di Solingen nella legge per difendere il nome Solingen [Gesetz zum Schutze des Namens Solingen]. In caso contrario, il rasoio non sarebbe stato permesso di essere chiamato Solingen.

Nell'ultima fase sono state allegate le scale. Sono stati acquistati ready-made. Materiali come l'avorio sono stati sostituiti da corno (credo bachelite troppo) e altre materie plastiche fin dall'inizio. Il marchio è stato intarsiato in alpacca [Neusilber; alpacca, 'rame bianco'] nelle scale. Lo scaler è stato l'ultimo a gestire il rasoio prima è era pieno.

L'imballaggio di solito costituito da una scatola di cartone di alta qualità. Per proteggerlo da ruggine, il rasoio è stato avvolto in carta olio. La lama si sarebbe strofinato con vaselina. In questo modo, i rasoi erano protetti contro la corrosione per anni.

Durante gli anni '70 rimaneva in Haan circa 10-15 Grounders rasoio / levigatori. Ricordo gli ordini provenienti da Albania, dove sono stati acquistati seimila pezzi per ordine. Il termine di consegna sarebbe, in media, essere di circa otto mesi.

Il mercato interno per i rasoi in Germania è stato in questo momento trascurabile. A parte l'Europa orientale, i mercati principali erano nel Vicino e Medio Oriente; Emirati, Arabia Saudita, Libano ecc

Beh, tanto per un breve scorcio in questo business.
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1639
Images: 932
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda dolmen91 » 08/02/2016, 23:22

grazie mille Alexandros per la risposta e per il benvenuto :-)
E' sempre stata la mia regola non fumare quando si dorme, e mai astenersi da svegli.
(Mark Twain) ;-)
Avatar utente
dolmen91
 
Messaggi: 11
Images: 12
Iscritto il: 06/02/2016, 23:49
Località: Vigo di Cadore (BL)

Re: identificazione rasoio datato 1700

Messaggioda berserk84 » 10/02/2016, 16:48

altus ha scritto:Sicuramente non XVIII secolo, direi piuttosto un tipico stubtail inglese databile verso il 1820-30


Grazie Altus per la risposta, anche se in ritardo (il mio grazie intendo)
Avatar utente
berserk84
 
Messaggi: 282
Images: 114
Iscritto il: 15/12/2015, 17:07
Località: Gallarate

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 13/02/2016, 22:35

Secondo voi il manico di questo friodur è originale?
secondo me è stato sostituito, non presenta la classica scritta friodur che non vedo mai mancare.
34227
iosonoildandy
 
Messaggi: 70
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Alexandros » 13/02/2016, 23:12

Direi che sia un manico di sostituzione anche se chi l' ha scelto ha cercato di avvicinarsi il più possibile a quello originale.

Immagine
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1639
Images: 932
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Mastrofoco » 15/02/2016, 10:18

Ieri ad un mercatino ho trovato un nuovo rottame con la sua bella scatolina,penso sia un francese fine 800 qualcuno può confermarlo?
La scatola sotto ha uno strato di pelle mentre sopra uno strato di qualcosa che sembra carta spessa.siccome vorrei restaurarla chiedo un piccolo aiuto ad Altus
3428634313
Grazie
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 1126
Images: 173
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda berserk84 » 15/02/2016, 13:23

chiedo anche io identificazione di 3 rasoi, ho alcuni dati:

Un papillon datato forse primi del 1800, nessuna indicazione sul costruttore, se non che si tratta di corno pressato (il prezzo meglio lasciare stare, fuori da ogni logica secondo me):

Immagine

Un rasoio, sempre in corno pressato, costruito da un certo W.C. Wilton, forse datato sempre primi 1800, sembra un celebrated, lama imponente (quasi una mannaia), per me molto affasciante.

Immagine

Riguardo a tale rasoio, sembrerebbe essere di origini americane, costruito da un fabbro(?) di nome W. C. Wilton, proveniente dal Maine, USA e che si era poi spostato a Redruth, Cornovaglia in Inghilterra.
Dove però la sua officina o locale fu bruciato (doloso o un incidente non l'ho capito), nel 1890.

Infine un forse più recente rasoio con manico in argento(?), dichiarato "very rare STERLING SILVER" :

Immagine
Avatar utente
berserk84
 
Messaggi: 282
Images: 114
Iscritto il: 15/12/2015, 17:07
Località: Gallarate

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Emanuele » 15/02/2016, 13:50

ho ben presente il sito e ho ben presente anche i prezzi :shock:
Avatar utente
Emanuele
 
Messaggi: 839
Images: 86
Iscritto il: 15/04/2013, 16:37
Località: Milano - MotoQuartiere Isola

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda berserk84 » 15/02/2016, 13:53

Emanuele ha scritto:ho ben presente il sito e ho ben presente anche i prezzi :shock:


ah ecco!! non mi passa nemmeno per l'anticamera di fare un acquisto li, però sono curioso di capire la storia di tali rasoi! :D
Avatar utente
berserk84
 
Messaggi: 282
Images: 114
Iscritto il: 15/12/2015, 17:07
Località: Gallarate

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Robby » 15/02/2016, 19:08

Saluto tutti ed in particolare Mastrofoco che ha un fondo schiena grosso come una balena. Giro i mercatini più "quotati" nel Milanese e dintorni e se trovo qualche cosa , si tratta sempre di ciarpame.Ora vengo al quesito : Attraverso un amico , che periodicamente , si reca in Inghilterra ho avuto , a prezzo abbordabilissimo , un rasoio Joseph Rodgers. All'oggetto ,è stato palesemente sostituito il manico ( con uno orribile ) ed è stato messo in condizione più o meno shave ready.Sul codolo è presente solo la scritta Joseph Rodgers Culn St,. Sheffield . Consultata l'opzione "CERCA" ho trovato che Joseph Rodgers aveva un suo marchio ed operava in altra città . E' possibile avere qualche notizia dagli esperti riguardo la approssimativa datazione del rasoio ? Vorrei allegare foto ma , non ne sono capace.
Grazie per le eventuali risposte.
Robby :P
Robby
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 02/11/2015, 20:18
Località: Borgo San Giovanni ( LO )

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Robby » 16/02/2016, 16:07

Accccc. mi sembra strano che nessuno tra gli esperti di rasoi Sheffield non sia in grado di darmi una dritta ? eventualmente anche dove cercare , su Google non ho trovato nulla.
Grazie : ROBBY
Robby
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 02/11/2015, 20:18
Località: Borgo San Giovanni ( LO )

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Mastrofoco » 16/02/2016, 17:26

Pazienza Robby,abbi fede..la gatta frettolosa fece i gattini sul pullman andando in ospedale
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 1126
Images: 173
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda altus » 16/02/2016, 17:38

Robby ha scritto:Accccc. mi sembra strano che nessuno tra gli esperti di rasoi Sheffield non sia in grado di darmi una dritta ?


Comincia con l'inserire delle foto del rasoio
viewtopic.php?f=53&t=832

Joseph Rodgers è sempre stato all'indirizzo di Norfolk Street, quindi quella scritta non corrisponde.


berserk84 ha scritto:chiedo anche io identificazione di 3 rasoi, ho alcuni dati:
Un papillon datato forse primi del 1800, nessuna indicazione sul costruttore, se non che si tratta di corno pressato (il prezzo meglio lasciare stare, fuori da ogni logica secondo me)
.....
Un rasoio, sempre in corno pressato, costruito da un certo W.C. Wilton, forse datato sempre primi 1800, sembra un celebrated, lama imponente (quasi una mannaia), per me molto affasciante.
....
Infine un forse più recente rasoio con manico in argento(?), dichiarato "very rare STERLING SILVER" :

Non capisco il senso di chiedere informazioni su rasoi in vendita -a un prezzo sconsiderato e totalmente fuori mercato- su un sito americano... Non sarebbe più semplice rivolgersi al venditore?

Comunque sui "rasoi papillon" si è già scritto sul forum
viewtopic.php?f=80&t=3345&p=31123#p31123
viewtopic.php?f=50&t=1948#p96042
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Mastrofoco » 17/02/2016, 20:45

Dimenticavo,domenica oltre il rasoio con la scatola in legno pubblicato sopra ho trovato anche questo.francese pure lui? Peccato per il manico rovinato che farà un pochino impazzire..primi 800?ringrazio anticipatamente

344353443634437
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
 
Messaggi: 1126
Images: 173
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)
PrecedenteProssimo

Torna a Notizie storiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite