TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche rasoi ML

Il luogo ideale per postare i propri rasoi, e conoscerne la storia

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: La sagra del rottamaio..ossido di ferro a volontà

Sostienici

Sponsor
 

Re: La sagra del rottamaio..ossido di ferro a volontà

Messaggioda Mastrofoco » 21/12/2015, 18:01

Altus l unica cosa che ho trovato sul Maniago nel forum riguardano un tuo restauro,sai dirmi qualcosa su questa marca italiana?
Grazie
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1170
Images: 175
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: La sagra del rottamaio..ossido di ferro a volontà

Messaggioda altus » 21/12/2015, 19:09

Mastrofoco ha scritto:Altus l unica cosa che ho trovato sul Maniago nel forum riguardano un tuo restauro,sai dirmi qualcosa su questa marca italiana?
Grazie

Nessuna notizia, nemmeno tramite Aldebaran e i suoi contatti in Friuli.
Il mio è stato trovato in un mercatino di Caen (Normandia) da un amico francese che me lo ha regalato "per far tornare in patria l'emigrante".
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2854
Images: 2016
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: La sagra del rottamaio..ossido di ferro a volontà

Messaggioda Aldebaran » 21/12/2015, 19:14

@Mastrofoco ha scritto:

[...]vuoi che rimuovo oppure spostare in off topic?[...]


dipende:

un thread del genere può alimentare una discussione in off-topic aggiungendo semplicemente questi tuoi posts al thread già esistente

Ritrovamenti in tema rasatura nei mercatini

oppure può essere spostato nella sezione notizie storiche, aggiungendo i tuoi posts al thread già esistente

Topic identificazione e richieste notizie storiche ML

oppure può essere spostato nella sezione manutenzione e restauro,se hai intenzione di provare a restaurarli,anche solo per impratichirti

manutenzione e restauro

Riguardo invece al rasoio Maniago, mi permetto di risponderti sempre io solo perché con Altus ne avevamo discusso un anno fa. Purtroppo, nonostante i miei contatti a Maniago e nonostante abbia contattato il Museo a tema sulle lame, non siamo riusciti a saperne nulla in merito, non so se qualcosa è cambiato nel corso del tempo. Grazie e a presto!
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 5166
Images: 4591
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: La sagra del rottamaio..ossido di ferro a volontà

Messaggioda Mastrofoco » 21/12/2015, 19:58

Grazie a entrambi!
Qualcosa vorrei provare a restaurare(tempo permettendo) specialmente il Maniago..
Come già detto voleva essere un post un pochino scherzoso su certi rottami che mi porto a casa,diciamo una piccola chiacchierata da bar.
lascio a vostra discrezione,io da novellino non sapevo dove postarla.
Nel caso passo al tentativo di restauro ripubblico la foto del "prima" insieme al "dopo"


edit moderatore:
messaggi uniti a:

Indentificazione e richiesta notizie storiche rasoi ML
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1170
Images: 175
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 22/12/2015, 0:13

grazie ALTUS

Allora come mi è stato suggerito da altus questo rasoio (foto in basso) è stato forgiato per una barberia di sheffield, la taylors, che aveva sede nel grand hotel di sheffield.
31999
Questo grand hotel è stato demolito nel 1973 ha detto altus.

Ho fatto una ricerca su google, e non ho trovato notizie dell'hotel, forse le avevo trovate ma non capivo bene se era quello poichè la via (george street) non corrispondeva.

Ho trovato però una pagina molto descrittiva sulla baberia taylor's, a quanto pare esistente ancora oggi.
http://www.taylortaylorhair.co.uk/about/ questo è il link alla storia della barberia taylor

In questa pagina c'è una foto molto interessante: questa: 32528
Qui fà vedere le varie sedi dei parrucchieri/barbieri taylor's in sheffield, infatti una delle 3 sedi è proprio quella del grand hotel.

Grazie ALTUS.

Volevo sapere se secondo te questo è un pezzo prestigioso o raro. A me personalmente è forse il mio rasoio preferito.

Che ne pensate?
Avatar utente
iosonoildandy
 
Messaggi: 74
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Re: La sagra del rottamaio..ossido di ferro a volontà

Messaggioda Mastrofoco » 22/12/2015, 10:56

Aldebaran ha scritto:
oppure può essere spostato nella sezione manutenzione e restauro,se hai intenzione di provare a restaurarli,anche solo per impratichirti

Alla fine sono partito nel tentativo di primo mio restauro anche se il Maniago ha visto la mola..incrocio i diti e metto l olio di gomito sulle carte e feltrini,se arrivo alla fine poi pubblico nella sezione restauro
32530
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1170
Images: 175
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Mastrofoco » 22/12/2015, 19:09

E anche oggi un paio di rottami li abbiamo raccolti,due penso dell 800 di cui uno con guance in tartaruga..
3253732538
Ps Ura indovina insieme cosa ho trovato? :D :D
3253932540
Qualcuno sa dirmi qualcosa su questi 2 rasoi?
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1170
Images: 175
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda altus » 22/12/2015, 20:11

Non è tartaruga ma corno tinto a imitazione, una tipica lavorazione inglese del XIX°. La tartaruga vera è molto diversa, le parti scure hanno bordi più sfumati, le parti chiare tendono al giallo caldo e non al verdastro tipico del corno.
Dovrebbe essere un George Brittain (anche se manca il punzone dell'ancora)
La scritta "acier fondu" (tipicamente francese) venne usata anche in Inghilterra per contrastare la concorrenza francese (l'acciaio da crogiolo era migliore di quello semplicemente forgiato) all'inizio dell'800.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2854
Images: 2016
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda andreat63 » 22/12/2015, 20:41

altus ha scritto:Non è tartaruga ma corno tinto a imitazione, una tipica lavorazione inglese del XIX°. La tartaruga vera è molto diversa, le parti scure hanno bordi più sfumati, le parti chiare tendono al giallo caldo e non al verdastro tipico del corno.
Dovrebbe essere un George Brittain (anche se manca il punzone dell'ancora)
La scritta "acier fondu" (tipicamente francese) venne usata anche in Inghilterra per contrastare la concorrenza francese (l'acciaio da crogiolo era migliore di quello semplicemente forgiato) all'inizio dell'800.

i GB hanno una croce, non un ancora e una parte la si intravede. è curioso che, un rasoio che deve essere inglese, riporti l'acciaio in francese. o francesi ad imitazione degli inglesi o che?
andreat63
 
Messaggi: 1401
Images: 693
Iscritto il: 15/07/2010, 12:29
Località: Moglia (MN)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda altus » 22/12/2015, 20:54

andreat63 ha scritto:i GB hanno una croce, non un ancora e una parte la si intravede. è curioso che, un rasoio che deve essere inglese, riporti l'acciaio in francese. o francesi ad imitazione degli inglesi o che?


I GB hanno quasi sempre anche l'ancora
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Per uno simile (senza ancora e punzone "acier fondu" vedi http://straightrazorplace.com/razors/63914-would-george-brittain.html.

Riguardo al punzone in francese era semplicemente un modo di contrastare commercialmente i prodotti d'importazione reputati migliori usando lo stesso marchio di qualità.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2854
Images: 2016
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda andreat63 » 22/12/2015, 21:17

ne ho alcuni e nessuna ha l'ancora :(
non riesco a capire chi dovesse contrastare. ovvero, se inglesi, il cast steel era un vanto che lo punzonavano in madre lingua dappertutto. questi con l'acier fondu erano lotti destinati al mercato francese?
andreat63
 
Messaggi: 1401
Images: 693
Iscritto il: 15/07/2010, 12:29
Località: Moglia (MN)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda altus » 22/12/2015, 21:34

No, semplicemente all'inizio dell'800 l'acciaio francese (acier fondu) veniva considerato migliore e quindi era una sorta di marchio di qualità che veniva usato da vari cutler di Sheffield.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2854
Images: 2016
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Mastrofoco » 23/12/2015, 0:38

Si altus hai perfettamente ragione è corno tinto,il sospetto mi è venuto dopo aver letto nel forum e vedendo una parte mangiata dalle tarme(le odio),la conferma è arrivata mettendolo di fianco ad un Wade & Butcher in corno biondo che ho tra i "ragazzi"...peccato!
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1170
Images: 175
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Mastrofoco » 23/12/2015, 1:22

L altro rasoio penso sia più vecchio,niente poggiadito,però da buon novellino non so datare ne dire da chi prodotto
Manico penso osso,dico penso perché non vedo i classici pori però non so dire..se qualcuno gentilmente può aiutarmi ne sarei felice
3255632557
..per la cronaca,belgato,pastato,coramellato e usato subito stasera,questo non finisce nel cassetto ma direttamente tra i preferiti da usare
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1170
Images: 175
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda ura » 23/12/2015, 1:34

Manico in osso. Rasoio inglese primo ottocento.
Avatar utente
ura
 
Messaggi: 966
Images: 18
Iscritto il: 29/05/2011, 22:01
Località: Pavia

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Mastrofoco » 23/12/2015, 1:41

Grazie mille Ura,sempre molto gentile
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1170
Images: 175
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 24/12/2015, 0:03

ciao potreste dare un occhiata al mio post precedente, secondo voi la mia ricerca è giusta?
Avatar utente
iosonoildandy
 
Messaggi: 74
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Identificazione rasoio

Messaggioda Montar » 24/12/2015, 12:15

Buongiorno e Buon Natale a tutti,

complice l'iscrizione a questo forum sono andato a "ripescare" questo rasoio del bisnonno (credo). Dovrebbe avere una sessantina d'anni. non sono riuscito a reperire nessuna informazione in rete. Mi sembra che scatola e rasoio non si corrispondano, dato che sul rasoio niente rimanda a Tridente ed invece è riportato il n 152 e la marca mi sembra Perkeo (?) può essere o leggo male?
Secondo voi vale la pena restaurarlo? chi può occuparsene a Genova?
Grazie dell'aiuto
325753257432573

p.s. scusate per il nuovo thread :oops: , grazie per averlo messo al posto giusto :D
Ultima modifica di Montar il 24/12/2015, 16:30, modificato 1 volta in totale.
Montar
 
Messaggi: 9
Images: 6
Iscritto il: 15/11/2015, 20:52

Re: Identificazione rasoio

Messaggioda Redas » 24/12/2015, 12:24

Del marchio non saprei dirti... Per quanto riguarda il restauro sicuramente vale la pena! Ha un filino di ruggine ma la lama è in buono stato, prova ad affilarlo e vedi come va.
p.s. Per la ruggine ti consiglio un po di pasta abrasiva (anche quella per auto), passala con un panno di cotone. Con un po di pazienza vedrai che otterrai un buon risultato :D
Perdere la pazienza significa perdere la battaglia. (Mahatma Gandhi)
Saluti, Andrea_
Avatar utente
Redas
 
Messaggi: 242
Images: 30
Iscritto il: 18/10/2015, 16:53
Località: Sassari, Sardegna

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 26/12/2015, 19:42

32610

Alcoso 430.

Ho comprato questo rasoio qui sul forum, nella sezione del mercatino.

Mi è piaciuto subito, soprattutto le particolarità rosse, cioè quelle placchette rosse applicate alle estremità del manico; é molto bello e robusto e mi piace molto, forse un po' troppo grande per il mio muso.

Questa è una marca molto famosa e blasonata a quantop vedo, ho fatto una ricerca sul forum, e ne parlano tutti, ma nessuno per ora ha raccontato una breve storia di questo brand.

A quanto ne sò io è una azienda tedesca che produceva anche le spade militari, spade molto prestigiose, infatti ne ho cercata qualcuna su internet in vendita e costano veramente parecchio.

ALCOSO Dovrebbe essere una sigla, tipo le iniziali del nome e del cognome.

Voi sapete qualcosa di più?
Avatar utente
iosonoildandy
 
Messaggi: 74
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Barba64 » 30/12/2015, 19:48

Di questo rasoio non dispongo molte indicazioni per una ricerca in rete. L’unica scritta è sulla lama “The Superb” con al centro (sembrerebbe) il simbolo della sterlina (L maiuscola in corsivo con trattino in mezzo) con a fianco un 1.
Qualcuno riconosce marca/modello o, più in generale, la tipologia di prodotto?
Grazie
3274732748
Il mio cassetto ML
Il mio cassetto DE
"Non sempre ciò che vien dopo è progresso." (Alessandro Manzoni)
Avatar utente
Barba64
 
Messaggi: 741
Images: 462
Iscritto il: 13/11/2014, 14:56
Località: Cesate (MI)

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda altus » 30/12/2015, 20:09

iosonoildandy ha scritto:....
ALCOSO Dovrebbe essere una sigla, tipo le iniziali del nome e del cognome.
Voi sapete qualcosa di più?


http://www.alcoso.com/en/about-us/

ALCOSO: Alexander Coppel, Solingen

punzoni dal 1894 al 1938
Immagine Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2854
Images: 2016
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Alexandros » 31/12/2015, 0:03

Barba64 ha scritto:Di questo rasoio non dispongo molte indicazioni per una ricerca in rete. L’unica scritta è sulla lama “The Superb” con al centro (sembrerebbe) il simbolo della sterlina (L maiuscola in corsivo con trattino in mezzo) con a fianco un 1.
Qualcuno riconosce marca/modello o, più in generale, la tipologia di prodotto?


Ne ho avuto uno quasi uguale (il mio aveva il manico bianco) con la stessa serigrafia sulla lama e il codolo ricoperto da guancette di celluloide:

196791968219684

A parte "ROBIN'S" Non vi è nessuna indicazione del produttore nè sul rasoio nè sulla scatolina.
Ricordo però che era un ottimo rasoio e aveva una lama piuttosto flessibile.
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
Alexandros
 
Messaggi: 1678
Images: 961
Iscritto il: 04/10/2010, 12:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda iosonoildandy » 01/01/2016, 21:04

Grazie ALTUS! Ora sò la storia del mio alcoso!
Avatar utente
iosonoildandy
 
Messaggi: 74
Images: 87
Iscritto il: 12/03/2015, 20:52

Re: TOPIC Indentificazione e richiesta notizie storiche raso

Messaggioda Barba64 » 02/01/2016, 17:52

@Alexandros: ti ringrazio molto dell'intervento, quanto dici sulla lama mi conforta :D .
Per il momento solo riuscito solo a ripulirlo. Per l'affilatura, considerate le coste un po' consumate, confido comunque di riuscire a ravvivare il filo con uno o più strati di nastro sul dorso.
Sull'origine di questo tipo di rasoi, voglio esprimere un'ipotesi. Considerata la fattura, in particolare le guancette sul codolo che donano un'immagine più raffinata del prodotto, mi da l'idea che siano rasoi commissionati da qualche azienda o privato per farne doni per i propri clienti. Le scritte sulla lama potrebbero riferirsi quindi al committente. Peccato che non si trovino in rete informazioni al riguardo.
Il mio cassetto ML
Il mio cassetto DE
"Non sempre ciò che vien dopo è progresso." (Alessandro Manzoni)
Avatar utente
Barba64
 
Messaggi: 741
Images: 462
Iscritto il: 13/11/2014, 14:56
Località: Cesate (MI)
PrecedenteProssimo

Torna a Notizie storiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron