Moughton Whetstone

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Moughton Whetstone

Sostienici

Sponsor
 

Moughton Whetstone

Messaggioda Bushdoctor » 20/05/2012, 15:49

La Moughton Whetstone è anch'essa una pietra molto rara, proveniente dalla regione dello Yorkshire Dales, nel nord dell'Inghilterra.

Ricerche in proposito hanno evidenziato che erano utilizzate ad acqua già nel 1700 - 1800 e venivano trasportate a Sheffield dove venivano vendute, sopratutto alle fabbriche che producevano rasoi.

Le linee rosse e verdi sono caratteritiche del periodo Ordoviciano, apparentemente le linee rosse sono più soffici delle verdi, e sembra quasi che queste ultime fungano da legante, imprigionando le linee rosse.
La pietra presenta molti piccoli puntini scintillanti ed è questo che probabilmente contribuisce al suo potere abrasivo,
che è valutato in un raggio tra i 7000 e 9000.
I risultati dipendono molto dalla durezza del tipo di acciaio da affilare, infatti sembrerebbe che si ottenga una migliore affilatura con i più malleabili vecchi Sheffield che non con i moderni acciai, più duri.
1089
1085
1088
1086
1087
Ultima modifica di Bushdoctor il 20/05/2012, 16:16, modificato 1 volta in totale.
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2770
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Moughton Whetstone

Messaggioda Bushdoctor » 20/05/2012, 15:53

Non capisco perchè non posso aggiungere le foto.

Edit : ho bypassato il problema pubblicandole prima nella Gallery ed inserendole nel post dopo.
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2770
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Moughton Whetstone

Messaggioda Aldebaran » 20/05/2012, 17:40

Bushdoctor ha scritto:
-"I risultati dipendono molto dalla durezza del tipo di acciaio da affilare, infatti sembrerebbe che si ottenga una migliore affilatura con i più malleabili vecchi Sheffield che non con i moderni acciai, più duri."


sei uno dei pochi che se ne è accorto.
Per gli Sheffield venivano usati due tipi di acciai in sostanza:
1.Il BS-1407
2.Il blue paper.
Il primo aveva troppo carbonio e a Sheffield non sapevano trattarlo, a Thiers-Issard si'.In sostanza nel paesino francese utilizzavano temperature di rinvenimento piu' alte e tempi brevissimi per far diminuire l'austenite residua (la fase molle di una delle strutture ferro-carbonio).L'austenite residua è maggiore in e come sostanza negli acciai ad alto tenore di carbonio,dato che, tra l'altro, si forma e si espande a velocità molto piu' elevate della martensite (fase dura di una delle strutture ferro-carbonio).La struttura martensitica è quella che permette ad un tagliente di essere riaffilato, piu' o meno bene e velocemente a seconda dell'omogeneità della struttura.Quando senti dire che un rasoio con troppo carbonio è durissimo e quindi difficile da riaffilare,non ci credere...Il problema è che ha molto carbonio, che, se non viene stabilizzato con altri elementi in lega o trattamenti termici adeguati,si forma troppa austenite residua che ne rende il tagliente "molle" quindi difficile da riaffilare e soggetto a microchipping.Questi ultimi fenomeni si verificano anche quando un acciaio è molto puro, povero di manganese, e mostra fragilità al rinvenimento.Per questo motivo molti rasoi Sheffield venivano lasciati anche con spessori grossolani, ai tempi non esistevano sondini per il rilevamento delle temperature, e si diminuiva cosi' il rischio di rotture anche in fase di spegnimento. Dovevano pensarci i coltellinai al momento della vendita a molare bene
il rasoio.Questo di solito accadeva fino a quando, persa la tradizione, riuscirono dai magazzini Sheffield rasoi incellofanati in carte cerate e finirono in mano agli utenti comuni, che pensavano che con una o due pietre si potesse sistemare tutto.Ecco pechè la maggior parte degli Sheffield hanno le geometrie completamente sfasate,a causa di passaggi violenti su pietre troppo grezze.
Il blue paper fu adottato in seguito, preparato in Giappone dai suoi abitanti per i "cugini" forgiatori inglesi, non troppo fini.Il white paper veniva lavorato tramite l'utilizzo di guancette di acciaio con lo 0,4% di carbonio circa.Il white paper è infatti un acciaio puro, con altissima percentuale di carbonio,quindi per i motivi di cui sopra, difficile da trattare.Veniva stabilizzato con altro acciaio "impuro", ma con elementi in lega capaci di stabilizzare il troppo carbonio.Invece di mandar loro billette di "damasco" di white paper e C40, i giapponesi spedirono agli inglesi il blue paper,acciaio già stabilizzato e con una piccola percentuale di tungsteno, in modo da render piu' resistente alle alte temperature, durante le molature, il "pezzo". Mi sono accorto infatti nei miei restauri che alcuni Sheffield resistono molto meglio alle temperature causate dall'abrasione su mola rispetto ad altri,colorandosi lievemente di blu come gli acciai HSS (tra l'altro inventati a Sheffield).
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4935
Images: 4113
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Moughton Whetstone

Messaggioda Bushdoctor » 20/05/2012, 17:52

Grazie.
Interessante l'approfondimento sull'acciaio.
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2770
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Moughton Whetstone

Messaggioda Aldebaran » 21/05/2012, 21:14

Le linee rosse e verdi sono caratteritiche del periodo Ordoviciano, apparentemente le linee rosse sono più soffici delle verdi, e sembra quasi che queste ultime fungano da legante, imprigionando le linee rosse.


come ti ho promesso al telefono,ho cominciato a fare ricerche.Il periodo ordoviciano è ben descritto in una pagina di wikipedia
Periodo Ordoviciano

Al periodo ordoviciano pero' non corrispondono quel tipo di linee rosse e verdi, piuttosto comuni al periodo Devoniano di 300.000 anni fa.La Mosella si è formata in quel periodo e le intrusioni sono grige e blu.Le inclusioni rossastre indicano presenza di ossido di ferro.Vero è che, mentre rocce del periodo Devoniano sono visibili specialmente in Germania,quelle del periodo Ordoviciano si trovano nel Galles.
Per ora non so dirti di piu',mi spiace.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4935
Images: 4113
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Moughton Whetstone

Messaggioda Bushdoctor » 21/05/2012, 21:54

Io ho riportato le notizie che mi hanno fornito dall'Inghilterra, e chi me le ha passate è una eminenza nel campo delle pietre storiche,
purtroppo come hai potuto verificare tu stesso, non è semplice trovare informazioni al riguardo.
On the stone again
Avatar utente
Bushdoctor
 
Messaggi: 2770
Images: 454
Iscritto il: 05/05/2012, 14:42
Località: Imperia

Re: Moughton Whetstone

Messaggioda Aldebaran » 21/05/2012, 22:04

Tranquillo, io non mettevo in dubbio cio' che affema il tuo amico, anzi, voler far notare che certe cose collimano con quanto da me espresso altre no.Intanto posto cio' che trovo in giro per il web,puo' darsi che ti venga qualche idea o ricordo in piu'.Ringrazia il tuo amico da parte mia che indirettamente ci sta aiutando.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4935
Images: 4113
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Torna a Notizie Storiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite