Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Sostienici

Sponsor
 

Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Messaggioda Aldebaran » 10/07/2014, 11:23

Un Saluto a Tutti,
qui verranno postate le notifiche degli eventi riguardanti l'esposizione degli oggetti donati al Museo della Scienza dal Duo Medusa (in collaborazione con la Fantoni S.R.L.),Paciccio (Alex Isella), Eligio Ambrosioni della Bottega del Coltello*, Andrea Rivola*,Lorenzo Preattoni* della Ditta G.Preattoni

*Associazione Arrotini e Coltellerie

Dettaglio Donazioni:

Duo Medusa & "Company"

Eligio Ambrosioni della Bottega del Coltello

Delle prime esposizioni (ormai passate),trovate le notizie qui

vi posto degli "stralci" del programma ormai passato inerente alla tematica rasatura (si ringrazia il museo della Scienza e della Tecnologia di Milano la Procter&Gable):

"[...]La rasatura è una delle azioni più importanti che l’uomo compie per prendersi cura di sé. Tanti i significati che questo gesto ha assunto a seconda degli anni, delle culture e dei popoli. Gli oggetti esposti raccontano come il salone del barbiere nel 17°-18° secolo fosse luogo di mondanità e quanto fosse grande il prestigio sociale di questa professione, paragonata quasi complementare a quella del medico. Seguiamo l’evoluzione del rasoio: dal rasoio a mano libera, che mantiene nel tempo quasi inalterata la sua forma nel tempo nei secoli. Dal rasoio elettrico, che arriva sul mercato nel 1931 ed è subito molto apprezzato, fino ad arrivare agli odierni modelli più recenti: precisi, sicuri ed ergonomici.

L’ultima frontiera tecnologica è rappresentata dai sistemi che integrano la tecnologia del freddo, come il Thermo Electric Cooling System. Seguiamo anche la storia semiseria dei progressi della tecnica depilatoria, dai corrosivi utilizzati dagli antichi romani fino agli ultimissimi sistemi a laser e della depilazione, invece, è rappresentata dai laser e dai dispositivi a luce pulsata ad alta intensità, che costituiscono al momento l’unica "cura" nei casi di malattie quali la Sindrome di Ambras, caratterizzata dalla crescita incontrollata dei peli. Malattie ancora poco conosciute, di origine genetica e dai pesanti risvolti psicologici e sociali. Anche le creme da barba e i dopobarba cambiano nel tempo: si prediligono prodotti emollienti, lubrificanti e rinfrescanti. La grafica a parete è dedicata alla barba. Personaggio icona dell’ultima area espositiva è Mino Pellizzola, ingegnere milanese che nel 1929 brevetta il rasoio Multiplex, progenitore del moderno rasoio multilama.[...]"


HOME. 175 ANNI DI INNOVAZIONI INSIEME A P&G
Fino al 15 giugno
Un’esposizione, realizzata dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e promossa da Procter & Gamble, che unisce ricordi e aspirazioni, nuove tecnologie e antiche ricette, in un viaggio a cavallo tra passato, presente e futuro per scoprire cosa si nasconde dietro ai nostri gesti di tutti i giorni. La mostra conduce il visitatore tra le stanze di un’abitazione “ideale” ricostruita per raccontare l’evoluzione della cura domestica e dell’igiene personale attraverso oggetti un tempo comuni, oggi spesso dimenticati o sconosciuti, eppure progenitori di molte delle comodità moderne. “Pillole di scienza” raccontano piccole, grandi conquiste che hanno contribuito a rendere le attività domestiche quello che sono oggi. Da dove viene la lavatrice? Come si fabbrica il sapone? Perché la cenere pulisce? Come ci si faceva il bagno e come ci si radeva il viso?


COMUNICATO STAMPA
HOME. 175 anni di innovazioni insieme a P&G
Una mostra per scoprire cosa si nasconde dietro ai nostri gesti
di tutti i giorni per prenderci cura della casa e della persona
(28 marzo – 15 giugno 2014)
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Via San Vittore, 21 – Milano
All’indirizzo http://www.museoscienza.org/areastampa/materiali.asp
sono disponibili alcune immagini e il comunicato stampa
Milano, 27 marzo 2014 – Apre al pubblico domani venerdì 28 marzo la mostra “Home. 175 anni di
innovazioni insieme a P&G” realizzata dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e
promossa da Procter & Gamble. Un’esposizione che unisce ricordi e aspirazioni, nuove tecnologie e
antiche ricette, in un viaggio emozionante a cavallo tra passato, presente e futuro.
Divisa per isole tematiche, ognuna contraddistinta da un colore specifico, la mostra conduce il visitatore
tra le stanze di un’abitazione “ideale” ricostruita per raccontare l’evoluzione della cura domestica
e dell’igiene personale, attraverso oggetti un tempo comuni, oggi spesso dimenticati o sconosciuti,
eppure progenitori di molte delle comodità moderne.
“Pillole di scienza” raccontano piccole, grandi conquiste che hanno contribuito a rendere le attività
domestiche quello che sono oggi. Da dove viene la lavatrice? Come si fabbrica il sapone? Perché la
cenere pulisce? Come ci si faceva il bagno e come ci si radeva il viso?
Una storia che va dai tempi in cui, per fare il bucato, era necessario recarsi ai lavatoi pubblici, produrre
in casa il sapone, in cui gli stracci per i pavimenti erano lavorati a maglia e i mobili andavano incerati,
alle prime dimostrazioni porta a porta di aspirapolveri e ai prodotti cosmetici di massa.
Il visitatore si trova faccia a faccia ora con i “rimedi della nonna” ora con strumenti ultramoderni
per la cura del corpo e della casa, a cui oggi non sappiamo più rinunciare. Può scoprire come la pratica
del belletto, ad esempio, con cui le donne, negli anni ’30, donavano freschezza al viso, abbia assunto le
forme di un trucco più leggero e naturale, lasciando che henné per capelli e cere al piombo venissero
sostituiti da prodotti delicati e scientificamente avanzatissimi.
Ancora, attraverso interessanti videoricette, interpretate da un’attrice in costume, ha modo di misurare
la fatica che un tempo richiedeva la cura domestica, per esempio apprendendo i segreti per preparare
un ottimo budino senza i moderni utensili (ma con “tanta buona volontà”) o la scomoda ricetta a base di
cenere di felci di uno smacchiatore per i tessuti.
A ogni area tematica, inoltre, corrisponde un personaggio icona che con le sue invenzioni ha
contribuito a cambiare storie e abitudini di intere comunità. Si scopre, per esempio, come si è passati dai
primi “abbrustola-pane”, esibiti in salotto come oggetti simbolo di prestigio sociale, alle cucine orientate
al design, alla funzionalità e all’eleganza dei giorni nostri.
“Da sempre il nostro Museo racconta storie di scienza, tecnologia e industria, con la volontà di rendere
accessibile a tutti un patrimonio che spesso dimentichiamo essere parte della nostra identità – spiega
Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia –
Strumenti, oggetti e macchine che abbiamo ogni giorno sotto i nostri occhi, e che a volte finiamo per
dare per scontati, hanno alle loro spalle idee, persone, contesti. Il nostro compito è anche quello di
raccogliere e custodire le storie di oggi per le generazioni di domani”.
“La nostra è una società sottoposta quotidianamente a nuovi stimoli, le cui necessità pur evolvendosi col
tempo, rimangono in certo qual modo, legate a una forte tradizione comune – ha commentato Paola
Aruta, Direttore Comunicazione di P&G Italia –. Procter & Gamble, con i propri prodotti e le proprie
marche, da oltre 175 anni è accanto alle famiglie di tutto il mondo e le accompagna, ogni giorno, nei
piccoli gesti quotidiani come fare il bucato o prendersi cura di sé o dei propri familiari. Per questo
abbiamo scelto di ricreare, attraverso questa mostra, un percorso espositivo che fosse prima di tutto una
passeggiata nella memoria alla ricerca di oggetti, colori e sensazioni con cui tutti noi abbiamo avuto più
o meno a che fare e che hanno, ognuno con le proprie peculiarità, ispirato la modernità.”
La visita alla mostra, compresa nel biglietto del Museo, si rivela un percorso divertente e curioso.
Occasione imperdibile per andare oltre la confezione, all’insegna del “come eravamo” e del “come
saremo”.
INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
Dove siamo: Ingresso Via San Vittore 21 | Uscita via Olona 6 20123 Milano
Giorni di apertura: aperto da martedì a domenica
Giorni di chiusura: i lunedì non festivi, il 24 e 25 dicembre, il 1° gennaio
Orari: da martedì a venerdì 9.30-17 | sabato e festivi 9.30-18.30
Biglietti d’ingresso
intero 10,00 € | ridotto 7,00 € per giovani sotto i 25 anni; adulti accompagnatori (max 2 persone) dei minori di 14 anni;
gruppi di almeno 10 persone; docenti delle scuole statali e non statali; convenzioni
speciale 4,50 € per gruppi di studenti accompagnati dall’insegnante previa prenotazione; persone oltre i 65 anni.
Ingresso gratuito per: visitatori disabili e accompagnatore, bambini sotto i 3 anni.
MUST SHOP: da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 19.00; lunedì chiuso.
Programma membership card: presso MUST SHOP sono in vendita 4 tipologie di card per l'accesso gratuito e illimitato
al Museo in compagnia di una persona a scelta o della famiglia.
Visite guidate al sottomarino Enrico Toti
Non è possibile acquistare il biglietto per la visita guidata all'interno del sottomarino Enrico Toti separatamente da quello
del Museo.
Il costo è di 8 € + il biglietto del Museo (+ 2€ per prenotazioni anticipate).
È possibile acquistare il biglietto per il giorno stesso direttamente alla cassa del Museo (fino a esaurimento dei posti
disponibili) o prenotando telefonicamente al numero dedicato 02.48555330, attivo il martedì e il venerdì dalle 13.30 alle
16.30, o via email all'indirizzo infototi@museoscienza.it.
www.museoscienza.org | info@museoscienza.it | T 02 48 555 1
CONTATTI PER LA STAMPA
Ufficio stampa Peliti Associati
Emanuela Capitanio
C +39 347 4319334
capitanio@peliti.it
Lucia Masserini
C +39 333 3513421
lucia.masserini@peliti.it
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Leonardo da Vinci
Ufficio Stampa
Deborah Chiodoni - Paola Cuneo
T +39 02 48555 343 / 450
C +39 339 1536030
stampa@museoscienza.it


grazie per la cortese attenzione,buon proseguimento,
Aldebaran
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4928
Images: 4075
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Messaggioda Aldebaran » 19/05/2017, 18:38

Buonasera a Tutti!

vi è un progetto in atto che è basato sulla collaborazione tra il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e il Museo di Bovino Carlo Gaetano Nicastro.
Il 15 Maggio in occasione dell'evento presso la Barberia Scapicchio infatti non è stato possibile esporre anche il rasoio Medusa in CPMS125V donato al museo milanese, ora di proprietà e sotto tutela della soprintendenza e facente parte di una collezione.
Questo per vari motivi, uno dei quali è che il rasoio, essendo di piccole dimensioni, era fuori dal territorio italiano dato che fa parte anche della sezione " Museo Itinerante " e viene quindi spostato nei musei gemellati con quello italiano ( in Germania, Giappone, ecc.).
Ad Agosto però la lama verrà esposta a Bovino presso il suddetto Museo, grazie all'operato dei responsabili delle due parti e grazie allo Staff de "ilrasoio.com" come forum e associazione. Stiamo compilando i documenti.
Per chi si fosse perso questo evento quindi vi è la possibilità di andare a vedere da Agosto 2017 e per i due/tre mesi successivi a Bovino il rasoio in CPMS125V e altri "pezzi" da collezione come, ad esempio, il Necessaire da Barba in Acciaio Traforato di proprietà del Dottor Bartolomeo Terzano, le coramelle di Fabrizio in materiali particolari, altri rasoi Medusa/Raffa, altre Opere di Zampini.
In questo modo potrete anche andare a trovare Luigi Scapicchio e la sua famiglia di Barbieri presso il loro Barber Shop situato in C.so Vittorio Emanuele 28. Li ringrazio per averci aiutato anche in questa impresa.
Verrà narrata anche la Storia dei rasoi in Italia e di alcune tecniche metallurgiche italiane. Ci alterneremo io, il Dottor Terzano e Luigi Scapicchio per parlare di queste cose durante l'esposizione, altrimenti vi verrà fornito del materiale che stiamo scrivendo e che invieremo anche ai due Musei.

Detto questo, vi informo che in seguito a problemi legati al maltempo un fulmine ha colpito il laboratorio dove lavoriamo io e Franz, quindi fino al 3 giugno compreso saremo fermi con i lavori di produzione di rasoi puramente artigianali.
Dobbiamo riparare alcune cose.
Continueremo con la produzione dei CPMS35VN, e ci porteremo avanti con dei lavori per il forum e l'associazione. Purtroppo ( o per fortuna ) sia io che Fabrizio non siamo "semplici" artigiani e ci dobbiamo occupare anche del forum e l'associazione ( oltre che dei problemi di lavoro della vita reale ) ; quindi queste cose vanno fatte, sacrificando il tempo dell'artigianato puro.
Infine, io e Paciccio ( Fabrizio ) vi informiamo che siamo in attesa di importanti novità editoriali che riguardano la Nostra Comunità e vi invitiamo a seguire questo post (o altri che verranno aperti in questa sezione) per rimanere informati.

Grazie, buon proseguimento, auguriamo buon week end a voi e alle vostre famiglie,
Lo Staff
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4928
Images: 4075
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Messaggioda daniele_t » 19/05/2017, 22:28

Lunga vita al nostro forum
If I have to explain, you wouldn't understand
Solo perchè qualcuno ti lancia una palla non significa che tu la debba prendere
No, try not. Do. Or do not. There is no try.
Avatar utente
daniele_t
 
Messaggi: 338
Images: 148
Iscritto il: 28/06/2016, 20:13
Località: Lecco / Monza

Re: Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Messaggioda Aldebaran » 27/07/2017, 18:35

Buonasera a Tutti!

domani, verso le 15.30-15.45, mi recherò presso il Museo della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci * per prendere il rasoio Medusa CPMS125V ospitato all'interno della Struttura. Redatte le pratiche burocratiche lo strumento sarà portato presso Preattoni Milano ( via Manzoni, sotto i portici ) per essere successivamente spedito al Museo Civico Aldo Nicastro di Bovino.

Insieme al rasoio verranno spediti:

1. Una coramella di Fabrizio, anch'essa ospitata all'interno del Museo.

2. Un rasoio CPMS35VN Medusa/Raffa.

3. Un rasoio Medusa/Zampini in acciaio traforato.

Il rasoio rimarrà a Bovino per tutto il mese di Agosto, poi tornerà a Milano perché fa parte anche della sezione " Museo Itinerante "* e appartiene anche al Ministero dei Beni e Attività Culturali*; per questo motivo sarà coinvolto in altri progetti.

Per chi si fosse perso questo evento quindi sarà possibile visionare un altro rasoio in acciaio traforato. Giovanni Zampini passerà una giornata al Museo per descrivere i manufatti e la sua arte ( vi terremo aggiornati sugli orari, giorno e modalità ).

Di recente, il Barber Shop Scapicchio di Bovino ha ricevuto molti riconoscimenti internazionali, insieme anche ai Barbieri Bisb di Lucca.
Hanno infatti partecipato al Barbersociety Live di Amsterdam e il loro stand è stato il più visitato. Ci è sembrato naturale far ospitare dei nostri manufatti artigianali unici al mondo in una delle più antiche culle della cultura della rasatura col manolibera del pianeta.

Vi terrò aggiornati su tutto. Dalle 16.30 in poi dovrei essere da Preattoni in via Manzoni, per chi mi volesse incontrare. Dovrei star li per un'oretta. Fatemi sapere cortesemente se qualcuno è interessato a raggiungermi, grazie.

Si ringrazia lo Staff del Museo della Scienza e del Museo Nicastro per questa opportunità.

Buon proseguimento,
Andrea

* Fondato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero per i Beni e le Attività Culturali ( di cui il rasoio Medusa in CPMS125V fa parte come anche la coramella di Fabrizio ) e del Turismo è il più grande museo della scienza e della tecnologia in Italia, uno dei più importanti in Europa e nel mondo. Si rinnovano e sperimentano nuovi linguaggi per raccontare nuove storie e coinvolgere nuovi pubblici. Valorizzano la più grande collezione al mondo di modelli di macchine realizzati a partire da disegni di Leonardo da Vinci. Lavorano per essere leader in Europa sull'educazione informale. Il Museo sta lavorando per la messa in atto di collaborazioni bilaterali con altri musei e science centre, che mirano a uno scambio più specifico di competenze e conoscenze nel campo della museologia, educazione museale, comunicazione, marketing e fundraising.
Frequenti e abituali confronti avvengono con i principali musei europei quali il Science Museum e il Natural History Museum di Londra, il Deutsches Museum di Monaco di Baviera, l'Universcience e Le Muséum national d'Histoire naturelle di Parigi e il Royal Belgian Institute of Natural Sciences di Bruxelles. Il rasoio Medusa e la coramella di Fabrizio appartengono infatti anche della sezione " Museo Itinerante " quindi anche di questo programma di interscambio. Attraverso workshop di formazione, confronti diretti e progetti, il Museo collabora con l'Exploratorium di San Francisco per la ricerca educativa mirata al potenziamento e all'arricchimento dell'esperienza dei visitatori e per l'innovazione metodologica.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4928
Images: 4075
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Museo della Scienza e Tecnologia Milano

Messaggioda Aldebaran » 07/08/2017, 21:38

Buonasera a Tutti!

Il giorno 22 Agosto presso il Museo Aldo Nicastro di Bovino Giovanni Zampini farà una dissertazione sull' Acciaio Traforato che Egli sa sapientemente lavorare e sugli acciai Medusa.
Infatti ,come già scritto in precedenza, ricordo che sia una sua Opera, che una coramella di Fabrizio, che un rasoio Medusa ( questi ultimi due già facenti parte della collezione del Museo della Scienza e Tecnologia di Milano ), per gentile concessione del Museo Milanese sono ospitati all' interno del Museo Foggiano per tutto il mese di Agosto.

Zampini interverrà in un seminario in cui si discuterà dell'acciaio del Sud Italia prodotto sin dai tempi dei Borboni in uno stabilimento vicino Napoli e dell'acciaio del Nord Italia, prodotto all'Ansaldo di Genova.
Quello del Sud era tecnologicamente più avanzato ma venne chiuso per la sua sfortunata posizione geografica rispetto all' impianto di Genova.
Giovanni parlerà quindi dell'influenza dei tecnici francesi, che hanno fatto progredire, durante il Regno Borbonico, la Metallurgia del Sud Italia, e di come i francesi abbiano influenzato la lavorazione del traforato molisano.
All'Ansaldo di Genova si costruivano Turbine e si facevano ricerche che ne prevenissero la corrosione. In seguito anche a queste ricerche venne anche a crearsi l'Ansaldo Nucleare.
Aldebaran, fondatore del Medusa, ispirandosi a delle ricerche del C.I.S.E. e studiando il trattamento termico mediante studio dei fononi di acciai da polveri di nuova generazione inossidabili, creò con il suo collaboratore Franz Kleber vari rasoi in CPM con misure studiate appositamente per lui, tra cui quello esposto, creato con un materiale a detta degli Americani "illavorabile" e di cui infatti se ne fermò la produzione per simili spessori.

Grazie, buona serata e buon proseguimento,
Andrea

p.s. link di discussione e approfondimento al forum:

1
2
Bilbiografia: Libri dell'Ing. Galassini e il Glasstone Chimica Fisica

Ing. Ernesto Stassano
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4928
Images: 4075
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Torna a Eventi & Iniziative

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite