Affilatura Rasoi Giapponesi

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Affilatura Rasoi Giapponesi

Sostienici

Sponsor
 

Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 30/05/2011, 13:12

Il membro del forum Ura mi ha gentilmente mandato una copia del manuale di Kousuke Iwasaki sull'affilatura dei Rasoi Giapponesi .In questa sede lo tradurro' dall'inglese all'italiano.Si ringrazia per la traduzione dal giapponese all'inglese Jim R, membro dei forum americani di rasatura con il manolibera.
Ringrazio Ura a nome di tutto il forum per la condivisione di questo scritto.Per inciso, e' la persona che fece incontrare Lynn Abrams con Mastro Livi.

Honing Razors and Nihonkamisori

Kousuke Iwasaki
(Translated by Jim Rion)
(Original Document © 1963 by Kousuke Iwasaki, Translation © 2011 Jim Rion, All Rights Reserved. Feel free to distribute this document in its entire, unaltered form, but only for NONCOMMERCIAL purposes.)


Note del traduttore (Jim R).
Kousuke Iwasaki ( 1903, 1967) fu un grande forgiatore giapponese produttore di rasoi.Ottenne il dottorato di ricerca in metallurgia all'università di Tokyo, fu apprendista di fabbri e barbieri, e il suo libro "Sulle lame " "刃物 の 見方" è ancora considerato una delle opere principali di forgiatura giapponese, metallurgia e sul Tamahagane. Nato in una famiglia di blademakers, l'attivita' di suo padre falli' a causa dell' emergere di varie case produttrici di utensili che fabbricavano taglienti in serie e a basso costo.Questo fu il motivo che spinse Kousuke a ri-studiare i segreti della metallurgia giapponese antica.
Nel 1946 ha fondo' insieme al figlio Shigeyoshi il Laboratorio Sanjo, nella citta' di Sanjo.Nel 1966 fu nominato ispettore dell'Imperial Treasure House a Nara.
Mori' prematuramente di cancro nel 1967 a 64 anni.

Sezione 1--Preparazione degli Strumenti
1. Nagura
2. Ricavare una bout dalla pietra per affilatura
3.Pietre Honyama
4. Finitura con Ossido di Cromo
5. Pelli usate per le "coramelle"
6.Rimuovere l'olio dalla Strop
7. Come ammorbidire la pelle
8.Lino
9. Mantenimento del Lino
10. Importanza del Microscopio
Sezione 2.--Fondamenti di Affilatura
1.Movimenti durante l'affilatura
2. Lubrificanti (acqua ed olio) per le pietre.
3. Slurry
4. Uso della Nagura
5. L'ambiente d'affilatura
6. Se l'acciaio del rasoio non e' buono
Sezione 3--Come affilare
1. Pietre Grossolane (Nagura Botan)
2. Pietre piu' fini delle Botan (Nagura Tenjou e Mejiro)
3. Pietra di Rifinitura
4. Rimuovere le "imperfezioni"con l'ossido di cromo
5. Finale
Sezione 4--Principi di Affilatura
1. Pressione da esercitarsi durante l'affilatura
2.Distanze da percorrere durante l'affilatura
3. Tempistica Affilatura
Sezione 5—Stropping
1.Principi di Stropping
2. Come usare la strop
3. Stropping sul Lino
Sezione 6--Rimozione del Chipping
Sezione 7--Come usare un Rasoio Tradizionale (non giapponese)
Sezione 8--Riguardo la Ruggine
1. Ruggine:Le Cause
2. Usare la Strop per prevenire la Ruggine
3. Uso dell'acqua bollente
4. Carta Antiruggine
5. Olio Antiruggine
6. Chipping sul filo dovuto alla ruggine
Ringraziamenti
Catalogo
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 30/05/2011, 14:41

Le vere Nagura si distinguono dalle false tramite una scritta rossa su di esse.
foto.jpg

Vi sono quattro tipi principali di Nagura: Botan (ボタン), Mejiro (目 白), Tenjou (天上) e Koma (コマ or 細) . Botan e' costituita da particelle grossolane, e leviga velocemente grandi quantita' di acciaio durante l'affilatura, laTenjou e Mejiro possiedono particelle fini (コマ o 细).Le Botan a volte presentano inclusioni assimilabili a piccoli punti neri noti come "occhi di sabbia".Se tali inclusioni si presentano in un numero esagerato e' consigliabile usare l'altra faccia della pietra.Le pietre Nagura grossolane sono molto richieste e quindi sono un po ' piu'costose. Le Koma possiedono particelle più sottili della Botan, ma anch'esse" mangiano" molto acciaio durante l'affilatura della lama.Sono spesso usate dai "politori" di spade, quindi le Koma sono costose.Le Nagura sono costituite da un tipo di quarzo denominato tufo riolite. Questa è una roccia vulcanica acida formatasi da un processo deposizionale della cenere dalla eruzione del vulcano. Vi è una laminazione molto marcata, alternanza di buio e luce, e frammenti di quarzo che ospiterà la loro morfologia rotolamento cenere vulcanica.
Se si possiede una pietra Botan (grossolana)e una Mejiro (fine)o una Tenjou (fine) teoricamente durante l'affilatura e' possibile inserire nella successione una Kama, tra la Botan e le ultime due.In realta' cio' e' controproducente o non necessario comunque.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda ura » 30/05/2011, 22:26

Quanto scritto dal Sig. Iwasaki può essere applicato per eseguire l'affilatura oltre che per un rasoio stile giapponese anche per un rasoio stile occidentale.
Ringrazio Aldebaran per la traduzione che spero possa interessare tutti gli appassionati del ML.
Avatar utente
ura
 
Messaggi: 898
Images: 18
Iscritto il: 29/05/2011, 22:01
Località: Pavia

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda kr816 » 30/05/2011, 23:45

Ciao Ura.

Penso che sia una cosa che possa interessare a molti , ti chiedo come fare a capire quando passare da una Nagura all'altra , cioé quando passare allo step sucessivo , io per quanta riguarda gli "OccidentalI" mi affido molto al mio pollice che mi dice quando é aggressivo il Filo.
In poche parole prima insisto su una 1000 oppure sullo slurry fino ad ottenere un filo aggressivo , tipo quello che si sente nei coltelli molto affilati , poi inizio a Salire o Diluire fino ad ottenere un filo che mi piace.
Mi rendo conto che l' ho fatta semplice ma piú o meno il concetto é quello , vi sono sensazioni prove analoghe nell' affilare un Giapponese ?
kr816
 
Messaggi: 18
Images: 10
Iscritto il: 12/08/2010, 22:46

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda ura » 31/05/2011, 0:15

Solitamente lo slurry che diventa più scuro mi indica il momento di passare alla Naguna successiva.
Però solo passando il filo del rasoio sull'unghia del pollice mi permette di capire l'aggressività della lama. Quando detta aggressività mi soddisfa eseguo il passaggio alla Naguna successiva.
Avatar utente
ura
 
Messaggi: 898
Images: 18
Iscritto il: 29/05/2011, 22:01
Località: Pavia

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 8:39

Si puo' tagliare una piccola parte, solitamente un bordo, della pietra che si intende usare per l'affilatura di un rasoio e usare questa "bout" per fare lo slurry.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 8:58

Tra le pietre giapponesi per la finitura "Honyama" vi sono le "Maruka" che possono essere gialle, rossastre, blu e bianche.Un tempo le gialle erano considerate le migliori ma dopo attente analisi ci si e' accorti che l'abrasivo presente in tutte le pietre e' lo stesso e che, in realta', il tipo di levigatura era simile a quello delle altre pietre.Altre pietre molto buone per la finitura sono le Ozaki di Montagna, sono di colore grigio scuro.
Si raccomanda di lappare accuratamente tute le pietre giapponesi per l'affilatura e, nel caso di quelle per finitura sopra citate, di rimuovere tutte le intrusioni color porpora e/o color pelle.Queste intrusioni, molto dure, rischiano di scheggiare il filo del rasoio.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 9:04

Per la finitura finale del rasoio viene usato dell'ossido di cromo mischiato ad acqua.Questo intruglio viene posto sul Raxa (si pronuncia Rasha).Il Raxa e' un panno di lana che viene inchiodato su di un piatto di legno, il kamaboko, di 15x5 centimetri, usato per servire pesce cotto al vapore.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 9:11

Come cuoio da usare prima della rasatura e per il mantenimento del rasoio si usa quello ottenuto dalla groppa del cavallo, trattato con un processo sviluppato a Cordoba, in Spagna.La pelle di un cavallo più giovane è più sottile,ed e' migliore per la finitura.E' anche vero che pero' questa e' piu' indicata per persone esperte nell'affilatura, perche' si rischia di tagliarla facilmente durante i passaggi con il rasoio.Le persone meno esperte dovrebbero usare pelli piu' spesse, di cavalli piu' anziani, anche se queste ultime sono un po' grossolane.
Quando una Strop con il tempo invecchia, si impolvera e si sporca, e' necessario trattarla con delle carte abrasive.Si inizia con delle carte abrasive con grana 120, 240, infine con 320.Si strofina poi con un panno umido la striscia di pelle, tenendola tesa.
Si riprendono poi le carte abrasive, questa volta di grana 400-->500-->600, con le quali si carteggia ancora la pelle, per poi ripassarci sopra il panno umido.Questa operazione va ripetuta piu' volte.Alla fine, si pulisce con un panno asciutto la strop, strofinando energicamente per 15 minuti circa.
La pelle tornera' brillante.
Alcuni usano l'olio per far tornare elastica la pelle se troppo "secca", cio' tende pero' a facilitare i depositi di polvere e sporcizia su di essa.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 9:38

Questa e' una parte del testo che descrive un pratica totalmente inutile, impraticabile e fortemente sconsigliata a prescindere.Preferisco non tradurla, sarebbe solo una perdita di tempo.In questa parte del testo comunque si descrive come pulire la coramella con la benzina se su quest'ultima e' stato spalmato troppo olio.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 9:46

Per far ri-ammorbidire la cinghia di cuoio dopo averla trattata con la benzina, bisogna spalmarla di nuovo con dell'olio,pressarla tra due tavole di legno, rifinire il tutto con un mattarello simile a quello utilizzato per lavorare la pasta fatta in casa e lasciare che la pelle si asciughi in due/tre giorni.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 9:50

Il lino puo' essere utilizzato come Strop al posto della pelle.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 10:33

Il mantenimento di una strop in lino si attua tenendo presente i seguenti passaggi.

1.Lavarlo con una rigida spazzola insaponata.

2.Stendere la strop su un tavolo dopo aver scrollato via il liquido in eccesso e appiattirla con un mattarello in legno.

3.Spazzolare il lino con una spazzola dura.

4.Spalmarci sopra del sapone (un tipo particolare, ma non so cosa si intenda).

5.Strofinare la strop con una pietra pomice.

6.Spazzolare il lino con una spazzola dura.

7.Spalmare di nuovo il sapone.

8.Lisciare la superficie con una pietra Nagura.

9.Sciacquare il tutto.

10.Lasciare asciugare la strop per 2-3 giorni.

11.Applicare sopra il lino del sapone da barba.

12.Spianare la strop facendoci rotolare sopra una bottiglia di birra.

13.Ripetere i punti 11 e 12 per due,tre volte.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 10:42

Si pubblicizzano in questo paragrafo del testo dei microscopi utili per l'analisi del filo di un rasoio.E' inutile tradurre.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 10:47

I movimenti durante l'affilatura variano da persona a persona e da paese a paese.Vi sono movimenti ad X, ad 8, a V.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 10:50

Le pietre possono essere utilizzate ad acqua o ad olio, indistintamente.L'autore pero' afferma che l'acqua e' migliore se usata per le Nagura.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 11:31

In questo paragrafo viene descritto come e perche' si fa la "slurry" con le Nagura, passandole sulle pietre "Honyama".
Queste ultime sono lente e quindi dovrebbero essere utilizzate con slurry.Il procedimento e' stato gia' trattato sul forum, in maniera generale,qui.
Il potere abrasivo in presenza di slurry aumenta perchè i cristalli vengono rilasciati sulla superficie della pietra e quindi presenti in forma più efficace. Su cosa sia questa forma più efficace possiamo avallare solo delle ipotesi:
1. Il cristallo è completamente libero nella sua interezza, mentre quando è fisso nella pietra una porzione di esso non è impiegata; in un certo senso questo potrebbe "raddoppiare" (aumentare) il potere abrasivo proporzionalmente all'aumentare della superficie di cristallo libera;
2. Il cristallo è concentrato nella soluzione presente in superficie; questa ipotesi prevede che l'acqua possa disciogliere alcune sostanze che legano i cristalli alla superficie della pietra e li mantengono a distanza tra loro, quindi con densità (numero per unità di superficie) costante e fisso; se l'acqua scioglie parte di questi legami e permette ai cristalli di liberarsi, la soluzione risultante potrebbe avere una densità di cristalli molto più alta rispetto a quella superficiale: l'acqua raccoglie cristalli da tutta la superficie e li concentra in poche "gocce" di slurry;
3.La "dinamica" dell'affilatura potrebbe trarre efficienza dal far lavorare i cristalli per rotolamento (nella soluzione di slurry) anzichè per trascinamento (fissi nella pietra) - [ipotesi dubbia]
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 11:48

La Nagura, come abbiamo visto, puo' servire da sola, per abradere parecchio acciaio dal filo, nei casi in cui vi sia un bevel particolarmente difficoltoso da impostare, oppure per formare della fanghiglia su pietre piu' fini.
SI consiglia, in questo caso, di strofinare la Nagura in maniera uniforme in modo da non dover poi lappare la pietra su cui si vuole attuare lo slurry, una volta finita l' operazione.
Si faccia attenzione a non strofinare troppo energicamente la pietra Nagura sull'altra, per evitare che dalla prima si distacchino frammenti troppo grossi.Una quantita' copiosa di abrasivi e fanghiglia inoltre puo' essere controproducente.Puo' far si infatti che il rasoio risulti sollevato, quindi che il filo non tocchi bene sulla pietra.Si rischia, in questo modo, di ottenere un filo irregolare.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 11:55

Sarebbe bene che l'affilatura di un rasoio avvenisse durante le giornate piovose, in modo che le polveri dovute all'inquinamento si stabilizzino e non vadano in giro, portate via dal vento, per poi depositarsi sulle vostre pietre inquinandole.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 12:00

Se l'acciaio del rasoio non e' buono, si presenteranno vari "chip" (microseghettature") sul filo, a prescindere dal tipo di pietra utilizzata.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 13:11

Le Botan sono un tipo di pietre Nagura utili nel togliere "microchip" dal filo del rasoio e per impostare bevel difficili da creare altrimenti.
Una volta che si e' affilato il rasoio con la pietra Nagura Botan si puo' rimanere stupefatti dai solchi lasciati da quest'ultima sul filo.
Cio' puo' essere dovuto a sporcizia sulla pietra, cattiva qualita' dell'acciaio o, piu' verosimilmente, dal fatto che le inclusioni bianche della Nagura hanno solcato eccessivamente il filo.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 13:18

Dopo aver terminato l'affilatura del rasoio sulle pietre Botan, si consiglia, per addolcire il filo, di levigarlo con le pietre Nagura Tenjou o Mejiro.La Tenjou ha un grado di abrasivita' maggiore della Mejiro.Ricordarsi, passando da una pietra a l'altra, di sciacquare il rasoio per evitare che frammenti di pietra passino da un sasso ad un altro.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 13:29

Dopo l'uso delle Nagura si passa all'uso delle pietre Honyama.Le pietre Honyama sono lente in genere e quindi si usa fare dello slurry su di esse con una Nagura.
In giapponese, in questo caso, dato che si usano due pietre, e' possibile che l'intero procedimento venga esplicitato affermando:
-"Si affila il rasoio usando una Tomonagura" (ovvero una Honyama, piu' la Nagura).
In realta', arrivati a questo punto dell'affilatura, si sta usando la Honyama per affilare, la Nagura e' solo un coadiuvante.Il procedimento quindi dovrebbe essere chiamato 共 砥-tomoto.
Teoricamente che scaurisce da questa operazione risulta si' ancora frastagliato, ma pronto per radere.In realta' si puo' fare di meglio.Il filo cosi come viene lasciato dalla Honyama viene chiamato ムダ 刃-mudaha.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 13:51

Qui si e' trattato riguardo l'ossido di cromo.
Per rifinire il filo del rasoio dopo le Honyama e' possibile usare questo tipo di abrasivo.Bastano 6 passaggi in tutto, 10 secondi, ponendo una leggera pressione con un dito vicino al bordo del rasoio per ottenere un filo capace di radere dolcemente la barba.
L'ossido di cromo addolcisce particolarmente il filo eliminando i graffi sul bevel piu' grezzi lasciati dalla sabbia silicea presente nelle pietre Honyama.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Affilatura Rasoi Giapponesi

Messaggioda Aldebaran » 31/05/2011, 14:01

Una volta sciacquato il rasoio, e' possibile migliorare un po' l'affilatura "scoramellando" il rasoio in un unico movimento che prevede lo spostamento del filo di 1mm in avanti e 1mm indietro.E' una parte del testo questa molto lacunosa, neppure JimR ci ha capito molto.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4791
Images: 3922
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti
Prossimo

Torna a Pietre Giapponesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite