Pietra sintetic.Giapponese Jinzo e grana effettiva comparata

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Pietra sintetic.Giapponese Jinzo e grana effettiva comparata

Sostienici

Sponsor
 

Pietra sintetic.Giapponese Jinzo e grana effettiva comparata

Messaggioda FLORIS » 22/04/2013, 16:22

Ciao Ragazzi, ho fatto questo piccole test a forza di leggere in rete tra i vari siti che le grane dichiarate sulle pietre sintetiche Giapponesi risultano essere piu fini rispetto a quelle di paragone delle nostre scale.
Infatti come ho notato, questa pietra sintetica dichiarata a grana 2.000 dal venditore si è dimostrata molto piu fine, nelle foto ci sono tutte le didascalie per una chiara comprensione del test.

Metto direttamente il link di K.M. avendo le foto caricate solo sulla memoria interna del sito.

FOTO DEL TEST:
http://forum.kenzemeres.com/index.php/topic,4508.0.html

Pietra Jinzo
http://www.mehr-als-werkzeug.de/product ... t-2000.htm
Ciao e alla prossima
8-)
Avatar utente
FLORIS
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/10/2011, 8:06

Re: Pietra sintetic.Giapponese Jinzo e grana effettiva compa

Messaggioda Aldebaran » 22/04/2013, 16:34

Grazie per la recensione Floris,se dovesse servire sentiti sempre libero di linkare il forum con cui siamo gemellati,Kenz'e Meres.Aggiungerò la tua recensione all'indice generale delle pietre giapponesi e sintetiche.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Pietra sintetic.Giapponese Jinzo e grana effettiva compa

Messaggioda FLORIS » 22/04/2013, 16:37

Grazie Aldebaran, sei sempre gentilissimo, infatti mi è piu comodo grazie alla galleria utenti in cui carico le immagini senza passare per siti appositi.

Per qualsiasi domanda sulla pietra in questione sono qui a disposizione di tutti..
:D
Avatar utente
FLORIS
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/10/2011, 8:06

Re: Pietra sintetic.Giapponese Jinzo e grana effettiva compa

Messaggioda Aldebaran » 23/04/2013, 12:42

Tralasciando le Nakayama che sono pietre giapponesi ma naturali (cava chiusa nel 1967) , le Shoubu e le Honyama (sempre naturali),le altre pietre giapponesi di interesse per noi,in questo caso,sono le sintetiche:

1)Miyakoshi Toishi* [Shobu (1K), Sakura (2k), Syoki (3K), Yamaichi (6K), Kitayama (8K) ]

esse sono pietre ceramiche ,tranne la Kitayama (che ha leganti resinoidi).Sono morbide,ma al contempo hanno una struttura davvero molto omogenea , non porosa (come le pietre morbide,in generale).

2)Le Sigma della Sigma Power Corporation di Tokyo non hanno alcun legante,sono progettate come il vetro: la pietra viene raffreddata, la viscosità aumenta, ostacolando la cristallizzazione e il materiale emerge in uno stato amorfo. Questo processo è costoso, ma si traduce in una pietra che "mangia" davvero l'acciaio,come se fosse di diamante (ATOMA,DMT) e si fa strada anche sugli acciai piu' difficili,con molti alliganti,come l'S125V.
Si dice che siano comparabili alle Naniwa SS, Shapton Pro / Glassstones, Naniwa Chosera, Sigma ,ma a questo punto,dopo ciò che ho scritto,ci credo poco.

le Naniwa Chosera,diversamente dalle SuperStone Naniwa, hanno un legante/abrasivo costituito dall'ossido di magnesio,invece le SS hanno legante resinoide e come abrasivo l'ossido di alluminio.

Le Shapton Pro sono pietre ceramiche,quindi con una struttura piu' omogenea e resistente di quella resinoide.Si pensa che l'altro modello,definite Glass Shapton siano come le Sigma Power,in realtà solo la base di quest'ultime è di vetro,il legante è ceramico.

Toishi*=significa pietra ad acqua.

Si capisce quindi che il problema sia la grande varietà di leganti e tecniche utilizzate per costruire queste pietre,che nulla ha a che vedere con i semplici abrasivi e loro comparazione (anche del grit).Io stesso faccio fatica a capire certe cose,nonostante mi sia procurato,e abbia tutt'ora i seguenti libri:

Oxide Ceramics di Eugene Ryshkewitch

Modern Ceramics di Hove e Riley

Physical ceramics for engineers di H.Van Vlack

penso che uno studio piu' approfondito serva anche a capire la tecnologia degli acciai da polveri,dato che, anche in questo caso,bisognerebbe distinguere tra le varie generazioni (dalla 1 alla 3) e,guarda caso,anche qui la "metrica" è tuta giapponese.Lo ZDP ,per esempio,è classificato come acciaio da polveri di terza generazione,l'RWL una prima (scarsa) e l'S125V tra la seconda e terza,anche se le peculiarità in generale dell'S125V sono migliori dello ZDP.
Se tu,Floris,sei d'accordo,potremmo collaborare per ulteriori verifiche,puoi (possiamo)scrivere anche tutto su Kenz'e Meres e poi linkare di qua.
Avatar utente
Aldebaran
 
Messaggi: 4584
Images: 3479
Iscritto il: 31/03/2010, 19:26
Località: Milano - Chieti

Re: Pietra sintetic.Giapponese Jinzo e grana effettiva compa

Messaggioda FLORIS » 23/04/2013, 12:51

Certo Aldebaran, ho in cantiere un altro test fatto con un'altra pietra Giapponese sintetica a grana 8.000 paragonata ad una belga gialla e poi alla diamantata A GRANA SEMPRE 8.000.
Appena riesco posto tutto e poi pubblico il link anche qui.
:D
Avatar utente
FLORIS
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/10/2011, 8:06

Torna a Pietre Giapponesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti