pietre giapponesi

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

pietre giapponesi

Sostienici

Sponsor
 

pietre giapponesi

Messaggioda FLORIS » 06/12/2011, 22:13

Ecco qui una nuova pietrina fresca fresca..cominciamo con il dire che è utilizzabile da entrambi i lati,
ottimo grit e finitura uniforme, circa (da quanto si dice sulla pietra) dai 1000 ai 1500 come grana..
un paio di foto adesso:
Immagine
Immagine
notare le particelle di acciaio, è una pietra veloce questa, mediamente dura..
Immagine
Immagine
Immagine

Ottima per dare forma al filo, riprende eventuali imperfezioni e cosa non da poco
rilascia parecchie particelle abrasive (il filo si satina in modo uniforme)..
molto simpatica a mio giudizio...
:D
Avatar utente
FLORIS
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/10/2011, 8:06

Pietra Giapponese - Mikawa Shiro Nagura Botan-3000/4000 grit

Messaggioda FLORIS » 06/12/2011, 22:15

Ecco ancora una bella pietrina Giappo..alla fine devo fare la scala di grane e questa mi mancava..[/b][b]qui come grana siamo intorno ai 3000/4000 grit, è una pietra abbastanza dura, con ottimo rilascio
di sostanze abrasive e ottimo effetto di satinatura sul filo, sempre in modo uniforme, sembrerebbe ricca
di agenti abrasivi, sopratutto è una pietra non troppo veloce, ovvero mi permette di controllare bene i movimenti
sul tagliente..vai di foto:

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
conferisce una ottima microseghettatura e satinatura, notate come fa sparire
la precedente lucidatura del tagliente (prima era a stroppato a specchio con pasta carrozziera da circa 0.7/0,5micron)
ottimo intermezzo come grana...
:D
Avatar utente
FLORIS
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/10/2011, 8:06

Pietra Giapponese - Nakayama (durezza media)-12000/15000

Messaggioda FLORIS » 06/12/2011, 22:16

Non poteva mancare una bella Nakayama un po piu morbida di quella che avevo, questa dà un effetto seta,
si avverte una finezza di taglio dovuta alle particelle che man mano si rompono diventando sempre piu fini,
ideale anche a secco..anche se con l'acqua è la morte sua..
la pietra ha una velocità medio/alta di abrasione, molto rilassante da usare..
il filo che si ottiene fa saltare i peli senza problemi, ovviamente abbinata allo stropp si ha il solito effetto laser..
Immagine
questa zona rossastra ha un grit leggermente superiore al resto della superficie..
Immagine
Immagine
Immagine
notare gli abrasivi rilasciati dalla pietra mischiati a microparticelle di acciaio..
Immagine
Immagine

buona anche questa..a mio avviso piu fine della cinese..
:D
Avatar utente
FLORIS
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/10/2011, 8:06

Re: pietre giapponesi Nakayama - Effetti Uso a SECCO

Messaggioda FLORIS » 30/12/2011, 14:28

Ecco una comparazione tra 2 pietre simili della stessa zona di provenienza ma con colorazioni diverse.
Immagine
Immagine
le zone rossastre alternate alle gialline a differenza dell'altra pietra piu sul verdognolo, evidenzieranno
diverse capacità abrasive quasi impalpabili a primo occhio..
Immagine

il coltello è già ben affilato prima della prova..
Immagine

pietra verdognola Nakayama
Immagine
dona una lucidatura evidente..
Immagine
il taglio migliora sensibilmente
Immagine
non risparmi anemmeno i pelettini piu fini..
Immagine
pietra Nakayama giallo rossa (sarà romanista?? :mrgreen: ) con acqua
Immagine
forse la lucidatura è leggermente scesa rispetto a prima, potrebbe essere piu aggressiva..vediamo..
Immagine

un metodo comparativo ad occhio è vedere oltre alla lucidatura persa la capacità e la quantità
di materiale abraso a secco, senza l'uso di acqua..
Immagine
notare le particelle di metallo molto presenti sulla superficie della pietra..mangia in fretta e lucida comunque..
Immagine
Immagine
l'altra pietra non riesce a mangiare tanto materiale, si sporca di metallo ma è piu fine di questa giallorossa..
il filo che si ottiene a secco è abbastanza lucido, efficace e tagliente..
Immagine
Immagine

la questione è anche dovuta al fatto che le particelle man mano che si affila si rompono diventando sempre piu fini,
passando quindi da una presatinatura ad una lucidatura vera e propria..anche a secco i risultati sono notevoli..
in questo caso classificherei la pietra giallorossa come una 6000/8000/10000, meno fine della verdognola che è praticamente al pari con l'altra da circa 15000grit..
resta alla fine dei fatti una pietra veloce e ricca di materiale abradente..ottima come sensazione...
piu avanti proverò anche le altre pietre a secco per vedere le possibilità di loro utilizzo e le differenze che con l'uso ad acqua..
alla prossima

:D
Avatar utente
FLORIS
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 06/10/2011, 8:06

Re: pietre giapponesi

Messaggioda ischiapp » 14/01/2015, 23:53

Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
Miglior foto di Gennaio
Miglior foto di Gennaio
 
Messaggi: 12871
Images: 1871
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Torna a Pietre Giapponesi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite