Consigli per iniziare questo percorso...

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Rispondi
Grizzly
Messaggi: 385
Iscritto il: 29/05/2020, 6:20
Località: Monserrato

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da Grizzly »

@Saná, Vai avanti così!
Le lamette taglienti te le consigliavo non per farti azzardare di più, ma perché, a mio avviso, fanno fare meno passaggi e ritocchi, che sono quelli che di più irritano la pelle.
Pensa che ho cominciato ad apprezzare un rasoio come il Fatip dopo averlo provato con le kai. In precedenza, infatti, lo utilizzavo proprio con le Asrta verdi che, sempre secondo me, in abbinamento con alcuni rasoi, offrono minore comfort.
E ricorda sempre che non hai un rasoio facilissimo come potrebbe essere, per esempio, un EJd89.
Avatar utente
Afgil
Messaggi: 109
Iscritto il: 03/05/2020, 17:26
Località: ROMA

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da Afgil »

Sanà ha scritto:
14/10/2020, 20:43
Dopo la quarta rasatura ;) con il Wilky, devo dire che mi aspettavo di peggio. Naturalmente la mia pelle, abituata allo SkinGuard supportato dai migliori prodotti di contorno al rito della "rasatura bagnata" (SV), sta facendo i "capricci" per l'entrata in campo, dalla sera alla mattina, del D.E. (che su consiglio unanime dei forumisti, ho armato di Astra Verdi).

Consigli?
Anche per me uguale. Miglioramenti sostanziali ne ho avuti usando sul plasticone bic e personna...lame rigide e più affilate, ma soprattutto aprendo l'angolo all'estremo, fino a non sentire la lama, ma quasi il coprilama sulla pelle... Chiaramente deve tagliare.
Inoltre passi corti e veloci, ma accorti.
Ho migliorato tantissimo così.

Le Astra meglio su un rasoio pesante anche se delicato.
Avatar utente
Afgil
Messaggi: 109
Iscritto il: 03/05/2020, 17:26
Località: ROMA

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da Afgil »

EDV ha scritto:
03/10/2020, 14:57
Al cambio di lametta corrisponde un cambio di angolo?
La domanda mi sovviene avendo sentito cantare le lamette di questa mattina.
Ti dirò, per me è stato così. Non tanto per il canto ma per il comfort.
A parità di rasoio, un kanzy o baili che dir si voglia, passare dalle Astra verdi, con cui mi ero trovato bene, alle Wilkinson nere, ha comportato un certo cambio di confort e profondità nella rasatura in peggio, a parità di tutto.
Aperto ancora di più l'angolo, seppur di poco, la situazione è cambiata di molto, con una efficacia tale da non richiedere il contropelo.
Dopo un mese fisso con le Wilkinson sono tornato alle Astra, e pronti via brutta rasatura...mi sono abituato all'angolo nuovo e ora devo tornare indietro. Appena richiuso un filo tutto è andato meglio.

Credo dipenda dalla diversa rigidità della lama ebquindi da come il coprilama riesce a piegarla, oltre che proprio dalla conformazione del filo della lama.

Indubbiamente Wilkinson e Astra hanno due rigidità e affilature lievemente differenti e secondo me questo fa la differenza.
E se non sbaglio avevo già sentito una storia così nei video tecnici di Tarenzi.
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 19254
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da ischiapp »

@Sanà
Una presa molto arretrata è utile.
Stesso principio dei manici moderni Gillette.
Diminuire la pressione, aumentare la trazione.
Adattando quindi anche angolo della lama (basso) .
Anche la trazione della pelle è importante.
Così come i movimenti corti e veloci.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
alexve
Messaggi: 649
Iscritto il: 04/06/2019, 9:47
Località: Venezia

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da alexve »

Sanà ha scritto:
14/10/2020, 20:43
Vorrei provare ad approcciare la rasatura di quella parte del mento (minuscola) in maniera diversa. Consigli?
io in quel punto e dove ne senti necessità darei priorità ad un movimento comodo piuttosto che alle canoniche direzioni rispetto al pelo :)
EDV
Messaggi: 52
Iscritto il: 27/09/2020, 11:43
Località: Vigevano (Pv)

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da EDV »

Sanà ha scritto:
14/10/2020, 20:43
... quando faccio il giro de mento con il rasoio la lama salta e mi procura il taglio, sempre nello stesso punto (la punta). Dopo domani mi rado, lasciando fuori il punto "infortunato" fino alla completa cicatrizzazione.
Vorrei provare ad approcciare la rasatura di quella parte del mento (minuscola) in maniera diversa. Consigli?
Ciao, io per scavalcare il mento scendendo verso il collo, preferisco agire con piccoli e brevi passaggi. Se mi sento insicuro, appoggio il coprilametta alla pelle e poi inclino verso il basso. Lo faccio perchè tanto quando sei insicuro e pensi "magari mi taglio...", ti sei già affettato! :D Tornando verso l'alto, uguale piccoli, leggeri. Non faccio contro pelo, ma solo pelo e traverso.
Questo perchè non mi sento ancora in grado di seguire i tratti del mento da nord verso sud, mantenendo sempre l'angolo giusto in ogni punto, con un unico passaggio.
Ammetto che da quando l'obiettivo è diventato non sentire "quasi" la lama (sia x audio che x sensazione sulla pelle) le mie rasature, e soprattutto i post, hanno fatto un salto di qualità. Evidentemente è migliorato l'angolo che utilizzo... credo.
Inutile rimarcarlo, ma con i multilama abbiamo abituato la "mano" ad un angolo estremamente chiuso, incompatibile con la rasatura tradizionale.
La mia rotazione per ora: Kanzy/Baili D176 e Mhule R89
EDV
Messaggi: 52
Iscritto il: 27/09/2020, 11:43
Località: Vigevano (Pv)

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da EDV »

Ciao a tutti. Il passaggio da Kanzy a R89 mi ha fatto trovare uno strumento mooooolto dolce e docile, ma un po' "canterino".
Da voi ho imparato che ogni volta che qualcosa "non" va, 90% la soluzione è da ricercare nella tecnica applicata (e non negli strumenti) :ugeek: , e quindi il suono mi è servito come campanello di allarme, ed in pochi giorni ho trovato un angolo più corretto del rasoio. Adesso riecheggia di nuovo il silenzio. :D
Sono soddisfatto al punto che ho pensato si potesse iniziare direttamente con il Mhule. Ma immagino che o il gap della lama o il diverso disegno della barra di sicurezza determinino il carattere del rasoio (seppur molto simili).
Pur con miglioramenti evidenti(sostanziali e sensoriali), non ci siamo (=sono) ancora. E dopo alcune prove in autonomia, è meglio se vi chiedo consiglio.

Il problema rimane il collo. Non che non lo fosse con i multilama, ma con il DE non ho ancora trovato "il bandolo". Il problema è che la mia ricrescita è trasversale dalla verticale del pomo d'adamo verso l'esterno, il collo è magro, e quindi non riesco a fare la passata di pelo (la testina del rasoio dritta si trova a toccare una superficie convessa).
Finora ho tentato di eseguire passaggi in obliquo (rispetto al collo) anche se il più possibili orizzontali ("rincorrendo" un WTG), ma non sono ne comodo ne efficace. Poi eseguo i passaggi sud-nord e nord-sud (che sarebbero effettivamente dei passaggi XTG).
E' vero che ogni giorno cerco di essere sempre più delicato (ho dovuto "regolare" la pressione applicata), e questo magari mi permette 3 passaggi senza irritazioni... ma vorrei capire da voi se questo è l'unico modo di agire, o se la vostra esperienza ha il consiglio "illuminante".
Mi rado tutti i giorni, pur non pretendendo il BBS vorrei almeno non vedere il pelo...

PS: capisco il senso pratico ed il buon senso di non cercare a tutti costi il BBS, pur tuttavia con l'uso delle mascherine in tnt, a cui sono/siamo costretti tutto il giorno, il BBS (se ottenuto senza lo scotto di forti irritazioni) è un po' una benedizione...
La mia rotazione per ora: Kanzy/Baili D176 e Mhule R89
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 19254
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da ischiapp »

EDV ha scritto:
15/10/2020, 9:25
... il BBS (se ottenuto senza lo scotto di forti irritazioni) è un po' una benedizione.
+1

Già hai compreso la teoria.
Un basso angolo del tagliente è il trucco di Pulcinella.
Questo permette maggiore efficienza generale.

Il BBS è naturale conseguenza.
Sono le tre passate ortogonali, a donare profondità e durata.
Quindi la pressione è controproducente.

Il passaggio fondamentale è la pratica.
Con la giusta costanza, in essa si perfeziona la teoria.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
EDV
Messaggi: 52
Iscritto il: 27/09/2020, 11:43
Località: Vigevano (Pv)

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da EDV »

ischiapp ha scritto:
15/10/2020, 9:59
...
Il passaggio fondamentale è la pratica.
Con la giusta costanza, in essa si perfeziona la teoria.
Quindi per il mio collo "di Achille", mi consiglieresti di continuare con le passate che sto facendo?
(ovviamente prestando attenzione a pressione, angolo e trazione della pelle)
La mia rotazione per ora: Kanzy/Baili D176 e Mhule R89
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 19254
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da ischiapp »

EDV ha scritto:
15/10/2020, 10:58
... mi consiglieresti di continuare con le passate che sto facendo?
Finché ancora non padroneggi il risultato, focalizza gli stadi iniziali:
1. WTG
2. XTG
3. ATG
Se c'è irritazione, si può adottare una diversa sequenza, evitando l'ultimo e raddoppiando il primo.
Minore efficacia, maggiore comfort.

Personalmente nel (tanto!!!) tempo ho trovato il BBS come accessorio.
Con la giusta tecnica, il target è il comfort.
Il quale porta con sé anche la profondità.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
Sanà
Messaggi: 962
Iscritto il: 03/04/2018, 20:22
Località: lunigiana

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da Sanà »

Afgil ha scritto:
15/10/2020, 6:18
Sanà ha scritto:
14/10/2020, 20:43

Consigli?
Inoltre passi corti e veloci, ma accorti.

Credo che diventerà il mio "motto" ;)


P.S.: ringrazio tutti quelli mi hanno dedicato tempo e consigli: non vi deluderò, lo giuro! ;)
A Sanà non la si fa
Avatar utente
Lino
Messaggi: 4407
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da Lino »

Sanà ha scritto:
14/10/2020, 22:50
Non ho intenzione di ritornare al multilama pertanto, per ora, a parte i tagli sul mento, mi va molto bene così e procederò con tutta la pazienza necessaria per apprendere la giusta tecnica e metterla in pratica correttamente. Per quanto riguarda le lamette, visto che con il rasoio in mano sono ancora insicuro cercherò di fare ancora qualche passo avanti prima di mettere da parte le Astra Verdi (comunque terrò conto del suggerimento)
Grazie ;)
Avanti così, Franco ;)
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Sanà
Messaggi: 962
Iscritto il: 03/04/2018, 20:22
Località: lunigiana

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da Sanà »

Si, si, Lino, con grande determinazione! Siamo o non siamo la generazione della "doppietta" e dei "derapaggi" con l'A112, accelerando e tirando il freno a mano contemporaneamente? ;)
A Sanà non la si fa
EDV
Messaggi: 52
Iscritto il: 27/09/2020, 11:43
Località: Vigevano (Pv)

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da EDV »

OT: Che tempi... Oggi guido una superelectronicfacciotuttoiotugirailvolanteebasta... In pratica guido un multilama... :shock:

IT: quoto il consigliori è l'alunno. Determinazione ed impegno, perché tornare indietro visto le soddisfazioni che si ottengono? E chissà quali soddisfazioni otterremo più in là con l'esperienza....
La mia rotazione per ora: Kanzy/Baili D176 e Mhule R89
Avatar utente
Lino
Messaggi: 4407
Iscritto il: 01/05/2015, 15:40
Località: Roma

Re: Consigli per iniziare questo percorso...

Messaggio da Lino »

Sanà ha scritto:
15/10/2020, 20:06
Si, si, Lino, con grande determinazione! Siamo o non siamo la generazione della "doppietta" e dei "derapaggi" con l'A112, accelerando e tirando il freno a mano contemporaneamente? ;)
Franco, quasi mezzo secolo fa avevo una Mini Cooper 1300 ed in una curva vicina al luogo dove mi ritrovavo con gli amici, una curva a destra ad angolo retto, sistematicamente entravo e all'improvviso chiudevo violentemente lo sterzo a destra per far alzare la ruota posteriore sinistra finendo la curva ...

Ma si può essere più cogl ... ops, sciocchini ? :lol:
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Rispondi

Torna a “Tecniche di Rasatura”