Restauro Bilos2511

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Restauro Bilos2511

Sostienici

Sponsor
 

Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 13/10/2016, 17:02

Mi dispiace aver' aperto una discussione a nome mio, ma proprio non saprei dove aprire e guardando un attimino alla veloce non ho trovato magari un topic dedicato alla restaurazione .

Il topic volendo si potrebbe usare da qualsiasi persona interessato al mio restauro oppure ingrossare il topic con i suoi, cosi almeno abbiamo un unico topic dove postare i rasoi e i lavori fatti.

Ecco il mio piccolino appena arrivato ieri preso su ebay alla modica cifra di 20 euro . Non sono tanti soldi, ma nemmeno pochi visto che mi aspetta una trafila intera per metterlo in sesto.

Il rasoio deve essere un francese senza nome( per adesso non ho visto nessun tipo di iscrizione sul tang o meno). A prima vista, a me non sembra messo malissimo visto anche la molatura e come ben dice Emidio:" finche c'e acciaio , c'e speranza", ecco a voi il mio piccolino .

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

La costa vicino alla punta parte da un 5,65mm per arrivare a circa 4,1mm vicino allo stabilizzatore .
la Lama misura nel punto piu alto 17,3mm per arrivare a circa 14,4 vicino allo stabillizzatore.

Appoggiato sulla pietra , si vede chiaramente come appoggia: nel centro e nel centro verso il tang, appoggia dritto e bene..mentre sulla punta, come ben si pensa, visto le dimensioni, e alzato dalla pietra, ma spostando il dito e appoggiarlo sulla costa dalla punta, tocca senza nessun problema, abbastanza lineare. E qui mi ci vorra' la super tecnica roll x ..ma ci arrivero piano piano

Chiaramente per iniziare volevo i vostri consigli su come muovermi per tirare giu la rugine e darli una pulita almeno iniziale per capire un attimino come muovermi di conseguenza . Il manico chiaramente e' da buttare ma lo tengo solo per la sagoma, cosi quando andro' a rimanicarlo, lo farei uguale, perche mi piace quel pin enorme .
Dal esperimento non mi aspetto grandi risultati, ma almeno la voglia di mettermi in gioco, c'e l'ho.
Grazie per l'attenzione.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Mastrofoco » 13/10/2016, 17:18

A me non sembra affatto messo male,ma una domanda:perché dovresti rifare il manico? A me il corno sembra buono
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1192
Images: 176
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 13/10/2016, 17:23

Perche non ne ho esperienze in merito caro Luca, e vederlo da interno, sembra intaccato di ruggine anche lui. Molto probabilmente con dei prodotti che ancora non conosco, magari si potrebbe fare dei miracoli. La decisione di rifare il manico mi e venuto spontaneo vista la mia non esperienza.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Barba64 » 13/10/2016, 17:28

bilos2511 ha scritto:Mi dispiace aver' aperto una discussione a nome mio, ma proprio non saprei dove aprire e guardando un attimino alla veloce non ho trovato magari un topic dedicato alla restaurazione ......
.

Prova a dare un'occhiata in questa sezione http://www.ilrasoio.com/viewforum.php?f=25 :D
Comunque anche a me il manico non sembra messo male
Il mio cassetto ML
Il mio cassetto DE
"Non sempre ciò che vien dopo è progresso." (Alessandro Manzoni)
Avatar utente
Barba64
Miglior foto di Agosto
Miglior foto di Agosto
 
Messaggi: 786
Images: 496
Iscritto il: 13/11/2014, 14:56
Località: Cesate (MI)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Mastrofoco » 13/10/2016, 17:31

Se non ha buchi esagerati di tarme basta lucidarlo e pulirlo prima con cartavetro fine da carrozziere e poi con polish,come consiglia Altus anche "idratarlo"con olio di piede di bue.
Intanto inizia a lavarlo bene con uno spazzolino vecchio da denti e detersivo per i piatti..
Nel caso ha un paio di piccoli buchi da tarma usa della colla ciano gel e dopo che è asciugata la levighi con carta fine
Io(se è la tua prima esperienza) ti sconsiglio di smontare il manico perché poi devi prevedere anche rifare i pin
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1192
Images: 176
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Mastrofoco » 13/10/2016, 17:33

http://www.ilrasoio.com/viewtopic.php?f ... 430#p79312
Qua trovi una piccola Bibbia di Altus
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1192
Images: 176
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 13/10/2016, 17:44

Grazie Luca...incredibile non avendola proprio vista...ahh, me la mangio subito.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Mastrofoco » 13/10/2016, 17:53

Bene se ho inquadrato un pochino Bilos dopo questa lettura ce lo giochiamo definitivamente :D :D
Domani compra un dremel gigante con frese e accessori in numero compreso tra i 1000 e 5000 pezzi :D :D
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1192
Images: 176
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda altus » 13/10/2016, 18:18

Quel rasoio ha perso almeno 1/8" di larghezza lama (e forse più) soprattutto verso la punta, per questo non appoggia completamente. Affilato come usavano un tempo su mole (ecco perché ha perso altezza), andrebbe smontato in quanto non sarà possibile rimuovere l'ossido al pivot se non parzialmente. Dovrebbe essere databile verso la metà '800 a spanne (mancando riferimenti sul coltelliere). L'unica maniera di smontarlo senza danneggiare le rondelle in modo da poterle rimettere, è segare il perno tra guancetta e codolo con un seghetto da orafo. Un restauro "esterno" non è conveniente in quanto supererebbe il valore del rasoio, quindi divertiti, ma prima studia a fondo come procedere, senza agire precipitosamente ;)
La lama come era probabilmente in origine (perdita minima di altezza), con il tipico naso francese
Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2937
Images: 2303
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 13/10/2016, 19:01

Grazie...sinceramente penso proprio di smontarlo per 2 ragioni:

1. In assoluto come dice anche Altus e' praticamente impossibile rimuovere la ruggine interna come si vede dalla foto 4 e 5.
2. Oltre a poter rimuovere la ruggine vedo come agire nei migliori dei modi pure sulla parte interna del manico.

Adesso senza esagerare , ma per 2-4 rondelle e 2-4 pin non muore mica nessuno. Al massimo visto che mi piace un casino la forma enorme del pin esterno, vedo come pulire quello e riutilizzare magari tutti i componenti a parte chiaramente quello che si taglia-rompe.

Il mio intento di restauro caro Altus , e' verificare l'eventuale capacita mia , e di certo non guardo adesso il prezzo per 3, 4 rondelle . Ripeto, se riesco provo a salvare tutto suo con la speranza che fosse tutto originale ...e mi piacerebbe tenerlo proprio cosi.
In altre parole: mi dispiacerebbe di piu , una volta rimosso tutti i pezzi e puliti , perdere o rompere una di quelle rondelle immense con la paura di non trovarle piu in giro...e non di certo per il loro prezzo .
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Bruconiglio » 13/10/2016, 19:51

Purtroppo sembra difficile eliminare la ruggine dall'interno senza sacrificare pin e rondelle o il manico.
Però visto che il manico sembra ben messo, e l'elevata probabilità che la tua inesperienza ti porti a distruggere tutto, io un tentativo lo farei.
Rimuovi l'ossidazione finchè puoi con una spazzolina metallica, stando attento a non rovinare il manico e poi puoi provare a lasciarlo a bagno in evapo-rust http://www.envirem.it/Evapo-Rust.htm
Evapo-rust mangia lentamente l'ossido e potrebbe arrivare anche in profondità nella parte coperta dal manico. Lo strato di ossido viene sostituito da una tenace patina nera che va poi rimossa con carta abrasiva o paste. Nei punti difficilmente raggiungibili non riuscirai a rimuovere il nero, ma potrebbe risultare meno sgradevole della ruggine.
L'unica cosa che non ti so dire è se con evapo-rust rischi di rovinare il corno.
Avatar utente
Bruconiglio
 
Messaggi: 1616
Images: 255
Iscritto il: 01/08/2012, 15:02
Località: Chieti

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda altus » 13/10/2016, 19:59

Quelle rondelle non si trovano da nessuna parte. O te le fai da te (difficile) o le salvi smontando come ti ho suggerito segando il perno. Io non rischierei con evaporust che sicuramente impregnerebbe il corno.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2937
Images: 2303
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda andreat63 » 13/10/2016, 20:03

il manico è da preservare. puoi cercare di salvare la rondella, se hai un po' d'attrezzatura. io faccio così. con una punta cerco di centrare la ribattitura del pivot. poi comincio a forare con una punta da un mm. profondità 1-2 mm. poi allargo con punta da 1,5. a questo punto, se si è centrato bene, la rondella si dovrebbe liberare. se non si libera, con cautela si cerca di mangiare la ribattitura del pivot con una punta da 2 mm. profondità minima una frazione di mm. non c'è da forare la rondella. che i pivot hanno un diametro di 1,5 mm circa. poi c'è da spingere fuori il pivot, puoi usare un chiodino d'acciaio del diametro di 1-1,5 mm. operazione molto delicata, c'è da votarsi a qualche santo, che in esemplari così vissuti spesso i pivot sono piegati e se di ferro magari pure bloccati dalla ruggine
andreat63
 
Messaggi: 1485
Images: 753
Iscritto il: 15/07/2010, 12:29
Località: Moglia (MN)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda altus » 13/10/2016, 20:44

Sistema complicato e su quei rasooi i pin sono di diametro irrregolare e spesso in ferro, e incrostati dalla ruggine al manico. Con il seghetto tra lama e guancetta si sacrificano pochi decimi di mm di corno (che poi si consolida con una goccia di cianoacrilato e si salvano senza rovinarle le rondelle. Per lucidarle le puoi fissare poi con una vitina a un blocchetto di legno. Se tenti di forare rovini rondella e sottorondella (sempre presente e arrugginita) e nel cercare di sfilare il perno hai buone probabilità di rompere il manico (50%) in quanto il corno è disidratato e fragile. Una volta liberata la lama puoi sfilare le rondelle con il loro pezzo di perno. Attenzione che spesso sullo spaziatore oltre al perno c'è anche un chiodino nascosto sotto la rondella e quind non forzare le guancette a ruotare ma sega anche allo spaziatore. Quando hai le guancette separate puoi sfilare perni e rondelle.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2937
Images: 2303
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Barba64 » 13/10/2016, 21:12

Un percorso potrebbe essere quello di procedere per gradi. Come consigliato da Bruconiglio, eseguire un intervento senza smanicare, arrivando a pulire la lama e il codolo fin dove riesci, per poi affrontare l’affilatura che a quanto pare sarà un po’ impegnativa. Questo ti consentirebbe di valutare la bontà del rasoio e nel caso non riuscissi a raggiungere i risultati sperati, a quel punto avresti comunque un bel rasoio da esporre: antico, ripulito e originale in tutte le sue parti, con le sue rondelle e i sui pin.
Qualora il rasoio dovesse invece soddisfarti nella rasatura, potresti valutare l’intervento più invasivo. Nel modo che avrai giudicato ottimale per le tue capacità e con gli attrezzi giusti potrai liberare il pivot e completare il restauro. Sì, perché il lavoro svolto nelle prima fase non sarebbe stato inutile, anzi…..
Nel frattempo il manico lo puoi trattare anche senza smanicare. Ad es. seguendo i consigli di Altus e Ura, sono riuscito a ripristinare in modo soddisfacente due rasoi con i manici in corno senza smanicare http://www.ilrasoio.com/viewtopic.php?p=185011#p185011
Il mio cassetto ML
Il mio cassetto DE
"Non sempre ciò che vien dopo è progresso." (Alessandro Manzoni)
Avatar utente
Barba64
Miglior foto di Agosto
Miglior foto di Agosto
 
Messaggi: 786
Images: 496
Iscritto il: 13/11/2014, 14:56
Località: Cesate (MI)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Mastrofoco » 14/10/2016, 12:01

Per me Barba64 ha ragione,innanzitutto devi capire cosa ci puoi e vuoi fare..mi spiego:
Inizialmente osserva se lo puoi usare e affilare,pulisci la lama,tira via tutta la zozzeria del tempo,se hai un dremel con piccola spazzola metallica nuova e non con fili storti puoi provare(con molta mano ferma e controllando che la spazzola sia abbastanza fine) a pulire la parte a vista del codolo presente nel manico,pulisci bene i pin a vista e manico in corno(se usi dremel usa giri bassi altrimenti puoi bruciare il corno) se hai fogli di cartavetro molto fini e sottili(e se ci passa) puoi provare anche a pulire leggermente la parte nascosta del codolo..tutto fatto per step..
Naturalmente il consiglio di Altus è il migliore,smontare tutto è il massimo che puoi fare,ma per chi non l ha mai fatto o con scimmia da"facciotuttotantononcivuolenulla"(parlo per esperienza diretta) può portare a qualche danno o mollare il lavoro a metà..
Se anche la zona(momentaneamente) nascosta rimane un pochino sporca non vuol dire che non ti puoi divertire o far tornare bello questo ragazzino..
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1192
Images: 176
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 14/10/2016, 16:20

Grazie a tutti per i consigli. Leggendo attentamente gli interventi, penso di fare come suggerito da Barba64. Non perche gli altri hanno delle idee sbagliate ma solo perche la tentazione di finirlo prima e arrivare alla prova "barba" penso sia la cosa piu importante su tutte, almeno per me, che vorrei anche usarlo e non solo mostrarlo .

L'ho pulito in 7 acque con sapone di marsiglia ( quarda caso , pure qui preferisco il sapone duro e non la crema liquida dello stesso sapone::)) ), e poi alla prima vista non sembra proprio male come e' venuto. Delle altre carte abrasive non avendo oltre alla 600, ci ho dato con quella abbastanza bene , pulendo tutto lo sporco e parte di ruggine-metallo ossidato. E rimasta solo la patina , che non intendo per nessun motivo toglierla per tirare la lama a specchio.

A breve le foto.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 14/10/2016, 17:42

Immagine
Immagine

Usato solo carta 600 e pasta iosso alla fine...A me non sembra proprio male. Ripeto: non voglio l'effetto specchio, ditte che basta, o proseguo ancora con le carte?
Curiosita: per forza di darli con la carta, ho l'impressione che taglia di piu:))
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda amerigo » 24/10/2016, 9:23

Mastrofoco ha scritto:Se anche la zona(momentaneamente) nascosta rimane un pochino sporca non vuol dire
che non ti puoi divertire o far tornare bello questo ragazzino..


Spazzolino da denti a setole dure (va bene anche quello rotante ma quello classico é meglio) e dentifricio antiplacca,con le sue microparticelle abrasive
fa miracoli. Per una prima pulizia, e se a te non interessa la lucidatura a specchio,va benissimo.
"Chi va e torna, fa buon viaggio"
"Imparare è come remare controcorrente: se smetti, torni indietro."
Avatar utente
amerigo
 
Messaggi: 459
Images: 51
Iscritto il: 01/07/2016, 16:24
Località: Monterotondo(RM)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda amerigo » 24/10/2016, 9:27

P.S. Ovviamente poi asciuga bene subito, magari anche con una passata leggera di phon per capelli, perchè il corno
non ama troppo l'acqua.
"Chi va e torna, fa buon viaggio"
"Imparare è come remare controcorrente: se smetti, torni indietro."
Avatar utente
amerigo
 
Messaggi: 459
Images: 51
Iscritto il: 01/07/2016, 16:24
Località: Monterotondo(RM)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 24/10/2016, 10:35

Certo , gli ho dato bene, ma molto bene con lo spazzolino da denti a setole dure..m mi sono fermato causa carte abrasive...Devo vedere dove reperire in giro, carte oltre la 1000.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda Mastrofoco » 24/10/2016, 11:03

amerigo ha scritto:P.S. Ovviamente poi asciuga bene subito, magari anche con una passata leggera di phon per capelli, perchè il corno
non ama troppo l'acqua.

phon?..bilos?...PHON??? Ma se è più liscio di una sfera da cuscinetti :D :lol: :lol: :lol: muoro
scusate l ot ma è stato più forte di me(in quanto pelato e cerebroscemo)
"Non sai che ci vuole scienza,ci vuol costanza ad invecchiare senza maturità"
Avatar utente
Mastrofoco
 
Messaggi: 1192
Images: 176
Iscritto il: 06/10/2015, 17:03
Località: Robecco s/n (Mi)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 24/10/2016, 11:11

Infatti non gli ho risposto per il Phon..ad Amerigo per non farlo stare male . Ma effettivamente non c'e l'ho. E mia moglie non mi presta mai i suoi aggeggi .
Al massimo posso darli con IPhone :lol: :lol: :lol:
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda amerigo » 25/10/2016, 15:28

:lol: :lol: :lol: che spasso che siete :lol: :lol: :lol:
:lol: :lol: :lol: il mio ombelico é a rischio :lol: :lol: :lol:
"Chi va e torna, fa buon viaggio"
"Imparare è come remare controcorrente: se smetti, torni indietro."
Avatar utente
amerigo
 
Messaggi: 459
Images: 51
Iscritto il: 01/07/2016, 16:24
Località: Monterotondo(RM)

Re: Restauro Bilos2511

Messaggioda bilos2511 » 31/10/2016, 13:14

Ragazzi, domandona!

Visto che il mio piccolo francese non appoggia nella punta sulla pietra, qual'e' la procedura corretta per affilarlo? "N" numeri di nastro in punta, poi quanto basta sulla costa in modo da pareggiare il gap...oppure semplicemente un numero "n" in modo tale che la lama dove appoggia, appoggia bene per il bevel..e in punta mi tocca un "roll x" tipo per i coltelli che vanno affilati anche in punta?
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Miglior foto di Dicembre
Miglior foto di Dicembre
 
Messaggi: 3126
Images: 676
Iscritto il: 05/03/2014, 12:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.
Prossimo

Torna a Manutenzione & Restauro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite