LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Avatar utente
altus
Messaggi: 2960
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Messaggio da altus »

Ecco un esempio delle possibili lavorazioni che vi vengono effettuate:

David Miller - Sheffield c. 1840 - 5/8" silversteel, doppio thumbnotch e punta spagnola accentuata
Immagine

settimanale Wood
Immagine

Forgeot à Paris
Immagine

frameback svedese
Immagine


E qualche foto del laboratorio:

nastratrice per rimolature
Immagine
Immagine

lucidatrice su banco da orafo
Immagine

sega e trapano verticale
Immagine

banco di affilatura
Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
panzervonmotorhead
Messaggi: 17
Iscritto il: 29/01/2017, 13:25
Località: Roma

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da panzervonmotorhead »

Noto con piacere che è stato aperto un topic sul LEMMY LAB.
È da tempo che mi sono appassionato agli ml e a ciò che gira intorno alla rasatura tradizionale, e come ognuno di noi per sfortuna siamo incappati in rasoi rovinati e non taglienti, massacrati da anni di utilizzo, vuoi l'inesperienza, vuoi l'acquisto compulsivo o magari solo sfortuna.
Conosco Lemmy da diverso tempo, ci siamo appassionati quasi insieme a questo mondo.
Con la sua voglia di fare e la sua manualità ha creato dal nulla il laboratorio, sperimentando e consumandosi i polpastrelli.
Gli ho portato diversi rasoi accantonati nel cassetto, e credetemi, ero già pronto per farci coltelli per il burro, lui gli ha ridato la vita.

77210
Questo J Dobby l'ho preso diverso tempo fa'. Purtoppo senza saperlo girava su varie baie perché inaffilabile, purtroppo ci sono cascato. :lol: dopo che Lemmy ci ha messo mano ha acquistato profondità e scorrevolezza
77213
Questo Reynold, stendiamo veli pietosi... dopo averci sudato sette camice, ha superato dieci sbarbate senza mai ripassarlo su pietre
77212
Questo shilling razor non avrebbe mai tagliato neanche un foglio, ora fa il suo sporco lavoro.

77214
Questo Wede, era in condizioni pietose. Era nel cassetto da un paio di anni, non aveva neanche il manico. Ora è perfetto.
77211

Ce ne sono altri in cantiere ;)
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Marzo
Miglior foto di Marzo
Messaggi: 725
Iscritto il: 31/12/2015, 23:17
Località: Napoli e Roma

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da antower71 »

Complimenti!! Mica si era capito a che livello era arrivato il Lab!
Appena finisce questa emergenza penso che ti verrò a trovare, qualche etto da far risorgere ci sta

Bravi a presto
Anto
"Ma di cosa sei fatta tu?”
“Di quello che ami.” disse lei “Più l'acciaio.

Ernest Hemingway
Avatar utente
rasoiokia
Messaggi: 443
Iscritto il: 16/02/2015, 9:46
Località: Roma * Salerno

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da rasoiokia »

Mi associo al coro dei complimenti, l'ultima volta che ho avuto il piacere di frequentare il laboratorio di Lemmy, era in fase più embrionale, sono contento che si sia sviluppato in questo modo.
Tra l'altro, visto che è passato esattamente un anno dall'ultima "chicca" che ha ritenuto di dispensarmi, mi è sembrato un buon giorno per farlo.
Cerco Set VESPER di B&M
Avatar utente
Lemmy
Messaggi: 367
Iscritto il: 31/01/2016, 14:51
Località: Roma

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Lemmy »

Ciao ragazzi! Grazie a tutti dell'apprezzamento per il mio lavoro. C'e' voluto un po' di tempo per mettere a punto l'attrezzatura ma ancora di più la mano.
Un grazie particolare ad Alessandro(Altus) che e' sempre presente ed attivo nel Lab. e che con la sua esperienza competenza ed amicizia, mi ha permesso di tirar fuori quello che avevo in mente già da molto tempo.
Il Lab. E' sempre stato a disposizione del Forum come servizio per chi avesse necessita' di affilatura e restauro ma essendo ancora in fase sperimentale x alcune lavorazioni, ho ritenuto che dovesse rimanere rimanere nel discorso concernente alla sola affilatura, della quale molti utenti hanno usufruito.
Il Lab e' in continua evoluzione. Ho in progetto altri macchinari per eseguire altre lavorazioni supplementari.
Appena finira' sta quarantena, saro' ben felice di accogliervi e rimediare alle vostre necessita,come e' sempre stato.
Tenete duro ragazzi!
A presto!
Lemmy.
The feeling is there, body and soul hail!!! hail!!! Rock&roll!!!
Avatar utente
Lemmy
Messaggi: 367
Iscritto il: 31/01/2016, 14:51
Località: Roma

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Lemmy »

E' stato aperto il topic sul LemmyLab.
Spero sia di aiuto a chiunque abbia problemi con la propria lama/e.
Ringrazio gli Admin ed i Mod. tutti, che si sono prodigati alla pubblicazione del topic dedicato.
E' un servizio che spero possa implementare le capacità del forum ed i servizi che da agli utenti.
Ogni critica e' sempre ben accetta e volta al miglioramento del servizio.
Anche per semplice curiosita' o pareri riguardanti le varie tecniche non esitate; chiedete pure e nel limite dell'impossibile cercherò di rispondervi.
Grazie a tutti e che l'avventura abbia inizio.
Lemmy.
The feeling is there, body and soul hail!!! hail!!! Rock&roll!!!
gallagher
Messaggi: 88
Iscritto il: 07/01/2018, 13:32
Località: Terni

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da gallagher »

DAJE!!!!!!
Avatar utente
Luc68
Messaggi: 343
Iscritto il: 13/07/2019, 13:00
Località: Crema (CR)

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Luc68 »

Complimenti, uno spazio davvero bello e ottimamente attrezzato.
Per non parlare delle lavorazioni, eccellenti.
Avatar utente
befaleg
Messaggi: 167
Iscritto il: 11/06/2015, 18:36
Località: Olgiate Olona (Va)

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da befaleg »

Caspita il LAB per me un mito ma anche un miraggio sono stato alcune volte a roma da lemmy ma non sono ancora riuscito causa impegni di lavoro a vedere il mitico LAB, ora finalmente sono riuscito a vedere qualche fotografia del LAB .....Complimenti
Avatar utente
Luc68
Messaggi: 343
Iscritto il: 13/07/2019, 13:00
Località: Crema (CR)

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Luc68 »

Quella carteggiatrice è auto costruita, giusto ?
Mi piace l'impostazione con due sole ruote, è essenziale ma credo comunque eccellente per i lavori sulle lame dei rasoi, dove non credo sia utile disporre anche di un piano verticale.
Ma non ne ho mai usate, è solo una mia impressione.
Confermate, oppure suggerite di orientarsi sui classici modelli a 3 o 4 pulegge usati da chi produce coltelli ?
Avatar utente
altus
Messaggi: 2960
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da altus »

Le ruote sono tre: trascinamento, rinvio/tensionatrice e quella di molatura in vari diametri intercambiabili
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
Lemmy
Messaggi: 367
Iscritto il: 31/01/2016, 14:51
Località: Roma

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Lemmy »

Ciao Luciano,cerco di risponderti in maniera tecnica ma comprensibile a tutti. Come ha menzionato nel post precendente,Alessandro(Altus), la macchina e' composta da tre(in realtà sono sei) ruote montate su un telaio autocostruito nella maniera più semplice possibile,questo per evitare difetti congeniti che potrebbero inficiare sul funzionamento.
Come diceva un grande meccanico dei tempi che furono"Meno ce sta,meno se rompe ed ancor meno crea problemi".
Sembra una realizzazione semplice e minimale ed in realta' era stata concepita per questo,ma trovandomi di fronte a varie problematiche di tipo meccanico ho dovuto intervenire con lavorazioni particolari per ottenere il massimo risultato ad un minor costo(so tutti capaci a comprare una cosa già fatta. ...io no...me la faccio e la sviluppo per le mie esigenze).
Iniziamo con le ruote.
Sono state realizzate da me al tornio(un magnifico Schaublin svizzero di proprietà di un caro amico),con la precisione di un centesimo di millimetro sia sulle sedi dei cuscinetti,sia sul diametro esterno delle ruote.( Ti posso assicurare che fare la centratura sul mandrino,ha portato via più tempo, anziche tutta la lavorazione vera e propria).
L'asse porta ruote frontale,anch'esso realizzato da me al tornio, ha la stessa precisione delle ruote e montato ad interferenza,sul telaio.
La ruota di trascinamento,quella che sta sul motore,e' stata realizzata sempre con lo stesso materiale delle ruote condotte(PVC) con la flangia metallica di ancoraggio,ricavata da un raccordo da tubazione per gas liquefatto.(usi generici ).
La sfida vera e propria e' stata la realizzazione della ruota di centratura/tensionatura del nastro(detta a schiena d'asino) inquanto non potendo essere presa col mandrino del tornio per la lavorazione(tranne che da un lato),ha richiesto una lavorazione su contropunte trascinate ma riuscendo ad ottenere un ottimo grado di precisione e per le sedi dei cuscinetti e per l'eccentricita' totale(bastano pochi centesimi e vedi il nastro che saltella e si sposta sulle ruote).
Ok. La lavorazione meccanica e' andata a buon fine.
Ma la macchina lavora bene :shock: ?
Non di certo a 2400 giri! :shock:
In realtà la centratura e' perfetta ma ad alti giri si perdono ,controllo sulla lama,precisione e durata degli abrasivi(e svariate parti di polpatrelli).
Che fare per ridurre il numero di giri?... :? ....
Semplice. Ordino un'inverter mono/ trifase e mi regolo i giri(la coppia acquista in maniera impressionante) e così anche ad un numero bassissimo di giri,riesco finalmente ad avere il controllo sulle lame,giocando solamente con la pressione delle dita e facendo frizionare il nastro sulle ruote,così si evitano danni irreparabili(le lame che ho lavorato fino ad ora hanno tutte almeno 200 anni una bella responsabilità).
In conclusione,tra realizzazione del telaio,ruote di contatto,regolazione motore c'ho speso un sacco...di tempo(più messa a punto finale). Pero' ho realizzato la macchina che mi serviva atta allo scopo.
Il piano verticale e' molto utile in coltelleria dove si ha a che fare con piani dritti,smerigliatura manici, etc.
Con i rasoi,non e' così... o realizzi una macchina apposta,o ne modifichi una già esistente. Ci combatti un po' ma alla fine ci si riesce.
Ok l'ho fatta lunga...spero di essere stato d'aiuto.
Ciao!
Lemmy.
The feeling is there, body and soul hail!!! hail!!! Rock&roll!!!
Avatar utente
Luc68
Messaggi: 343
Iscritto il: 13/07/2019, 13:00
Località: Crema (CR)

Re: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Luc68 »

Grazie Lemmy, la spiegazione è molto chiara.
Ed ho capito che non mi cimenterò mai con una costruzione di questo tipo, nemmeno facendomi aiutare da un buon tornitore (io non lo so fare).
Potrei al limite comprarmi molti pezzi già fatti, in primis le ruote gommate, ma costano un botto, anche se cinesi.
Avatar utente
Lemmy
Messaggi: 367
Iscritto il: 31/01/2016, 14:51
Località: Roma

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Lemmy »

Per questo me le sono fatte...hanno prezzi improponibili.
Se uno ci lavora può ammortizzare la spesa. Altrimenti e' una passione costosa. Nessuno però,vieta di sperimentare nuove soluzioni.
The feeling is there, body and soul hail!!! hail!!! Rock&roll!!!
Rob1961
Messaggi: 2
Iscritto il: 13/05/2019, 16:12
Località:

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Rob1961 »

Bellissimo topic Lemmy, complimenti anche da parte mia.
Inserisco anch’io qualche foto e qualche considerazione sulla mia esperienza nel tuo laboratorio che frequento da un anno ormai.
Grazie a te e ad Altus la passione per i rasoi è diventata sempre piu’ forte, ogni volta che ne avevo bisogno è bastato un messaggino su whats App per essere accolto in grande amicizia. Spero che questa emergenza finisca presto per poter riprendere il mio percorso di apprendimento e crescita nell’affilatura.
Inserisco qualche foto dei miei “gioielli” vintage, tutti letteralmente “rinati” nel LEMMYLAB.
Il primo è un Moseley&Son del 1840-50 acquisito dalla collezione di Altus.
Ce l’ho da un anno, ma tutte le volte che lo uso mi emoziona. E’ incredibile come un rasoio così antico riesca ancora a radere in modo a dir poco magnifico.
77544
Poi Altus mi ha ceduto il suo Wade Wingfield & Rowbotham del 1870. E’ uno Sheffield che sotto le grinfie di Lemmy è diventato capace di assicurare dolcezza e profondità. Che acciaio meraviglioso!
77545
Mi è stato regalato da un amico un rasoio “H DIAMOND S” REAL JAPANESE. Era tutto rovinato e non tagliava neanche la frutta, ma grazie all’intervento di Lemmy è diventato un rasoio incredibilmente efficiente. Pensavo fosse da buttare e invece … è una lama stupenda che rade in modo profondissimo e senza nessuna irritazione.
77546
Infine vorrei pubblicare le foto dei due miei ultimi gioielli inglesi che Lemmy ed Altus mi hanno dato. Sono due gemelli William Webster e Holborn, un duo con custodia doppia originale, e secondo me costituiscono un paradigma dell’arte che nel LEMMYLAB viene messa in campo.
Due pezzi di ruggine, buoni per la spazzatura, sono stati rimessi al mondo. Rimanicati da Altus in avorio e lavorati da Luca. E’ stato un lavoro lungo e certosino, in una delle fasi di lavorazione ero presente anch’io nel laboratorio (… facevo il tifo per Lemmy e basta). Sono diventati due grandi rasoi che non darei via per nessuna ragione.
Lascio parlare le immagini.
77547
77548
77549
77550
Un grande augurio a tutti di una Pasqua serena.
alexve
Messaggi: 704
Iscritto il: 04/06/2019, 9:47
Località: Venezia

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da alexve »

Direi che le immagini dei risultati dicono tutto, complimenti :)
gabriele93
Messaggi: 6
Iscritto il: 21/03/2020, 17:20
Località: Siena

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da gabriele93 »

Caspita che bellissimo laboratorio, complimenti vivissimi; chissà che qualche irrecuperabile lama un giorno non venga a cambiare un po' aria a Roma una volta che saremo tornati alla normalità!
:D :D :D
Ciao a tutti e buona serata
Avatar utente
panzervonmotorhead
Messaggi: 17
Iscritto il: 29/01/2017, 13:25
Località: Roma

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da panzervonmotorhead »

793057930379306

ciao a tutti, volevo postare un paio di lavori usciti dal lemmylab
come al solito lavori impeccabile
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Lemmy
Messaggi: 367
Iscritto il: 31/01/2016, 14:51
Località: Roma

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera a Roma

Messaggio da Lemmy »

:roll: Andre' bisogna rifa' er naso al Rodgers ...devo modifica' er notch ....così Nun me piace.... :roll:
The feeling is there, body and soul hail!!! hail!!! Rock&roll!!!
Kirki
Messaggi: 2
Iscritto il: 16/08/2019, 12:56
Località: Napoli

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Messaggio da Kirki »

Salve a tutti gli appassionati che popolano questo forum. Complimenti a chi lo ha inventato!
Voglio riportare a tutti la mia esperienza con LammyLab. Confesso che sono passato da poco al ML. Per 15 anni ho usato delle shavette, ma poi, per circostanze strane della vita ho recuperato 3 vecchi rasoi appartenuti a mio padre ed uno a mio nonno. Di quest’ultimo avevo un ricordo struggente perché guardavo incantato da ragazzino il rito di radersi vicino la finestra.
I 3 erano: 1 FRABIL, 1 Rudolf Schmidt 'Bambola', e un Pierre FRITISSE ''Fortunatus''.

80105

Per descrivere lo stato iniziale non c'è niente di meglio di mostrare delle foto.
Questo è il Pierre FRITISSE 'Fortunatus'', che Lemmy ha chiamato Sfortunatus!

79947 79948

Il 'Bambola' (guardate l'ossidazione!)...

79949 79950

e il FRABIL, che era in buono stato di conservazione (era il più recente) e doveva solo riprendere il filo

79946.

I primi due rasoi erano ridotti piuttosto male. Ma devo dire che a vederli, da neofita, ne avevo timore.
Nella mia città non ho trovato nessuno di cui fidarmi per il restauro e, solo grazie al forum, ho visto le ottime recensioni per i lavori di Lemmy e lo ho contattato.
Per quanto fossi uno sconosciuto e, ne sono certo, alcune delle mie domande sui rasoi ML erano imbarazzanti per la loro l’ingenuità, Lemmy mi ha sempre risposto con benevola cortesia e con molta chiarezza.
Alla fine, gli ho spedito tutti e 3 i rasoi di famiglia. Lemmy è stato solerte ed attento. Ha insistito affinché trovassi il manico originale del Bambola, e davanti alle mie difficoltà si è reso disponibile a cercarlo.
Ma ancora una volta il forum mi ha aiutato. Avevo messo un post e mi ha risposto gallagher, a cui rinnovo i miei ringraziamenti, che lo ha passato direttamente a Lemmy.
Il risultato potete vederlo nelle foto. I due più rovinati li ha smontati e ripristinati al meglio. Mi ha pulito con un perfetto restauro anche il manico del
Pierre FRITISSE, che potete vedere al fianco di quello del 'Bambola':

79951 79953

Al termine del lavoro il risultato è stato questo:

79952 79954 79955

Non è stato possibile recuperare le bruniture, ma non c'erano alternative. E comunque la lucidatura mi soddisfa molto.
Questa è l'ultima foto del trittico alla fine del lavoro di Lemmy.

79956

Sono veramente contento. Ora li uso a turno e non ne ho più timore. Trovo magnifico il ‘Bambola’ ma tutti e 3 lasciano la pelle liscia e senza irritazioni, per quanto sia uno che ama andarci pesante nel radermi e la faccio tutti i giorni.
Non posso che ringraziare Lemmy per l’eccellente qualità del recupero ma, soprattutto, per l’affilatura che mi permette di essere così sodisfatto della rasatura mattutina.
Non vedo l’ora di “recuperare” qualche rasoio e andare a trovare Lemmy direttamente al laboratorio.
Grazie ancora Luca. A rivederci presto.
Avatar utente
Lemmy
Messaggi: 367
Iscritto il: 31/01/2016, 14:51
Località: Roma

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Messaggio da Lemmy »

Grazie a te. Ben contento che da un'indecisione sia nata una passione vera e propria. Benvenuto nel mondo dei "Rasoiari".
Non appena si organizzera' un nuovo incontro partenopeo,spero con temperature più gradevoli,non manchero' di partecipare,così nell'eventualità ci potremmo anche conoscere di persona.
Per aspera ad astra.
A presto e divertiti! Buon ferragosto!
The feeling is there, body and soul hail!!! hail!!! Rock&roll!!!
Avatar utente
LucaP
Messaggi: 388
Iscritto il: 24/10/2019, 22:20
Località: Monza

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Messaggio da LucaP »

Che gran bel lavoro ! Peccato solo per la brunitura del Bambola....
Ad ogni passata sentirai il suono della storia.

Complimenti a Lemmy !
Avatar utente
nortis
Messaggi: 634
Iscritto il: 29/12/2014, 10:58
Località: Udine

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Messaggio da nortis »

Che discussione mi ero perso! Alla faccia della nastratrice, grande Lemmy!
Avatar utente
Lemmy
Messaggi: 367
Iscritto il: 31/01/2016, 14:51
Località: Roma

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Messaggio da Lemmy »

:) Ciao Tommy! Te sei svejato?... :D fa caldo lo so benissimo...le attivita' del Lab si sono ridotte alquanto data la canicola estiva. A settembre nuove release! Stay tuned! .
Un saluto ed un abbraccio a tutti i forumisti!
The feeling is there, body and soul hail!!! hail!!! Rock&roll!!!
Ceres33
Messaggi: 44
Iscritto il: 14/01/2020, 21:46
Località: Ercolano

Re: LemmyLab: Restauro di rasoi a mano libera

Messaggio da Ceres33 »

Ciao a tutti volevo raccontare la mia esperienza positiva con LemmyLab, premetto che prima di affidargli questo lavoro non conoscevo Lemmy, avevo letto le esperienze positive degli altri utenti che si erano affidati a lui per altri lavori,ed ho deciso di mettermi in contatto con lui.
Lemmy si e' sempre dimostrato essere molto disponibile ed entusiasta,sempre molto amichevole anche se non eravamo amici e soprattutto molto professionale nello svolgimento del suo lavoro
Ultimamente ho avuto modo di entrare in possesso di alcune modelli di Puma,il primo un bel Lauterjung &Sohn Puma 73 from Kayser Ellison & Co's,questo rasoio aveva un problema al manico,una piccola crepa al livello del pin,e poi la lama aveva bisogno di una bella lucidata e affilatura
Pima:
Immagine Immagine
Dopo:
Immagine

Lucidatura perfetta,il rasoio e' tornato praticamente nuovo grazie alle mani di Lemmy che ha saputo fare un ottimo lavoro,Il manico e' stato anch'esso risistemato,tornato a risplendere dopo anni di abbandono,Lemmy ha anche sistemato la piccola crepa che esisteva nella zona pin,adesso il rasoio tiene e chiude perfettamente
Il secondo rasoio e' un Puma 69 5/8, alcune macchie di ossidazione erano sulla lama,attraverso un lavoro di conservazione visto che le macchie erano sullo stencil del rasoio,di comune accordo con Lemmy siamo arrivati alla conclusione che un lavoro poco invasivo avrebbe conservato lo stencil della lama,il risultato e' molto positivo visto che lo stencil e' rimasto sulla lama e la maggior parte delle macchie sono scomparse,l'altro lato della lama lucidato a specchio,che dire un lavoro certosino
Anche in questo Puma Lemmy ha sistemato il manico ridandogli nuova vita
Prima:
Immagine Immagine
Dopo:
Immagine Immagine
Immagine
Volevo ringraziare ancora Lemmy per i lavori da lui effettuati e per la professionalita' con cui si e' comportato,consiglio vivamente a chi come me non e' molto pratico di restauro, di inviare i propri rasoi a Lemmy, il quale li trattera' come dei veri e propri Figli,grazie alla passione che lo alimenta, il risultato non potra' che essere uno dei migliori
Rispondi

Torna a “Manutenzione & Restauro”