Restauro: giornale di cantiere....

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Rispondi
Avatar utente
Luc68
Messaggi: 324
Iscritto il: 13/07/2019, 13:00
Località: Crema (CR)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da Luc68 »

intendo dire, in genere si parla di paste abrasive, queste cere sono diverse ?
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Luc68 ha scritto:intendo dire, in genere si parla di paste abrasive, queste cere sono diverse ?
Sono fatte per le spazzole rotanti delle lucidatrici per metalli, mentre le paste abrasive per rasoi sono fatte per essere stese su un supporto piano
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
Romagnolo
Messaggi: 452
Iscritto il: 01/03/2017, 17:46
Località: Cervia (RA)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da Romagnolo »

complimenti veramente
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Interni in seta e velluto blu royal sagomati per un astuccio in ebano macassar contenente una coppia di rasoi Shepherd (6/8" e 5/8" mini) manicati in tartaruga e argento.

74887
74885
74884

7488374886
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
Luc68
Messaggi: 324
Iscritto il: 13/07/2019, 13:00
Località: Crema (CR)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da Luc68 »

Sei un vero Maestro, quei rasoi sono stupendi e l'astuccio li valorizza a dovere.
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Pradier in avorio e argento, 11/16"

Michel-Désiré Pradier, n°22 Rue Bourg-l'Abbé à Paris.
Coltellinaio in attività attorno agli anni 1820-30, molto stimato, premiato all'Exposition del 1822 e autore di vari brevetti (incluso uno relativo alla pasta minerale per affilare).
Oltre a venire spesso falsificato, cosa per la quale intentò un processo a vari coltellinai, è anche famoso per aver avuto l'idea di aprire delle officine nelle carceri in cui impiegava fino a 120 detenuti. A differenza di altri coltellinai dell'epoca, usava un'acciaio più morbido prodotto nelle acciaierie di Tolouse e non importato dalla Germania.


Il rasoio si presentava in buone condizioni con quasi tutta la lua altezza originale, senza tracce di rimolature selvagge ma con profondo attacco di pitting al 'pivot e un forte ingiallimento dell'avorio. Inoltre per poter rimuovere le tracce di ossido anche dall'interno delle guancette ho preferito lo smontaggio completo compreso il puntale, anche se più laborioso e delicato. Come si può notare dalla foto allo spaziatore le guancette erano fissate con due perni in rame da 1,4mm

7575375752

smontaggio completo
75751

La lama è stata lappata sulla nastratrice (per non indebolire inutilmente la lama ho preferito lasciare alcuni punti in cui il pitting aveva lasciato delle cicatrici) e ripulita con i soliti 5 passaggi su paste, le guancette sono state ripulite a mano con carte da 30 a 1 micron di grana (grit corrispondenti da 600 a 14.000) e il puntale rimontato usando come all'origine la colofonia sciolta a caldo.
75750
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Due Joseph Rodgers molto inconsueti di un fortunato utente del forum: un 15/16" Real Old English, molatura 1/4 hollow e un rarissimo minirasoio che sembra aver ispirato i Saito giapponesi. 5 cm di lama, 6/8" near wedge con il suo astuccio originale.

7668476685


tra qualche giorno le foto dopo il rinnovamento ;) con un astuccio sagomato per il 15/16"

7727277273
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Complice la pioggia e la forzata "detenzione domiciliare" consigliata dalle autorità sanitarie un nuovo esercizio di stile nato da una sinergia di idee con Aldebaran:

Lama francese databile verso il 1820, montata su guancette d'avorio (non recuperabili in quanto profondamente macchiate d'inchiostro allo spaziatore) rivestite in galuchat (rayskin) color crema e rondelle in ottone nello stile dell'epoca.

manico in lavorazione
77178

terminato
76960
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
Aldebaran
Messaggi: 5733
Iscritto il: 31/03/2010, 18:26
Località: Milano - Chieti
Contatta:

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da Aldebaran »

Ciao a Tutti,

ringrazio Altus per avermi citato, aver posto il mio nome d'arte accanto a quest'Opera di fine restauro.

@Altus ha scritto:
[…]guancette d'avorio (non recuperabili in quanto profondamente macchiate d'inchiostro allo spaziatore)[…]
Penso che le guancette siano state macchiate con dell'inchiostro ferrogallico. Il più comune: relativamente facile da fare in casa ai tempi, il più utilizzato per i documenti perché assolutamente indelebile. Per renderlo tale inoltre bastava farlo nella maniera più approssimativa possibile; il generico tannino e il sale ferroso vengono fatti reagire insieme. Affinché la reazione avvenga però ci vuole tempo e se l'inchiostro viene usato troppo presto si comporta come un colorante indelebile.

Grazie, buona serata,

Andrea
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Ci siamo quasi.....

Tempo fa ho dovuto ricostruire parti di un manico in avorio e pinwork di un MacDaniel 5/8
77435
7743677437

e siccome in un mondo dominato dal caso ogni coincidenza è un appuntamento... puntualmente è apparso nei mari francesi il suo gemello

77438

e con quest'ultimo arrivato si avvia al traguardo un progetto lungamente in attesa:
Manca ormai solo una lama adatta e sarà terminato un settimanale di lame diverse ma coeve, montate su manici in avorio scolpito e pinwork, il cui primo esemplarelo avevo trovato circa 5 anni fa...

77439
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Iniziati i lavori sul settimanale Aubril di epoca "Monarchie de juillet" (il ritorno della monarchia dopo l'avventura napoleonica), prodotto probabilmente negli anni 1815-20 data la forma delle lame.
Lavoro abbastanza lungo per riportare le sette loame al loro fulgore iniziale dopo che sono riuscite ad attraversare due secoli sensa perdere in dimensioni (sono tutte dei 6/8 pieni).
7798678515
Per prima cosa sono stati smontati e riparati ove necessario i manici in osso con dei rinforzi interni in lamina d'avorio (più flessibile dell'osso anche se di poco) in attesa di passare alla lappatura delle lame al LemmyLab.
Il cofanetto in mogano è stato rilaccato ed è stato trovato un pezzo di specchio al mercurio dell'epoca per ripristinare lo specchio alloggiato nel coperchio
78514 78658
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
brunospelta
Messaggi: 2
Iscritto il: 18/01/2020, 1:11
Località:

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da brunospelta »

altus ha scritto: ...........Per prima cosa sono stati smontati e riparati ove necessario i manici in osso con dei rinforzi interni in lamina d'avorio (più flessibile dell'osso anche se di poco).......
@altus, in attesa di ammirare il risultato finale del lavoro di restauro: quella di utilizzare l'avorio invece dell'osso per il "rinforzo interno" delle guancette, è stata una scelta dettata dalla necessità di avere un materiale di rinforzo più flessibile rispetto all'osso? Cioè preferibile rispetto a osso su osso? O magari la scelta di un materiale diverso dall'osso è stata dettata da tutt'altre motivazioni?
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

brunospelta ha scritto: ...quella di utilizzare l'avorio invece dell'osso per il "rinforzo interno" delle guancette, è stata una scelta dettata dalla necessità di avere un materiale di rinforzo più flessibile rispetto all'osso?
La maggior flessibilità permette di arrivare a lamine da 1-2/10 di mm senza i troppi rischi di rottura di un materiale maggiormente poroso (osso)
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
Luc68
Messaggi: 324
Iscritto il: 13/07/2019, 13:00
Località: Crema (CR)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da Luc68 »

La forma di quelle lame è davvero particolare e del tutto inusuale (almeno per quanto ho potuto vedere io fino ad ora ...).
Sarà bellissimo vedere poi il risultato finale: il contrasto tra il "prima" ed il "dopo" lascia sempre sbigottiti.
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

21 maggio, un postino a sorpresa.
Apro il pacco e.................... trovo un assolutamente inaspettato regalo da parte di un caro amico del forum:


78659

78660

78661

78662

un astuccio francese del XIX° con la sua custodia in pelle e dorature "au petit fer" che da un lato ha il consueto cuoio e dall'altro............... una bella lastra di belga 18x4 fine e setosa.

Inutile dire che il restauro è stato immediato: laccatura, sistemazione del pivot del coperchio, lappatura della pietra.....
perché il regalo di un amico è il contenitore perfetto per uno dei rasoi per me più preziosi, il SIr Henry

78664

Ci sono occasioni in cui mancano le parole, dire "grazie" a volte è veramente insufficiente...........

Sirhenry à Paris databile verso il 1820 in piena Restauration.
77295

Maggiori informazioni su questo coltelliere nel mio cassetto
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

altus ha scritto:
31/03/2020, 18:11
...un progetto lungamente in attesa:
Manca ormai solo una lama adatta e sarà terminato un settimanale di lame diverse ma coeve, montate su manici in avorio scolpito e pinwork, il cui primo esemplarelo avevo trovato circa 5 anni fa...
Anche l'ultima lama è apparsa.
Un Rodgers dal curioso naso smussato che va a completare il settimanale degli avori a pinwork

78667

a presto il risultato definitivo.....
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
Messaggi: 2900
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggio da altus »

Lavorazione pomeridiana. Taglio e preparazione del codolo da innestare nel manico in madreperla.
La lama verrà fissata dopo la lappatura per la rimozione delle ossidazioni, al momento i componenti (manico, anello, lama) sono solo incastrati

Immagine

Immagine

Manico in madreperla scolpita con puntale e anello in argento sbalzato "a palmette", lama anonima francese di 11/16" nel punto più largo, databile verso il 1810-15, lunghezza lama 8cm, totale 17cm.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Rispondi

Torna a “Manutenzione & Restauro”