Restauro: giornale di cantiere....

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Sostienici

Sponsor
 

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 05/08/2017, 12:41

Restauro e ricostruzione di un manico in avorio scolpito facente parte di una coppia, sostituzione delle lame completamente sbeccata con un paio di lame coeve, preparazione di un piccolo strop pelle/turingia con impugnatura in argento, alloggiamento per un pennello da viaggio in argento nell'astuccio.......

il manico con il pezzo ricostruito
52397523965239552394

preparazione dello strop
52393

l'astuccio finito.
523915239052389
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2910
Images: 2072
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 05/08/2017, 22:22

Immagine

Anche la coppia di Trussel con il loro strop ora ha un astuccio adeguato....
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2910
Images: 2072
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 20/11/2017, 16:53

Una coppia di lame Bradshaw con il marchio "pipa-freccia" dell'ultimo quarto del '700 sono servite per questa ricostruzione: manici in corno nero, puntali in argento più i relativi strop in canguro e pietra belga con i medesimi puntali e foderi cartonati, oltre all'astuccio a scomparti foderato in raso bordeaux.

553795537855377

Il marchio venne assegnato nel 1698 a Bradshaw (una dinastia di fabbricanti di taglienti di Sheffield) dalla Cutler's Company of Hallamshire, poi nel 1839 riassegnato (se per abbandono o successione non è specificato) a Thomas Linley.
George Johnson lo acquistò da Linley il 17 gennaio 1842 per 32 sterline, e dopo la sua morte venne utilizzato dal figlio che lo vendette il 7 marzo 1887 a Lambert assieme al resto dell'attività della George Johnson &Co.. Comunque dopo il1839 non ci furono altre registrazioni della Cutler's Company of Hallamshire e quando Lambert lo acquistò cercò di farlo ri-registrare ma George Wostenholme & Sons si oppose sostenendo che rassomigliava troppo al suo marchio. La causa intentata da Wostenhol lo vide sconfitto con l'obbligo di sostenere le spese legali.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2910
Images: 2072
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 26/11/2017, 18:14

Restauro e ripulitura di una lama della fine del '700 rimanicata anticamente su un manico in tartaruga con inlay in argento (predumibilmente verso il 1830-40).
Il rasoio mancava di una rondella allo spaziatore e con una molto rovinata al pivot, quindi, d'accordo con il proprietario, si decideva di smontarlo completamente, utilizzare le due rondelle a fiore migliori allo spaziatore e montare al pivot due rondelle della stessa epoca (benedetto il cassetto delle scorte!), più piccole, anche per riequilibrare visivamente l'insieme.

All'atto dello smontaggio la lama confermava la rimanicatura antica: era stata tagliata all'altezza del foro del pivot e era stato praticato un secondo foro più vicino alla lama per adattarne la misura al manico. Probabilmente anche la molatura sul dorso dell'impugnatura con delle leggere zigrinature fu fatta nello stesso momento, essendo incompatibile con lo stile tipico delle lame della fine del '700
55585

Si presentava inoltre il problema di pin da 2mm e di fori slabbrati già all'epoca della prima rimanicatura. Provvedevo quindi a rinforzare internamente le rondelle con dell'ottone e resina bicomponente.
5558355584

Le rondelle per ilo pivot
55582

A questo punto pulizia e lucidatura completa del manico, rimozione dell'ossido al pivot sulla lama, eliminazione dei denti sul filo: la normale routine.

presentazione degli elementi
55580

per i nuovi pin decidevo di usare argento sterling da 1,8mm

il rasoio rimontato, in attesa della riaffilatura finale:
5557955578
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2910
Images: 2072
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 24/06/2018, 12:16

C'è voluto un po' di tempo ma finalmente anche la coppia inglese in madreperla scolpita è tornata ai passati splendori, pur mantenendo le tracce delle traversie subite.
Si tratta di una coppia di rasoi anonimi, privi di qualsiasi punzone, ma di raffinata fattura (vedi la sezione a diamante della lama) con elaborate guancette in ottone ricoperte di madreperla scolpita e lavorata a pin work, con il loro astuccio originale a forma di piccolo libro in pelle rossa (con un paio di lati mancanti). Databili intorno al 1820.

Così si presentavano all'arrivo: lame di 6/8" abbondanti con molatura near wedge, perfettamente integre, con solo qualche punto di ossido e prossime allo stato d'origine ma manici purtroppo con alcuni pannelli di madreperla mancanti e varie fratture. La madreperla è sempre la prima a subire gli oltraggi del tempo e gli incidenti anche minimi. Tracce di una riparazione antica con un tentativo di consolidamento allo spaziatore per mezzo di un secondo pin decentrato.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

In una prima fase provvedevo a smontaggio, pulizia, consolidamento delle fratture per prevenire ulteriori perdite e taglio e sbozzatura dei pannelli mancanti.

Immagine

Poi per un anno e più sono rimasti in attesa del momento "giusto" per iniziare la parte più difficile del lavoro: la scolpitura dei pannelli ricostruiti. Come sempre un aiuto insostituibile è venuto dalle frese da dentista. Dopo qualche ora di lavoro certosino potevo finalmente passare alle rifiniture con le lime diamantate e le carte abrasive e alla lucidatura finale.

Immagine

Immagine

Immagine

Il rimontaggio è la parte più critica, essendo montati con pin in argento senza rondelle, ma attenzione, pazienza e precisione hanno condotto in porto l'operazione senza danni.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2910
Images: 2072
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Brancaleone » 24/06/2018, 12:43

di fronte a cotanta maestria vado immediatamente a buttare il mio dremel!!! :lol:

Più che ad un restauro ci troviamo al cospetto di una rinascita.

Mi inchino
"... fare o non fare, non c'è provare ..."
Joda
Avatar utente
Brancaleone
Miglior foto di Maggio
Miglior foto di Maggio
 
Messaggi: 222
Images: 112
Iscritto il: 08/03/2018, 13:29
Località: provincia di FR

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda ugo911 » 25/06/2018, 13:03

Splendidi, complimenti...... ancora mi mangio le mani!!!!!!! (scherzo ovviamente, ma non poi tanto!)
Avatar utente
ugo911
 
Messaggi: 115
Images: 130
Iscritto il: 27/01/2015, 15:35
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda antower71 » 25/06/2018, 13:05

Ricordo molto bene questa coppia, madreperla pinwork splendidi! Complimenti
Avatar utente
antower71
Miglior foto di Luglio
Miglior foto di Luglio
 
Messaggi: 353
Images: 115
Iscritto il: 01/01/2016, 0:17
Località: Napoli e Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda martino74 » 25/06/2018, 14:55

Resto a bocca aperta! Un lavoro spettacolare. I miei complimenti.
La barba col rasoio elettrico...non la faccio più! (Franco Battiato - "Cuccurucucù")
martino74
 
Messaggi: 16
Images: 3
Iscritto il: 14/02/2016, 20:42
Località: Mantova - Verona

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 29/07/2018, 17:36

Recupero di un astuccio per due rasoi:

L'esterno si presentava con parti mancanti del rivestimento in pelle zigrinata, l'interno con abrasioni sul vellutino e macchie provocate dall'ossidazione delle lame contenute sul cuscinetto di seta del coperchio.
Immagine
Immagine

Decidevo quindi per una sostituzione totale dei rivestimenti interni e esterni, approfittando delle dimensioni sufficienti di una pelle di razza (rayskin o galuchat) presa tempo fa da un venditore indonesiano.
Immagine

Fasi:
  • Rimozione del rivestimento interno (il vellutino e la seta del coperchio sono montati su cartone). Sono facili da staccare dato l'invecchiamento della colla.
  • Smontaggio delle chiusure.
  • Rimozione del rivestimento esterno: con impacchi umidi che sciolgono la colla naturale usata all'epoca e seguente essiccazione con fasciature di nastro di carta per evitare deformazioni e lo scollamento della struttura in legno dell'astuccio.
    (Questo per recuperare i pezzi di pelle utili in futuri restauri integrativi)

La lavorazione della pelle di razza è resa difficile dal fatto che la superficie della pelle è naturalmente ricoperta da papille rotonde, strettamente fisse e calcificate, chiamate squame placoidi. Hanno la consistenza della pietra e rendono molto difficile il taglio preciso anche dopo che la pelle è stata ammorbidita bagnandola.
In cambio da bagnata è parzialmente modellabile in modo da ridurre un po' i tagli agli spigoli.
Per il rivestimento interno ho optato per una seta operata messa a rovescio (il dritto è color champagne dorato)

Dopo un pomeriggio di lavoro (e parecchie lame di bisturi da buttare...):

Immagine
Immagine
Immagine
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2910
Images: 2072
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda claudius » 31/07/2018, 0:09

Come al solito, ottimo restauro! Un paio di domande:
-per incollare la pelle hai usato colla a contatto?
-volendo, il vellutino per l'interno si riesce a reperire sul mercato?
cari saluti
Claudio
Avatar utente
claudius
 
Messaggi: 290
Images: 37
Iscritto il: 27/09/2015, 18:44
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda R3Valt » 31/07/2018, 5:00

...ogni immagine prima e dopo il restauro, ogni descrizione di oggetti cosi' preziosi, sia pur nel loro antico, quotidiano utilizzo, ed ogni passaggio, sapiente ed attento, sui materiali originali e su quelli necessari al restauro, sono pagine di questo "giornale di cantiere" di grande fascino valore.
Complimenti per ogni lavoro pubblicato e grazie per condividerli con tutti noi !
Avatar utente
R3Valt
 
Messaggi: 17
Images: 6
Iscritto il: 07/03/2018, 0:34
Località: Roma
Precedente

Torna a Manutenzione & Restauro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti