Restauro: giornale di cantiere....

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Sostienici

Sponsor
 

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda Gennaz » 19/02/2017, 19:11

Ciao,
come prima cosa vorrei complimentarmi per la maestria ed i pellissimi pezzi.
Vorrei sapere, se non sono inopportuno, dove hai reperito quei puntali, me ne servirebbero un paio (non proprio così ma immagino che siano disponibili anche altri modelli) ma non riesco a trovare nulla.

Grazie
Avatar utente
Gennaz
 
Messaggi: 47
Images: 6
Iscritto il: 09/11/2016, 20:21
Località: Pesaro

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 14/07/2017, 17:45

Questa coppia di rasoi è rimasta smontata un anno in attesa del "momento giusto" per il loro restauro. All'epoca le lame sono state smontate e pulite, la guancetta fratturata allo spaziatore e riparata anticamente con un secondo pin è stata consolidata internamentecon una lastrina di madreperla posrtata allo spessore di 0,2mm.
Non mi decidevo a chiuderli conoscendo quanto sia rischioso ripinnare la madreperla, il materiale più fragile tra quelli usati per i rasoi. E in questo caso si trattava di madreperla piena, non montata su supporti in metallo, quasi impossibile da trovare al giorno d'oggi nelle dimensioni e spessori utili per delle guancette in madreperla piena.

518675186851869

Nel frattempo avevo trovato un piccolo strop con l'impgnatura sempre in madreperla, perfetto per un piccolo set.

Nei giorni scorsi i rasoi sono stati finalmente ripinnati in argento sterling da 1,8mm (in modo da non avere giochi sui fori e di conseguenza richiedere un minor numero di martellature per stringerli, comunque sempre di qualche centinaio di colpi delicati parliamo....)

All'affilatura nonostante la presenza di un visibile hone wear sulle coste e particolarmente in punta, non hanno presentato grossi problemi di geometria, facilmente risolti con un doppio strato di nastro da 1cm di larghezza (il minimo per coprire il punto d'appoggio senza scendere troppo sulla lama visto che sono dei quarter hollow con poca concavità)

All'uso risultano piacevolmente pesanti (sia per lo spessore dell'acciaio che per il peso delle guancette) con le tipiche caratteristiche di delicatezza e profondità degli Sheffield a molature piene a cui si aggiunge la precisione della Irish point.

Per il momento in un astuccio provvisorio nell'attesa di trovarne uno che possa accogliere anche lo strop e magari un piccolo pennello in argento. 8-)

5187251874

---▓---

Henry Trussell - 16 & 17 East Street, Brighton.
Fabbricante e venditore di cofanetti e necessaire in legni pregiati per ogni esigenza dei gentlemen, attivo verso metà/fine XIX°
un esempio:

5187651870
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 20/07/2017, 18:26

Coppia di rasoi Edward Stammer, coltelliere e razor-maker per il Principe Reggente nel 1818, nel loro astuccio in pelle rossa e velluto blu con chiusure a uncino.
52031 52032

52029
1818 The Repository of Arts, Literature, Fashions, Manufactures

citato nel elenco delle attività commerciali del 1843 come argentiere e colotelliere al 99 e 100 Strand, Londra

52030
The Post Office London Directory - Kelly's Directories Limited, 1843

Rasoi in madreperla senza supporti interni, con puntali e rondelle in "oro basso" (a forte componente di rame)
Tipiche lame databili nella decade del 1820, giunte abbastanza integre.

Purtroppo uno dei rasoi risultava fratturato su entrambe le guancette e malamente riparato con della (probabile) resina bicompoente. Si imponeva quindi lo smontaggio e il rinforzo interno delle guancette al pivot, con della madreperla recuperata dagli avanzi di un ventaglio d'epoca, sufficientemente sottile per lo scopo.

520335203452035
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda amerigo » 20/07/2017, 22:07

Gran bei lavori. Complimenti Maestro.
"Chi va e torna, fa buon viaggio"
"Imparare è come remare controcorrente: se smetti, torni indietro."
Avatar utente
amerigo
 
Messaggi: 446
Images: 48
Iscritto il: 01/07/2016, 16:24
Località: Monterotondo(RM)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 21/07/2017, 18:42

Visto che pare sia il mese della madreperla.... sotto ad un altro :lol:

coppia di Shepherd formato trousse (leggermente più piccoli, 125mm) prodotti da uno dei tre Shepherd di cui si ha notizia, tra la fine del XVIII° e i primi anni del XIX°:
John Shepherd, Holles Croft St., Sheffield, 1770-1795.
Edward Shepherd, Sheffield, 1787.
Robert Shepherd, Norfolk St., Sheffield, 1787.

Sicuramente su una ordinazione francese (L'astuccio originale è tipicamente francese). La mia ipotesi di datazione è nel primo decennio del XIX° (Premiere Empire) per le forme di codoli e manici.

4478344784

Inizia il lavoro di ricostruzione del manico mancante (questa volta trovo inutile tentare una ricostruzione parziale su un materiale così fragile e decido per un rifacimento integrale. Salverò solo le rondelle del pivot):

recupero del materiale grezzo (pezzi di ventaglio francese antico)
4597145972

sbozzzatura delle due guancette con disco da taglio sul dremel
52056

e ora inizia il lavoro veo con le lime diamantate a rifinire......
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda CozzaroNero » 26/07/2017, 23:14

Stracomplimento il gran bel lavoro
Avatar utente
CozzaroNero
 
Messaggi: 548
Images: 199
Iscritto il: 28/03/2016, 14:28
Località: Vigevano (PV)

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 01/08/2017, 16:28

5226952268

5226752266

5226552264

stubtail "Larissa" (Sheffield) ancora nessuna informazione sul produttore, databile tra il 1780 e il 1800, manico in corno nero e puntale in argento ricostruito su modelli dell'epoca.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 05/08/2017, 12:41

Restauro e ricostruzione di un manico in avorio scolpito facente parte di una coppia, sostituzione delle lame completamente sbeccata con un paio di lame coeve, preparazione di un piccolo strop pelle/turingia con impugnatura in argento, alloggiamento per un pennello da viaggio in argento nell'astuccio.......

il manico con il pezzo ricostruito
52397523965239552394

preparazione dello strop
52393

l'astuccio finito.
523915239052389
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 05/08/2017, 22:22

Immagine

Anche la coppia di Trussel con il loro strop ora ha un astuccio adeguato....
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 20/11/2017, 16:53

Una coppia di lame Bradshaw con il marchio "pipa-freccia" dell'ultimo quarto del '700 sono servite per questa ricostruzione: manici in corno nero, puntali in argento più i relativi strop in canguro e pietra belga con i medesimi puntali e foderi cartonati, oltre all'astuccio a scomparti foderato in raso bordeaux.

553795537855377

Il marchio venne assegnato nel 1698 a Bradshaw (una dinastia di fabbricanti di taglienti di Sheffield) dalla Cutler's Company of Hallamshire, poi nel 1839 riassegnato (se per abbandono o successione non è specificato) a Thomas Linley.
George Johnson lo acquistò da Linley il 17 gennaio 1842 per 32 sterline, e dopo la sua morte venne utilizzato dal figlio che lo vendette il 7 marzo 1887 a Lambert assieme al resto dell'attività della George Johnson &Co.. Comunque dopo il1839 non ci furono altre registrazioni della Cutler's Company of Hallamshire e quando Lambert lo acquistò cercò di farlo ri-registrare ma George Wostenholme & Sons si oppose sostenendo che rassomigliava troppo al suo marchio. La causa intentata da Wostenhol lo vide sconfitto con l'obbligo di sostenere le spese legali.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma

Re: Restauro: giornale di cantiere....

Messaggioda altus » 26/11/2017, 18:14

Restauro e ripulitura di una lama della fine del '700 rimanicata anticamente su un manico in tartaruga con inlay in argento (predumibilmente verso il 1830-40).
Il rasoio mancava di una rondella allo spaziatore e con una molto rovinata al pivot, quindi, d'accordo con il proprietario, si decideva di smontarlo completamente, utilizzare le due rondelle a fiore migliori allo spaziatore e montare al pivot due rondelle della stessa epoca (benedetto il cassetto delle scorte!), più piccole, anche per riequilibrare visivamente l'insieme.

All'atto dello smontaggio la lama confermava la rimanicatura antica: era stata tagliata all'altezza del foro del pivot e era stato praticato un secondo foro più vicino alla lama per adattarne la misura al manico. Probabilmente anche la molatura sul dorso dell'impugnatura con delle leggere zigrinature fu fatta nello stesso momento, essendo incompatibile con lo stile tipico delle lame della fine del '700
55585

Si presentava inoltre il problema di pin da 2mm e di fori slabbrati già all'epoca della prima rimanicatura. Provvedevo quindi a rinforzare internamente le rondelle con dell'ottone e resina bicomponente.
5558355584

Le rondelle per ilo pivot
55582

A questo punto pulizia e lucidatura completa del manico, rimozione dell'ossido al pivot sulla lama, eliminazione dei denti sul filo: la normale routine.

presentazione degli elementi
55580

per i nuovi pin decidevo di usare argento sterling da 1,8mm

il rasoio rimontato, in attesa della riaffilatura finale:
5557955578
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
altus
 
Messaggi: 2824
Images: 2014
Iscritto il: 25/03/2013, 22:55
Località: Roma
Precedente

Torna a Manutenzione & Restauro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite