Giovani pacchiani e anziani svogliati

I Saluti, e tutto quello che vi appassiona

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Giovani pacchiani e anziani svogliati

Sostienici

Sponsor
 

Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Tristanneofita89 » 11/07/2019, 14:55

Buongiorno a tutti, premetto che questo è il mio primo intervento sul forum,presentazioni a parte,
esordisco con il mio primo messaggio portando alla luce un tema che mi turba alquanto e che purtroppo non posso discutere nel quotidiano con gli amici perché, come voi sapete benissimo, la gente appassionata a questo mondo è sì sempre di più, ma sempre tutto sommato poca.
Sono da sempre affascinato dal mondo della barberia, specie quella di una volta, e sogno spesso di imbattermi in qualche salone, magari modesto, ma con quel fascino rustico ed al contempo elegante che san trasudare le vecchie barbierie di quartiere, dove, ad accoglierti vi è un anziano signore completamente bianco, che possa trasmetter ancora quel senso genuino e sincero del mondo gentile dei barbieri...
Confesso che non son un amante dei nuovi saloni da hipster: rigorosamente su appuntamento, con le pareti strapiene di decori pacchiani e nostalgici che piu che celebrare la barbiera nella sua bellezza oggettiva, sembran piuttosto suggerire un senso pacchiano e kitsch di decoro, non adoro quei giovanotti modaioli coperti di tatuaggi con look eccentrici e dai tagli alla moda finto-retrò, quindi mi son da sempre avventurato per le barbierie più disparate, preferendo possibilmente quelle dalla cui vetrina scorgevo un barbiere che suggerisse avere perlomeno 20 anni di attività alle spalle, nella ricerca di quella professionalità che abbiam un po tutti idealizzato, mi son alternato tra i saloni più diversi, quelli popolari e "sinceri" da pochi euro, passando per quelli più scialbi e di lusso del centro città dove di fatto ho trovato tante "cerimonie" e poco contenuto (il tutto ovviamente ben condito da un conto direi folle) e purtroppo, devo dire, nonostante la mia ricerca continui tutt'ora (non credo terminerà), che non ho trovato grandi artisti della barbieria tra quei signori imbiancati che citavo prima, ho notato con dispiacere che purtroppo il mestiere del barbiere è un po svalutato persino dagli stessi barbieri "d'una volta", coloro cioè che dovrebbero esser i "portatori" di quest'arte centenaria sembran esser tra tutti i primi a disinteressarsene, ho cercato tutte le volte di parlar con loro suggerendogli l'idea che ad oggi il loro, che da anni ormai insiston definire come un mestiere morto, stia rivivendo di uno slancio nuovo, che l'attenzione dei giovani va via via catalizzandosi verso questo meraviglioso mondo ed ho sempre avvertito un certo distacco, per carità sia ben chiaro non intendo dire con questo post che i barbieri "vecchia scuola" sian tutti svogliati, so per certo che c'è chi porta avanti con passione questo mondo e si fa "garante" della tradizione, dico però che molti di loro sembran avere un approccio molto semplicistico e sbrigativo, mi è capitato di trovar barbieri (sempre tutto sommato anziani) che non avevan voglia di fare la barba e per non farmela mi liquidavan con qualche sciocchezza dopo aver tagliato i capelli, altri che (dopo aver agghindato di tutto punto il locale con le canoniche vetrine e vetrinette di rasoi e pennelli) invece di montar la barba finivan con lo spruzzare il sapone in bomboletta su un pennello, tutti rigorosamente e azzarderei "noiosamente" fedeli alla proraso verde in tutte le stagioni e AS sempre e rigorosamente quello, non serve nemmeno dire quale; tutto banalmente, frettolosamente, senza particolari attenzioni...laddove ho trovato attenzioni e cure (con tanto di spazzolata sulla giacca dopo avermela infilata loro stessi) non eran capaci di far una barba senza scorticarmi vivo, altri mi lasciavan andar via con la barba mal rasata; ma il migliore in assoluto lo ricordo ancora oggi: corredato dei soliti decori e ninnoli da barberia vecchio stile (con tanto di targa in legno con altorilievo verniciato con la classica scena del cliente durante l'insaponatura esposta in vertina) alla domanda se aveva tempo per una barba mi rispose:
"non facciamo le barbe, la legge prevede degli speciali secchi per gettare le lame quindi non le facciamo" senza riuscir a trattenere le risate gli indicai i suoi vari quadri e quadretti raffiguranti pennelli e serramanici, mi sorrise e non disse nulla...
E poi, non dimentichiamolo, ci si imbatte anche in certi "mostri sacri della barbieria" che rilascian interviste sul web come se fossero il papa in persona, unici veri grandi eroi della rasatura tradizionale che vendon prodotti a cifre esorbitanti e han l'arroganza di cagare in testa a tutto il resto del mondo e vi confesso: non amo nemmeno questi grandi "leader" autoproclamatosi messia del rasoio...
Devo dirlo, trovo in questo mondo molti estremi, e in questo, finisco con lo stimare quei giovani hipster modaioli che nel loro esser un po (a mio avviso) pomposi metton anima e corpo in ciò che fanno e lo portan avanti con dedizione, se mai trovero quel barbiere di rione vecchia scuola che cerco sarò ben lieto di torarvici sempre.
spero che questo lungo e forse noioso messaggio non sia travisato, come ho detto prima vedo molti estremi
Tristanneofita89
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 11/07/2019, 13:59

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda ischiapp » 11/07/2019, 15:02

Aggiorna il profilo inserendo la località.
Magari avrai suggerimenti mirati.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
 
Messaggi: 17497
Images: 2541
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Lino » 11/07/2019, 15:59

Complimenti per come hai saputo raffigurare un mondo, Tristan, ma, ne sono certo, esistono anche delle eccezioni, tanto tra i supertatuati hipster quanto tra gli 'anziani' della professione.
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Lino
 
Messaggi: 2942
Images: 4
Iscritto il: 01/05/2015, 16:40
Località: Roma

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Sanà » 12/07/2019, 15:52

Secondo me, la rasatura, come molti riti d'altri tempi, ha subito il "logorio della vita moderna". Le nuove tecnologie ci hanno permesso di fare le stesse cose di un tempo molto più velocemente ma ce ne hanno imposte altre, rarefacendoci il tempo e obbligandoci ad una vita frenetica. Le abitudini di una volta, che richiedevano un processo consolidato ( fare il the con le apposite foglie, preparare un brasato, per i miei coetanei: il ricordo della preparazione di esclusiva competenza del capo famiglia dell'acqua idrolitina), sono state lentamente abbandonate. Pensate quanto la pentola a pressione ha rivoluzionato il modo di cucinare e le macchine da caffè espresso hanno eliminato i molti passaggi che richiedeva la moka. Ora trasportiamo tutto questo nel settore professionale, dove la mano d'opera (tempo) è il costo principale. E' comprensibile che "maestri d'arte", già vessati da tasse, balzelli, adempimenti ed obblighi, non abbiano più la "serenità mentale" per affrontare "umanamente" il loro mestiere. Per quanto riguarda i giovani, il loro addestramento ha un costo così alto che non c'è il margine per trasmettere nei tempi necessari un mestiere , garantendogli nel frattempo una giusta retribuzione ( è finito da molto il tempo dei "ragazzi spazzola").

Penso che l'unica speranza sia da riporre sui "figli d'arte" di artigiani già affermati che seguiranno le ormei dei genitori caraterizzando le loro botteghe e trasformandole in saloni d'estetica e di tendenza, previo un ulteriore apprendistato presso "maestri" d'immagine anche all'estero (il percorso che fanno molti chef di seconda generazione).
Può anche essere che ragazzi volenterosi imparino con umiltà il lavoro e subentrino ai loro datori di lavoro, ma lo vedo più difficile che creino qualcosa di più che sufficiente.
A Sanà non la si fa
Avatar utente
Sanà
 
Messaggi: 449
Images: 44
Iscritto il: 03/04/2018, 21:22
Località: lunigiana

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Bob65 » 12/07/2019, 16:08

Quindi: "si stava meglio quando si stava peggio?"
Avatar utente
Bob65
 
Messaggi: 1318
Images: 42
Iscritto il: 20/09/2018, 12:32
Località: Ancona

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Sanà » 12/07/2019, 16:33

Alla mia età si ;)
A Sanà non la si fa
Avatar utente
Sanà
 
Messaggi: 449
Images: 44
Iscritto il: 03/04/2018, 21:22
Località: lunigiana

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Bob65 » 12/07/2019, 16:48

Io, per esempio, alla mia eta' non sono riuscito proprio a leggere il post di apertura di questo thread.
Un po' perche' ci vedo sempre meno, un po perche' con il caldo tendo ad essere piu' svogliato del solito, ma anche perche', sinceramente, non c'e' un punto a capo manco a cercarlo ...
Avatar utente
Bob65
 
Messaggi: 1318
Images: 42
Iscritto il: 20/09/2018, 12:32
Località: Ancona

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda ischiapp » 12/07/2019, 17:34

Meglio prima ... vedi qui
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
ischiapp
 
Messaggi: 17497
Images: 2541
Iscritto il: 18/05/2013, 11:53
Località: Forio d'Ischia (NA)

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Bob65 » 12/07/2019, 17:50

In questo caso direi decisamente SI. :ugeek:
Avatar utente
Bob65
 
Messaggi: 1318
Images: 42
Iscritto il: 20/09/2018, 12:32
Località: Ancona

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Lino » 12/07/2019, 19:07

Bob65 ha scritto:Un po' perche' ci vedo sempre meno


Su questo, direi che dovresti intervenire subito.
"Il parere della maggioranza non può essere, per definizione, che l'espressione dell'incompetenza"
( R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi )
Avatar utente
Lino
 
Messaggi: 2942
Images: 4
Iscritto il: 01/05/2015, 16:40
Località: Roma

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Kissaki » 12/07/2019, 20:13

Radersi è come andare in moto.

Per me, i barbieri possono chiudere e non mi passa dall'anticamera del cervello di farmi radere da un altro, né fare da passeggero su di una moto.

Detto ciò, non sono di primo pelo e ricordo benissimo i vecchi barbieri di una volta.Nulla è tutto diviene….confrontare il passato con il contesto attuale, lascia il tempo che trova.

Se ti manca qualcosa significa sperare che ritorni, ma non ritorna mai nulla.

Saudações
Avatar utente
Kissaki
 
Messaggi: 252
Images: 0
Iscritto il: 10/04/2018, 15:36
Località: Milano

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Accutron » 12/07/2019, 20:51

Kissaki
Per la miseria quanto sei filosofo stasera! ;)
"Agisci con l'intelligenza guidata dall'esperienza" ( Rex Stout: Nero Wolf )
Avatar utente
Accutron
 
Messaggi: 1295
Images: 129
Iscritto il: 25/02/2018, 10:17
Località: Marche (MC)

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Kissaki » 12/07/2019, 21:13

Sempre, dai presocratici al circolo di Vienna. :D

O forse è solo pragmatismo, tutto mi scivola come l'acqua sulla plastica e da buon camaleonte….mi adeguo a tutto. Logica darwiniana.
Avatar utente
Kissaki
 
Messaggi: 252
Images: 0
Iscritto il: 10/04/2018, 15:36
Località: Milano

Re: Giovani pacchiani e anziani svogliati

Messaggioda Sanà » ieri, 17:56

Tutto "scorre" ma le vecchie care cose conservano lo spirito "originario" di chi le ha possedute; ritrovarne il fascino può far parte della ricerca di una barberia dei tempi passati. Un traguardo che auguro a tutti i "nostalgici" ;)
A Sanà non la si fa
Avatar utente
Sanà
 
Messaggi: 449
Images: 44
Iscritto il: 03/04/2018, 21:22
Località: lunigiana

Torna a Off Topic

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti