I movimenti su coramella

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

I movimenti su coramella

Messaggio da robyfg »

E' da pochissimo (praticamente solo 2 rasature) che la sto usando e oggi c'è mancato veramente poco che le dessi un bel colpettino! :evil:
Il paradosso sapete qual'è:sto trovando più difficoltà adesso,che ci sto mettendo un po' più d'attenzione,cercando di concentrarmi sul movimento e non le prime volte,che lo facevo con l'incoscienza di chi non sa a cosa va incontro.

L'intoppo maggiore che sto riscontrando è,manco a dirlo,nella girata,in quella della fase discendente,per il momento il rasoio non riesco a farlo girare fra pollice e indice,quindi lo tengo ben saldo e per girare uso il movimento del polso.
E proprio per questo che,scendendo,la rotazione arriva a "fine corsa" (sempre del polso) e non mi permette di far aderire il filo alla coramella,praticamente scoramello la costa ( e un po' laboriosa come spiegazione,però spero d'aver reso l'idea).

Come scritto precedentemente,per il momento mi limito a movimenti lineari,lasciando leggermente fuori la coda e tenendo dentro la punta,in seguito farò dei passaggi leggermente trasversali come suggerito da andreat63 .
Non posso far altro che confermare quello che ho letto:scoramellare non è proprio una cosa che viene da se,c'è bisogno di molta coordinazione abbinata ad altrettanta buona tecnica e spero che col tempo ed allenamento (praticamente ogni tanto mi metto e scoramello) tutto diventi veramente automatico!
E comunque qualcosina di buono sono riuscito a farla,noto che a fine scoramellata la lama è un tantinello calda.......credo che sia un buon segno. ;)


p.s.:superfluo dire che ho visionato tutto il visionabile
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
mauro2
Messaggi: 480
Iscritto il: 15/06/2014, 14:55
Località: PC/LC

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da mauro2 »

Ti rispondo non come esperto (che non sono) ma come uno che ci è passato da poco. Non riesci a farlo girare per niente tra pollice e indice, oppure lo riesci a far girare poco? personalmente metà della rotazione la metto di polso, metà di dita: far fare 180 gradi solo di polso mi porterebbe in una posizione scomodissima e innaturale, invece fare tutto di dita mi da meno controllo.
Ottenere la rotazione di 180 gradi mettendone 90 di polso e 90 di dita mi viene molto naturale come movimento e resta preciso.
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da robyfg »

mauro2 ha scritto: Non riesci a farlo girare per niente tra pollice e indice, oppure lo riesci a far girare poco?
Lo faccio girare poco!!
E nonostante questo ho paura che mi scappi!
.....far fare 180 gradi solo di polso mi porterebbe in una posizione scomodissima e innaturale, invece fare tutto di dita mi da meno controllo.
Perfetto!!!
Hai centrato in pieno il problema!!
Proverò a dosare le dite e il polso come mi suggerisci,magari facendo il tutto con un po' più di spensieratezza e se affettamento deve essere che sia!!
Alla fine non vorrei che fosse proprio questo che mi frena,tanto il link per la coramella di ebay me lo hai dato....... :mrgreen:
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
paciccio
Messaggi: 6082
Iscritto il: 31/03/2010, 21:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza
Contatta:

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da paciccio »

io il rasoio lo faccio girare così ;)

«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura «non sono le pietre che affilano e fanno magie, bensì chi le usa con scrupolo ed esperienza» Lemmy
My SOTD on Instagram
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da robyfg »

Vuoi che non abbia visto il video del capo??!! :D
E comunque pare un movimento misto,fra polso e dita,come quello che suggeriva mauro2,o sbaglio?
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
paciccio
Messaggi: 6082
Iscritto il: 31/03/2010, 21:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza
Contatta:

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da paciccio »

si per me è un movimento composto da "pollice + polso" che io trovo la soluzione più comoda,
ma se avete migliore mobilità delle articolazioni rispetto a me (il che è molto probabile :) ) magari vi basta solo una delle due componenti ;)

io con la combinazione mi trovo al meglio, prova, poi userai il movimento che ti risulterà più naturale ;)
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura «non sono le pietre che affilano e fanno magie, bensì chi le usa con scrupolo ed esperienza» Lemmy
My SOTD on Instagram
andreat63
Messaggi: 951
Iscritto il: 15/07/2010, 11:29
Località: Moglia (MN)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da andreat63 »

robyfg ha scritto: Non posso far altro che confermare quello che ho letto: scoramellare non è proprio una cosa che viene da se, c'è bisogno di molta coordinazione abbinata ad altrettanta buona tecnica e spero che col tempo ed allenamento (praticamente ogni tanto mi metto e scoramello) tutto diventi veramente automatico!
E comunque qualcosina di buono sono riuscito a farla, noto che a fine scoramellata la lama è un tantinello calda.......credo che sia un buon segno. ;)
l'importante è andare piano, osservare che i movimenti che si fanno siano corretti. la velocità verrà poi con la pratica.
magari fai a parte l'esercizio di rotazione del codolo tra pollice e indice, per prenderci confidenza ;)
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da robyfg »

E' andata:oggi ho iniziato ad intaccare anche la mia!!! :evil: :oops:
Però,paradossalmente,è come se questo mi avesse sbloccato,comincio a fare dei movimenti più "armoniosi".
Probabile che sia stato già scritto,ma,mi potreste dire quale potrebbe/dovrebbe essere una buona velocità d'esecuzione per rendere efficace la scoramellatura?


p.s.:non ditemi che è quella assurda che ho visto nel video di Alexandros!! :shock: :shock:
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
PicklesMacCarthy
Messaggi: 1738
Iscritto il: 22/03/2011, 20:34
Località: Nord Adriatico/Golfo dei Veneziani

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da PicklesMacCarthy »

paciccio ha scritto:si per me è un movimento composto da "pollice + polso" che io trovo la soluzione più comoda,
Anche per me,per buona pace di chi soffre di tunnel carpale... :roll:
...Non fidarti della croce del Sud,la caccia non finisce mai...(Moby Dick -BMS)
Avatar utente
paciccio
Messaggi: 6082
Iscritto il: 31/03/2010, 21:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza
Contatta:

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da paciccio »

robyfg tranquillo all'inizio uno "sfregio" ci scappa sempre... e non solo all'inizio ;)
mi raccomando movimenti fluidi e rilassati, non avere fretta!

P.S. sì sì è proprio alex
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura «non sono le pietre che affilano e fanno magie, bensì chi le usa con scrupolo ed esperienza» Lemmy
My SOTD on Instagram
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da robyfg »

Si dice che una foto vale più di mille parole,quindi un video chissà quanto varrà,al momento questo è quello che riesco a fare....ditemi tutto,dal movimento alla tensione della coramella!!

"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
ura
Messaggi: 977
Iscritto il: 29/05/2011, 21:01
Località: Pavia

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da ura »

A mio avviso la coramella deve essere più in tensione ed il movimento
del polso è troppo ampio e forzato.
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da robyfg »

Vedrò col tempo di migliorare.
E a velocità come andiamo?
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
bilos2511
Messaggi: 3204
Iscritto il: 05/03/2014, 11:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da bilos2511 »

La velocita' conta ben poco al inizio Roby.A me, se mi metto davanti alla coramella ,come anche nel tuo video, i movimenti mi vengono forzati come dice ura. Prova a stare di fianco, vedrai che ti trovi meglio..con la mano che guida il rasoio, perpendicolare o quasi alla coramella.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
Barba64
Miglior foto di Aprile
Miglior foto di Aprile
Messaggi: 844
Iscritto il: 13/11/2014, 13:56
Località: Cesate (MI)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da Barba64 »

Bilos mi ha anticipato, io sono lento a scrivere...ma te lo riporto lo stesso a confermando quanto già detto:

Grazie al video ho notato la tua posizione rispetto alla coramella. Tu sei praticamente in linea con la coramella mentre Alexandros è più trasversale. Essendo nella fase di apprendimento e sperimentazione, prova a cambiare posizione, una diversa angolazione del corpo magari ti faciliterebbe e renderebbe più fluido il movimento di rotazione del rasoio. Per es. io mi trovo meglio in una posizione leggermente angolata.

Per la velocità “viaggi” ad una cinquantina di passaggi al minuto, a quanto pare nella media di una velocità già accettabile,
viewtopic.php?p=22301#p22301
james ha scritto: Velocità
...... Quindi, dopo aver imparato ad eseguire correttamente il movimento, è bene puntare anche ad eseguirlo velocemente. Niente di fulmineo, 40-60 "giri" (avanti e indietro) al minuto è una buona velocità.
puoi ritenerti soddisfatto. Se mi confronto, a occhio non sono poi molto più veloce di te. Ma la velocità è secondaria, verrà da se col tempo. Come hai ben capito, la priorità è comprendere ed eseguire il giusto movimento.
Il mio cassetto ML
Il mio cassetto DE
"Non sempre ciò che vien dopo è progresso." (Alessandro Manzoni)
andreat63
Messaggi: 951
Iscritto il: 15/07/2010, 11:29
Località: Moglia (MN)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da andreat63 »

attaccala più in basso all'altezza del gomito e fai meno pressione (fai flettere troppo la coramella). mettiti di lato, come Alexandros. la rotazione deve essere al livello di pollice-indice, non di polso
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da robyfg »

Oggi ho messo in pratica i suggerimenti!
Effettivamente spostandosi lateralmente (io l'ho fatto di poco) si riesce ad avere una posizione più naturale del polso,riuscendo a rendere più fluida tutta la corsa del braccio,però nel momento della girata (più il lato verso di me che non l'altro) ho notato altri taglietti!
All'inizio non me lo spiegavo,poi,facendo tutto al "rallentatore" mi sono reso conto che nel momento della girata ho la tendenza a far oscillare il rasoio,e da qui i taglietti.
Vedrò di migliorare,cercando di tenere il polso ben fermo.
Adesso vado a tagl......ehm.....volevo dire ad allenarmi! :mrgreen:
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Robby
Messaggi: 42
Iscritto il: 02/11/2015, 19:18
Località: Borgo San Giovanni ( LO )

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da Robby »

Sono in possesso di una coramella su telaio identica a quella che si intravvede nel primo video. In pochi giorni l'ho sfregiata in modo indecente alle estremità a causa della scarsa mobilità del mio polso destro e girare il codolo con le dita , non è poi così naturale ( per me ). Ora proverò a telare il cuoio per cercare di levare gli avvallamenti prodotti dai tagli. Nel frattempo uso legno di balsa con paste Paciccio e per ultimo solo balsa........non và affatto male, ci vuole un pò più di tempo. CORAMELLA gioia e DOLORE del neofita !
Robby
Avatar utente
mauro2
Messaggi: 480
Iscritto il: 15/06/2014, 14:55
Località: PC/LC

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da mauro2 »

Robby ha scritto:Ora proverò a telare il cuoio per cercare di levare gli avvallamenti prodotti dai tagli. Nel frattempo uso legno di balsa con paste Paciccio e per ultimo solo balsa........non và affatto male, ci vuole un pò più di tempo. CORAMELLA gioia e DOLORE del neofita !
Robby
Robby non credo che le paste siano da intendersi per uso un uso quotidiano (poi non so quanto siano abrasive quelle di cui parli).
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da robyfg »

Vengo or ora da un'ultima seduta d'allenamento :mrgreen: ,ma......ho come la sensazione che con l'aumentare dei passaggi aumenti pure l'attrito e di conseguenza il "suono" della lama sulla coramella!! :roll: :roll:
Suggestione?
Percezione mistica,dovuta alla perdita di sensibilità del braccio?(avrò fatto oltre 150 passaggi)
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
Zeiger
Messaggi: 2311
Iscritto il: 24/04/2015, 15:40
Località: Parma

Re: L'importanza del passaggio su coramella

Messaggio da Zeiger »

Si si è così anche per me. Dopo un po' di giri è come se il rasoio si incollasse alla coramella. ;)
Alessandro.
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3650
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: I movimenti su coramella

Messaggio da robyfg »

Ma se lo scoramello la sera prima per bene,posso evitare di farlo la mattina?(ad aria quiete faccio troppo rumore)
O sarebbe preferibile farlo al momento?
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
Zeiger
Messaggi: 2311
Iscritto il: 24/04/2015, 15:40
Località: Parma

Re: I movimenti su coramella

Messaggio da Zeiger »

Secondo me va bene farlo alla sera. Non cambia farlo ore prima di radersi o appena prima.
Alessandro.
Avatar utente
paciccio
Messaggi: 6082
Iscritto il: 31/03/2010, 21:52
Località: Provincia N.W. Milano - Magonza
Contatta:

Re: I movimenti su coramella

Messaggio da paciccio »

è solo questione d'abitudine
8 ore non fanno certo la differenza ;)

Io preferisco farlo appena prima di radermi, mentre lascio agire per qualche istante il sapone
«Con un gentiluomo sono sempre più di un gentiluomo; con un mascalzone, cerco di essere più di un mascalzone.» Paciccio & Otto von Bismarck
«Per capire le pietre ci vuole pazienza e perseveranza» Ura «non sono le pietre che affilano e fanno magie, bensì chi le usa con scrupolo ed esperienza» Lemmy
My SOTD on Instagram
Robby
Messaggi: 42
Iscritto il: 02/11/2015, 19:18
Località: Borgo San Giovanni ( LO )

Re: I movimenti su coramella

Messaggio da Robby »

Per mauro2 : Certo Mauro, non uso le paste ( verde e rossa di Paciccio ) tutte le volte che uso i rasoi.La balsa è un palliativo in attesa di ripristinare il cuoio.
Buona serata a tutti.
Robby
Rispondi

Torna a “Coramella & Paste”