Nastro adesivo - Come e perchè

Moderatore: Moderatore Area Tecnica

Avatar utente
Bushdoctor
Messaggi: 2903
Iscritto il: 05/05/2012, 13:42
Località: Imperia

Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Bushdoctor »

Noto che spesso consigliamo l'applicazione di una o più strisce di nastro adesivo sul dorso per svariate ragioni, però diamo per scontate alcune cose che non tutti sanno, di quì, l'esigenza di postare alcune foto in modo che sia di più facile comprensione.
Innanzitutto bisogna spiegare perchè si applica il nastro sul dorso, principalmente per evitare l'usura di quest'ultimo e preservare il corretto angolo d'affilatura ,nei casi in cui stiamo usando pietre sintetiche ed/od aggressive, ed andrà sostituito spesso perchè verrà abraso velocemente.
In caso invece di un rasoio che presenta un dorso con evidenti segni d'usura, l'applicazione di una o più strisce di nastro sul dorso può rimediare alla difficoltà d'affilatura causata dal non più corretto angolo d'affilatura che viene determinato appunto dallo spessore del dorso in rapporto all'altezza della lama.
Si possono usare due o più strisce di nastro anche in quei casi in cui abbiamo la necessità di ricorrere alla creazione di un doppio bevel, generalmente questa operazione viene eseguita per velocizzare i tempi e dover rimuovere meno acciaio.
Breve parentesi, per creare il doppio bevel, non bisogna mettere due strisce da subito, bensì, s'imposterà il bevel con una sola striscia di nastro ed in seguito nella fase di finitura o prefinitura, verrà aggiunta la seconda striscia per la costruzione del doppio bevel. Chiaramente se il primo bevel è stato fatto con due strisce, per ottenere il doppio bevel, bisognerà apporne una terza in fase di finitura. Chiusa parentesi, le foto.

Innanzitutto il nastro va centrato, io faccio così,

21357

poi bisogna fare attenzione ad arrivare fino agli stabilizzatori (se la lama li ha) e non oltre, cercando di non lasciare bolle d'aria, così,

21358

e non così che è sbagliato.

21360

Se il rasoio è uno shoulderless, non ha gli stabilizzatori, allora si procederà così.

21359

Spero che questo post possa esservi d'aiuto e riguardo il nastro, io uso quello comune da elettricista, unica accortezza, che sia largo 2 cm.
On the stone again
Avatar utente
PicklesMacCarthy
Messaggi: 1738
Iscritto il: 22/03/2011, 20:34
Località: Nord Adriatico/Golfo dei Veneziani

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da PicklesMacCarthy »

Entriamo ulteriormente nello specifico,molto molto utile soprattutto per chi e' alle prime armi (io sono anche zuccone) come me.
Grazie Bush!
...Non fidarti della croce del Sud,la caccia non finisce mai...(Moby Dick -BMS)
Avatar utente
Bruconiglio
Messaggi: 1546
Iscritto il: 01/08/2012, 14:02
Località: Chieti

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Bruconiglio »

Anche io avevo alcune foto nel cassetto e le metto qui che forse a qualcuno rimane più semplice.
208672086820869208702087120872
Avatar utente
Batik
Messaggi: 246
Iscritto il: 09/04/2015, 10:32
Località: Roma

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Batik »

Non riesco a vedere bene; il nastro in questione è il comune nastro isolante da elettricista :?:
Avatar utente
Bruconiglio
Messaggi: 1546
Iscritto il: 01/08/2012, 14:02
Località: Chieti

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Bruconiglio »

Si
Peppe92ta
Messaggi: 48
Iscritto il: 28/08/2015, 15:11
Località: Messina

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Peppe92ta »

Ma sulla prima foto hai messo 2 nastri?
Peppe92ta
Messaggi: 48
Iscritto il: 28/08/2015, 15:11
Località: Messina

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Peppe92ta »

Da povero inesperto,non sarebbe anche una buona idea se magari facessi un video di come lo affili con il nastro? :-)
Avatar utente
Bushdoctor
Messaggi: 2903
Iscritto il: 05/05/2012, 13:42
Località: Imperia

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Bushdoctor »

Peppe92ta ha scritto:Da povero inesperto,non sarebbe anche una buona idea se magari facessi un video di come lo affili con il nastro? :-)
Da solo non mi riesce una cosa facile, se poi consideri che il mio telefono è un Nokia 3310, beh allora comprenderai da te.

Nella prima foto il nastro è solo uno, quello che vedi è il riflesso.
On the stone again
Avatar utente
ischiapp
Messaggi: 19044
Iscritto il: 18/05/2013, 10:53
Località: Forio d'Ischia (NA)
Contatta:

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da ischiapp »

Tra i vari video che si possono trovare in rete, questo (in USA Inglese) credo sia esaustivo.
Nè può essere, dove è grande disposizione, grande difficultà - Niccolò Machiavelli (Il Principe, Cap.XXVI)
My files: Tools & SOTD & Music & Movie
Saluti da Ischia, Pierpaolo
Avatar utente
PicklesMacCarthy
Messaggi: 1738
Iscritto il: 22/03/2011, 20:34
Località: Nord Adriatico/Golfo dei Veneziani

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da PicklesMacCarthy »

Bushdoctor ha scritto: unica accortezza, che sia largo 2 cm.
Bush,i due cm da te consigliati ,e' la misura minima per preservare coste e dorso,giusto?
...Non fidarti della croce del Sud,la caccia non finisce mai...(Moby Dick -BMS)
Avatar utente
altus
Messaggi: 2913
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da altus »

PicklesMacCarthy ha scritto:
Bushdoctor ha scritto: unica accortezza, che sia largo 2 cm.
Bush,i due cm da te consigliati ,e' la misura minima per preservare coste e dorso,giusto?
La misura della larghezza del nastro è in funzione a) della molatura della lama -da wedge a full hollow- e b) dallo spessore del dorso. 2 cm su un 4/8 arrivano a metà lama e pregiudicano una corretta affilatura (il rasoio poggia sul bordo del nastro più che sulla costa...)
Su un hollow il bordo del nastro finisce nella concavità e quindi non tocca -a meno che la lama non sia troppo stretta- con i wedge il lavoro è più delicato per evitare che il punto d'appoggio non sia più la costa ricoperta ma il bordo del nastro.
Il nastro va utilizzato per arrivare sotto la costa e non più in basso, in caso di più strati si inizia con uno di larghezza minore in modo che il successivo lo sormonti sui bordi. Più la lama è piena e maggiore deve essere la centratura del dorso sul nastro per evitare bevel di diversa ampiezza sui due lati.
Le correzioni della geometria (nastro solo in alcuni punti) si fanno nel primo strato in modo che il successivo attenui gli scalini.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
PicklesMacCarthy
Messaggi: 1738
Iscritto il: 22/03/2011, 20:34
Località: Nord Adriatico/Golfo dei Veneziani

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da PicklesMacCarthy »

Grazie Altus,mi hai chiarito alcuni dubbi:Ecco perche' ho visto lavorare alcuni esperti dell'affilatura anche con nastro isolante piu' stretto di due cm.
...Non fidarti della croce del Sud,la caccia non finisce mai...(Moby Dick -BMS)
Avatar utente
Tanky62
Messaggi: 252
Iscritto il: 26/02/2016, 17:32
Località: Roma

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Tanky62 »

Una domanda che forse risulterà stupida ai più esperti...........
Volendo solo ravvivare il filo e comunque preservare il dorso del rasoio, mettendo il nastro non si cambia l'angolo di incidenza del filo sulla pietra?
" L'Anima e' quel foglio impalpabile che ci consegnano candido su cui noi scriviamo le nostre scelte... "
Avatar utente
mauro2
Messaggi: 480
Iscritto il: 15/06/2014, 14:55
Località: PC/LC

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da mauro2 »

Cambi l'angolo di incidenza solo se era stato affilato senza (in quel caso infatti per ravvivare il filo dovresti evitare di metterlo), se invece è stato affilato col nastro ti serve metterlo proprio per avere lo stesso angolo.
Avatar utente
altus
Messaggi: 2913
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da altus »

Cambia in misura irrilevante alla rasatura in termini di ampiezza dell'angolo formato dal tagliente. Soprattutto se si usano le sintetiche aiuta a prevenire l'usura delle coste. Io lo uso sempre, altri sono contrari per principio.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3651
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da robyfg »

Se ho capito bene,il nastro si mette (anche più strati) in quella parte della costa dove ho la necessità di "abbassare" il bevel.
Mentre se in una determinata parte lo vorrei "alzare" come dovrei procedere?
Dovrei fare più pressione?
Ma così si riuscirebbe ad essere sempre costanti?
E se la lama è abbastanza rigida e non "flette" facilmente?
Illuminatemi!! :mrgreen:
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
altus
Messaggi: 2913
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da altus »

Se stai usando il nastro, facendone a meno. Se non lo stai usando consumando la costa. Ma se il bevel è troppo sottile devi capire il perché in base alla geometria difettosa della lama e porvi rimedio nella maniera più adatta.

Torno a ripetere che non c'è UNA soluzione polivalente e quindi generalizzare porta solo a NON arrivare alla soluzione corretta. Sperimentate e improvvisate, anche gli errori insegnano.
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
Avatar utente
robyfg
Messaggi: 3651
Iscritto il: 01/02/2015, 11:43
Località: San Severo (FG)

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da robyfg »

altus ha scritto:.....anche gli errori insegnano.
Certo certo,salvo poi farne di irrimediabili e addio rasoio. :mrgreen:



p.s.:
altus ha scritto:....consumando la costa.
:shock: :shock:
Madò....altra carne al fuoco.....questa proprio non la sapevo,provo a fare delle ricerche,altrimenti,a breve,seguirà altra domanda. :lol:
"Non condivido le tue idee,ma mi batterò fino alla morte affinchè tu possa esprimerle" (Voltaire)

Saluti,Roberto
Avatar utente
altus
Messaggi: 2913
Iscritto il: 25/03/2013, 21:55
Località: Roma

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da altus »

I "rasoi sacrificali" servono appunto a fare meno domande e a sperimentare di più. L'esperienza è la migliore insegnante....
"Le voyage est court. Essayons de le faire en premiére classe." (Noiret)
la collezione - il cantiere di restauro - gli astucci
andreat63
Messaggi: 937
Iscritto il: 15/07/2010, 11:29
Località: Moglia (MN)

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da andreat63 »

robyfg ha scritto:Se ho capito bene,il nastro si mette (anche più strati) in quella parte della costa dove ho la necessità di "abbassare" il bevel.
Mentre se in una determinata parte lo vorrei "alzare" come dovrei procedere?
Dovrei fare più pressione?
Ma così si riuscirebbe ad essere sempre costanti?
E se la lama è abbastanza rigida e non "flette" facilmente?
Illuminatemi!! :mrgreen:
quando si affila, non bisogna far flettere la lama, foss'anche l'hollow più flessibile.
non credo nell'uso del nastro. se una lama è fatta male, va rettificata, se possibile, e per questo ci vogliono pietre a basso grit (1000 e anche meno) e le mole.
il nastro si usa per facilitare l'affilatura, in quanto le pietre devono asportare meno, per lavorare al filo. poi c'è il vezzo di non usurare la costa, che poi con le pietre da finitura è infinitesimo. il nastro inoltre non si riesce ad usare con pietre a basso grit, perche lo consumano. fare dei tacconi di nastro multipli, poi, per me è una boiata assoluta
Avatar utente
Alexandros
Messaggi: 1628
Iscritto il: 04/10/2010, 11:28
Località: Tra Modena e Bologna

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da Alexandros »

Il vantaggio principale dell 'uso del nastro sul dorso è:
la pietra invece di abradere costa e filo del rasoio abrade solo il filo.

Percui:

l'affilatura risulta più rapida (poichè si asporta metallo solo sul filo)
la costa del rasoio non si consuma e appiattisce
la pietra sintetica si sporca molto meno
L 'angolo di affilatura cambia pochissimo : in questo modo posso usare il nastro sia su rasoi nuovi che su rasoi usati
su alcune molature molto piene il nastro mi può dare una mano in fase di affilatura aumentando un po' l'angolo (come se si volesse farlo avere una molatura + scavata)

Personalmente uso sempre una striscia di nastro quando affilo un qualsiasi ML e lo tengo per tutta la durata dell 'affilatura.

Un rasoio con geometrie compromesse (bevel troppo ingrossato, di altezza non uniforme o costa appiattita non regolarmente) non può essere ripristinato mediante il solo uso di una striscia o + nastro.
Quando posso, al soffitto di una stanza preferisco un tetto di stelle.
Larry Yuma
Avatar utente
oriolo
Messaggi: 358
Iscritto il: 24/05/2016, 13:28
Località: Appennino Tosco-Emiliano

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da oriolo »

Se volete risparmiare tempo ed avere sempre una esatta misura in lunghezza del nastro potete usare i dispenser a leva.
La corsa della leva è regolabile e permette di impostare la lunghezza del nastro a piacere.

La lama per il taglio del nastro è seghettata e non va bene per tagliare il nastro in PVC (da elettricista) ma basta sostituirla con un pezzetto di lama da cutter.
Oppure limare i denti e.....impostare un nuovo bevel :D

Immagine
Hic et nunc
Alessandro
Avatar utente
garzov
Messaggi: 156
Iscritto il: 26/04/2016, 14:02
Località: Ventimiglia

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da garzov »

qualche esperto, mi potrebbe spiegare meglio quando e come usare il nastro per correggere l’usura irregolare delle coste?

Da mezzo profano penso che, appoggiando il rasoio di piatto su un piano regolare, dovrei vedere se c’è luce tra la costa e il piano e quindi correggere con tanto nastro da “chiudere” la luce; è corretto?

Mi viene però spontanea una domanda; questa correzione ha senso se si usano pietre sintetiche molto larghe?
Se uso una pietra larga 7 cm che mi fa appoggiare completamente il rasoio consentendomi passate “diritte”, nastro o non nastro l’appoggio della costa avverrebbe sulle parti meno consumate, non credo il rasoio possa “piegarsi” incavandosi verso la costa usurata, quindi il ragionamento della correzione dovrebbe valere solo per coste consumate irregolarmente ai bordi (in questo caso la costa sana centrale farebbe da perno)

Dico delle belinate?

Una spiegazione più approfondita sulle correzioni con tanto di foto, chi sa, la potrebbe fare?
Avatar utente
bilos2511
Messaggi: 3197
Iscritto il: 05/03/2014, 11:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da bilos2511 »

Io faccio cosi, visto che i miei Ml da guerra sacrificali non passano e non devono passare 20 euro.
Se la costa e svirgolata , storta ,quindi tenendo il rasoio appoggiato sulla pietra (lappata e dritta ovviamente),personalmente vedo 2 varianti per metterlo in riga
1. Inizio a mangiare la costa , nastrando il filo ( per proteggerlo al meglio senza asportare materiale, che per adesso non serve) e giu di brutto finche costa e filo , cioe i due piani sono perfettamente paralleli .Ovviamente sulla costa non metto niente perche devo asportare acciaio. Quando con 2 ditta appoggiati nei 4 punti esterni del rasoio, non sento piu niente gioco , procedo alla affilatura normale. Chiaramente e un approccio molto invasivo .
2. Se per caso e' un rasoio che merita, forse e meglio un regrind che ti risolve tutto.
3. Sarebbe anche un terzo metodo , ma qui devi essere veramente bravo ed esperto...asporti quello che pensi sia sufficiente e passi ad affilature particolari: rolling x stroke, a mano,ecc

In ogni caso, secondo il mio giudizio da neofita nel mondo dell'affilatura, posso affermare che se costa e filo non sono parallele , sei nei guai.
A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Avatar utente
bilos2511
Messaggi: 3197
Iscritto il: 05/03/2014, 11:31
Località: Argenta- Ferrara-Bucuresti.

Re: Nastro adesivo - Come e perchè

Messaggio da bilos2511 »

Ecco qui: per me, sono stati fondamentali ...non c'e niente di peggio avere fuori bolla costa e filo .

A)Proteggere dorso e coste con uno strato di nastro isolante e ..
B)Tingere la zona del bevel con un pennarello.

Tallow & Steel Addicted.
Rispondi

Torna a “Pietre & Affilatura”